Discussione:
NUCLEARE: Fukushima cesio 137 piu alto di Cernobyl
(troppo vecchio per rispondere)
fuzzy
2011-09-01 08:22:22 UTC
Permalink
http://www.ukbbcnews.com/fukushima-area-off-limits-for-decades.html

http://www.repubblica.it/ambiente/2011/08/31/news/fukushima_31_agosto-
21091785/

http://www.corriere.it/notizie-ultima-ora/Esteri/Fukushima-cesio-oltre-
livello-Cernobyl/31-08-2011/1-A_000242196.shtml


(ANSA) - TOKYO - Il suolo in 34 punti di sei comuni della prefettura di
Fukushima ha registrato punte di cesio di 137 volte superiori agli
standard
seguiti per le evacuazioni forzate dopo la crisi di Cernobyl del 1986.
Secondo la mappa aggiornata sulla radioattivita' presentata in un recente
incontro al ministero della Scienza, nei sei centri (Okumamachi,
Futabamachi, Namiemachi, Tomiokamachi, Iitatemura e Minami-Soma) sono
stati
rilevati piu' di 1,48 milioni becquerel per metro quadrato di cesio 137.

Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.

Anche questo non viene calcolato nel "rateo morti/kwh"
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-01 09:07:34 UTC
Permalink
http://laaska.wordpress.com/2011/08/29/japanno-cesium-detected-in-seawater-near-no-3-reactor/

"The operator of the Fukushima Daiichi nuclear power plant says no radioactive cesium was detected in seawater around the No.3 reactor on Saturday. This was the first time the substance was not detected since the monitoring began."

Raffaele
Post by fuzzy
Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.
Ma i loro abitanti continueranno ad essere vivi, anche se da qualche altra
parte. Gli abitanti del Vajont e della valle del Banquiao non hanno goduto
di altrettanta fortuna...
Post by fuzzy
Anche questo non viene calcolato nel "rateo morti/kwh"
Ovvio, altrimenti si chiamerebbe "rateo superficie contaminata/Twh".
Ma dato che si chiama "rateo morti/TWh", beh...prova ad indovinare...

Raffaele
fuzzy
2011-09-02 09:17:22 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.
Ma i loro abitanti continueranno ad essere vivi,
è un po' presto per dirlo, e soprattutto per dire si vivi, ma come?
So bene a te non frega niente di chi soffre tu computi solo i morti.
Post by Raffaele Castagno
anche se da qualche altra parte.
si, per me - opinione personale - anche questo è un danno alle persone
(oltre
che ambientale), ma a te non interessa tu calcoli solo i morti/Twh :-)
Post by Raffaele Castagno
Raffaele
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-02 09:28:52 UTC
Permalink
Post by fuzzy
è un po' presto per dirlo, e soprattutto per dire si vivi, ma come?
No, non è presto. Vivi e vegeti, non necessariamente nelle loro case natie.

Le evacuazioni sono state tempestive, lo iodio è sempre stato disponibile
(quindi rischio di tumore alla tiroide pressochè inesistente), il cibo è
costantemente monitorato, l'acqua pure, l'aria anche, tutti i civili a rischio
sono stati ricollocati, il potenziamento dei sistemi di raffreddamento è
fatto o in via di realizzazione, il trattamento delle acque c'è, gli indici di contaminanti emessi sono in costante calo.

La popolazione rischia di più per il razionamento dell'elettricità e per
l'eventuale mancanza di acqua potabile che non per le radiazioni.

Staranno senza dubbio meglio di quelli morti di malattia nell'aftermath
del disastro di Banquiao.
Post by fuzzy
So bene a te non frega niente di chi soffre tu computi solo i morti.
Chi sta soffrendo a causa di Fukushima, a parte quelli che "non posso più
tornare a casa mia" (considerando comunque che è ora possibile ritornare
per periodi limitati anche nella "zona rossa" entro i 3km dalla centrale)?
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
anche se da qualche altra parte.
si, per me - opinione personale - anche questo è un danno alle persone
(oltre
che ambientale), ma a te non interessa tu calcoli solo i morti/Twh :-)
Ovvio che è un danno. Ci mancherebbe anche. Diciamo che rimanerci morti
ammazzati è un tantino più definitivo e privo di soluzione.

Ad ogni modo, hai un diverso parametro per valutare le varie fonti, si o no?

Che sia oggettivo e quantificabile, dati alla mano.

Senza, non sei altro che un fuffaro.

Raffaele
fuzzy
2011-09-02 20:00:14 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
è un po' presto per dirlo, e soprattutto per dire si vivi, ma come?
No, non è presto.
per me è presto. Le patologie legate a contaminazioni radioattive possono
manifestarsi anche dopo molto tempo.La maggior parte dei tumori che
finiscono male ci mettono in media 24 mesi per potare a compimento l'opera.
Post by Raffaele Castagno
Vivi e vegeti,
magari un domani saranno piu vegeti che vivi
Post by Raffaele Castagno
tutti i civili a rischio
sono stati ricollocati
qualche bambino fosforescente, piscia cesio, ma queste sono quisquilie
Post by Raffaele Castagno
La popolazione rischia di più per il razionamento dell'elettricità
quindi il resto si puo' trascurare?
Post by Raffaele Castagno
Staranno senza dubbio meglio di quelli morti di malattia nell'aftermath
del disastro di Banquiao.
Ma non stanno meglio delle persone sane.
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
So bene a te non frega niente di chi soffre tu computi solo i morti.
Chi sta soffrendo a causa di Fukushima, ...?
vedremo. E' presto per dirlo.
Post by Raffaele Castagno
Ad ogni modo, hai un diverso parametro per valutare le varie fonti, si o
no? Che sia oggettivo e quantificabile, dati alla mano.

4000 bambini con tumore alla tiroide, è una quantità estensiva.
Intensivamente non esiste una misura oggettiva della sofferenza umana.
Post by Raffaele Castagno
Senza, non sei altro che un fuffaro.
Se nel tuo rateo non tieni conto dei danni ambientali ecologici e delle
sofferenze dirette e indirette causate, il fuffaro sei tu, a mio parere.

La sofferenza Non si calcola, Ma c'e' sicuramente, non tenerne conto
perché
non è un parametro oggettivo, non è da fuffari, è da immorali.
Post by Raffaele Castagno
Raffaele
fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 23:55:03 UTC
Permalink
Post by fuzzy
per me è presto. Le patologie legate a contaminazioni radioattive possono
manifestarsi anche dopo molto tempo.La maggior parte dei tumori che
finiscono male ci mettono in media 24 mesi per potare a compimento l'opera.
Da Chernobyl sono passati 25 anni. Sono abbastanza per fare delle stime più
che significative.
Post by fuzzy
qualche bambino fosforescente, piscia cesio, ma queste sono quisquilie
Vedo che le tue capacità argomentative sono scese alle battutine...
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
La popolazione rischia di più per il razionamento dell'elettricità
quindi il resto si puo' trascurare?
Pesare adeguatamente non significa trascurare. Le tue capacità argomentative
si arricchiscono di fallacie logiche ora?
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Staranno senza dubbio meglio di quelli morti di malattia nell'aftermath
del disastro di Banquiao.
Ma non stanno meglio delle persone sane.
Evvai con le fallacie!
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Chi sta soffrendo a causa di Fukushima, ...?
vedremo. E' presto per dirlo.
"È presto per dirlo, nel frattempo aboliamo il nucleare e usiamo fonti che
SICURAMENTE fanno male."

Bella logica :O
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Ad ogni modo, hai un diverso parametro per valutare le varie fonti, si o
no? Che sia oggettivo e quantificabile, dati alla mano.
4000 bambini con tumore alla tiroide, è una quantità estensiva.
Intensivamente non esiste una misura oggettiva della sofferenza umana.
Quanti tumori sono causati nel mondo da carbone e petrolio?
Ancora non hai capito che DEVI fare un confronto? Non basta dire che
l'attività X ha dei rischi, perché qualunque attività ha un rischio, questo
LO SI SA GIÀ.
Post by fuzzy
Se nel tuo rateo non tieni conto dei danni ambientali ecologici e delle
sofferenze dirette e indirette causate, il fuffaro sei tu, a mio parere.
Sei tu che non riesci a confrontare i danni di una fonte con i danni di
un'altra fonte, l'unico tuo interesse è combattere una specifica fonte, così
per diletto, moda, paranoia, sai solo tu perché....
Post by fuzzy
La sofferenza Non si calcola, Ma c'e' sicuramente, non tenerne conto
perché non è un parametro oggettivo, non è da fuffari, è da immorali.
Tu lo sai che usando internet stai consumando energia e stai contribuendo un
pochino a far venire un tumore a un povero cristo.

Ora, sendo la tua logica dovremmo abolire internet e tacciarti di
immoralità. Io non lo faccio, sarà la mia logica ad essere fallace?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
not1xor1
2011-09-03 05:10:48 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Vedo che le tue capacità argomentative sono scese alle battutine...
ma non capisco perché state ancora a perdere tempo a rispondergli
le spara così grosse che si confuta da solo
che se le canti e se le suoni pure... io l'ho filtrato da tempo
--
bye
!(!1|1)
fuzzy
2011-09-05 07:52:08 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by Daniele Orlandi
Vedo che le tue capacità argomentative sono scese alle battutine...
ma non capisco perché state ancora a perdere tempo a rispondergli
perchè sono dei coglioni, ancora non l'hai capito?

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-03 00:01:48 UTC
Permalink
Post by fuzzy
per me è presto. Le patologie legate a contaminazioni radioattive possono
manifestarsi anche dopo molto tempo.La maggior parte dei tumori che
finiscono male ci mettono in media 24 mesi per potare a compimento l'opera.
Se ci sono i presupposti. Ma i presupposti non ci sono.
A differenza di Chernobyl, la popolazione è stata rapidamente ed efficacemente
portata in aree sicure, è stato messo in piedi uno screening delle radiazioni,
è stato distribuito iodio da assumere in caso di necessità.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Vivi e vegeti,
magari un domani saranno piu vegeti che vivi
O magari la materia dell'universo cesserà improvvisamente di esistere.
Puoi argomentare con qualcosa di serio, o vai avanti a "magari"?
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
tutti i civili a rischio
sono stati ricollocati
qualche bambino fosforescente, piscia cesio, ma queste sono quisquilie
Se ti prendessi la briga di capirci qualcosa, ti renderesti conto che non sono
quisquilie, ma che nondimeno quei bambini non sono affatto fosforescenti,
e che non corrono alcun reale rischio.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
La popolazione rischia di più per il razionamento dell'elettricità
quindi il resto si puo' trascurare?
Il resto va valutato con le dovute prospettive. Focalizzare il 100%
dell'attenzione su un fattore che causa l'1% dei problemi è classificabile
unicamente come idiota.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Staranno senza dubbio meglio di quelli morti di malattia nell'aftermath
del disastro di Banquiao.
Ma non stanno meglio delle persone sane.
Meglio magari no.
Ma sicuramente altrettanto, in quanto persone sane evacuate in via precauzionale
per far si che sane rimanessero.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
So bene a te non frega niente di chi soffre tu computi solo i morti.
Chi sta soffrendo a causa di Fukushima, ...?
vedremo. E' presto per dirlo.
Quindi nessuno sta soffrendo.
Per quelli che sono i presupposti, non vi sarà alcun aumento statistico
misurabile di persone che soffriranno a causa di Fukushima.

Del resto, c'è voluto un gran da fare per stabilire a livello statistico
l'incidenza del disastro Chernobyl, che rilasciò molta più roba, molto peggiore,
e fu gestita col culo relativamente alla radioprotezione della popolazione.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Ad ogni modo, hai un diverso parametro per valutare le varie fonti, si o
no? Che sia oggettivo e quantificabile, dati alla mano.
4000 bambini con tumore alla tiroide, è una quantità estensiva.
Intensivamente non esiste una misura oggettiva della sofferenza umana.
Quindi, tu sostieni che è così, ma non hai uno stracazzo di dato oggettivo
da portare a sostegno.
Riporti i 4000 bambini, come se le altre fonti fossero totalmente innocue per
i bambini, ignorando che carbone etc causano malattie respiratorie e non, e che
il cancro può avere cause diverse dalle radiazioni.

Alla fin fine, il risultato è che il rateo di morti/TWh è un dato oggettivo e
misurabile, confrontabile, mentre il tuo và a "sentimento", senza possibilità
di riscontro.
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Senza, non sei altro che un fuffaro.
Se nel tuo rateo non tieni conto dei danni ambientali ecologici e delle
sofferenze dirette e indirette causate, il fuffaro sei tu, a mio parere.
Se avessi riportato il dato come "rateo dei danni causati/TWh" si.

Ma io l'ho riportato chiaramente come "MORTI/TWh", misura ben precisa ed
esplicita.

Sei liberissimo di portarmi un altro parametro più esaustivo con cui confrontare
i danni causati dalle varie fonti. Prego, accomodati.
Post by fuzzy
La sofferenza Non si calcola, Ma c'e' sicuramente, non tenerne conto
perché
non è un parametro oggettivo, non è da fuffari, è da immorali.
Quindi, quanto soffrono coloro che contraggono malattie respiratorie causate
dai combustibili fossili? Quanto soffrono coloro che non potranno mai più
rivedere i loro cari affogati nel Vajont, nè ritornare alle proprie case?
Quanto soffrono gli abitanti delle coste della Louisiana e d'intorni, che
probabilmente non saranno più vivi quando l'ecosistema si sarà ripreso dal
disastro della Deepwater Horizon? Etc etc.

O forse quelli soffrono di meno perchè nelle cause della loro sofferenza non c'è
la parola "nucleare"?

Raffaele
fuzzy
2011-09-03 13:03:00 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
per me è presto. Le patologie legate a contaminazioni radioattive possono
manifestarsi anche dopo molto tempo.La maggior parte dei tumori che
finiscono male ci mettono in media 24 mesi per potare a compimento l'opera.
Se ci sono i presupposti. Ma i presupposti non ci sono.
lo dici tu. tua opinione rispettabile, ma non conta.
Post by Raffaele Castagno
Puoi argomentare con qualcosa di serio, o vai avanti a "magari"?
tu vai avanti ad asserti del tutto personali, in cosa saresti meglio
quanto
ad argomentazioni?
Post by Raffaele Castagno
quisquilie, ma che nondimeno quei bambini non sono affatto fosforescenti,
e che non corrono alcun reale rischio.
veramente non sono fosforescenti? ma dici sul serio? c'e' sempre da
imparare
da te. :-)
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
La popolazione rischia di più per il razionamento dell'elettricità
quindi il resto si puo' trascurare?
Il resto va valutato con le dovute prospettive. Focalizzare il 100%
dell'attenzione su un fattore che causa l'1% dei problemi è classificabile
unicamente come idiota.
tutte percentuali inventate di sana pianta per farti tornare il
ragionamento. Quindi ad hoc, quindi idiota.
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Ma non stanno meglio delle persone sane.
Meglio magari no.
Ma sicuramente altrettanto, in quanto persone sane evacuate in via
precauzionale per far si che sane rimanessero.

mica sono evacuate tutte,
mica ci sono solo le persone, anche bestiame
in via precauzionale, ma sempre dopo l'incidente, quindi ancora non
sappiamo
bene se e quante dosi hanno ricevuto.

le tue argomentazioni sono opinioni e dati inventati ad hoc, ma spacciati
per oggettivi.
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
So bene a te non frega niente di chi soffre tu computi solo i morti.
Chi sta soffrendo a causa di Fukushima, ...?
vedremo. E' presto per dirlo.
Quindi nessuno sta soffrendo.
Moli stanno soffrendo, anche solo per la preoccupazione. Io ho amici in
Ciba, e la loro sofferenza è un dato che non puo' confutare.
Post by Raffaele Castagno
Per quelli che sono i presupposti, non vi sarà alcun aumento statistico
misurabile di persone che soffriranno a causa di Fukushima.
queste sono per ora solo chiacchiere. ripeto vedremo.
Post by Raffaele Castagno
Quindi, tu sostieni che è così, ma non hai uno stracazzo di dato oggettivo
da portare a sostegno.
4000 bambini ammalati di tumore alla tiroide "è" un dato oggettivo
Post by Raffaele Castagno
come se le altre fonti fossero totalmente innocue per
i bambini, ignorando che carbone etc causano malattie respiratorie e non, e che
il cancro può avere cause diverse dalle radiazioni.
Mai detto questo, inutile che continui con questa campana, è
un'argomentazione idiota. qui si parla di Nulceare, se vuoi parlare del
carbone apri un 3d specifico, nessuno te lo impedisce.
Col carbone e petrolio ci saranno migliaia di morti, la cosa non
diminuisce
e elimina i problemi del nucleare, manco di una virgola.
Post by Raffaele Castagno
Alla fin fine, il risultato è che il rateo di morti/TWh è un dato oggettivo e
misurabile, confrontabile, mentre il tuo và a "sentimento", senza possibilità
di riscontro.
riscontro oggettivo c'e', non è misurabile, ma c'e'.
Se per te esiste solo quello che è misurabile, come ho detto, cio' è cosa
da
curare in manicomio.
Post by Raffaele Castagno
Ma io l'ho riportato chiaramente come "MORTI/TWh", misura ben precisa ed
esplicita.
Che pero' non dice un cazzo. Essendo una valutazione esclusivamente
quantitativa, è del tutto insufficiente a "valutare" la pericolosità del
nucleare, perchè appunto non tiene conto della sofferenza umana che
-essendo
un sentimento - non è quantificabile.

Ripeto se poi tu sostieni che esiste solo cio che è misurabile con i
numerelli, sei da manicomio.
Post by Raffaele Castagno
Sei liberissimo di portarmi un altro parametro più esaustivo con cui confrontare
i danni causati dalle varie fonti. Prego, accomodati.
4000 bambini ammalati di tumore alla tiroide e poi guariti. Ho già
spiegato
e ripeto è un dato quantitativo estensivo e oggettivo, ma non puo' essere
valutato quantitativamente in modo intensivo.
Post by Raffaele Castagno
Quindi, quanto soffrono coloro che contraggono malattie respiratorie causate
dai combustibili fossili? Quanto soffrono coloro che non potranno mai più
rivedere i loro cari affogati nel Vajont, nè ritornare alle proprie case?
Quanto soffrono gli abitanti delle coste della Louisiana e d'intorni, che
probabilmente non saranno più vivi quando l'ecosistema si sarà ripreso dal
disastro della Deepwater Horizon? Etc etc.
parecchio. Il che di nuovo non riduce di una virgola i danni causati dal
Nucleare.
Post by Raffaele Castagno
O forse quelli soffrono di meno perchè nelle cause della loro sofferenza non c'è
la parola "nucleare"?
soffriranno anche di più, non lo so, il che di nuovo, non dimostra la
innocuità e non pericolosità del nucleare.
Post by Raffaele Castagno
Raffaele
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-01 10:03:58 UTC
Permalink
Post by fuzzy
incontro al ministero della Scienza, nei sei centri (Okumamachi,
Futabamachi, Namiemachi, Tomiokamachi, Iitatemura e Minami-Soma) sono
stati rilevati piu' di 1,48 milioni becquerel per metro quadrato di cesio
137.
Se cerco "Chernobyl Becquerel" in Google il primo risultato dice che a
Chernobyl si sono rilevate concentrazioni superiori a 4 MBq/m^2 quindi già
quello che dici è una panzana.
Post by fuzzy
Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.
E quindi?
--
Daniele Orlandi つづく
fuzzy
2011-09-01 22:38:59 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Se cerco "Chernobyl Becquerel" in Google il primo risultato dice che a
Chernobyl si sono rilevate concentrazioni superiori a 4 MBq/m^2 quindi
già
Post by Daniele Orlandi
quello che dici
non lo dico io, quella che hai quotato è una citazione dai link sopra.
Post by Daniele Orlandi
è una panzana.
puo' essere, quello che non si capisce è da dove trai questa sicumera per
cui quello che leggi tu è sicuramente vero, quello che leggo io è una
panzana.
Potrebbe anche essere sbagliato quello che leggi tu.

Oppure piu correttamente si potrebbe dire: abbiamo due fonti discordanti.
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.
E quindi?
niente, mi pare una cosa del tutto normale e forse anche auspicabile.
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 01:30:44 UTC
Permalink
Post by fuzzy
puo' essere, quello che non si capisce è da dove trai questa sicumera per
cui quello che leggi tu è sicuramente vero, quello che leggo io è una
panzana.
Essenzialmente perché hai dimostrato il tuo modus operandi.
Post by fuzzy
Potrebbe anche essere sbagliato quello che leggi tu.
Può essere, è il primo link che ho trovato. Ma perché la tua fonte non ha
fatto altrettanto?
Post by fuzzy
Oppure piu correttamente si potrebbe dire: abbiamo due fonti discordanti.
Considerando che la tua fonte è Greenpeace... no, è una panzana.
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
Molte zone continueranno ad essere inabitabili per decenni.
E quindi?
niente, mi pare una cosa del tutto normale e forse anche auspicabile.
Rendere inabitabile una parte di territorio, tra tutte le cose che possono
succedere, è, come dire, l'ultimo dei problemi.

Mica ti preoccuperai del territorio?!?

Io mi preoccupo delle persone!

Tra l'altro... per dire... quando costruisci una diga con un bacino di
10.000 km^2 (non è un numero a caso) hai buttato via 10.000 km^2 di
territorio che non potrai mai più utilizzare.

E lo fai intenzionalmente e sicuramente, non solo in caso remoto di
incidente.

Quindi cos'è che ti preoccupa? Rendere del territorio inabitabile dagli
umani?
--
Daniele Orlandi つづく
fuzzy
2011-09-02 09:11:19 UTC
Permalink
puo' essere, quello che non si capisce è da dove trai questa sicumera
per
cui quello che leggi tu è sicuramente vero, quello che leggo io è una
panzana.
Essenzialmente perché hai dimostrato il tuo modus operandi.
che pero' rimane sempre una tua opinione.
Potrebbe anche essere sbagliato quello che leggi tu.
Può essere, è il primo link che ho trovato. Ma perché la tua fonte non
ha
fatto altrettanto?
certo. io lo so. mica ho detto che la tua fonte è sbagliata. Sei tu che
hai
detto che lo sono le mie.
Oppure piu correttamente si potrebbe dire: abbiamo due fonti
discordanti.
Considerando che la tua fonte è Greenpeace... no, è una panzana.
veramente io direttamente ho citato "corriere, repubblica, BBC e Ansa"
Greenpeace no.
Mica ti preoccuperai del territorio?!?
Io mi preoccupo delle persone!
anch'io, ma le persone vivono sul territorio. E se sono costrette a
lasciare
il loro territorio, quindi è ANCHE un danno alle persone.
Tra l'altro... per dire... quando costruisci una diga con un bacino di
10.000 km^2 (non è un numero a caso) hai buttato via 10.000 km^2 di
territorio che non potrai mai più utilizzare.
una diga è già di per se un utilizzo, quindi direi che il territorio viene
ben utilizzato in quel caso.
Quindi cos'è che ti preoccupa? Rendere del territorio inabitabile dagli
umani?
il danno ecologico ambientale, che riguarda anche le persone.

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 11:01:43 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Essenzialmente perché hai dimostrato il tuo modus operandi.
che pero' rimane sempre una tua opinione.
Stai difendendo il tuo metro diverso sui morti buoni e quelli meno buoni?
Sui danni buoni e quelli meno buoni?

Ovviamente sì che lo difendi... ed ecco perché dimostri di essere un tifoso
che non riesce a confrontare le cose razionalmente.
Post by fuzzy
certo. io lo so. mica ho detto che la tua fonte è sbagliata. Sei tu che
hai detto che lo sono le mie.
Allora mi spieghi perché hai copiaincollato quel link? Cosa volevi
dimostrare?
Post by fuzzy
Considerando che la tua fonte è Greenpeace... no, è una panzana.
veramente io direttamente ho citato "corriere, repubblica, BBC e Ansa"
Greenpeace no.
Manco le leggi allora le tue fonti... ti basta che il titolo suoni
favorevole e via col copiaincolla...
Post by fuzzy
Mica ti preoccuperai del territorio?!?
Io mi preoccupo delle persone!
anch'io, ma le persone vivono sul territorio. E se sono costrette a
lasciare il loro territorio, quindi è ANCHE un danno alle persone.
Tra l'altro... per dire... quando costruisci una diga con un bacino di
10.000 km^2 (non è un numero a caso) hai buttato via 10.000 km^2 di
territorio che non potrai mai più utilizzare.
una diga è già di per se un utilizzo, quindi direi che il territorio viene
ben utilizzato in quel caso.
Ah, quindi se rendiamo inabitabili 10.000 km^2 di territorio
intenzionalmente va bene, sono UTILI. Se invece ne rendiamo inutilizzabili
1000 per un incidente, no, quello è intollerabile, inaccettabile, OMG
MORIREMO TUTTI!!!

Ma ti rendi conto??
Post by fuzzy
Quindi cos'è che ti preoccupa? Rendere del territorio inabitabile dagli
umani?
il danno ecologico ambientale, che riguarda anche le persone.
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale delle
ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?

Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa meno
danni alle persone ANCHE in caso di incidente.

Però fa paura... salcazzo perché...
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Janez
2011-09-02 12:20:34 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa
meno danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
Però fa paura... salcazzo perché...
Perche' non si vede.
Una normale morte per annegamento, incendio, schiacciamento o intossicazione
da fumo o idrocarburi non e' un problema.
Ma se cio' che uccide non si vede, per i diversamente furbi, e' tutta
un'altra cosa.
--
____ Saluti dal | Eliminate .non.voglio.spam dall'indirizzo
(_ _) __ __ ___ | per rispondermi, se non vi piace quello che
)/ o\/ \/o_\>-_) | ho scritto considerate che, in un universo
(_\_-_|_|_\__/___> | parallelo, potrebbe essere anche diverso.
pirke
2011-09-02 12:24:21 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale delle
ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
E' stato dimostrato da chi?
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa meno
danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
Stai dicendo che l'esplosione di una centrale nucleare fa meno danni di
un esplosione di una raffineria?
Daniele Orlandi
2011-09-02 14:08:02 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
E' stato dimostrato da chi?
Dal confronto dei risultati degli incidenti nucleari con i danni causati
dalle altre fonti.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa
meno danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
Stai dicendo che l'esplosione di una centrale nucleare fa meno danni di
un esplosione di una raffineria?
No, sto dicendo che per ogni incidente nucleare ci sono decine di incidenti
petroliferi e anche in assenza di incidenti l'inquinamento legato al
petrolio fa molti più morti e danni.

Se invece confrontiamo con l'idroelettrico è ancore peggio...
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-02 15:05:33 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
E' stato dimostrato da chi?
Dal confronto dei risultati degli incidenti nucleari con i danni causati
dalle altre fonti.
Forse perché ci sono relativamente poche centrali nucleari al mondo?
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa
meno danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
Stai dicendo che l'esplosione di una centrale nucleare fa meno danni di
un esplosione di una raffineria?
No, sto dicendo che per ogni incidente nucleare ci sono decine di incidenti
petroliferi e anche in assenza di incidenti l'inquinamento legato al
petrolio fa molti più morti e danni.
Quante impianti petroliferi, raffinerie, centrali elettriche, altiforni,
dighe, impianti chimici etc, ci sono nel mondo?
E quante sono le centrali nucleari?
Daniele Orlandi
2011-09-02 16:34:38 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
E' stato dimostrato da chi?
Dal confronto dei risultati degli incidenti nucleari con i danni causati
dalle altre fonti.
Forse perché ci sono relativamente poche centrali nucleari al mondo?
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio, ANCHE in caso di incidente, fa
meno danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
Stai dicendo che l'esplosione di una centrale nucleare fa meno danni di
un esplosione di una raffineria?
No, sto dicendo che per ogni incidente nucleare ci sono decine di
incidenti petroliferi e anche in assenza di incidenti l'inquinamento
legato al petrolio fa molti più morti e danni.
Quante impianti petroliferi, raffinerie, centrali elettriche, altiforni,
dighe, impianti chimici etc, ci sono nel mondo?
E quante sono le centrali nucleari?
Non capisco dove vorresti arrivare citando altiforni e impianti chimici.

Qui il discorso è sempre lo stesso. C'è bisogno di energia. C'è bisogno di
una produzione di base. Si può produrre con fonti fossili o nucleare o con
la fantasia.

La fantasia la usano i lettori del Fatto Quotidiano.

Gli altri devono decidere tra fonti fossili e nucleare:

- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
- Le fossili fanno un danno costante quando funzionano bene e dei grossi
danni qando c'è un incidente.

Ora, come li confrontiamo questi danni * probabilità?

Se usiamo i morti per TWh abbiamo visto che sono totalmente a favore del
nucleare.

Se usiamo i tumori o le malformazioni stimate per TWh pure.

Se usiamo i km^2 danneggiati per TWh pure.

Cosa dovrebbe, alla persona razionale, far scegliere le fonti fossili?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-03 08:06:39 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Quante impianti petroliferi, raffinerie, centrali elettriche, altiforni,
dighe, impianti chimici etc, ci sono nel mondo?
E quante sono le centrali nucleari?
Non capisco dove vorresti arrivare citando altiforni e impianti chimici.
Pensavo che si stesse parlando di incidenti in impianti industriali,
quindi bi sembrava doveroso metterceli tutti.
Post by Daniele Orlandi
Qui il discorso è sempre lo stesso. C'è bisogno di energia. C'è bisogno di
una produzione di base. Si può produrre con fonti fossili o nucleare o con
la fantasia.
La fantasia la usano i lettori del Fatto Quotidiano.
Ci sono anche le rinnovabili, bisognerebbe solo smettere di darci
mazzate sulla palle, dividerci come guelfi e ghibellini, ma tutti
insieme cercare di risolvere il problema energetico. Noi poveri esseri
mortali cercando di consumare meno energia, gli altri, chi decide, di
non pensare solo al profitto.
Post by Daniele Orlandi
- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una
centrale poi sappimi dire.
Post by Daniele Orlandi
- Le fossili fanno un danno costante quando funzionano bene e dei grossi
danni qando c'è un incidente.
Ora, come li confrontiamo questi danni * probabilità?
Se usiamo i morti per TWh abbiamo visto che sono totalmente a favore del
nucleare.
Se usiamo i tumori o le malformazioni stimate per TWh pure.
Se usiamo i km^2 danneggiati per TWh pure.
Cosa dovrebbe, alla persona razionale, far scegliere le fonti fossili?
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Fatal_Error
2011-09-03 09:32:33 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Qui il discorso è sempre lo stesso. C'è bisogno di energia. C'è bisogno di
una produzione di base. Si può produrre con fonti fossili o nucleare o con
la fantasia.
La fantasia la usano i lettori del Fatto Quotidiano.
Ci sono anche le rinnovabili
Con le rinnovabili puoi fare il "sugo", ma la pastasciutta la fai con i
fossili o il nucleare, questo e' un fatto incontrovertibile!
Post by pirke
bisognerebbe solo smettere di darci mazzate sulla palle, dividerci come
guelfi e ghibellini, ma tutti insieme cercare di risolvere il problema
energetico. Noi poveri esseri mortali cercando di consumare meno energia,
gli altri, chi decide, di non pensare solo al profitto.
Il profitto non c'entra un tubo in questo caso, infatti sono proprio i paesi
*comunisti* dove il profitto non esisteva quelli che hanno messo in piedi il
maggior numero di centrali nucleari, molte di "marca" Chernobyl...
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una centrale
poi sappimi dire.
Intorno alle centrali nucleari funzionanti i contatori geiger (e non
solo...) ci sono 24 ore su 24 265 giorni all'anno e misurano... Niente di
niente! Per misurare la minima dispersione radioattiva di una centrale
nucleare devi usare sofisticatissime analisi, essendo queste "dispersioni"
molto al di sotto del fondo naturale. Stessa cosa non puoi dire invece per
il carbone, per le centrali a carbone, per gli altiforni, per i cementifici,
ecc. ecc. Anche considerando la sola radioattivita' e non la marea di
sostanze cancerogene emesse, la radioattivita' rilasciata nel normale
funzionamento e' MOLTO superiore a quella di una centrale nucleare,
contenendo il carbone URANIO ed altri isotopi radioattivi ed essendo i fumi
buttati in atmosfera! Per capirci, una centrale a carbone con potenza
equivalente alla centrale di Fukuschima brucia oltre 1000 TONNELLATE di
carbone OGNI ORA! Hai capito bene? MILLE TONNELLATE OGNI ORA! Ed il carbone
contiene:
http://pubs.usgs.gov/fs/1997/fs163-97/FS-163-97.html
Post by pirke
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Non c'e' nessuna scala dei grigi... Ci sono i dati scientifici
incontrovertibili!
pirke
2011-09-03 09:42:44 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Qui il discorso è sempre lo stesso. C'è bisogno di energia. C'è bisogno di
una produzione di base. Si può produrre con fonti fossili o nucleare o con
la fantasia.
La fantasia la usano i lettori del Fatto Quotidiano.
Ci sono anche le rinnovabili
Con le rinnovabili puoi fare il "sugo", ma la pastasciutta la fai con i
fossili o il nucleare, questo e' un fatto incontrovertibile!
Sarà incontrovertibile per te, anche se non sarà domani sono entrambi
destinate a finire.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
bisognerebbe solo smettere di darci mazzate sulla palle, dividerci
come guelfi e ghibellini, ma tutti insieme cercare di risolvere il
problema energetico. Noi poveri esseri mortali cercando di consumare
meno energia, gli altri, chi decide, di non pensare solo al profitto.
Il profitto non c'entra un tubo in questo caso, infatti sono proprio i
paesi *comunisti* dove il profitto non esisteva quelli che hanno messo
in piedi il maggior numero di centrali nucleari, molte di "marca"
Chernobyl...
Il profitto sta nel non fare ricerca, sulle celle fotovoltaiche, sulle
macchine elettriche, sull'idrogeno, sulla fusione. E continuare ad usare
il petrolio e i suoi derivati.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una
centrale poi sappimi dire.
Intorno alle centrali nucleari funzionanti i contatori geiger (e non
solo...) ci sono 24 ore su 24 265 giorni all'anno e misurano... Niente
di niente! Per misurare la minima dispersione radioattiva di una
centrale nucleare devi usare sofisticatissime analisi, essendo queste
"dispersioni" molto al di sotto del fondo naturale. Stessa cosa non puoi
dire invece per il carbone, per le centrali a carbone, per gli
altiforni, per i cementifici, ecc. ecc. Anche considerando la sola
radioattivita' e non la marea di sostanze cancerogene emesse, la
radioattivita' rilasciata nel normale funzionamento e' MOLTO superiore a
quella di una centrale nucleare, contenendo il carbone URANIO ed altri
isotopi radioattivi ed essendo i fumi buttati in atmosfera! Per capirci,
una centrale a carbone con potenza equivalente alla centrale di
Fukuschima brucia oltre 1000 TONNELLATE di carbone OGNI ORA! Hai capito
http://pubs.usgs.gov/fs/1997/fs163-97/FS-163-97.html
Sarà come dici tu, ma Report sulle centrali Francesi, non era molto
d'accordo.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Non c'e' nessuna scala dei grigi... Ci sono i dati scientifici
incontrovertibili!
Si ciao, auguri per il tuo futuro.
AleTV
2011-09-03 11:10:53 UTC
Permalink
Post by pirke
Sarà come dici tu, ma Report sulle centrali Francesi, non era molto
d'accordo.
Cerca criirad, sono quelli citati da report.
Poi cerca nel loro sito la pagina dove hanno il monitoraggio continuo fatto
da loro e dimmi che ci trovi.
Daniele Orlandi
2011-09-03 12:44:31 UTC
Permalink
Post by pirke
Il profitto sta nel non fare ricerca, sulle celle fotovoltaiche,
Con i recenti incentivi ne è stata fatta un sacco di ricerca e i costi sono
scesi di molto (i rendimenti non sono saliti più di tanto) ma siamo ancora
molto lontani dal poter considerare il PV sufficientemente economico neanche
per la produzione di picco.
Post by pirke
sulle macchine elettriche,
Le auto elettriche PEGGIORANO il problema perché AUMENTANO i consumi di
energia elettrica e lo fanno di NOTTE dove non puoi neanche contare sul
fotovoltaico.
Post by pirke
sull'idrogeno
L'idrogeno è un mezzo di trasporto dell'energia, non una fonte. Non capisco
perché l'hai elencato qui.
Post by pirke
sulla fusione.
Intanto la fusione produce anche lei un bel po' di radioattività. Quella ti
va bene?

E comunque visto l'andazzo non ci conterei prima dei canonici 50 anni da ora
:)
Post by pirke
E continuare ad usare il petrolio e i suoi derivati.
Il petrolio/fossili le si usa perché c'è una domanda di energia e c'è
qualcuno che soddisfa tale domanda con i mezzi che ha.

Pensi che se qualcuno avesse un sistema alternativo per soddisfare la stessa
domanda non ci investirebbe sopra? Spero non salterai fuori dicendo che le
lobby petrolifere fanno sparire chi inventa le fonti alternative :)
Post by pirke
Sarà come dici tu, ma Report sulle centrali Francesi, non era molto
d'accordo.
Non era d'accordo con cosa? Ha misurato della radioattività fuori da una
centrale? Interessante. Poi com'è finita? Ha fatto una spettrografia gamma
per capire che isotopi erano?

Hanno fatto intervenire qualche università che non vede l'ora di farci e
pubblicare uno studio sopra?

Oppure hanno misurato e si sono accontentati?

Voglio dire... trovare radioattività fuori da una centrale, come detto, è un
fatto straordinario, se c'era sarà successo un putiferio! C'è stato?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-03 13:50:09 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Il profitto sta nel non fare ricerca, sulle celle fotovoltaiche,
Con i recenti incentivi ne è stata fatta un sacco di ricerca e i costi sono
scesi di molto (i rendimenti non sono saliti più di tanto) ma siamo ancora
molto lontani dal poter considerare il PV sufficientemente economico neanche
per la produzione di picco.
Post by pirke
sulle macchine elettriche,
Le auto elettriche PEGGIORANO il problema perché AUMENTANO i consumi di
energia elettrica e lo fanno di NOTTE dove non puoi neanche contare sul
fotovoltaico.
Post by pirke
sull'idrogeno
L'idrogeno è un mezzo di trasporto dell'energia, non una fonte. Non capisco
perché l'hai elencato qui.
Volevo dire le auto ad idrogeno.
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
sulla fusione.
Intanto la fusione produce anche lei un bel po' di radioattività. Quella ti
va bene?
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Post by Daniele Orlandi
E comunque visto l'andazzo non ci conterei prima dei canonici 50 anni da ora
:)
Certo, perché non si spendo soldi per la ricerca.
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
E continuare ad usare il petrolio e i suoi derivati.
Il petrolio/fossili le si usa perché c'è una domanda di energia e c'è
qualcuno che soddisfa tale domanda con i mezzi che ha.
Forse, o forse perché tanti si arricchiscono facendo solo un buco per terra?
Post by Daniele Orlandi
Pensi che se qualcuno avesse un sistema alternativo per soddisfare la stessa
domanda non ci investirebbe sopra? Spero non salterai fuori dicendo che le
lobby petrolifere fanno sparire chi inventa le fonti alternative :)
sparire non lo so, ma che sono molto potenti è poco ma sicuro.
E fanno di tutto per continuare ad arricchirsi.
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Sarà come dici tu, ma Report sulle centrali Francesi, non era molto
d'accordo.
Non era d'accordo con cosa? Ha misurato della radioattività fuori da una
centrale? Interessante. Poi com'è finita? Ha fatto una spettrografia gamma
per capire che isotopi erano?
Hanno fatto intervenire qualche università che non vede l'ora di farci e
pubblicare uno studio sopra?
Oppure hanno misurato e si sono accontentati?
Voglio dire... trovare radioattività fuori da una centrale, come detto, è un
fatto straordinario, se c'era sarà successo un putiferio! C'è stato?
Se ti va guardatelo.
http://tinyurl.com/3fd3epa
Fatal_Error
2011-09-03 14:21:30 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
L'idrogeno è un mezzo di trasporto dell'energia, non una fonte. Non capisco
perché l'hai elencato qui.
Volevo dire le auto ad idrogeno.
Ah beh, allora.... LOL, ma da dove e' uscito questo, l'hai superato l'esame
di terza media?
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Intanto la fusione produce anche lei un bel po' di radioattività. Quella ti
va bene?
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Per i prossimi cinquant'anni almeno produrra' pochissima radioattivita' e
durera' pochissimo, poi, se per caso mai riusciranno a farla una centrale
elettrica a fusione, ne produrra' tantissima e di quella pericolosissima
(Trizio), inoltre con plasmi a temperature stellari, confinati in un enorme
bidone di latta da incredibili campi magnetici creati con magneti
superconduttori raffreddati a pochi K.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E comunque visto l'andazzo non ci conterei prima dei canonici 50 anni da
ora :)
Certo, perché non si spendo soldi per la ricerca.
Capito, il solito ragazzino ignorante tipo fuzzy col "fotovoltaico termico"
in casa.... RI-ROTFL
http://it.wikipedia.org/wiki/ITER
pirke
2011-09-03 14:36:34 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
L'idrogeno è un mezzo di trasporto dell'energia, non una fonte. Non capisco
perché l'hai elencato qui.
Volevo dire le auto ad idrogeno.
Ah beh, allora.... LOL, ma da dove e' uscito questo, l'hai superato
l'esame di terza media?
Auto a idrogeno, celle a combustibile, che cosa non ti piace?
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Intanto la fusione produce anche lei un bel po' di radioattività. Quella ti
va bene?
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Per i prossimi cinquant'anni almeno produrra' pochissima radioattivita'
e durera' pochissimo, poi, se per caso mai riusciranno a farla una
centrale elettrica a fusione, ne produrra' tantissima e di quella
pericolosissima (Trizio), inoltre con plasmi a temperature stellari,
confinati in un enorme bidone di latta da incredibili campi magnetici
creati con magneti superconduttori raffreddati a pochi K.
Quindi troppo complicato, o è un problema di costi o ricerca?
La fusione fredda è una chimera?
Spiegamelo tu, visto che sei così bene informato.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E comunque visto l'andazzo non ci conterei prima dei canonici 50 anni
da ora :)
Certo, perché non si spendo soldi per la ricerca.
Capito, il solito ragazzino ignorante tipo fuzzy col "fotovoltaico
termico" in casa.... RI-ROTFL
Deve essere un problema di tutti gli ng. Passa il primo cretino che si
sente il padreterno, e comincia a sputare insulti senza nessun motivo.
Potresti essere anche l'uomo più intelligente della terra, ma rimarrai
sempre un borioso testa di cazzo.
Post by Fatal_Error
http://it.wikipedia.org/wiki/ITER
La tua immensa conoscenza tira fuori un link di wikipedia?
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:43:12 UTC
Permalink
Post by pirke
Quindi troppo complicato, o è un problema di costi o ricerca?
La fusione fredda è una chimera?
Al momento sì. Il fatto che Rossi non sia ancora stato ucciso dai petrolieri
lo dimostra, no?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-03 14:49:28 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Per i prossimi cinquant'anni almeno produrra' pochissima radioattivita'
e durera' pochissimo, poi, se per caso mai riusciranno a farla una
centrale elettrica a fusione, ne produrra' tantissima e di quella
pericolosissima (Trizio)
Sei un fisico?
Perché secondo wikipedia il Trizio non è poi così "pericolosissimo"
http://it.wikipedia.org/wiki/Trizio
Fatal_Error
2011-09-03 16:39:37 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Per i prossimi cinquant'anni almeno produrra' pochissima radioattivita'
e durera' pochissimo, poi, se per caso mai riusciranno a farla una
centrale elettrica a fusione, ne produrra' tantissima e di quella
pericolosissima (Trizio)
Sei un fisico?
Perché secondo wikipedia il Trizio non è poi così "pericolosissimo"
http://it.wikipedia.org/wiki/Trizio
Poi dici che "insulto"... "Ignorante" non e' certo un insulto e, nel tuo
caso, e' una palese constatazione di un fatto incontestabile! Anch'io
naturalmente sono ignorante in moltissimi campi, non certo in queste
questioni avendoci lavorato con ruoli direttivi per oltre trent'anni, ma
quando sono ignorante sto zitto e cerco di imparare, mi informo oppure mi
limito a domandare *con gentilezza* a chi ne sa qualcosa, non certo affermo
con presunzione una sciocchezza dopo l'altra palesando la mia totale
ignoranza... Lo avresti fatto a scuola, di alzare la mano in continuazione
sparando str****te facendo ridere tutta la classe? Ad esempio, nessuno che
ha VERAMENTE in casa un impianto solare termico direbbe mai ho il
"fotovoltaico termico", questo e' sicuro, visto che la complicazione e la
manutenzione di quel tipo di impianto richiede una certa cultura in materia!

Ritornando al Trizio, se inalato o ingerito e' pericolosissimo, proprio
perche' ha emivita relativamente breve (quindi e' molto attivo) ed affine
all'acqua (e' un isotopo dell'idrogeno) con cui tende a formare acqua
triziata; noi siamo fatti d'acqua.... Naturalmente parliamo di alte dosi, a
piccole dosi la radioattivita' e' ovunque, dall'acqua del rubinetto a quella
di mare, alla carne che mangi, dai pavimenti in ceramica al tuo stesso corpo
(circa 8000 Bq) al punto che in Europa sono considerati commerciabili e
commestibili alimenti con 1000 Bq/kg di isotopi tipo Cesio 134 o 137
http://ec.europa.eu/energy/nuclear/radioprotection/doc/legislation/873954_en.pdf

mentre sui giornali (e fuzzy purtroppo anche qui...) hanno parlato di
"bambini radioattivi fosforescenti" di Fukushima
Esempio fra i tanti (LEGGILO! Fosforescenti aggiunto poi da fuzzy):
http://www.giornalettismo.com/archives/131717/fukushima-ora-i-bambini-sono-radioattivi/
Perche', con sofisticatissime analisi, hanno riscontrato in alcuni bambini
UN Bq/litro di Cesio nelle loro urine! Capito?? UN Bq e diventano
fosforescenti, mentre IN REALTA' possiamo mangiarne 1000 per ogni kg di
alimenti e stare tranquilli... Questo e' il livello di disinformazione a cui
se stato soggetto, ora stai cominciando ad essere informato e quindi a
diventare meno ignorante! :-)

Altra perla, pochi post fa hai portato questo (piccolissimo) incidente in
Canada come esempio di pericolosita' del nucleare:
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
Poi qui che su Wikipedia dicono che il Trizio non e' poi cosi'
"pericolosissimo" (falso, visto che lo respiri e lo ingerisci se scappa da
una centrale)....
Ma sai quell'acqua in Canada da cosa era contaminata? Da una piccolissima
quantita' di.... TRIZIO!
http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_17/ontario-fuga-acqua-radioattiva_5a8a6f2a-509a-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml
pirke
2011-09-03 17:07:28 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Per i prossimi cinquant'anni almeno produrra' pochissima radioattivita'
e durera' pochissimo, poi, se per caso mai riusciranno a farla una
centrale elettrica a fusione, ne produrra' tantissima e di quella
pericolosissima (Trizio)
Sei un fisico?
Perché secondo wikipedia il Trizio non è poi così "pericolosissimo"
http://it.wikipedia.org/wiki/Trizio
Poi dici che "insulto"... "Ignorante" non e' certo un insulto e, nel tuo
caso, e' una palese constatazione di un fatto incontestabile! Anch'io
naturalmente sono ignorante in moltissimi campi, non certo in queste
questioni avendoci lavorato con ruoli direttivi per oltre trent'anni, ma
quando sono ignorante sto zitto e cerco di imparare, mi informo oppure
mi limito a domandare *con gentilezza* a chi ne sa qualcosa, non certo
affermo con presunzione una sciocchezza dopo l'altra palesando la mia
totale ignoranza... Lo avresti fatto a scuola, di alzare la mano in
continuazione sparando str****te facendo ridere tutta la classe? Ad
esempio, nessuno che ha VERAMENTE in casa un impianto solare termico
direbbe mai ho il "fotovoltaico termico", questo e' sicuro, visto che la
complicazione e la manutenzione di quel tipo di impianto richiede una
certa cultura in materia!
Non c'entra una beneamata cippa con tutto quello che si sta discutendo.
Ho scritto fotovoltaico termico, invece di solare termico, e tu continui
a sfracellare i coglioni con la tua arroganza di sta minchia.
Poi mi pare che tu non sai leggere, perché io non ho mai affermato
niente. Sto solo dicendo che secondo me, per produrre energia ci sono
altri modi, poco efficaci certo, ma non solo nucleare e petrolio.
Che poi andranno anche ad esaurirsi, non domani, ma sicuramente non
dureranno in eterno.
Ho anche detto che bisognerebbe spendere molti più soldi per la ricerca
per rendere le fonti rinnovabili più efficaci e meno costose, ho detto
che bisognerebbe consumare meno energia. Le auto ad idrogeno sono una
cazzata, non lo so, non sono uno fisico. Ma bisognerebbe capire se sono
realmente una cazzata o ci sono altri interessi dietro.
Post by Fatal_Error
Ritornando al Trizio, se inalato o ingerito e' pericolosissimo, proprio
perche' ha emivita relativamente breve (quindi e' molto attivo) ed
affine all'acqua (e' un isotopo dell'idrogeno) con cui tende a formare
acqua triziata; noi siamo fatti d'acqua.... Naturalmente parliamo di
alte dosi, a piccole dosi la radioattivita' e' ovunque, dall'acqua del
rubinetto a quella di mare, alla carne che mangi, dai pavimenti in
ceramica al tuo stesso corpo (circa 8000 Bq) al punto che in Europa sono
considerati commerciabili e commestibili alimenti con 1000 Bq/kg di
isotopi tipo Cesio 134 o 137
http://ec.europa.eu/energy/nuclear/radioprotection/doc/legislation/873954_en.pdf
mentre sui giornali (e fuzzy purtroppo anche qui...) hanno parlato di
"bambini radioattivi fosforescenti" di Fukushima
http://www.giornalettismo.com/archives/131717/fukushima-ora-i-bambini-sono-radioattivi/
Perche', con sofisticatissime analisi, hanno riscontrato in alcuni
bambini UN Bq/litro di Cesio nelle loro urine! Capito?? UN Bq e
diventano fosforescenti, mentre IN REALTA' possiamo mangiarne 1000 per
ogni kg di alimenti e stare tranquilli... Questo e' il livello di
disinformazione a cui se stato soggetto, ora stai cominciando ad essere
informato e quindi a diventare meno ignorante! :-)
Scusa che c'entro io con quello che afferma fuzzy?
Sembri un po' troppo incazzato ciccio, dovresti calmarti.
Post by Fatal_Error
Altra perla, pochi post fa hai portato questo (piccolissimo) incidente
Era il primo link di una ricerca su google.
Il tutto per dire che le centrali nucleari nel mio giardino non ce le
voglio. Per me te la puoi anche ficcare nel culo se ti aggrada, sono
problemi tuoi.
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Post by Fatal_Error
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
Poi qui che su Wikipedia dicono che il Trizio non e' poi cosi'
"pericolosissimo" (falso, visto che lo respiri e lo ingerisci se scappa
da una centrale)....
Ma sai quell'acqua in Canada da cosa era contaminata? Da una
piccolissima quantita' di.... TRIZIO!
http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_17/ontario-fuga-acqua-radioattiva_5a8a6f2a-509a-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml
Quanti altri incidenti sei a conoscenza, e quanti rimangono nascosti?
AleTV
2011-09-03 17:16:41 UTC
Permalink
Post by pirke
Quanti altri incidenti sei a conoscenza, e quanti rimangono nascosti?
Una marea, del resto con tutte le associazioni di antinucleari che vagano
per il mondo parlando di incidenti nascosti e mai documentati quando
accidenti la radioattività la misuri con difficoltà zero ed esborso
economico praticamente nullo, che ti si deve dire?
Che siamo diventati capaci di nascondere pure la radioattività? Siccome ci
sono incidenti nascosti allora pure la radiottività si nasconde per
coerenza??? :-D
pirke
2011-09-03 17:20:13 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by pirke
Quanti altri incidenti sei a conoscenza, e quanti rimangono nascosti?
Una marea, del resto con tutte le associazioni di antinucleari che
vagano per il mondo parlando di incidenti nascosti e mai documentati
quando accidenti la radioattività la misuri con difficoltà zero ed
esborso economico praticamente nullo, che ti si deve dire?
Che siamo diventati capaci di nascondere pure la radioattività? Siccome
ci sono incidenti nascosti allora pure la radiottività si nasconde per
coerenza??? :-D
Vabbè, sinceramente, dai senza scherzare, tu sei sicuro che tutti gli
incidenti in centrali nucleari vengono resi noti all'opinione pubblica?
AleTV
2011-09-03 21:02:00 UTC
Permalink
Post by pirke
Vabbè, sinceramente, dai senza scherzare, tu sei sicuro che tutti gli
incidenti in centrali nucleari vengono resi noti all'opinione pubblica?
Dipende che si intende per incidente.
Di eventi a scala ines 0 ce ne sono di registrati parecchi, e quello è il
minimo del minimo.
Poi, per carità, credo spetterebbe tirar fuori a quelli che non ci credono
un elenco di incidenti (ma incidenti però, no pensieri, interpretazioni,
ipotesi, possibilità) documentati che non si è voluto notificare alle
agenzie di sicurezza locali. E ripeto che non sarebbe difficile e il motivo
è proprio quel che è già stato detto (le radiazioni se ci sono si misurano).
Ma io dico, perché non si pretende per esempio la stessa rete di
monitoraggio delle emissioni pure attorno alle industri chimiche e alla
centrali tradizionali (e si che roba che fa male da misurare ce n'è quanta
ne vuoi, non è che a questo mondo le radiazioni emesse e conservate dentro
le centrali nucleari sono l'unica cosa che fa male).
Tu nelle zone industriali quante centraline di monitoraggio conosci? E cosa
misurano? E quanto misurano?
Io sono molto più in pensiero per la mia salute sapendo che ci sono
rilevazioni praticamente nulle per questi "target", altro che attorno alle
centrali nucleari.
Attorno ad una centrale esiste un rischio NON zero di incidente serio che
causa l'evacuazione di quelli che ci abitano attorno?
Si, verissimo, ma io son disposto a correrlo visto che invece in tutto il
resto del tempo è matematicamente certo che l'inquinamento ambientale è
praticamente nullo in confronto al resto delle attività industriali, e le
centrali sono li mica perché son belle da vedere o da andare a visitare, ma
perchè in poco spazio producono un casino di kWh che ci servono.
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:59:17 UTC
Permalink
Post by pirke
Vabbè, sinceramente, dai senza scherzare, tu sei sicuro che tutti gli
incidenti in centrali nucleari vengono resi noti all'opinione pubblica?
Tutti quelli in cui radioattività significativa viene rilasciata
nell'ambiente sicuramente, perché la probabilità di essere sgamati è
altissima.

E venir beccati ad aver nascosto le cose è più grave che non dichiarare
subito l'incidente.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Fatal_Error
2011-09-03 20:41:12 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Ad
esempio, nessuno che ha VERAMENTE in casa un impianto solare termico
direbbe mai ho il "fotovoltaico termico", questo e' sicuro, visto che la
complicazione e la manutenzione di quel tipo di impianto richiede una
certa cultura in materia!
Non c'entra una beneamata cippa con tutto quello che si sta discutendo.
Ho scritto fotovoltaico termico, invece di solare termico, e tu continui a
sfracellare i coglioni con la tua arroganza di sta minchia.
Hai scritto e poi ribadito.... Tu in casa non hai proprio un fico secco...
Test:
Marca e volume del te...ac....ore? Hai capito vero di cosa parlo... Basta
che leggi la targhetta...
Post by pirke
Poi mi pare che tu non sai leggere, perché io non ho mai affermato niente.
Sto solo dicendo che secondo me, per produrre energia ci sono altri modi,
poco efficaci certo, ma non solo nucleare e petrolio.
Per produrre energia certo, ma per produrre l'energia di cui il nostro paese
non puo' fare a meno, nella quantita', negli orari e con la continuita'
necessaria, non esistono alternative a nucleare, carbone, metano e petrolio.
Quindi si discute su quale fonte fra queste quattro sia la piu' duratura, la
meno dannosa per la nostra salute, la meno inquinante, la meno pericolosa.
Post by pirke
Che poi andranno anche ad esaurirsi, non domani, ma sicuramente non
dureranno in eterno.
Usando l'Uranio naturale e il Torio (tecnologia gia' esistente, vedi
reattori CANDU http://it.wikipedia.org/wiki/CANDU) hai combustibile nucleare
per fornire l'energia che ci serve per millenni, senza disastri planetari
dovuti alla CO2 e milioni di morti per i gas emessi dalla combustione dei
fossili.... Te lo faccio dire da una delle fonti piu' antinucleariste del
mondo:
http://www.greenpeace.org/italy/it/campagne/Salviamo-il-clima/Chi-cambia-il-clima/Il-vero-costo-del-carbone/
Post by pirke
Ho anche detto che bisognerebbe spendere molti più soldi per la ricerca
per rendere le fonti rinnovabili più efficaci e meno costose
Stiamo spendendo (e spenderemo per i prossimi vent'anni almeno) miliardi di
Euro dalle nostre bollette per finanziare i produttori di pannelli
fotovoltaici e le inerenti ricerche (ovviamente), pagando l'energia 40
centesimi a kWh energia intermittente (che in gran parte regaliamo a chi la
produce) contro i 3,7 che paghiamo per importare l'energia francese prodotta
con il nucleare.
Post by pirke
ho detto che bisognerebbe consumare meno energia.
I consumi domestici rappresentano una percentuale di circa il 20% dei
consumi nazionali:
http://www.terna.it/default/Home/SISTEMA_ELETTRICO/statistiche/consumi_settore_merceologico.aspx
riducendo i consumi domestici del 20% (cosa certamente non facile) avresti
una riduzione dei consumi nazionali del 4%, in pratica non cambierebbe
nulla!
Post by pirke
Le auto ad idrogeno sono una cazzata, non lo so, non sono uno fisico. Ma
bisognerebbe capire se sono realmente una cazzata o ci sono altri
interessi dietro.
Sono realmente una ENORME cazzata, specialmente in Italia, a meno di
produrre energia elettrica con il nucleare! Questo perche' l'Idrogeno lo
produci per elettrolisi dell'acqua con un rendimento del 70% (teorico),
ovvero per scindere 1 litro di acqua hai bisogno di circa 6,4 kWh ELETTRICI
ed ottieni 1,3 m3 di idrogeno, equivalenti a circa 4,4 kWh di energia
CHIMICA, poi devi liquefare l'idrogeno (-253 C°), stoccarlo (perdite per l’evaporazione
del 0.5% al giorno per piccoli recipienti Dewar da automobile),
trasportarlo, distribuirlo e infine ritrasformarlo in energia elettrica,
alla fine hai circa un rendimento del 40%, sempre teorico, fra energia
elettrica spesa ed energia elettrica disponibile. Ovviamente se hai centrali
nucleari che producono 24 ore su 24, l'eccedenza notturna di energia la puoi
trasformare in Idrogeno, ma e' assurdo anche pensarlo se hai centrali a
fossili. Chi ha spinto la bufala dell'idrogeno sono proprio i petrolieri,
per continuare a vendere Gasolio (in attesa del miracoloso idrogeno) invece
di convertire decine di migliaia di distributori all'economico, pulito e
disponibile Metano! Capito ora?
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Perche', con sofisticatissime analisi, hanno riscontrato in alcuni
bambini UN Bq/litro di Cesio nelle loro urine! Capito?? UN Bq e
diventano fosforescenti, mentre IN REALTA' possiamo mangiarne 1000 per
ogni kg di alimenti e stare tranquilli... Questo e' il livello di
disinformazione a cui se stato soggetto, ora stai cominciando ad essere
informato e quindi a diventare meno ignorante! :-)
Scusa che c'entro io con quello che afferma fuzzy?
Sembri un po' troppo incazzato ciccio, dovresti calmarti.
Mai stato piu' calmo in vita mia.... Ma non sono "ciccio", sono uno sportivo
da sempre, quasi vegetariano.
Post by pirke
Il tutto per dire che le centrali nucleari nel mio giardino non ce le
voglio. Per me te la puoi anche ficcare nel culo se ti aggrada, sono
problemi tuoi.
Questi sono i discorsi che ti qualificano un "ragazzino"... Dimmi dove abiti
e ti faccio una mappa del rischio a cui se gia' sottoposto, estremamente
maggiore sicuramente di quello derivante da una centrale nucleare. Ho
abitato negli USA a pochi passi da due centrali nucleari, mai il minimo
problema, come non esistessero.
Post by pirke
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Ho purtroppo una centrale a carbone abbastanza vicina, che ha gia' fatto
quasi i morti e i malati di Chernobyl...
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Ma sai quell'acqua in Canada da cosa era contaminata? Da una
piccolissima quantita' di.... TRIZIO!
Hai notato che parlavano di TRIZIO? Lo stesso TRIZIO che fa funzionare la
fusione nucleare che tanto auspichi....
Post by pirke
Post by Fatal_Error
http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_17/ontario-fuga-acqua-radioattiva_5a8a6f2a-509a-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml
Quanti altri incidenti sei a conoscenza, e quanti rimangono nascosti?
Questi non sono "incidenti" che hanno provocato o provocheranno morti, sono
piccoli, marginali, normalissimi inconvenienti che non producono nessun
danno ma che vengono amplificati a dismisura dalla propaganda antinucleare,
comunque TUTTI questi piccoli "incidenti" sono impossibili da nascondere
(http://shop.ebay.it/?_from=R40&_trksid=p3907.m570.l1313&_nkw=contatore+geiger&_sacat=See-All-Categories),
attentamente monitorati e puntualmente divulgati; all'ente internazionale di
controllo, la IAEA (http://www.iaea.org/) hanno dato persino il premio
Nobel!

Una domanda che apparentemente non c'entra niente, sei mai andato alle
Terme? Quali?
pirke
2011-09-04 08:59:27 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Fatal_Error
esempio, nessuno che ha VERAMENTE in casa un impianto solare termico
direbbe mai ho il "fotovoltaico termico", questo e' sicuro, visto che la
complicazione e la manutenzione di quel tipo di impianto richiede una
certa cultura in materia!
Non c'entra una beneamata cippa con tutto quello che si sta discutendo.
Ho scritto fotovoltaico termico, invece di solare termico, e tu
continui a sfracellare i coglioni con la tua arroganza di sta minchia.
Hai scritto e poi ribadito.... Tu in casa non hai proprio un fico
Veramente l'ho scritto una volta sola, poi con la tua grazia e
onniscenza, mi hai fatto notare della cazzata ho scritto.
Post by Fatal_Error
Marca e volume del te...ac....ore? Hai capito vero di cosa parlo...
Basta che leggi la targhetta...
Senza offesa, non credo che siano affari tuoi.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Poi mi pare che tu non sai leggere, perché io non ho mai affermato
niente. Sto solo dicendo che secondo me, per produrre energia ci sono
altri modi, poco efficaci certo, ma non solo nucleare e petrolio.
Per produrre energia certo, ma per produrre l'energia di cui il nostro
paese non puo' fare a meno, nella quantita', negli orari e con la
continuita' necessaria, non esistono alternative a nucleare, carbone,
metano e petrolio. Quindi si discute su quale fonte fra queste quattro
sia la piu' duratura, la meno dannosa per la nostra salute, la meno
inquinante, la meno pericolosa.
Perfetto, per me il nucleare non è adatto all'Italia. Come del resto gli
altri 95% della popolazione.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Che poi andranno anche ad esaurirsi, non domani, ma sicuramente non
dureranno in eterno.
Usando l'Uranio naturale e il Torio (tecnologia gia' esistente, vedi
reattori CANDU http://it.wikipedia.org/wiki/CANDU) hai combustibile
nucleare per fornire l'energia che ci serve per millenni, senza disastri
planetari dovuti alla CO2 e milioni di morti per i gas emessi dalla
combustione dei fossili.... Te lo faccio dire da una delle fonti piu'
http://www.greenpeace.org/italy/it/campagne/Salviamo-il-clima/Chi-cambia-il-clima/Il-vero-costo-del-carbone/
L'ho scritto in un altro post, io sono contro il nucleare attuale quello
di 3 gen o più vecchio. Per me, sono troppo pericolosi e producono un
sacco di scorie, che nessuno sa dove metterle.
Preferisco quelli al Torio, anche se non sono ancora pronti.
Quindi nel frattempo dovremmo cercare di consumare meno energia.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Ho anche detto che bisognerebbe spendere molti più soldi per la
ricerca per rendere le fonti rinnovabili più efficaci e meno costose
Stiamo spendendo (e spenderemo per i prossimi vent'anni almeno) miliardi
di Euro dalle nostre bollette per finanziare i produttori di pannelli
fotovoltaici e le inerenti ricerche (ovviamente), pagando l'energia 40
centesimi a kWh energia intermittente (che in gran parte regaliamo a chi
la produce) contro i 3,7 che paghiamo per importare l'energia francese
prodotta con il nucleare.
Post by pirke
ho detto che bisognerebbe consumare meno energia.
I consumi domestici rappresentano una percentuale di circa il 20% dei
http://www.terna.it/default/Home/SISTEMA_ELETTRICO/statistiche/consumi_settore_merceologico.aspx
riducendo i consumi domestici del 20% (cosa certamente non facile)
avresti una riduzione dei consumi nazionali del 4%, in pratica non
cambierebbe nulla!
Post by pirke
Le auto ad idrogeno sono una cazzata, non lo so, non sono uno fisico.
Ma bisognerebbe capire se sono realmente una cazzata o ci sono altri
interessi dietro.
Sono realmente una ENORME cazzata, specialmente in Italia, a meno di
produrre energia elettrica con il nucleare! Questo perche' l'Idrogeno lo
produci per elettrolisi dell'acqua con un rendimento del 70% (teorico),
ovvero per scindere 1 litro di acqua hai bisogno di circa 6,4 kWh
ELETTRICI ed ottieni 1,3 m3 di idrogeno, equivalenti a circa 4,4 kWh di
energia CHIMICA, poi devi liquefare l'idrogeno (-253 C°), stoccarlo
(perdite per l’evaporazione del 0.5% al giorno per piccoli recipienti
Dewar da automobile), trasportarlo, distribuirlo e infine ritrasformarlo
in energia elettrica, alla fine hai circa un rendimento del 40%, sempre
teorico, fra energia elettrica spesa ed energia elettrica disponibile.
Ovviamente se hai centrali nucleari che producono 24 ore su 24,
l'eccedenza notturna di energia la puoi trasformare in Idrogeno, ma e'
assurdo anche pensarlo se hai centrali a fossili. Chi ha spinto la
bufala dell'idrogeno sono proprio i petrolieri, per continuare a vendere
Gasolio (in attesa del miracoloso idrogeno) invece di convertire decine
di migliaia di distributori all'economico, pulito e disponibile Metano!
Capito ora?
Non sono intelligente come te, ma ho capito.
Però ricordo purtroppo non nei dettagli, che ha Pisa hanno costruito un
prototipo di auto ad acqua. Dove poi veniva scissa per prendere
l'idrogeno e utilizzarlo come combustibile.
Mi spiace, non riesco a trovare altri dati.
Un auto così non sarebbe una cazzata, no?
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Perche', con sofisticatissime analisi, hanno riscontrato in alcuni
bambini UN Bq/litro di Cesio nelle loro urine! Capito?? UN Bq e
diventano fosforescenti, mentre IN REALTA' possiamo mangiarne 1000 per
ogni kg di alimenti e stare tranquilli... Questo e' il livello di
disinformazione a cui se stato soggetto, ora stai cominciando ad essere
informato e quindi a diventare meno ignorante! :-)
Scusa che c'entro io con quello che afferma fuzzy?
Sembri un po' troppo incazzato ciccio, dovresti calmarti.
Mai stato piu' calmo in vita mia.... Ma non sono "ciccio", sono uno
sportivo da sempre, quasi vegetariano.
:-) Ciccio è un modo di dire in Toscana.
Però sembri incazzato, caro mio.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Il tutto per dire che le centrali nucleari nel mio giardino non ce le
voglio. Per me te la puoi anche ficcare nel culo se ti aggrada, sono
problemi tuoi.
Questi sono i discorsi che ti qualificano un "ragazzino"... Dimmi dove
abiti e ti faccio una mappa del rischio a cui se gia' sottoposto,
estremamente maggiore sicuramente di quello derivante da una centrale
nucleare. Ho abitato negli USA a pochi passi da due centrali nucleari,
mai il minimo problema, come non esistessero.
E' più un problema irrazionale, come la aracnofobia, non sai perché ne
hai paura, ma ce l'hai.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Ho purtroppo una centrale a carbone abbastanza vicina, che ha gia' fatto
quasi i morti e i malati di Chernobyl...
Mi spiace, anche quelle ad inquinamento sono micidiali.
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Ma sai quell'acqua in Canada da cosa era contaminata? Da una
piccolissima quantita' di.... TRIZIO!
Hai notato che parlavano di TRIZIO? Lo stesso TRIZIO che fa funzionare
la fusione nucleare che tanto auspichi....
Post by pirke
Post by Fatal_Error
http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_17/ontario-fuga-acqua-radioattiva_5a8a6f2a-509a-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml
Quanti altri incidenti sei a conoscenza, e quanti rimangono nascosti?
Questi non sono "incidenti" che hanno provocato o provocheranno morti,
sono piccoli, marginali, normalissimi inconvenienti che non producono
nessun danno ma che vengono amplificati a dismisura dalla propaganda
antinucleare, comunque TUTTI questi piccoli "incidenti" sono impossibili
da nascondere
(http://shop.ebay.it/?_from=R40&_trksid=p3907.m570.l1313&_nkw=contatore+geiger&_sacat=See-All-Categories),
attentamente monitorati e puntualmente divulgati; all'ente
internazionale di controllo, la IAEA (http://www.iaea.org/) hanno dato
persino il premio Nobel!
Una domanda che apparentemente non c'entra niente, sei mai andato alle
Terme? Quali?
Si, quelle in provincia di Siena e saturnia.
pirke
2011-09-04 09:43:27 UTC
Permalink
Post by pirke
Non sono intelligente come te, ma ho capito.
Però ricordo purtroppo non nei dettagli, che ha Pisa hanno costruito un
^^
ops :-(
Raffaele Castagno
2011-09-04 10:07:38 UTC
Permalink
Post by pirke
Perfetto, per me il nucleare non è adatto all'Italia. Come del resto gli
altri 95% della popolazione.
Si, concordo: buona parte di quel 95% della popolazione non è adatta all'Italia.
Post by pirke
L'ho scritto in un altro post, io sono contro il nucleare attuale quello
di 3 gen o più vecchio. Per me, sono troppo pericolosi e producono un
sacco di scorie, che nessuno sa dove metterle.
Preferisco quelli al Torio, anche se non sono ancora pronti.
Quindi nel frattempo dovremmo cercare di consumare meno energia.
Il normale ciclo di fissione a torio produce comunque scorie radioattive,
quindi?
Post by pirke
Non sono intelligente come te, ma ho capito.
Però ricordo purtroppo non nei dettagli, che ha Pisa hanno costruito un
prototipo di auto ad acqua. Dove poi veniva scissa per prendere
l'idrogeno e utilizzarlo come combustibile.
Mi spiace, non riesco a trovare altri dati.
Un auto così non sarebbe una cazzata, no?
Dipende. Se produce idrogeno per idrolisi si, è una cazzata. Sarebbe molto più
efficiente usare quell'elettricità per alimentare direttamente il motore elettrico.
Se scinde l'acqua in qualche altra maniera, bisogna vedere con che efficienza,
e con che costi di produzione. Perchè sai, già oggi si possono costruire
per esempio pannelli solari ultraefficienti che effettivamente potrebbero fare
la differenza: il problema è che costano un botto, tant'è che vengono usati in
pochi contesti specialistici, per esempio sulla stazione spaziale e sui
satelliti.

Quindi può essere fattibile ma restare comunque una cazzata in quanto non
usabile in quantità significative.

Per inciso, questo è per distinguerlo da altre cose come l'auto ad aria
compressa, che invece è una cazzata a 360°.
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Questi sono i discorsi che ti qualificano un "ragazzino"... Dimmi dove
abiti e ti faccio una mappa del rischio a cui se gia' sottoposto,
estremamente maggiore sicuramente di quello derivante da una centrale
nucleare. Ho abitato negli USA a pochi passi da due centrali nucleari,
mai il minimo problema, come non esistessero.
E' più un problema irrazionale, come la aracnofobia, non sai perché ne
hai paura, ma ce l'hai.
Sono anni che cerchiamo di farlo capire. La nuclearofobia degli antinuclearisti
è irrazionale e non basata su fatti concreti, eppure la gente continua
ad esserlo. Perchè? Perchè l'uomo ha paura di ciò che non conosce.
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Ho purtroppo una centrale a carbone abbastanza vicina, che ha gia' fatto
quasi i morti e i malati di Chernobyl...
Mi spiace, anche quelle ad inquinamento sono micidiali.
Però realizza anche che il non costruire (o spegnere) centrali nucleari comporta
un maggiore sfruttamento di QUEL tipo di centrale, e non certo delle fonti
rinnovabili. L'abbiamo già visto in Germania (aumento della produzione da
carbone), in Giappone (aumento delle importazioni di gas liquefatto) ed in
Italia (dove l'aumento di domanda viene soddisfatto con centrali a gas o
carbone).
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Una domanda che apparentemente non c'entra niente, sei mai andato alle
Terme? Quali?
Si, quelle in provincia di Siena e saturnia.
Ah, so già dove vuole andare a parare :)

Raffaele
Fatal_Error
2011-09-04 10:10:19 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Marca e volume del te...ac....ore? Hai capito vero di cosa parlo...
Basta che leggi la targhetta...
Senza offesa, non credo che siano affari tuoi.
Sei tu che hai detto di avere in casa un impianto solare termico e visto che
io sono stato fra i primi in Italia a costruirli ed a gestirli (anni 80...)
li conosco assai bene e sono interessato... Non ti avevo chiesto il numero
di cellulare della tua fidanzata ("non credo che siano affari tuoi"), ma le
caratteristiche di un normale dispositivo sempre presente in quel tipo di
impianti. Risposta strana la tua, sarebbe come se discutendo di automobili
ti avessero chiesto che modello/marca di automobile hai e tu avessi risposto
"come ti permetti? Sono affari miei!".... Hai mica rapporti intimi con il
tuo termoaccumulatore? :-))
Discorso comunque chiuso, non mi piacciono le polemiche inutili, ok?
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Quindi si discute su quale fonte fra queste quattro
sia la piu' duratura, la meno dannosa per la nostra salute, la meno
inquinante, la meno pericolosa.
Perfetto, per me il nucleare non è adatto all'Italia. Come del resto gli
altri 95% della popolazione.
Siamo su un NG scientifico (anche se parecchio degradato...) e quindi con
"si discute" si intende *su basi scientifiche*, non su sensazioni, emozioni,
paranoie, convinzioni, allucinazioni, pruriti politici o credenze religiose
(devoto a San Carbone, a San Silicio o al diabolico Cadmio)
Post by pirke
Post by Fatal_Error
http://www.greenpeace.org/italy/it/campagne/Salviamo-il-clima/Chi-cambia-il-clima/Il-vero-costo-del-carbone/
L'ho scritto in un altro post, io sono contro il nucleare attuale quello
di 3 gen o più vecchio. Per me, sono troppo pericolosi e producono un
sacco di scorie, che nessuno sa dove metterle.
Questa e' un'altro prodotto della disinformazione... Per accogliere TUTTE le
scorie altamente radioattive prodotte in un anno da TUTTI i reattori
nucleari funzionanti al mondo (442) basta il volume di un campo da
pallacanestro! Per questo non hanno avuto fretta a trovare siti geologici,
non era un problema certo urgente seppellire definitivamente quelle scorie
quando basta un piccolo bunker per tenerle sotto controllo. Mentre le scorie
di una centrale a carbone (ceneri, debolmente radioattive anch'esse)
occupano volumi enormi e finiscono in discarica! Considera ancora che i
PERICOLOSISSIMI pannelli fotovoltaici al tellururo di Cadmio
(http://it.wikipedia.org/wiki/Tellururo_di_cadmio), quelli trainanti oggi,
da smaltire e riciclare fra venti anni, necessaria a produrre il 20%
dell'energia italiana (ammettendo possibile la cosa) occuperebbero
compattati un volume circa pari ad un cubo di 200 metri di lato.
Post by pirke
Preferisco quelli al Torio, anche se non sono ancora pronti.
Un passo dopo l'altro arriveremo a quelli al Torio, prima abbiamo tanto
Uranio naturale... Comunque in India (hanno tanto Torio) li stanno gia'
costruendo, ma sono comunque a Torio-Uranio (pochissimo Uranio), il Torio da
solo non puo' funzionare.
Post by pirke
Post by Fatal_Error
.... Chi ha spinto la
bufala dell'idrogeno sono proprio i petrolieri, per continuare a vendere
Gasolio (in attesa del miracoloso idrogeno) invece di convertire decine
di migliaia di distributori all'economico, pulito e disponibile Metano!
Capito ora?
Non sono intelligente come te, ma ho capito.
Però ricordo purtroppo non nei dettagli, che ha Pisa hanno costruito un
prototipo di auto ad acqua. Dove poi veniva scissa per prendere l'idrogeno
e utilizzarlo come combustibile.
Mi spiace, non riesco a trovare altri dati.
Un auto così non sarebbe una cazzata, no?
Se hai letto il bilancio energetico che ho postato hai compreso che le auto
a idrogeno (di qualsiasi tipo siano) sono in pratica inefficienti,
complicate e pericolose auto elettriche (l'idrogeno e' assai infiammabile);
usarle aumenterebbe quindi la richiesta di energia elettrica e le
conseguenti (in Italia) centrali elettriche a fossili. Il Metano va
benissimo per le auto, e' largamente disponibile, costa pochissimo
(relativamente), inquina pochissimo, funziona con i normali motori a scoppio
ed e' anche MOLTO meno pericoloso dell'idrogeno.
Post by pirke
:-) Ciccio è un modo di dire in Toscana.
Però sembri incazzato, caro mio.
Non lo sono! Sono semplicemente abituato a sostenere le mie tesi con la
necessaria forza, specie quando parlo di cose che conosco benissimo...
Post by pirke
E' più un problema irrazionale, come la aracnofobia, non sai perché ne hai
paura, ma ce l'hai.
Beh, forse analizzando RAZIONALMENTE i fatti la paura irrazionale si
attenuera' e saprai fare scelte RAZIONALI! Anche se soffri di aracnofobia,
non penso sceglieresti di vivere in una casa garantita senza ragni ma
infestata da scarafaggi, scorpioni, topi e vipere, magari avendo come vicino
di pianerottolo Pacciani... :-))
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Ho purtroppo una centrale a carbone abbastanza vicina, che ha gia' fatto
quasi i morti e i malati di Chernobyl...
Mi spiace, anche quelle ad inquinamento sono micidiali.
Non "anche", le centrali nucleari normalmente inquinano praticamente ZERO!
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Una domanda che apparentemente non c'entra niente, sei mai andato alle
Terme? Quali?
Si, quelle in provincia di Siena e saturnia.
Ahi ahi ahi, ti informo che sei probabilmente anche tu un "uomo radioattivo
fosforescente"! Sei stato molto probabilmente esposto a radiazioni di gran
lunga superiori a quelle subite dagli evacuati di Fukushima, la maggior
parte delle acque termali sono infatti radioattive (Uranio, Radon, ecc.),
con casi estremi come una fonte a Lurisia con ben 25.000 Bq/litro
(venticinquemila volte quella dei "bambini radioattivi fosforescenti").
Pensa che sembra che faccia bene, strana l'informazione vero?:
http://www.benessere.com/terme/acqua/a_radioattive.htm
Come vedi vanno da "debolmente radioattive" sino a 30 nC/l (circa 1100
Bq/litro) a "fortemente radioattive", oltre 150 nC/l (circa 5500 Bq/litro).
In provincia di Siena, ad esempio a San Casciano dei Bagni, sono
"variamente" radioattive...
http://www.lamiaterradisiena.it/Acque/acque%20termali.htm

Se hai bevuto quelle acque, nelle tue urine sarai arrivato a superare almeno
i 2000 Bq/litro, ovvero sei diventato "radioattivo fosforescente" almeno
2000 volte quanto i bambini di Fukuschima.
pirke
2011-09-04 10:23:48 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Marca e volume del te...ac....ore? Hai capito vero di cosa parlo...
Basta che leggi la targhetta...
Senza offesa, non credo che siano affari tuoi.
Sei tu che hai detto di avere in casa un impianto solare termico e visto
che io sono stato fra i primi in Italia a costruirli ed a gestirli (anni
80...) li conosco assai bene e sono interessato... Non ti avevo chiesto
il numero di cellulare della tua fidanzata ("non credo che siano affari
tuoi"), ma le caratteristiche di un normale dispositivo sempre presente
in quel tipo di impianti. Risposta strana la tua, sarebbe come se
discutendo di automobili ti avessero chiesto che modello/marca di
automobile hai e tu avessi risposto "come ti permetti? Sono affari
miei!".... Hai mica rapporti intimi con il tuo termoaccumulatore? :-))
Discorso comunque chiuso, non mi piacciono le polemiche inutili, ok?
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Quindi si discute su quale fonte fra queste quattro
sia la piu' duratura, la meno dannosa per la nostra salute, la meno
inquinante, la meno pericolosa.
Perfetto, per me il nucleare non è adatto all'Italia. Come del resto
gli altri 95% della popolazione.
Siamo su un NG scientifico (anche se parecchio degradato...) e quindi
con "si discute" si intende *su basi scientifiche*, non su sensazioni,
emozioni, paranoie, convinzioni, allucinazioni, pruriti politici o
credenze religiose (devoto a San Carbone, a San Silicio o al diabolico
Cadmio)
Post by pirke
Post by Fatal_Error
http://www.greenpeace.org/italy/it/campagne/Salviamo-il-clima/Chi-cambia-il-clima/Il-vero-costo-del-carbone/
L'ho scritto in un altro post, io sono contro il nucleare attuale
quello di 3 gen o più vecchio. Per me, sono troppo pericolosi e
producono un sacco di scorie, che nessuno sa dove metterle.
Questa e' un'altro prodotto della disinformazione... Per accogliere
TUTTE le scorie altamente radioattive prodotte in un anno da TUTTI i
reattori nucleari funzionanti al mondo (442) basta il volume di un campo
da pallacanestro! Per questo non hanno avuto fretta a trovare siti
geologici, non era un problema certo urgente seppellire definitivamente
quelle scorie quando basta un piccolo bunker per tenerle sotto
controllo. Mentre le scorie di una centrale a carbone (ceneri,
debolmente radioattive anch'esse) occupano volumi enormi e finiscono in
discarica! Considera ancora che i PERICOLOSISSIMI pannelli fotovoltaici
al tellururo di Cadmio
(http://it.wikipedia.org/wiki/Tellururo_di_cadmio), quelli trainanti
oggi, da smaltire e riciclare fra venti anni, necessaria a produrre il
20% dell'energia italiana (ammettendo possibile la cosa) occuperebbero
compattati un volume circa pari ad un cubo di 200 metri di lato.
Post by pirke
Preferisco quelli al Torio, anche se non sono ancora pronti.
Un passo dopo l'altro arriveremo a quelli al Torio, prima abbiamo tanto
Uranio naturale... Comunque in India (hanno tanto Torio) li stanno gia'
costruendo, ma sono comunque a Torio-Uranio (pochissimo Uranio), il
Torio da solo non puo' funzionare.
Post by pirke
Post by Fatal_Error
.... Chi ha spinto la
bufala dell'idrogeno sono proprio i petrolieri, per continuare a vendere
Gasolio (in attesa del miracoloso idrogeno) invece di convertire decine
di migliaia di distributori all'economico, pulito e disponibile Metano!
Capito ora?
Non sono intelligente come te, ma ho capito.
Però ricordo purtroppo non nei dettagli, che ha Pisa hanno costruito
un prototipo di auto ad acqua. Dove poi veniva scissa per prendere
l'idrogeno e utilizzarlo come combustibile.
Mi spiace, non riesco a trovare altri dati.
Un auto così non sarebbe una cazzata, no?
Se hai letto il bilancio energetico che ho postato hai compreso che le
auto a idrogeno (di qualsiasi tipo siano) sono in pratica inefficienti,
complicate e pericolose auto elettriche (l'idrogeno e' assai
infiammabile); usarle aumenterebbe quindi la richiesta di energia
elettrica e le conseguenti (in Italia) centrali elettriche a fossili. Il
Metano va benissimo per le auto, e' largamente disponibile, costa
pochissimo (relativamente), inquina pochissimo, funziona con i normali
motori a scoppio ed e' anche MOLTO meno pericoloso dell'idrogeno.
Post by pirke
:-) Ciccio è un modo di dire in Toscana.
Però sembri incazzato, caro mio.
Non lo sono! Sono semplicemente abituato a sostenere le mie tesi con la
necessaria forza, specie quando parlo di cose che conosco benissimo...
Post by pirke
E' più un problema irrazionale, come la aracnofobia, non sai perché ne
hai paura, ma ce l'hai.
Beh, forse analizzando RAZIONALMENTE i fatti la paura irrazionale si
attenuera' e saprai fare scelte RAZIONALI! Anche se soffri di
aracnofobia, non penso sceglieresti di vivere in una casa garantita
senza ragni ma infestata da scarafaggi, scorpioni, topi e vipere, magari
avendo come vicino di pianerottolo Pacciani... :-))
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Tu vuoi il nucleare, fattelo costruire a 100 metri da casa tua.
Ho purtroppo una centrale a carbone abbastanza vicina, che ha gia' fatto
quasi i morti e i malati di Chernobyl...
Mi spiace, anche quelle ad inquinamento sono micidiali.
Non "anche", le centrali nucleari normalmente inquinano praticamente ZERO!
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Una domanda che apparentemente non c'entra niente, sei mai andato alle
Terme? Quali?
Si, quelle in provincia di Siena e saturnia.
Ahi ahi ahi, ti informo che sei probabilmente anche tu un "uomo
radioattivo fosforescente"! Sei stato molto probabilmente esposto a
radiazioni di gran lunga superiori a quelle subite dagli evacuati di
Fukushima, la maggior parte delle acque termali sono infatti radioattive
(Uranio, Radon, ecc.), con casi estremi come una fonte a Lurisia con ben
25.000 Bq/litro (venticinquemila volte quella dei "bambini radioattivi
fosforescenti"). Pensa che sembra che faccia bene, strana l'informazione
http://www.benessere.com/terme/acqua/a_radioattive.htm
Come vedi vanno da "debolmente radioattive" sino a 30 nC/l (circa 1100
Bq/litro) a "fortemente radioattive", oltre 150 nC/l (circa 5500 Bq/litro).
In provincia di Siena, ad esempio a San Casciano dei Bagni, sono
"variamente" radioattive...
http://www.lamiaterradisiena.it/Acque/acque%20termali.htm
Se hai bevuto quelle acque, nelle tue urine sarai arrivato a superare
almeno i 2000 Bq/litro, ovvero sei diventato "radioattivo fosforescente"
almeno 2000 volte quanto i bambini di Fukuschima.
Con i se e con i ma si va poco lontano.
Ma se in Italia ci fosse stato più dibattito, con persone preparate come
sembri tu, chiaramente senza Fukuschima, l'esito del referendum sarebbe
stato molto più incerto.
Comunque non credo che l'Italia abbia chiuso per "sempre" con il nucleare.
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:56:49 UTC
Permalink
Post by pirke
Perché secondo wikipedia il Trizio non è poi così "pericolosissimo"
http://it.wikipedia.org/wiki/Trizio
Trizio... trizio... mi ricorda qualcosa...

Toh, vedo che Fatal_Error ha notato anche lui una certa assonanza :)
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:41:36 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
L'idrogeno è un mezzo di trasporto dell'energia, non una fonte. Non
capisco perché l'hai elencato qui.
Volevo dire le auto ad idrogeno.
E le auto a idrogeno che impatto avranno energeticamente?

Se l'energia la produci con il petrolio siamo daccapo.

Comunque c'è una buona notizia, in determinate condizioni la filiera
petrolio=>centrale=>idrogeno=>auto ha un'efficienza paragonabile a quella
petrolio=>raffineria=>auto
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Intanto la fusione produce anche lei un bel po' di radioattività. Quella
ti va bene?
Quanta radioattività produce e quanto dura?
Ti interessa? La radioattività fa male!!! Ai 4000 bambini di Chernobyl
interessa che lo iodio che gli ha fatto venire il cancro durava solo poche
settimane?

Ovviamente sono ironico. Ma allora per par condicio dovresti calcolare
quanta radioattività e con quale durata produce un MSR a torio.

Però mi pare che il no al nucleare non dica a che condizioni.

Quindi no, fusione vietata perché è comunque nucleare.

E anche la medicina nucleare va vietata. È nucleare e produce scorie, tante
scorie!
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E comunque visto l'andazzo non ci conterei prima dei canonici 50 anni da ora
:)
Certo, perché non si spendo soldi per la ricerca.
Mi pare che l'ITER ne stia ricevendo, io gliene darei anche di più, ma lo
sanno bene anche loro che una volta costruito non sono neanche vicini a
progettarne uno commerciale.

Semplicemente ci mancano i materiali.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
E continuare ad usare il petrolio e i suoi derivati.
Il petrolio/fossili le si usa perché c'è una domanda di energia e c'è
qualcuno che soddisfa tale domanda con i mezzi che ha.
Forse, o forse perché tanti si arricchiscono facendo solo un buco per terra?
Perché non ti costruisci tu un impianto con la fonte non fossile che
preferisci e inizi a vendere l'energia AL PREZZO DI MERCATO?

Fallo anche solo come esercizio teorico e vediamo se il tuo progetto
funziona. Se funziona ci investo dei soldi anch'io.

E se non funziona, perché qualcun altro dovrebbe farlo al posto tuo? Per
filantropia?
Post by pirke
sparire non lo so, ma che sono molto potenti è poco ma sicuro.
È tutto un complotto?
Post by pirke
E fanno di tutto per continuare ad arricchirsi.
E tutta quella parte del mondo che NON HA petrolio, quella NON HA interesse
a inventare qualcosa di alternativo?

Saranno potenti pure loro, no?
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Non era d'accordo con cosa? Ha misurato della radioattività fuori da una
centrale? Interessante. Poi com'è finita? Ha fatto una spettrografia
gamma per capire che isotopi erano?
Hanno fatto intervenire qualche università che non vede l'ora di farci e
pubblicare uno studio sopra?
Oppure hanno misurato e si sono accontentati?
Voglio dire... trovare radioattività fuori da una centrale, come detto, è
un fatto straordinario, se c'era sarà successo un putiferio! C'è stato?
Se ti va guardatelo.
http://tinyurl.com/3fd3epa
L'ho visto, ma le domande che ti ho posto non hanno risposta.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
AleTV
2011-09-03 11:08:39 UTC
Permalink
ma tutti insieme cercare di risolvere il problema energetico. Noi poveri
esseri mortali cercando di consumare meno energia, gli altri, chi decide,
di non pensare solo al profitto.
Che bello, ora si passa alla versione da libro cuore.
Che per caso potresti citare come tu stai riducendo i tuoi consumi?
Visto che si presuppone che sto mantra qualcuno lo debba applicare, ah, quel
qualcuno volendo considerare solo l'litalia sono qualche decina di miglioni
di persone.
Perché messa nei tuoi termini io potrei dirti che basterebbero la metà degli
italiani con una donazione di 1 euro per far vivere di rendita qualcuno.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una centrale
poi sappimi dire.
Che ti si dovrebbe dire?
Il fatto è che le radiazioni ci vuole davvero nulla per misurarle.
Hai mai provato ad andare in giro dove abiti e nel luogo di lavoro per
misurare le polveri sottili, la quanità di metalli pesanti dispersi in
atmosfera e via dicendo?
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Esatto, e porta ancora più numeri a favore di una tecnologia su cui c'è fin
troppo isterismo.
pirke
2011-09-03 11:17:38 UTC
Permalink
Post by AleTV
ma tutti insieme cercare di risolvere il problema energetico. Noi
poveri esseri mortali cercando di consumare meno energia, gli altri,
chi decide, di non pensare solo al profitto.
Che bello, ora si passa alla versione da libro cuore.
Che per caso potresti citare come tu stai riducendo i tuoi consumi?
Visto che si presuppone che sto mantra qualcuno lo debba applicare, ah,
quel qualcuno volendo considerare solo l'litalia sono qualche decina di
miglioni di persone.
Perché messa nei tuoi termini io potrei dirti che basterebbero la metà
degli italiani con una donazione di 1 euro per far vivere di rendita
qualcuno.
Come cinismo stai messo bene, io uso tutte lampade a basso consumo
elettrodomestici classe A+, e durante il giorno uso pannelli solari.
Tu che fai per consumare meno elettricità?
Post by AleTV
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una
centrale poi sappimi dire.
Che ti si dovrebbe dire?
Il fatto è che le radiazioni ci vuole davvero nulla per misurarle.
Hai mai provato ad andare in giro dove abiti e nel luogo di lavoro per
misurare le polveri sottili, la quanità di metalli pesanti dispersi in
atmosfera e via dicendo?
Dici che la radioattività intorno ad una centrale nucleare è uguale a
quella di una città?
L'acqua di scarico di una centrale nucleare che livelli di radioattività
raggiunge?
Post by AleTV
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Esatto, e porta ancora più numeri a favore di una tecnologia su cui c'è
fin troppo isterismo.
AleTV
2011-09-03 11:26:41 UTC
Permalink
Post by pirke
Come cinismo stai messo bene,
Cinismo una "minchia", trattasi di vedere la realtà per quello che è, e poi
caso mai partire facendo qualcosa.
Post by pirke
io uso tutte lampade a basso consumo elettrodomestici classe A+, e durante
il giorno uso pannelli solari.
Tu che fai per consumare meno elettricità?
E tradotto quanti kWh stai risparmiando rispetto a prima?
Perchè sai, questi sono i numeri che devono saltar fuori, solo che tutti
quelle che parlottano alla fine cincischiano al massimo con aggettivi.
E per misurare quel che si assorbe, a parte leggere il contatore e le
bollette, uno con ben 20 euro di investimento si può misuare come sono
distribuiti i consumi.
Da me si consumano 1800 kWh all'anno per 2 persone.
Ho fatto lavori di isolamento energetico per un po' di migliaia di euro
usufruendo della detrazione del 55% tagliano del 30% i miei fabbisogni di
gas metano.
Ora li dai tu un po' di numeri?
Ah, i pannelli solari li ho dall'80.
Post by pirke
Dici che la radioattività intorno ad una centrale nucleare è uguale a
quella di una città?
Molto più bassa del fondo naturale.
Post by pirke
L'acqua di scarico di una centrale nucleare che livelli di radioattività
raggiunge?
Sai di che stai parlando? Cosa intendi per acqua di scarico?
Le centrali nucleari (come il resto degil impianti termoelettrici) usano
acqua corrente per ricondensare il vapore che esce dalle turbine, bene,
questo avviene tramite scambiatori, e in più lo stesso vapore non è certo
costituito dall'acqua che circola nel primario. Quindi mi spiace ma non c'è
scarico di acqua radioattiva.
pirke
2011-09-03 11:32:58 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by pirke
Come cinismo stai messo bene,
Cinismo una "minchia", trattasi di vedere la realtà per quello che è, e
poi caso mai partire facendo qualcosa.
Post by pirke
io uso tutte lampade a basso consumo elettrodomestici classe A+, e
durante il giorno uso pannelli solari.
Tu che fai per consumare meno elettricità?
E tradotto quanti kWh stai risparmiando rispetto a prima?
Non lo so, non mi sono messo a fare i conti e non ne vedo il motivo.
Usando i pannelli solari, non consumo kw fatti da fossile o nucleare.
Post by AleTV
Perchè sai, questi sono i numeri che devono saltar fuori, solo che tutti
quelle che parlottano alla fine cincischiano al massimo con aggettivi.
E per misurare quel che si assorbe, a parte leggere il contatore e le
bollette, uno con ben 20 euro di investimento si può misuare come sono
distribuiti i consumi.
Da me si consumano 1800 kWh all'anno per 2 persone.
Ho fatto lavori di isolamento energetico per un po' di migliaia di euro
usufruendo della detrazione del 55% tagliano del 30% i miei fabbisogni
di gas metano.
Ora li dai tu un po' di numeri?
Che numeri vorresti.
Post by AleTV
Ah, i pannelli solari li ho dall'80.
Bravo.
Post by AleTV
Post by pirke
Dici che la radioattività intorno ad una centrale nucleare è uguale a
quella di una città?
Molto più bassa del fondo naturale.
Post by pirke
L'acqua di scarico di una centrale nucleare che livelli di
radioattività raggiunge?
Sai di che stai parlando? Cosa intendi per acqua di scarico?
Le centrali nucleari (come il resto degil impianti termoelettrici) usano
acqua corrente per ricondensare il vapore che esce dalle turbine, bene,
questo avviene tramite scambiatori, e in più lo stesso vapore non è
certo costituito dall'acqua che circola nel primario. Quindi mi spiace
ma non c'è scarico di acqua radioattiva.
E tu lo sai di cosa stai parlando?
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
AleTV
2011-09-03 11:48:17 UTC
Permalink
Post by pirke
Non lo so, non mi sono messo a fare i conti e non ne vedo il motivo.
Usando i pannelli solari, non consumo kw fatti da fossile o nucleare.
Ah ecco.
Post by pirke
Che numeri vorresti.
Qualcuno da giocare al lotto?
Post by pirke
E tu lo sai di cosa stai parlando?
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
Che per caso dici quanto hanno scaricato e da dove veniva?
Daniele Orlandi
2011-09-03 13:00:21 UTC
Permalink
Post by pirke
Non lo so, non mi sono messo a fare i conti e non ne vedo il motivo.
Usando i pannelli solari, non consumo kw fatti da fossile o nucleare.
E di notte da dove la prendi l'energia? E i tuoi pannelli con che energia
sono stati prodotti?

Oh, anche il tuo collegamento a Internet va a fotovoltaico?

E gli oggetti che hai in casa? E la tua casa stessa! Tutti prodotti con PV?

E il cibo che mangi? Anche quello fatto con trattori e fertilizzanti
fotovoltaici?

E la tua auto? Anche quella prodotta con PV?

E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?

Il problema è ****molto**** più grande della bolletta del privato cittadino!
Tu potrai essere anche indipendente elettricamente ma l'energia che consumi
indirettamente è MOLTA di più di quella elettrica che usi direttamente.
Post by pirke
E tu lo sai di cosa stai parlando?
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
Intanto è stato un incidente, non una cosa che succede normalmente.

E poi... *quanto* era radioattiva l'acqua? Sai... se c'era 1 MBq/l è una
cosa gravissima... se c'era 1 Bq/l è stata una cosa ridicola.

Ma questo l'"articolo" non lo dice.

Il problema è che, giustamente, anche gli eventi insignificanti vengono
riportati ma c'è una schiera di avvoltoi pronti a strumentalizzare qualunque
notizia senza valutarne l'impatto.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-03 13:18:02 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Non lo so, non mi sono messo a fare i conti e non ne vedo il motivo.
Usando i pannelli solari, non consumo kw fatti da fossile o nucleare.
E di notte da dove la prendi l'energia? E i tuoi pannelli con che energia
sono stati prodotti?
Di notte dalla rete elettrica tradizionale.
Per estrarre e raffinare l'uranio quanta energia ci vuole?
Post by Daniele Orlandi
Oh, anche il tuo collegamento a Internet va a fotovoltaico?
Non lo so, dovrei chiedere a infostrada.
Post by Daniele Orlandi
E gli oggetti che hai in casa? E la tua casa stessa! Tutti prodotti con PV?
Credo che siano sempre di più le aziende che usano anche i pannelli per
produrre l'energia che gli serve.
Post by Daniele Orlandi
E il cibo che mangi? Anche quello fatto con trattori e fertilizzanti
fotovoltaici?
Vabbè, continuare a discutere con un talebano nuclearista mi pare tempo
perso.
Post by Daniele Orlandi
E la tua auto? Anche quella prodotta con PV?
Chiedilo a chi le produce.
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
Post by Daniele Orlandi
Il problema è ****molto**** più grande della bolletta del privato cittadino!
Tu potrai essere anche indipendente elettricamente ma l'energia che consumi
indirettamente è MOLTA di più di quella elettrica che usi direttamente.
Post by pirke
E tu lo sai di cosa stai parlando?
http://it-it.facebook.com/note.php?note_id=159151754141250
Intanto è stato un incidente, non una cosa che succede normalmente.
Ma gli "incidenti" succedono molto più frequentemente di quello che ti
fanno credere.
Post by Daniele Orlandi
E poi... *quanto* era radioattiva l'acqua? Sai... se c'era 1 MBq/l è una
cosa gravissima... se c'era 1 Bq/l è stata una cosa ridicola.
Ma questo l'"articolo" non lo dice.
Il problema è che, giustamente, anche gli eventi insignificanti vengono
riportati ma c'è una schiera di avvoltoi pronti a strumentalizzare qualunque
notizia senza valutarne l'impatto.
Fatal_Error
2011-09-03 14:14:15 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
ROTFL! Questa me la tengo come barzelletta da raccontare....
pirke
2011-09-03 14:19:13 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
ROTFL! Questa me la tengo come barzelletta da raccontare....
Perché non riscalda?
pirke
2011-09-03 14:23:56 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
ROTFL! Questa me la tengo come barzelletta da raccontare....
Cazzo se sei pignolo, pannello solare termico.
not1xor1
2011-09-03 17:25:16 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Fatal_Error
Post by pirke
Ho anche il fotovoltaico termico.
ROTFL! Questa me la tengo come barzelletta da raccontare....
Cazzo se sei pignolo, pannello solare termico.
senza volerlo ci hai quasi azzeccato...
sono in sperimentazione pannelli che integrano generazione di
elettricità e calore (sottraendo calore alle celle fotovoltaiche si
aumenta l'efficienza) ma non sono certo ancora in commercio
--
bye
!(!1|1)
Daniele Orlandi
2011-09-04 00:07:56 UTC
Permalink
Post by pirke
Di notte dalla rete elettrica tradizionale.
Che va a carbone e petrolio o nucleare, wow.
Post by pirke
Per estrarre e raffinare l'uranio quanta energia ci vuole?
Una frazione veramente minima dell'energia che poi produce. Non a caso il
costo del combustibile (che include miniera, raffinazione, arricchimento e
quant'altro) è minore del 5% del costo totale di esercizio di una centrale.

Mi chiedo perché tu non lo sappia visto che vuoi parlare di questi
argomenti?
Post by pirke
Non lo so, dovrei chiedere a infostrada.
Visto che io faccio l'ISP di mestiere ti dico che un ISP consuma un sacco di
corrente, anche 1 MW per ogni datacenter.
Post by pirke
Credo che siano sempre di più le aziende che usano anche i pannelli per
produrre l'energia che gli serve.
Nel tuo mondo fatato sì. Nel mondo reale il 98% dell'energia che usano dette
aziende viene da fonti tradizionali.

Hai presente che superficie di pannelli dovrebbe avere una fonderia per
funzionare a fotovoltaico? Dai, prova a fare i conti!
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E il cibo che mangi? Anche quello fatto con trattori e fertilizzanti
fotovoltaici?
Vabbè, continuare a discutere con un talebano nuclearista mi pare tempo
perso.
Ti faccio notare che stai ricorrendo ad un "uomo di paglia".

http://it.wikipedia.org/wiki/Classificazione_delle_fallacie
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
Ci fai andare il famoso triciclo a quattro ruote?
Hint: prova a pensare cosa significa la parola "voltaico" in "fotovoltaico".
Post by pirke
Ma gli "incidenti" succedono molto più frequentemente di quello che ti
fanno credere.
Succede solo perché lo dici tu? Perché c'è un complotto
plutogiudocattomassonico o hai qualche prova?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-04 09:15:20 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Di notte dalla rete elettrica tradizionale.
Che va a carbone e petrolio o nucleare, wow.
Dimmi, dovrei sterminare la mia famiglia per consumare meno energia?
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Per estrarre e raffinare l'uranio quanta energia ci vuole?
Una frazione veramente minima dell'energia che poi produce. Non a caso il
costo del combustibile (che include miniera, raffinazione, arricchimento e
quant'altro) è minore del 5% del costo totale di esercizio di una centrale.
Mi chiedo perché tu non lo sappia visto che vuoi parlare di questi
argomenti?
Quindi stai dicendo che neanche le domande si possono fare?
Un ng interessante, pieno di scienziate che perdono il loro tempo.
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Non lo so, dovrei chiedere a infostrada.
Visto che io faccio l'ISP di mestiere ti dico che un ISP consuma un sacco di
corrente, anche 1 MW per ogni datacenter.
Quindi?
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Credo che siano sempre di più le aziende che usano anche i pannelli per
produrre l'energia che gli serve.
Nel tuo mondo fatato sì. Nel mondo reale il 98% dell'energia che usano dette
aziende viene da fonti tradizionali.
Si, io vivo in fabioland, e guardando sui tetti dei capannoni vedo
sempre spuntare più pannelli solari. Se questo ti dispiace fattene una
ragione.
Post by Daniele Orlandi
Hai presente che superficie di pannelli dovrebbe avere una fonderia per
funzionare a fotovoltaico? Dai, prova a fare i conti!
Non ne ho la più pallida idea, non ci sono fonderie da queste parti.
Visto che sei bravo me li fai tu i conti?
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E il cibo che mangi? Anche quello fatto con trattori e fertilizzanti
fotovoltaici?
Vabbè, continuare a discutere con un talebano nuclearista mi pare tempo
perso.
Ti faccio notare che stai ricorrendo ad un "uomo di paglia".
http://it.wikipedia.org/wiki/Classificazione_delle_fallacie
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
E come ti riscaldi? Col fotovoltaico?
Ho anche il fotovoltaico termico.
Ci fai andare il famoso triciclo a quattro ruote?
Hint: prova a pensare cosa significa la parola "voltaico" in "fotovoltaico".
L'ho già scritto a fatal_error, che con la sua enorme gentilezza e
umiltà me lo ha fatto notare. Volevo dire solare termico.
Comunque, nella cazzata che ho scritto...
http://tinyurl.com/b3k4uk
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Ma gli "incidenti" succedono molto più frequentemente di quello che ti
fanno credere.
Succede solo perché lo dici tu? Perché c'è un complotto
plutogiudocattomassonico o hai qualche prova?
Secondo greenpeace mancano dall'elenco ufficiale 97 incidenti.
http://www.tuttogreen.it/gli-incidenti-nucleari-nella-storia/
Raffaele Castagno
2011-09-04 11:05:22 UTC
Permalink
Post by pirke
Si, io vivo in fabioland, e guardando sui tetti dei capannoni vedo
sempre spuntare più pannelli solari. Se questo ti dispiace fattene una
ragione.
Importa una sega.
QUANTO producono con quei pannelli è l'unico dato significativo.

Raffaele
Daniele Orlandi
2011-09-04 13:27:09 UTC
Permalink
Post by pirke
Dimmi, dovrei sterminare la mia famiglia per consumare meno energia?
No, ma dovresti evitare di dichiarati pulito quando la maggior parte
dell'energia che consumi è tradizionale.
Post by pirke
Quindi stai dicendo che neanche le domande si possono fare?
Un ng interessante, pieno di scienziate che perdono il loro tempo.
Sto dicendo che per affrontare un dibattito nel quale tu hai già una
posizione almeno le nozioni basilari trite e ritrite dovrebbero essere note.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Visto che io faccio l'ISP di mestiere ti dico che un ISP consuma un sacco
di corrente, anche 1 MW per ogni datacenter.
Quindi?
Quindi stai consumando (tanta) energia convenzionale anche per il tuo
collegamento a Internet :)
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Nel tuo mondo fatato sì. Nel mondo reale il 98% dell'energia che usano
dette aziende viene da fonti tradizionali.
Si, io vivo in fabioland, e guardando sui tetti dei capannoni vedo
sempre spuntare più pannelli solari. Se questo ti dispiace fattene una
ragione.
Hai provato a calcolare quanta energia producono quei *grossi* impianti PV?

Esageriamo pure e diciamo 150 W nominali per m^2.

Consideriamo l'irradiazione media del centro Italia e vien fuori 0.48
kWh/giorno/m^2, ovvero 20 W/m^2 medi.

Per ogni m^2 di pannelli ci accendi una lampadina (a basso consumo).

E abbiamo supposto che i pannelli siano magicamente apparsi dal nulla senza
che sia stata usata energia per produrli!

Ora, riesci a immaginarti quanto consuma l'azienda sottostante? Senza
pensare ad un'acciaieria, basta una normale azienda manufatturiera....
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Hai presente che superficie di pannelli dovrebbe avere una fonderia per
funzionare a fotovoltaico? Dai, prova a fare i conti!
Non ne ho la più pallida idea, non ci sono fonderie da queste parti.
Visto che sei bravo me li fai tu i conti?
Ho cercato velocemente su Internet e ho trovato che la Dalmine consuma 600
milioni di kWh all'anno.

Fa una potenza media di 68 MW, utilizzando i calcoli di cui sopra ci
vogliono 3.400.000 m^2 di pannelli
Post by pirke
Secondo greenpeace
Ecco, appunto.

Quando chiederanno scusa per le valanghe di PUTTANATE che hanno avuto il
coraggio e la svergognatezza di affermare ne potremo riparlare.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-04 14:47:55 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Hai provato a calcolare quanta energia producono quei *grossi* impianti PV?
Esageriamo pure e diciamo 150 W nominali per m^2.
Consideriamo l'irradiazione media del centro Italia e vien fuori 0.48
kWh/giorno/m^2, ovvero 20 W/m^2 medi.
Per ogni m^2 di pannelli ci accendi una lampadina (a basso consumo).
E abbiamo supposto che i pannelli siano magicamente apparsi dal nulla senza
che sia stata usata energia per produrli!
Ora, riesci a immaginarti quanto consuma l'azienda sottostante? Senza
pensare ad un'acciaieria, basta una normale azienda manufatturiera....
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Hai presente che superficie di pannelli dovrebbe avere una fonderia per
funzionare a fotovoltaico? Dai, prova a fare i conti!
Non ne ho la più pallida idea, non ci sono fonderie da queste parti.
Visto che sei bravo me li fai tu i conti?
Ho cercato velocemente su Internet e ho trovato che la Dalmine consuma 600
milioni di kWh all'anno.
Fa una potenza media di 68 MW, utilizzando i calcoli di cui sopra ci
vogliono 3.400.000 m^2 di pannelli
I tuoi calcoli mi sembrano un po' sbagliati:

Energia incidente: 1700 Kwh / anno / mq
Consumo annuo; 600000000 Kwh
Efficienza complessiva impianto: 0.21
Superficie richiesta: 1570973.44 mq.

E' sempre un sacco di spazio.

Potenza modulo: 120 Watt
Potenza specifica del modulo: 80 Watt/mq
Superficie di ciascun modulo: 1.50 mq.
Numero moduli: 1047316
Superficie totale: 1570974 mq.
Potenza picco: 125677.92 kw
Energia annuale prodotta in ac: 600000214.66 Kwh
Quota annuale ricevuta dal GRN: 324000116 euro
In base alle tariffe incentivante di: 0.37
Costo unitario impianto: 6000 euro/Kwp
Costo impianto: 754067520 euro
Ammortamento: 2.33 anni
Redditività investimento: 42.97 %
Guadagno (teorico) alla fine dei 20 anni: 5725934800 euro
AleTV
2011-09-03 16:48:43 UTC
Permalink
Post by pirke
Usando i pannelli solari, non consumo kw fatti da fossile o nucleare.
Ah pardon, io ho inteso pannelli solari per la produzione di acqua calda.
Quello che intendi te è pv, fotovoltaico.
Peccato che sei tutto tranne che indipendente, che per caso conosci su quel
che produci quanto autoconsumi?
Perché altrimenti è tutto inutile, ovviamente.
Se ti fossi fatto un impianto ad isola ALLORA le cose sarebbero ben diverse,
peccato che praticamente nessuno lo fa perchè mira al rendimento garantito
dagli incentivi.
Ciao ciao ai bei proprositi e agli scenari da libro cuore...
not1xor1
2011-09-03 17:23:00 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by pirke
Dici che la radioattività intorno ad una centrale nucleare è uguale
a quella di una città?
Molto più bassa del fondo naturale.
un altro esempio di fuzzyosità :-)
dovrebbe essere più o meno uguale a quella di fondo, al massimo di
poco superiore...
per quale strano motivo dovrebbe essere più bassa?
Post by AleTV
Post by pirke
L'acqua di scarico di una centrale nucleare che livelli di
radioattività raggiunge?
Sai di che stai parlando? Cosa intendi per acqua di scarico?
per quanto ricordo ci sono stati in passato episodi di fughe di
tritio, ma sono problemi risolti da decenni...

quello che lascia perplesso è che si punta ancora sull'uranio
arricchito...
vedi per esempio il nuovo sistema di arricchimento della g.e.
<http://www.physorg.com/news/2011-08-ge-uranium-enrichment.html>
--
bye
!(!1|1)
AleTV
2011-09-03 21:06:40 UTC
Permalink
Post by AleTV
Molto più bassa del fondo naturale.
un altro esempio di fuzzyosità :-)
dovrebbe essere più o meno uguale a quella di fondo, al massimo di poco
superiore...
per quale strano motivo dovrebbe essere più bassa?
Se fosse uguale a quella del fondo naturale vuol dire che la misurazione
sarebbe doppia rispetto alla sua assenza, non ti pare?
Invece quanto si costruisce un impianto, prima si monitora il livello
naturalmente presente, poi si fa l'impianto, e con impianto in funzione si
continua il monotiraggio.
Indovina che vuol dire se tra prima e dopo non c'è praticamente differenza
di livello?
Post by AleTV
quello che lascia perplesso è che si punta ancora sull'uranio
arricchito...
Non vedo tutto sto dramma.
Daniele Orlandi
2011-09-04 00:09:44 UTC
Permalink
Post by AleTV
Se fosse uguale a quella del fondo naturale vuol dire che la misurazione
sarebbe doppia rispetto alla sua assenza, non ti pare?
Dovevi specificare radioattività AGGIUNTIVA rispetto al fondo.

Ciao,
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
not1xor1
2011-09-04 05:19:40 UTC
Permalink
Post by AleTV
Se fosse uguale a quella del fondo naturale vuol dire che la
misurazione sarebbe doppia rispetto alla sua assenza, non ti pare?
scusa ma l'OP parlava "radioattività intorno ad una centrale
nucleare", non di radiazione *emessa* dalla centrale

quindi se la centrale non emettesse alcuna radiazione (in realtà una
debole emissione dovrebbe comunque esserci) la misurazione darebbe un
risultato uguale alla radiazione di fondo
Post by AleTV
Post by not1xor1
quello che lascia perplesso è che si punta ancora sull'uranio
arricchito...
Non vedo tutto sto dramma.
il dramma è che si tratta di un processo di arricchimento
relativamente semplice che porterebbe alla proliferazione di armamenti
nucleari in paesi tutt'altro che affidabili, quando sarebbe molto
meglio investire nello sviluppo di reattori a neutroni veloci che
oltre a produrre molta più energia riducono quasi totalmente il
problema delle scorie
--
bye
!(!1|1)
Fatal_Error
2011-09-04 07:46:39 UTC
Permalink
Post by not1xor1
quindi se la centrale non emettesse alcuna radiazione (in realtà una
debole emissione dovrebbe comunque esserci) la misurazione darebbe un
risultato uguale alla radiazione di fondo
Si, infatti e' quello che in pratica succede, io ho da anni un ottimo
contatore geiger e me lo portavo spesso dietro (non si sa mai....), mai
misurato radioattivita' vicino a centrali nucleari (in USA dove ho abitato,
ma anche in Francia relativamente vicino a dove abito). Prova viceversa ad
andare con un contatore geiger (ovviamente abbastanza sensibile) vicino ad
una centrale a carbone o, molto peggio, in una discarica dei fanghi
provenienti da quella centrale, rimarresti molto sorpreso! Ma che una
centrale a carbone abbia emissioni di radioattivita' superiori anche a CENTO
volte quelle di una centrale nucleare, con l'aggravante della dispersione in
atmosfera di altri 1000 prodotti altamente cancerogeni come mercurio,
cadmio, piombo, ecc. ecc., gli studiosi lo sanno da tempo:
http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=coal-ash-is-more-radioactive-than-nuclear-waste

purtroppo NON LO SANNO i nostri ignoranti politici, specialmente quelli di
sinistra che si oppongo al nucleare e straparlano di fotovoltaico mentre
raddoppiano le centrali a carbone:
http://www.ivg.it/2011/03/ampliamento-tirreno-power-burlando-nucleare-e-vulnerabile-il-carbone-abbordabile/
(non mi stanchero' mai di evidenziare questa incredibile incoerenza!)
Post by not1xor1
Post by not1xor1
quello che lascia perplesso è che si punta ancora sull'uranio
arricchito...
il dramma è che si tratta di un processo di arricchimento relativamente
semplice che porterebbe alla proliferazione di armamenti nucleari in paesi
tutt'altro che affidabili, quando sarebbe molto meglio investire nello
sviluppo di reattori a neutroni veloci che oltre a produrre molta più
energia riducono quasi totalmente il problema delle scorie
Non sono tanto d'accordo con le tecnologie a neutroni veloci per tanti
motivi, dallo stress neutronico a cui vengono sottoposti i materiali del
reattore (invecchiamento rapidissimo e fenomeni "esotici") all'accumulo
volontario di materiale radioattivo in zone pericolose per l'arricchimento
(in quelli autofertilizzanti), ma il discorso e' lungo e complesso, se hai
voglia di approfondirlo ti suggerisco questo documento:
http://www-frdb.iaea.org/fulltext/13_fastReactorDesigns.pdf#SNR-2
Sono invece un entusiasta sostenitore dei sistemi PHWR tipo CANDU
(http://it.wikipedia.org/wiki/CANDU) che oltre a poter utilizzare Uranio
naturale senza quindi bisogno della filiera dell'arricchimento, sono
estremamente flessibili e si adattano anche a "smaltire" Plutonio o
addirittura direttamente i combustibili esausti (senza trattamento chimico)
delle altre centrali nucleari. Senza citare il possibile utilizzo del Torio!
Inoltre la loro geometria, la loro bassa criticita' e la loro modularita',
li rendono molto sicuri e funzionanti a ciclo continuo (si possono cambiare
le barre di combustibile a reattore funzionante). Il colmo e' che l'Italia
era in prima fila su queste tecnologie con il progetto CIRENE
(http://webtv.sede.enea.it/index.php?page=listafilmcat2&idfilm=415&idcat=30),
un reattore PHWR tutto italiano, costruito e pronto a funzionare... Abortito
da un tristissimo e demenziale referendum!
Daniele Orlandi
2011-09-03 12:31:13 UTC
Permalink
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Non capisco dove vorresti arrivare citando altiforni e impianti chimici.
Pensavo che si stesse parlando di incidenti in impianti industriali,
quindi bi sembrava doveroso metterceli tutti.
Beh, no, okay che i thread tendono a divagare ma l'oggetto dovrebbe essere
la scelta della fonte di energia per la produzione di base e quindi il
confronto tra rischi e benefici di ciascuno.
Post by pirke
Ci sono anche le rinnovabili, bisognerebbe solo smettere di darci
mazzate sulla palle, dividerci come guelfi e ghibellini, ma tutti
insieme cercare di risolvere il problema energetico.
Appunto... la fantasia e il wishful thinking.

Non fraintendere, io non sono contrario all'uso delle rinnovabili, ci
mancherebbe, e neanche all'incentivazione di quelle sensate, ma mi rendo
conto che oggi e per molti, molti anni avvenire non sono in grado di essere
sostitutive della produzione di base.
Post by pirke
Noi poveri esseri mortali cercando di consumare meno energia, gli altri,
chi decide, di non pensare solo al profitto.
Al profitto ci pensano tutti, anche i poveri mortali. Altrimenti si
installerebbero tutti un impianto fotovoltaico senza incentivi.

Ma senza incentivi vien fuori che costa praticamente quello che produce e
allora non lo fa nessuno :)

C'è anche da dire che non è un problema "solo" della bolletta del comune
mortale ma l'economia intera di una nazione non è in grado di subire un
aumento sensibile del costo dell'energia.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una
centrale poi sappimi dire.
Se avessi una centrale nucleare nelle vicinanze l'avrei già fatto; un
contatore geiger costa poche centinaia di euro, io sono un geek e l'avrei
già preso, anzi, probabilmente l'avrei già collegato a Internet e pubblicato
i grafici delle misure.

Secondo te nel mondo dove ci sono altre centrali non ci sono geek come me?

Ti rispondo io: eccome se ci sono! In giappone c'erano *decine* di contatori
di privati cittadini collegati a Internet che hanno dato misure.

E vuoi che non ci siano squadre di Greenpissiani con tutto, troppo,
interesse nel misurare un fondo aumentato del 10% per fare un comunicato
stampa catastrofico?

In una centrale funzionante non ci sono fughe radioattive anche perché tutto
sommato la radioattività che gira è poca, sono elementi attivati passando
nel core ma hanno emivita molto bassa.

Il grosso è confinato nelle barre di combustibile che, ricordo, racchiudono
il combustibile al loro interno che, di norma, non esce.

C'è proprio bisogno del meltdown perché venga fuori quello che abbiamo
visto.
Post by pirke
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Mi sembra che sia chi afferma "mai nucleare senza se e senza ma" abbia fatto
un ragionamento binario.

Io sto solo contestando questa affermazione: dire "no al nucleare" è
irrazionale per i motivi sopraesposti.

Poi la mia personalissima opinione non è che dovremmo convertire tutto al
nucleare ma aggiungere il nucleare al mix produttivo.

E poi, quale nucleare? Ci sono differenze sostanziali tra un design e
l'altro di centrale!

E ci sono design futuristici che sulla carta sembrano molto più sicuri di
quelli attuali.

A me piace molto il MSR al torio (ma qui siamo a livelli di gusti, non ho le
competenze per giudicare) e alcuni ci stanno già investendo (vedi India).

I negatori del nucleare hanno provato a vedere come funziona un MSR? Magari
il loro no al nucleare può essere giustificato per un BWR e invece non
esserelo per un MSR. Pensi che il dubbio se lo siano posti?

Io penso di no... è stata una battaglia tifoso-ideologica su argomenti tanto
complessi che io stesso che ho delle competenze in materia non ritengo di
essere in grado di valutare a fondo.

Ciao,
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
pirke
2011-09-03 13:25:16 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
Non capisco dove vorresti arrivare citando altiforni e impianti chimici.
Pensavo che si stesse parlando di incidenti in impianti industriali,
quindi bi sembrava doveroso metterceli tutti.
Beh, no, okay che i thread tendono a divagare ma l'oggetto dovrebbe essere
la scelta della fonte di energia per la produzione di base e quindi il
confronto tra rischi e benefici di ciascuno.
Post by pirke
Ci sono anche le rinnovabili, bisognerebbe solo smettere di darci
mazzate sulla palle, dividerci come guelfi e ghibellini, ma tutti
insieme cercare di risolvere il problema energetico.
Appunto... la fantasia e il wishful thinking.
Non fraintendere, io non sono contrario all'uso delle rinnovabili, ci
mancherebbe, e neanche all'incentivazione di quelle sensate, ma mi rendo
conto che oggi e per molti, molti anni avvenire non sono in grado di essere
sostitutive della produzione di base.
Post by pirke
Noi poveri esseri mortali cercando di consumare meno energia, gli altri,
chi decide, di non pensare solo al profitto.
Al profitto ci pensano tutti, anche i poveri mortali. Altrimenti si
installerebbero tutti un impianto fotovoltaico senza incentivi.
Ma senza incentivi vien fuori che costa praticamente quello che produce e
allora non lo fa nessuno :)
C'è anche da dire che non è un problema "solo" della bolletta del comune
mortale ma l'economia intera di una nazione non è in grado di subire un
aumento sensibile del costo dell'energia.
Post by pirke
Post by Daniele Orlandi
- Il nucleare fa un bel danno quando avviene un incidente.
Non solo, prova andare con un contatore geiger all'esterno di una
centrale poi sappimi dire.
Se avessi una centrale nucleare nelle vicinanze l'avrei già fatto; un
contatore geiger costa poche centinaia di euro, io sono un geek e l'avrei
già preso, anzi, probabilmente l'avrei già collegato a Internet e pubblicato
i grafici delle misure.
Secondo te nel mondo dove ci sono altre centrali non ci sono geek come me?
Ti rispondo io: eccome se ci sono! In giappone c'erano *decine* di contatori
di privati cittadini collegati a Internet che hanno dato misure.
E vuoi che non ci siano squadre di Greenpissiani con tutto, troppo,
interesse nel misurare un fondo aumentato del 10% per fare un comunicato
stampa catastrofico?
In una centrale funzionante non ci sono fughe radioattive anche perché tutto
sommato la radioattività che gira è poca, sono elementi attivati passando
nel core ma hanno emivita molto bassa.
Il grosso è confinato nelle barre di combustibile che, ricordo, racchiudono
il combustibile al loro interno che, di norma, non esce.
C'è proprio bisogno del meltdown perché venga fuori quello che abbiamo
visto.
Post by pirke
Mi sembra che tu ragioni in modo binario, bianco o nero. C'è anche la
scala dei grigi.
Mi sembra che sia chi afferma "mai nucleare senza se e senza ma" abbia fatto
un ragionamento binario.
Io sto solo contestando questa affermazione: dire "no al nucleare" è
irrazionale per i motivi sopraesposti.
Poi la mia personalissima opinione non è che dovremmo convertire tutto al
nucleare ma aggiungere il nucleare al mix produttivo.
E poi, quale nucleare? Ci sono differenze sostanziali tra un design e
l'altro di centrale!
E ci sono design futuristici che sulla carta sembrano molto più sicuri di
quelli attuali.
A me piace molto il MSR al torio (ma qui siamo a livelli di gusti, non ho le
competenze per giudicare) e alcuni ci stanno già investendo (vedi India).
I negatori del nucleare hanno provato a vedere come funziona un MSR? Magari
il loro no al nucleare può essere giustificato per un BWR e invece non
esserelo per un MSR. Pensi che il dubbio se lo siano posti?
Io penso di no... è stata una battaglia tifoso-ideologica su argomenti tanto
complessi che io stesso che ho delle competenze in materia non ritengo di
essere in grado di valutare a fondo.
Ciao,
Quoto tutto perché hai detto cose sensate.
Io non sono contro il nucleare, ma sono contro quello attuale che è
troppo rischioso e produce troppe scorie dove nessuna sa dove metterle.
Preferire questo:
http://www.greenstyle.it/centrali-nucleari-al-torio-vantaggi-e-svantaggi-2528.html
not1xor1
2011-09-03 05:14:18 UTC
Permalink
Post by pirke
Quante impianti petroliferi, raffinerie, centrali elettriche,
altiforni, dighe, impianti chimici etc, ci sono nel mondo?
E quante sono le centrali nucleari?
la questione è semplicemente che di fukushima e chernobyl ne parlano
tutti, mentre dell'ilva di taranto (tanto per fare un esempio - ma ci
sono un'infinità di casi simili) ne parla al massimo qualche giornale
locale ogni tanto e intanto la gente continua a morire
--
bye
!(!1|1)
fuzzy
2011-09-03 11:25:51 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by pirke
Quante impianti petroliferi, raffinerie, centrali elettriche,
altiforni, dighe, impianti chimici etc, ci sono nel mondo?
E quante sono le centrali nucleari?
la questione è semplicemente che di fukushima e chernobyl ne parlano
tutti, mentre dell'ilva di taranto (tanto per fare un esempio - ma ci
sono un'infinità di casi simili) ne parla al massimo qualche giornale
locale ogni tanto e intanto la gente continua a morire
si vede che "la gente" è tutta scema e ignorante e solo tu Orlandi
Castagno
e pochi altri siete gli unico illuminati da Dio. Mi pare chiaro.

é sicuramente cosi. Tuttavia dovete farvene una ragione. Siete geni
incompresi :-)
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-03 12:34:04 UTC
Permalink
Post by fuzzy
si vede che "la gente" è tutta scema e ignorante
Tutta no. Parecchia si, è ignorante nel senso che ignora come funzionano le
cose, tra cui il nucleare.
Post by fuzzy
e solo tu Orlandi
Castagno
e pochi altri siete gli unico illuminati da Dio. Mi pare chiaro.
Dio non esiste.
Quanto a noi, ci limitiamo ad informarci ed a cercare di capire come funzionano
le cose, invece che farci indottrinare da politici ed ideologie.

Raffaele
not1xor1
2011-09-03 17:28:01 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
e solo tu Orlandi
Castagno
e pochi altri siete gli unico illuminati da Dio. Mi pare chiaro.
Dio non esiste.
peccato... pensavo fosse un nuovo sistema di illuminazione a basso
consumo :-D
--
bye
!(!1|1)
fuzzy
2011-09-03 18:22:42 UTC
Permalink
Quanto a noi, ci limitiamo ad informarci,
mica tanto vi limitate, andate in giro a dire che sono tutti quelli a
favore
del nucleare sono ignoranti. Che se ci pensi bene è un concetto piuttosto
stupido.
ed a cercare di capire come funzionano
le cose, invece che farci indottrinare da politici ed ideologie.
peccato che la tua posizione "numerologica" sul nucleare, è decisamente
una
posizione ideologica. Uno che riduce tutto al deus "rateo morti/Wh"...

In generale questa tiritera dei calcoli calcoli calcoli è appunto un
sintomo
chiaro di ideologia.
Raffaele
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-03 21:38:31 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Quanto a noi, ci limitiamo ad informarci,
mica tanto vi limitate, andate in giro a dire che sono tutti quelli a
favore
del nucleare sono ignoranti. Che se ci pensi bene è un concetto piuttosto
stupido.
Mai detto che lo siano tutti. Lo sono solo quelli che sono contrari al nucleare
per motivi ideologici, o per ignoranza, o per un mix delle due cose, e vengono
su NG, forum, facebook, ed internet in generale, ma anche nella vita reale,
a fracassare i coglioni con argomentazioni privi di ragione, o con insulti.
Post by fuzzy
ed a cercare di capire come funzionano
le cose, invece che farci indottrinare da politici ed ideologie.
peccato che la tua posizione "numerologica" sul nucleare, è decisamente
una
posizione ideologica. Uno che riduce tutto al deus "rateo morti/Wh"...
Mai detto che riduco tutto al rateo morti/TWh.
Ma è un parametro oggettivo, documentabile e documentato, scientifico ed
inoppugnabile.

Ti ho chiesto di fare altrettanto, ed ai risposto con altre tiritere di
sragionamenti inconcludenti, fino a sostenere indirettamente che chi soffre
(e sono parecchi, moltitudini) a causa di carbone, petrolio, etc soffre meno di
quelli (molti, ma molti meno) che soffrono a causa del nucleare.
Post by fuzzy
In generale questa tiritera dei calcoli calcoli calcoli è appunto un
sintomo
chiaro di ideologia.
Ah, affrontare i problemi in maniera scientifica oggi si chiama "ideologia".

Raffaele
fuzzy
2011-09-04 17:56:39 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Quanto a noi, ci limitiamo ad informarci,
mica tanto vi limitate, andate in giro a dire che sono tutti quelli a
favore
del nucleare sono ignoranti. Che se ci pensi bene è un concetto piuttosto
stupido.
Mai detto che lo siano tutti. Lo sono solo quelli che sono contrari al
nucleare per motivi ideologici

come ti ho già spiegato, anche valutare la pericolosità su base meramente
numerica è pura ideologia.
Post by Raffaele Castagno
a fracassare i coglioni con argomentazioni privi di ragione, o con insulti.
problema tuo io mi diverto, a vedere come rosichi :-)
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
posizione ideologica. Uno che riduce tutto al deus "rateo morti/Wh"...
Mai detto che riduco tutto al rateo morti/TWh.
Ma è un parametro oggettivo, documentabile e documentato, scientifico ed
inoppugnabile.
peccato che non serve a niente, perchè taglia fuori altre forme di
sofferenza.
Post by Raffaele Castagno
Ah, affrontare i problemi in maniera scientifica oggi si chiama
"ideologia"..

come ti ho già spiegato, valutare la pericolosità del nucleare su base
meramente numerica è pura ideologia, nel momento in cui tagli fuori tutta
una serie di fattori reali, ancorchè parzialmente non misurabili, su cui
ovviamente hai pensato bene di glissare, tagliando tutto il testo.

E' un po' come in biostatistica, mutatis mutandis, la significatività
statistica non sempre è significativa clinicamente. Giusto uno coi
paraocchi
e ignorante potrebbe sostenerlo.

I numeri sono una cosa, saperli usare un altra.
Post by Raffaele Castagno
Raffaele
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-09-04 22:27:01 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Mai detto che lo siano tutti. Lo sono solo quelli che sono contrari al
nucleare per motivi ideologici
come ti ho già spiegato, anche valutare la pericolosità su base meramente
numerica è pura ideologia.
Guarda che ho capito come la chiami tu: è solo che nel mondo reale si chiama "scienza".
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
posizione ideologica. Uno che riduce tutto al deus "rateo morti/Wh"...
Mai detto che riduco tutto al rateo morti/TWh.
Ma è un parametro oggettivo, documentabile e documentato, scientifico ed
inoppugnabile.
peccato che non serve a niente, perchè taglia fuori altre forme di
sofferenza.
Tipo la tua, di schizofrenia?
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Ah, affrontare i problemi in maniera scientifica oggi si chiama
"ideologia"..
come ti ho già spiegato, valutare la pericolosità del nucleare su base
meramente numerica è pura ideologia, nel momento in cui tagli fuori tutta
una serie di fattori reali, ancorchè parzialmente non misurabili, su cui
ovviamente hai pensato bene di glissare, tagliando tutto il testo.
Allora, per l'ennesima volta: se hai un altro parametro oggettivo con cui valutare
la pericolosità delle varie fonti, citalo. Se no, sei un fanfarone che non ha nulla di
cui parlare, e che sproloquia a braccio tanto per fare.

Io non ho glissato su nulla: io ti ho spiegato cos'è quel parametro, visto che
nonostante gli svariati post ancora non hai capito. Ho chiesto a te, visto che pari
essere così ferrato sulla questione, di citare un qualsivoglia parametro OGGETTIVO,
MISURABILE e DOCUMENTABILE (sai, quelle cose che piacciono tanto agli scienziati
ma che fanno girare un pò le palle ai fanfaroni) che tenga conto della tua aleatoria
"sofferenza".

A meno che tu non voglia sostenere che il nucleare "fa soffrire" mentre che so, il
carbone invece no.

Tu sostieni che il nucleare "fa soffrire", io ti chiedo di mostrarmi, dati alla mano,
QUANTO farebbe soffrire il nucleare, e QUANTO fanno soffrire le altre fonti.

Se non sei in grado di produrre tali dati, ti confermi fuffaro, e lasci il parametro da
me citato l'unico sulla bilancia.
Post by fuzzy
I numeri sono una cosa, saperli usare un altra.
Allora studia, poi ne riparliamo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Probabilistic_risk_assessment

E se nel frattempo ti prendessi la briga di riportarmi una valutazione di questo
fantomatico indice "sofferenza/TWh", che sia documentato ed oggettivo, potresti salvarti
in corner.

Raffaele
Daniele Orlandi
2011-09-04 00:13:34 UTC
Permalink
Post by fuzzy
mica tanto vi limitate, andate in giro a dire che sono tutti quelli a
favore del nucleare sono ignoranti.
Mai detto, è una cosa che hai estrapolato (erroneamente) tu.

Ho fatto interessanti discorsi sul nucleare in cui l'interlocutore diciamo
"antinuclearista" mi ha fatto ricredere in negativo su alcuni fatti e ha
argomentato molto bene le sue posizioni.

Infatti ci siamo lasciati concordi pressoché su tutte le questioni
oggettive.

Ovviamente la sua posizione era molto più complessa del "no al nucleare".

...come del resto la mia non è "sì a tutto il nucleare"
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:02:19 UTC
Permalink
Post by fuzzy
si vede che "la gente" è tutta scema e ignorante
Beh, non è una novità che la gente sia in larga parte ignorante. Un po'
perché non è interessata ad accrescere la propria cultura, un po' perché non
ha gli strumenti e soprattutto perché non è proprio possibile avere cultura
su tutto.

Non c'è nulla di male in sé, il problema è che molti si rendono conto di
essere ignoranti in certi campi, altri no.
Post by fuzzy
e solo tu Orlandi Castagno e pochi altri siete gli unico illuminati da
Dio. Mi pare chiaro.
Io non credo in dio, cerco l'illuminazione quotidianamente studiando e
informandomi e so di essere fallibile quindi desideroso mettere alla prova i
miei argomenti, eventualmente anche vederli confutati con ragionamenti
logici.

Ciao,
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
fuzzy
2011-09-02 17:10:47 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
certo. io lo so. mica ho detto che la tua fonte è sbagliata. Sei tu che
hai detto che lo sono le mie.
Allora mi spieghi perché hai copiaincollato quel link? Cosa volevi
dimostrare?
ho pubblicato delle notizie, non una dimostrazione.
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
Considerando che la tua fonte è Greenpeace... no, è una panzana.
veramente io direttamente ho citato "corriere, repubblica, BBC e Ansa"
Greenpeace no.
Manco le leggi allora le tue fonti... ti basta che il titolo suoni
favorevole e via col copiaincolla...
Tra le fonti che ho pubblicato non c'e' greenpeace, non riesci proprio a
capirlo? cos'hai un problema di lettura o cognitivo?
I LInk sono rispettivamente del corriere, repubblica BBc, e ANSA. E due!

Se questi scrivono cazzate, inviagli una segnalazione col tuo link/verità
:-
)
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
una diga è già di per se un utilizzo, quindi direi che il territorio viene
ben utilizzato in quel caso.
Ah, quindi se rendiamo inabitabili 10.000 km^2 di territorio
intenzionalmente va bene, sono UTILI.
producono energia. direi utilissimi.
Post by Daniele Orlandi
Se invece ne rendiamo inutilizzabili
1000 per un incidente, no, quello è intollerabile, inaccettabile,
direi di si, perchè diventa un territorio inutilizzabile, e inquinato.
Post by Daniele Orlandi
Ma ti rendi conto??
di cosa?
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
il danno ecologico ambientale, che riguarda anche le persone.
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale delle
ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
non mi risulta nessuna dimostrazione in tal senso, ma a parte questo non
mi
interessano i danni da altre fonti. Non è che saperlo rende il nucleare
meno
pericoloso.
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio
opinione tua, e in ogni caso come tu stesso dici, fa danni
Post by Daniele Orlandi
, ANCHE in caso di incidente, fa meno
danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
opinione tua personale, che ripeto non rende il nucleare sicuro.
Post by Daniele Orlandi
  Daniele "Vihai" Orlandi
  Bieco Illuminista #184213
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 17:47:18 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Allora mi spieghi perché hai copiaincollato quel link? Cosa volevi
dimostrare?
ho pubblicato delle notizie, non una dimostrazione.
Hai pubblicato una notizia a caso e guarda un po' te ne è capitata una che
guarda caso (sembra) sostenere le tue tesi ma chiaro se poi non è vera che
c'entri tu, l'avevi scelta a caso....
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Manco le leggi allora le tue fonti... ti basta che il titolo suoni
favorevole e via col copiaincolla...
Tra le fonti che ho pubblicato non c'e' greenpeace, non riesci proprio a
capirlo? cos'hai un problema di lettura o cognitivo?
Indovina da chi arriva la notizia "Fukushima, livelli di cesio 137 superiori
a quelli di Chernobyl" che Repubblica ha copiaincollato, ehm... riportato
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Ah, quindi se rendiamo inabitabili 10.000 km^2 di territorio
intenzionalmente va bene, sono UTILI.
producono energia. direi utilissimi.
Bene, allora basta considerare che 1000 km^2 attorno a una centrale nucleare
sono funzionali alla produzione di energia. Utili pure loro.

È tutto così semplice! Se i 1000 km^2 attorno alla centrale sono utili alla
produzione di energia allora va bene inquinarli e renderli inutilizzabili,
se invece in un (remoto) caso di incidente li si inquina allora no, non è
più accettabile.

Ma ti rendi conto dove la tua mente bacata ti ha portato?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle
Post by Daniele Orlandi
ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
non mi risulta nessuna dimostrazione in tal senso
Perché non la vuoi vedere. Sei annebbiato dalla necessità di asservire la
tua fissazione. Quasi ogni parametro con il quale puoi valutare la scelta
fossile/nucleare ti dà torto eppure ti tappi le orecchie, fai gne gne e
fingi di non vederlo.

Ma perché me li becco io tutti questi kook? Okay okay lo so... li vado a
cercare perché ne sento l'odore :)
Post by fuzzy
, ma a parte questo non mi interessano i danni da altre fonti. Non è che
saperlo rende il nucleare meno pericoloso.
Sì, ma pirlotto, l'energia tu la vuoi lo stesso e devi fare una scelta tra A
e B e quindi se il nucleare è meno pericoloso del resto quale scelta fai?
Quella più pericolosa?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio
opinione tua, e in ogni caso come tu stesso dici, fa danni
Visco che non c'è una fonte che non fa danni, dobbiamo scegliere quella che
ne fa di meno.

O no?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
, ANCHE in caso di incidente, fa meno
danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
opinione tua personale, che ripeto non rende il nucleare sicuro.
Lo rende sicuro quanto è sicuro andare in aereo.

Anche gli aerei cadono. Eppure vengono considerati sicuri. Indovina perché?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
fuzzy
2011-09-02 19:16:00 UTC
Permalink
Sì, ma pirlotto,
pirlotto vallo a dire a quel coglione di tuo padre

imbecille. fine della conversazione.

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 23:56:34 UTC
Permalink
Post by fuzzy
pirlotto vallo a dire a quel coglione di tuo padre
imbecille. fine della conversazione.
Troppo comodo defilarsi così. Questo è quello che succede quando si
finiscono gli argomenti.

Una chiara dimostrazione di pirlottaggine.

Come Volevasi Dimostrare.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
fuzzy
2011-09-03 12:41:51 UTC
Permalink
Post by fuzzy
pirlotto vallo a dire a quel coglione di tuo padre
imbecille. fine della conversazione.
Troppo comodo defilarsi così. Questo è quello che succede quando si
finiscono gli argomenti.
Una chiara dimostrazione di pirlottaggine.
Come Volevasi Dimostrare.
per una volta ho voluto non dare retta a me stesso e rispondere a un
apparente coglione come sei tu. E infatti ho sbagliato, dovevo ascoltarmi.

sei un coglione che non avendo altri argomenti finisce con l'insultino.
cvd.

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:50:28 UTC
Permalink
Post by fuzzy
per una volta ho voluto non dare retta a me stesso e rispondere a un
apparente coglione come sei tu. E infatti ho sbagliato, dovevo ascoltarmi.
sei un coglione che non avendo altri argomenti finisce con l'insultino.
Il resto dei miei argomenti l'hai snippato, te lo ripropongo per tua utilità
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Ah, quindi se rendiamo inabitabili 10.000 km^2 di territorio
intenzionalmente va bene, sono UTILI.
producono energia. direi utilissimi.
Bene, allora basta considerare che 1000 km^2 attorno a una centrale nucleare
sono funzionali alla produzione di energia. Utili pure loro.

È tutto così semplice! Se i 1000 km^2 attorno alla centrale sono utili alla
produzione di energia allora va bene inquinarli e renderli inutilizzabili,
se invece in un (remoto) caso di incidente li si inquina allora no, non è
più accettabile.

Ma ti rendi conto dove la tua mente bacata ti ha portato?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
E ti è stato dimostrato AMPIAMENTE che il danno ecologico e ambientale
delle
Post by Daniele Orlandi
ALTRE fonti energetiche è MOLTO peggio, quindi perché favorirle?
non mi risulta nessuna dimostrazione in tal senso
Perché non la vuoi vedere. Sei annebbiato dalla necessità di asservire la
tua fissazione. Quasi ogni parametro con il quale puoi valutare la scelta
fossile/nucleare ti dà torto eppure ti tappi le orecchie, fai gne gne e
fingi di non vederlo.

Ma perché me li becco io tutti questi kook? Okay okay lo so... li vado a
cercare perché ne sento l'odore :)
Post by fuzzy
, ma a parte questo non mi interessano i danni da altre fonti. Non è che
saperlo rende il nucleare meno pericoloso.
Sì, ma pirlotto, l'energia tu la vuoi lo stesso e devi fare una scelta tra A
e B e quindi se il nucleare è meno pericoloso del resto quale scelta fai?
Quella più pericolosa?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
Il nucleare fa meno danni al territorio
opinione tua, e in ogni caso come tu stesso dici, fa danni
Visco che non c'è una fonte che non fa danni, dobbiamo scegliere quella che
ne fa di meno.

O no?
Post by fuzzy
Post by Daniele Orlandi
, ANCHE in caso di incidente, fa meno
danni alle persone ANCHE in caso di incidente.
opinione tua personale, che ripeto non rende il nucleare sicuro.
Lo rende sicuro quanto è sicuro andare in aereo.

Anche gli aerei cadono. Eppure vengono considerati sicuri. Indovina perché?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
fuzzy
2011-09-02 17:47:16 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
incontro al ministero della Scienza, nei sei centri (Okumamachi,
Futabamachi, Namiemachi, Tomiokamachi, Iitatemura e Minami-Soma) sono
stati rilevati piu' di 1,48 milioni becquerel per metro quadrato di cesio
137.
Se cerco "Chernobyl Becquerel" in Google il primo risultato dice che a
Chernobyl si sono rilevate concentrazioni superiori a 4 MBq/m^2 quindi
già
Post by Daniele Orlandi
quello che dici è una panzana.
Che poi evidentemente non capisci quello che leggi

1) la fonte non è greenpeace, ma ANSA (tramite il corriere.it)
2) non c'e' scritto che era piu alta di Cernobyl, ma " 137 volte superiori
agli ***standard*** seguiti per le evacuazioni forzate dopo la crisi di
Cernobyl del 1986"

dunque mi sembra che tu non abbia proprio capito il passo. Forse manco lo
hai letto.

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-02 17:48:33 UTC
Permalink
Post by fuzzy
2) non c'e' scritto che era piu alta di Cernobyl, ma " 137 volte superiori
agli ***standard*** seguiti per le evacuazioni forzate dopo la crisi di
Cernobyl del 1986"
Rimbambito, leggi il titolo del thread che TU hai dato.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
not1xor1
2011-09-03 05:18:28 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
2) non c'e' scritto che era piu alta di Cernobyl, ma " 137 volte superiori
agli ***standard*** seguiti per le evacuazioni forzate dopo la crisi di
Cernobyl del 1986"
LOL questa volta fessy ha superato sé stesso
Post by Daniele Orlandi
Rimbambito, leggi il titolo del thread che TU hai dato.
per scrivere copia e incolla, ma sei sicuro che sappia leggere? ;-)
--
bye
!(!1|1)
Archaeopteryx
2011-09-03 06:11:42 UTC
Permalink
Post by not1xor1
LOL questa volta fessy ha superato sé stesso
Beh, insomma... sul NG di biologia ha fatto in paragone di
molto "meglio" :D Quel che fa qui in fondo non è che un
compulsivo sparare a zero mentre lì era un po' più creativo :)
--
Le persone nel mondo si dividono in tre
categorie: quelle che sanno contare e
quelle che non sanno contare.
fuzzy
2011-09-03 12:38:45 UTC
Permalink
Post by Archaeopteryx
Post by not1xor1
LOL questa volta fessy ha superato sé stesso
Beh, insomma... sul NG di biologia ha fatto in paragone di
molto "meglio" :D Quel che fa qui in fondo non è che un
compulsivo sparare a zero mentre lì era un po' più creativo :)
I vigliacchi come te, che si credono dei sapienti intelligentoni, invece
non
fate altre che frequentare luoghi comuni, come le pecore, se ne escono
solo
quando c'e' da fare qualche battuta idiota..

Quando pero' si tratta di cose serie te ne stai rintanato come uno stronzo
nel
buco del culo? eh?

bravo.
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Archaeopteryx
2011-09-03 14:49:21 UTC
Permalink
Post by fuzzy
I vigliacchi come te, che si credono dei sapienti
intelligentoni, invece non fate altre che frequentare
luoghi comuni, come le pecore, se ne escono solo quando
c'e' da fare qualche battuta idiota..
Non mi pare di essere un vigliacco. Chiunque può
consultare i newsgroups e verificare da sé se sto dicendo
sciocchezze. Non si contano le figuracce che hai fatto su
quel newsgroup andando a discutere cose totalmente
estranee al tuo campo di studi. Questo non è un male, un
male è voler avere ragione per forza.

Come ti dissi a suo tempo tu incarni a mio parere alcuni
degli aspetti negativi del tipo di persona che poi va a
laurearsi in filosofia: si è convinti di possedere la
chiave di ogni meccanismo di pensiero e una sorta di
accesso privilegiato alla realtà, tanto da poter dire la
propria su tutto con la convinzione di essere la più alta
autorità. E' un parere personale, ma google conserva tutto
e ciascuno si può formare le proprie idee. Il resto lo ha
scritto più volte Feynman in varie occasioni, e sembra di
leggere la descrizione di un tuo ritratto.
Post by fuzzy
Quando pero' si tratta di cose serie te ne stai
rintanato come uno stronzo nel buco del culo? eh?
Per me potrebbero non essere cose serie. Ormai stai usando
il NG per cercare di imporre a tutti la tua visione
antinuclearista; non si tratta mai di materiale col quale
potrebbe svilupparsi un dibattito serio, e se anche lo
fosse non sarebbe possibile con la cadenza dei tuoi post.

E' una tua crociata personale e se alla fine uno si stufa
e fa una battuta, è troppo facile rispondere nel modo così
fine ed elegante che ti è proprio e di cui sopra hai dato
ulteriore prova. Come dico spesso, le reazioni non nascono
senza cause o dal nulla. E' che se decidi di usare uno
strumento di comunicazione per cercare di imporre le tue
idee (BTW che a me paiono pure sbagliate, ma è un fatto
mio) non puoi anche pretendere che si stia tutti zittini a
sentirti.

ciao

Apx.
--
Le persone nel mondo si dividono in tre
categorie: quelle che sanno contare e
quelle che non sanno contare.
fuzzy
2011-09-03 19:07:56 UTC
Permalink
Post by Archaeopteryx
sciocchezze. Non si contano le figuracce che hai fatto su
opinione tua. La mia è che invece a qualcuno davo fastidio perchè ho messo
in luce delle lacune di chi si dice esperto.
poi ovviamente il tuo è un richiamo generale quindi bisogna vedere le
singole questioni.

Questo non è un male, un
Post by Archaeopteryx
male è voler avere ragione per forza.
voler avere ragione... io sostengo le mie ragioni cosi come tu le tue. E'
un
delitto?
Post by Archaeopteryx
Come ti dissi a suo tempo tu incarni a mio parere alcuni
degli aspetti negativi del tipo di persona che poi va a
laurearsi in filosofia: si è convinti di possedere la
chiave di ogni meccanismo di pensiero e una sorta di
accesso privilegiato alla realtà, tanto da poter dire la
propria su tutto con la convinzione di essere la più alta
autorità.
ma non dire scemenze. Ho mai scritto nel NG di economia? no perchè non ci
capisco una mazza. Ho mai scritto su NG di astronomia? no perchè non ci
capisco un H...

Io parlo di cio che conosco. E il fatto che non ho fatto studi
naturalistici
non significa che non abbia studiato delle questioni legate alla biologia.
Dunque ne parlo, se so che posso parlarne. I post stanno li, chi vuole se
li
va a leggere, e si fa la sua opinione.
Post by Archaeopteryx
E' un parere personale, ma google conserva tutto
e ciascuno si può formare le proprie idee. Il resto lo ha
scritto più volte Feynman in varie occasioni, e sembra di
leggere la descrizione di un tuo ritratto.
anche del tuo. E di molti chiacchieroni, che magari siccome hanno studiato
un po' di matematica pensano che questo sia sufficiente per pontificare di
tutto. Come vedi sono argomenti talmente generici che si ribaltano
facilmente.
Post by Archaeopteryx
Ormai stai usando
il NG per cercare di imporre a tutti la tua visione
antinuclearista;
ROTFL. Postare articoli di giornali comuni con notizie sul nucleare
significa IMPORRE le proprie idee? Ma che razza di ragionamento è?
Tra l'altro il refenrendum lo abbiamo vinto per cui non ho proprio niente
da
imporre. Divulgo notizie di quottidiani.
Post by Archaeopteryx
non si tratta mai di materiale col quale
potrebbe svilupparsi un dibattito serio, e se anche lo
fosse non sarebbe possibile con la cadenza dei tuoi post.
non dibattere.
Post by Archaeopteryx
E' una tua crociata personale e se alla fine uno si stufa
..smette di leggermi.

Scusa ma fai una cosa molto semplice e veloce, se proprio non riesci a
staccarmi gli occhi di dosso, mettimi nel kill file, plonkami, cosi ti
eviti
di farti rodere il culo.
Post by Archaeopteryx
mio) non puoi anche pretendere che si stia tutti zittini a
sentirti.
Senti, l'NG è un posto libero, sei liberissimo di non leggermi, oppure
anche
di rispondermi, e fare tutte le battute che vuoi, chi te lo impedisce? poi
te ne assumi le responsabilità, senza pero' fare la vittima. Senno aria e
lasciami in pace. Chi ti ha mai pensato e nominato qui?
Post by Archaeopteryx
ciao
Apx.
ciao
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:52:55 UTC
Permalink
Post by fuzzy
ma non dire scemenze. Ho mai scritto nel NG di economia? no perchè non ci
capisco una mazza. Ho mai scritto su NG di astronomia? no perchè non ci
capisco un H...
E cosa ti ha spinto a interrompere il trend positivo?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
fuzzy
2011-09-03 09:12:47 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by fuzzy
2) non c'e' scritto che era piu alta di Cernobyl, ma " 137 volte superiori
agli ***standard*** seguiti per le evacuazioni forzate dopo la crisi di
Cernobyl del 1986"
Rimbambito, leggi il titolo del thread che TU hai dato.
Rincoglionito, tu hai citato questo passo non il titolo che ho scritto io
:-
)
il titolo che ho dato io non conta, conta la notizia in se stessa.

quando un intellettuale come te prende una topica come questa, l'unica
cosa
è buttarla sugli equivoci.

fuzzy
--
-------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-09-03 23:03:46 UTC
Permalink
Post by fuzzy
il titolo che ho dato io non conta, conta la notizia in se stessa.
....
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Loading...