Discussione:
FOTOVOLTAICO: inarrestabile!
(troppo vecchio per rispondere)
fuzzy
2011-10-13 10:58:19 UTC
Permalink
http://www.sienafree.it/ambiente-ed-energia/291-ambiente-ed-energia/27042-in-italia-il-fotovoltaico-cresce-ancora-a-ritmi-elevati

"...E’ questa la fotografia scattata dall’Area Research di Banca Monte
dei Paschi di Siena, che in una rapporto dedicato osserva come la
crescita di tale comparto in Italia stia proseguendo a ritmi molto
elevati anche nel 2011, nonostante la crisi economica in corso; nei
primi 9 mesi dell’anno, risultano entrati in esercizio quasi 117.000
impianti per una potenza allacciata di oltre 7 GW (più del doppio
dell’intero 2010). Secondo il GSE (Gestore dei Servizi Energetici), la
potenza fotovoltaica installata alla fine del 2011 potrebbe
raggiungere i 12 GW e il numero di impianti salire a 350.000 unità:
l’Italia si porterebbe al primo posto nella graduatoria mondiale della
potenza entrata in esercizio nel 2011, superando di tre volte il
corrispondente dato della Germania, Paese leader del mercato del
fotovoltaico...."

fuzzy
Fatal_Error
2011-10-13 11:55:30 UTC
Permalink
Post by fuzzy
http://www.sienafree.it/ambiente-ed-energia/291-ambiente-ed-energia/27042-in-italia-il-fotovoltaico-cresce-ancora-a-ritmi-elevati
"...E’ questa la fotografia scattata dall’Area Research di Banca Monte
dei Paschi di Siena, che in una rapporto dedicato osserva come la
crescita di tale comparto in Italia stia proseguendo a ritmi molto
elevati anche nel 2011, nonostante la crisi economica in corso; nei
primi 9 mesi dell’anno, risultano entrati in esercizio quasi 117.000
impianti per una potenza allacciata di oltre 7 GW (più del doppio
dell’intero 2010). Secondo il GSE (Gestore dei Servizi Energetici), la
potenza fotovoltaica installata alla fine del 2011 potrebbe
l’Italia si porterebbe al primo posto nella graduatoria mondiale della
potenza entrata in esercizio nel 2011, superando di tre volte il
corrispondente dato della Germania, Paese leader del mercato del
fotovoltaico...."
Questo dato mostra proprio l'arretratezza culturale degli Italiani e
l'incapacita' programmatica dei nostri politici! Non siamo ovviamente i piu'
furbi del mondo, d'altronde non lo siamo mai stati, siamo nettamente I PIU'
STUPIDI! Siamo quelli che, con le bollette gia' fra le piu' care del mondo,
dissipano le loro scarse risorse economiche in gigantesche PANZANE,
finanziando con le loro bollette ad oltre 43 centesimi al kWh per i prossimi
20 anni una fonte energetica di nicchia, totalmente fuori mercato,
intermittente (che ha bisogno di backup a fossili con centrali a BASSO
rendimento per oltre i 5/6 della produzione), che rende sterili ed
inabitabili enormi appezzamenti agricoli, altamente inquinante (produzione e
smaltimento pannelli), con costi di "decomissioning" folli e con i benefici
e i proventi che vanno ad arricchire esclusivamente i soliti "furbetti" e i
ricchi con le ville! Un enorme trasferimento di ricchezza dalle classi meno
abbienti che vivono negli appartamenti periferici, operai, impiegati e
pensionati, precari e disoccupati, agli imprenditori con le "fabbrichette"
ed ai privilegiati con le ville in collina, che non solo hanno l'energia
elettrica gratis pagata dai poveracci, ma pure ci lucrano sopra! Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
Vend
2011-10-13 13:41:58 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa, ma com'è che quando il
governo sbaglia è colpa dell'opposizione?
Ma tu sei vero o sei uscito da 1984?
Aleph
2011-10-13 14:36:25 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
...
Post by Vend
Ma tu sei vero o sei uscito da 1984?
La seconda che hai detto.

Tuttavia quando parla di "elargizioni a piene mani alle classi
privilegiate del denaro dei poveracci" intende riferirsi alla macelleria
sociale operata dal nano con le ultime manovre finanziare, con i relativi
tagli alle pensioni, aumenti di tasse per i meno abbienti e drastica
riduzione dei servizi sociali (a cominciare dalla scuola), specialmente
per quanto attiene alle responsabilità degli enti locali.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
fuzzy
2011-10-13 16:43:54 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.

gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.

E cosi sta avvenendo.

Di truffa non si tratta, dal momento che tale sistema è voluto dalla
maggioranza assoluta della popolazione, e non solo da quelli che oggi
comprano impianti fotovoltaici.

fuzzy
Vend
2011-10-13 17:10:53 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.
E cosi sta avvenendo.
Di truffa non si tratta, dal momento che tale sistema è voluto dalla
maggioranza assoluta della popolazione, e non solo da quelli che oggi
comprano impianti fotovoltaici.
Ma se il fotovoltaico non sarà mai economicamente sostenibile senza
gli incentivi, e se non potrà mai crescere abbastanza da coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese (parlo di
potenza prodotta in modo affidabile, non di "potenza installata" o
roba del genere), allora è una truffa.

Il fatto che sia voluto dalla maggioranza assoluta della popolazione
(sarà poi vero?) significa solo che la maggioranza assoluta della
popolazione è stata truffata.
Fatal_Error
2011-10-13 18:04:39 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.
E cosi sta avvenendo.
Di truffa non si tratta, dal momento che tale sistema è voluto dalla
maggioranza assoluta della popolazione, e non solo da quelli che oggi
comprano impianti fotovoltaici.
Ma se il fotovoltaico non sarà mai economicamente sostenibile senza
gli incentivi, e se non potrà mai crescere abbastanza da coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese (parlo di
potenza prodotta in modo affidabile, non di "potenza installata" o
roba del genere), allora è una truffa.
Toh, una volta nella vita ci siamo trovati d'accordo! :-))
La situazione e' ancora peggiore, visto che gli impianti che installano oggi
ipotecano il nostro futuro per venti anni, ovvero ci sembrano "quasi gratis"
perche' sono a puffo sulle nostre future bollette, un debito pubblico
energetico che pagheremo mese dopo mese per venti anni, poi ci troveremo con
migliaia di tonnellate di pannelli al Cadmio da SMONTARE e SMALTIRE con
altissimo costi (oltre 500 Euro/tonnellata ad oggi...), prevedo un
intasamento delle discariche abusive... La sostenibilita' del fotovoltaico
non solo non esiste (anche se i pannelli li regalassero, i soli costi di
installazione dei pannelli, la "grid" necessaria e gli impianti di backup a
fossili funzionanti a BASSO rendimento per almeno i 5/6 del tempo, rendono
questa tecnologia una costosissima, una PURISSIMA PANZANA! Quando una
PANZANA viene fatta passare per la soluzione di tutti i problemi e i soldi
per finanziarla ci vengono presi A FORZA dalle nostre normali bollette per i
prossimi venti anni, allora si parla di TRUFFA, una gigantesca truffa che ad
oggi gia' supera i 150 MILIARDI di EURO e che dovremo pagare! Se poi i
truffati sono i poveracci e chi ne beneficia sono i benestanti ed i
furbetti, allora si tratta di una SPORCA TRUFFA!
Post by Vend
Il fatto che sia voluto dalla maggioranza assoluta della popolazione
(sarà poi vero?) significa solo che la maggioranza assoluta della
popolazione è stata truffata.
Ovvio, se ragionassimo come Fuzzy avremmo le statue di Hitler, Mussolini,
Stalin e Lenin in ogni piazza, con loro infatti era d'accordo ai tempi la
stragrande maggioranza della popolazione! Purtroppo con Stalin e Lenin c'e'
ancora molta gente IN ITALIA che e' d'accordo oggi... Sigh... :-((
fuzzy
2011-10-13 19:05:55 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.
E cosi sta avvenendo.
Di truffa non si tratta, dal momento che tale sistema è voluto dalla
maggioranza assoluta della popolazione, e non solo da quelli che oggi
comprano impianti fotovoltaici.
Ma se il fotovoltaico non *sarà* mai economicamente sostenibile senza
gli incentivi
puo' darsi, a me non pare, ma cmq vedremo, no?
, e se non potrà mai crescere abbastanza da coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese (parlo di
potenza prodotta in modo affidabile, non di "potenza installata" o
roba del genere), allora è una truffa.
e perchè? dunque qualsiasi fonte che no sia in grado di "coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese" è una
truffa? per quale motivo? cosa significa "significativa", a quanto
deve corrispondere?
Il fatto che sia voluto dalla maggioranza assoluta della popolazione
(sarà poi vero?)
sicuramente
1) non vogliono il nucleare
2) il forte incremento del fotovoltaico testimonia una forte volontà
in tal senso.
significa solo che la maggioranza assoluta della
popolazione è stata truffata.
potrebbe essere, ma non capisco come fai a saperlo?

fuzzy
Vend
2011-10-13 21:47:18 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.
E cosi sta avvenendo.
Di truffa non si tratta, dal momento che tale sistema è voluto dalla
maggioranza assoluta della popolazione, e non solo da quelli che oggi
comprano impianti fotovoltaici.
Ma se il fotovoltaico non *sarà* mai economicamente sostenibile senza
gli incentivi
puo' darsi, a me non pare, ma cmq vedremo, no?
, e se non potrà mai crescere abbastanza da coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese (parlo di
potenza prodotta in modo affidabile, non di "potenza installata" o
roba del genere), allora è una truffa.
e perchè? dunque qualsiasi fonte che no sia in grado di "coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese" è una
truffa?
Se prende incentivi di stato con la giustificazione che servono per
creare un'economia di scala e stimolarne lo sviluppo, e poi non si
sviluppa mai (in termini di potenza reale) allora è una truffa.
Post by fuzzy
per quale motivo?
Perchè il contribuente che era d'accordo a fornire quei sussidi lo ha
fatto sotto l'inganno di una falsa promessa, dunque è stato truffato.
Post by fuzzy
cosa significa "significativa", a quanto
deve corrispondere?
Direi come minimo un 20%.
Post by fuzzy
Il fatto che sia voluto dalla maggioranza assoluta della popolazione
(sarà poi vero?)
sicuramente
1) non vogliono il nucleare
E allora? Mica esistono solo nucleare e fotovoltaico.
Post by fuzzy
2) il forte incremento del fotovoltaico testimonia una forte volontà
in tal senso.
Non mi risulta che la "maggioranza assoluta della popolazione" abbia
impianti fotovoltaici.
Post by fuzzy
significa solo che la maggioranza assoluta della
popolazione è stata truffata.
potrebbe essere, ma non capisco come fai a saperlo?
Semplice: se il fotovoltaico non funziona, e non ha possibilità
realistiche di funzionare nel futuro prossimo, allora finanziarlo con
soldi pubblici è una truffa ai contribuenti.
fuzzy
2011-10-14 09:55:37 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by fuzzy
Post by fuzzy
Post by Vend
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
e perchè? dunque qualsiasi fonte che no sia in grado di "coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese" è una
truffa?
Se prende incentivi di stato con la giustificazione che servono per
creare un'economia di scala e stimolarne lo sviluppo, e poi non si
sviluppa mai (in termini di potenza reale) allora è una truffa.
e come fai a dirlo in anticipo? è appena agli inizi...
Post by Vend
Post by fuzzy
per quale motivo?
Perchè il contribuente che era d'accordo a fornire quei sussidi lo ha
fatto sotto l'inganno di una falsa promessa, dunque è stato truffato.
ma non hai alcuna prova che sia una promessa falsa. La tua è una
congettura.
Post by Vend
Post by fuzzy
cosa significa "significativa", a quanto deve corrispondere?
Direi come minimo un 20%.
in base a cosa?

E in base a cosa pensi che una simile percentuale non sia
raggiungibile?
Post by Vend
Non mi risulta che la "maggioranza assoluta della popolazione" abbia
impianti fotovoltaici.
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Post by Vend
Semplice: se il fotovoltaico non funziona
pare che funzioni molto bene.
Post by Vend
, e non ha possibilità realistiche di funzionare
nel futuro prossimo,
non capisco perchè. L'efficienza dei pannelli cresce in continuazione,
il loro funzionamento è ormai consolidato. Si devono solo abbassare i
costi. Cosa anche questa che sta avvenendo in modo costante e
continuo.
Post by Vend
allora finanziarlo con
soldi pubblici è una truffa ai contribuenti.
visto che di fatto funzione e bene, mi sembra una truffa molto
improbabile. E poi al massimo si puo' parlare di "scommessa", non di
truffa, perchè nessuno ha la palla di vetro.

fuzzy
Raffaele Castagno
2011-10-14 11:43:25 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
Post by fuzzy
Post by Vend
allora finanziarlo con
soldi pubblici è una truffa ai contribuenti.
visto che di fatto funzione e bene, mi sembra una truffa molto
improbabile. E poi al massimo si puo' parlare di "scommessa", non di
truffa, perchè nessuno ha la palla di vetro.
Se lo scopo fosse piantare pannelli, funzionerebbe di sicuro.
Ma dato che lo scopo ultimo è _produrre energia_, che funzioni bene è quantomeno discutibile, visto l'apporto irrisorio nonostante anni di incentivi.

Raffaele
fuzzy
2011-10-14 15:38:43 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
si piu o meno come il nuclearista si scrive "coglione"
Post by Raffaele Castagno
Se lo scopo fosse piantare pannelli, funzionerebbe di sicuro.
Ma dato che lo scopo ultimo è _produrre energia_, che funzioni bene è quantomeno discutibile, visto l'apporto irrisorio nonostante anni di incentivi.
e qui è un problema di interpretazione dei dati. Quindi soggettivo.
gli anni io li reputo pochi, e gli incentivi scarsi, i risultati
incoraggianti.

vediamo
il conto en. risponde a una dir. ce
il conto energia è attivo da soli 5 anni
gran parte degli incentivi sono stati dirottati sugli inceneritori
infatti gli incentivi hanno un tetto massimo, all'inizio ridicolo e
sopravanzato con le richieste di 3-4 volte ne soli primi 3 mesi
(2005)
per non parlare dell'ostruzionismo di ENEL

in altre parole il fotovoltaico non solo non è stato incentivato, ma
anzi ostacolato, e nonostante ciò ladomanda è fortissima.

il FV è quindi un successone per ora.
Post by Raffaele Castagno
Raffaele
fuzzy
Fatal_Error
2011-10-14 17:59:53 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
si piu o meno come il nuclearista giustamente mi scrive: sei un "coglione"
Post by Raffaele Castagno
Se lo scopo fosse piantare pannelli, funzionerebbe di sicuro.
Ma dato che lo scopo ultimo è _produrre energia_, che funzioni bene è
quantomeno discutibile, visto l'apporto irrisorio nonostante anni di
incentivi.
e qui è un problema di interpretazione dei dati. Quindi soggettivo.
Si, pagare l'energia 43 centesimi al kWh per tutta la vita degli impianti,
spendere 150 miliardi di Euro in Cina OGGI per regalarla a quelli con le
fabbrichette o le vile, per un *coglione* e' un problema di interpretazione
dei dati! Notoriamente un coglione non e' in grado di distinguere il sale
benedetto dagli antibiotici, dato il suo scarso comprendonio, ovvio che
abbia tali problemi nell'interpretare i dati!
gli anni io li reputo pochi, e gli incentivi scarsi, i risultati
incoraggianti.
150 miliardi di Euro per produrre in modo intermittente l'energia che
produce una centrale nucleare da, esageriamo di brutto, 7 miliardi di euro
e' un "incentivo scarso" per un risultato assai "incoraggiante"... Per i
cinesi che ci vendono i pannelli! Vero, una questione di "interpretazione
dei dati"....
in altre parole il fotovoltaico non solo non è stato incentivato, ma
anzi ostacolato, e nonostante ciò ladomanda è fortissima.
Ecco, qui dai la dimostrazione definitiva che non si puo' far ragionare un
coglione: coglione era, coglione e', coglione resta.... E non puo' dire che
coglionate come questa.
Raffaele Castagno
2011-10-14 22:53:31 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
si piu o meno come il nuclearista si scrive "coglione"
Ad insultare sei bravo, ad argomentare un pò meno.
Comunque vedo che ti hanno già randellato ben bene.
Post by fuzzy
e qui è un problema di interpretazione dei dati. Quindi soggettivo.
gli anni io li reputo pochi, e gli incentivi scarsi, i risultati
incoraggianti.
Il fotovoltaico esiste, ed è stato finanziato, in una maniera o nell'altra, da ben prima dell'inizio del conto energia. E nonostante questo, i risultati rivoluzionari continuano a non vedersi.
Ribadisco: l'importante per una fonte di energia non è la potenza installata, bensì quella erogata. Di potenza nominale installata se ne vede un sacco. Di produzione, ciccia, siamo ancora a livelli irrisori.
Post by fuzzy
vediamo
il conto en. risponde a una dir. ce
il conto energia è attivo da soli 5 anni
gran parte degli incentivi sono stati dirottati sugli inceneritori
infatti gli incentivi hanno un tetto massimo, all'inizio ridicolo e
sopravanzato con le richieste di 3-4 volte ne soli primi 3 mesi
(2005)
per non parlare dell'ostruzionismo di ENEL
E sarà meglio che abbiano un tetto massimo. Lo scopo degli incentivi non è far installare nel giro di 5 anni tutti i pannelli cinesi che si riesce a racimolare in giro, bensì alimentare in maniera continuativa il mercato interno, in modo da permettere all'industria di crescere, ed alla tecnologia di evolvere.
Ma se i contributi previsti fino al 2013 gli speculatori se li sono inculati nel giro di pochi anni, significa che li meccanismo non funziona, quindi in culo agli incentivi ed agli speculatori, e si taglia questa emorragia che ha dissanguato fin troppo le casse dello stato.
Post by fuzzy
in altre parole il fotovoltaico non solo non è stato incentivato, ma
anzi ostacolato, e nonostante ciò ladomanda è fortissima.
No, è stato regolamentato. E' un pò come dare da mangiare al gatto: non gli dai tutto il sacco grande delle crocchette, perchè quello se le divora tutte in due giorni e poi tira le cuoia, oppure le sparge per tutta la casa.

Il modo giusto per fare uso degli incentivi è quello di erogarli in maniera dilazionata nel tempo, in modo da permettere al settore di sostenersi ed andare avanti.

Tra parentesi, il fatto che siano necessari tutti questi incentivi, conti energia, e cazzate amene di questo genere, significa una ed una cosa soltanto: il fotovoltaico NON E' IN GRADO DI AUTO-SOSTENERSI.
NON E' SOSTENIBILE CON LA TECNOLOGIA ATTUALE.
Se lo fosse, starebbero tutti piantando pannelli fotovoltaici SENZA bisogno di incentivi.
Post by fuzzy
il FV è quindi un successone per ora.
Si, per chi se lo fa a spese del contribuente lo è di sicuro.
Per il sistema paese, è un palo in culo, e non piccolo.
Poi magari a te piace, eh...

Raffaele
Fatal_Error
2011-10-15 07:38:54 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
si piu o meno come il nuclearista si scrive "coglione"
Ad insultare sei bravo, ad argomentare un pò meno.
Comunque vedo che ti hanno già randellato ben bene.
Mai a sufficienza considerando il danno che stanno facendo e faranno!
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
il FV è quindi un successone per ora.
Si, per chi se lo fa a spese del contribuente lo è di sicuro.
Per il sistema paese, è un palo in culo, e non piccolo.
E non solo economico, stiamo assistendo ad una immensa e silenziosa
devastazione ambientale, al depauperamento di immense e pregiate aree
agricole che fanno del nostro "food" un'eccellenza mondiale, allo
stravolgimento di paesaggi rurali e montani unici al mondo, meta di milioni
di turisti ogni anno, con giganteschi parchi eolici, strade, piazzali
inghiaiati, elettrodotti ed enormi distese tenute sterili con diserbanti
sistemici (che avvelenano terreni e falde) di pannelli di metallo, plastica,
vetro, silicio e... CADMIO! Il tutto senza aver ridotto di un solo kW la
potenza installata a combustibili fossili, anzi, costringendo a sostituire
parte di quella potenza prodotta con centrali ad alto rendimento (ciclo
combinato, ecc. ecc.) con NUOVE centrali altamente modulabili per star
dietro alla produzione rinnovabile intermittente, a bassissimo rendimento.
Ovvero bruciando a parita' di energia prodotta totale gli stessi o ancora
piu' fossili di prima ed inquinando di piu' anche con quelli! Direi una
serie di "pali nel culo".
Ma basta andare su un sito "specializzato" per capire da dove viene questo
grande interesse per il fotovoltaico... Un terreno agricolo che rende 100
Euro/giornata piemontese/anno a Mais o 200 Euro con i kiwi, dopo un anno di
duro lavoro nei campi, rende 1000 - 5000 Euro/anno, senza fare niente, se
affittato all'azienda che lucra sulle nostro bollette installando pannelli
fotovoltaici! Ovvio che i contadini fanno a gara per affittare i terreni
agricoli, naturalmente le aziende "furbette" scelgono i migliori per il
fotovoltaico, che guarda caso sono anche i migliori sotto il piano
paesistico e per l'agricoltura: quelli in piano, esposti a pieno sole, con
poco vento, serviti da strade larghe e comode, vicino ma non troppo ad
insediamenti urbani (allacciamento...), serviti da energia elettrica,
soggetti a vincoli di inedificabilita' (costano meno...), recintati e
protetti (gli animali possono far danni...), ecc. ecc.
http://www.energyetica.it/EnergyEtica-Pannelli-Solari-Fotovoltaici/Notizie-Impianti-Pannelli-Solari-Fotovoltaici/Affittare-il-proprio-terreno-per-metterci-pannelli-solari-fotovoltaici.html
Leggete gli annunci, uno campione:
"Buonasera sono daniela ,sono proprietaria di terreno agricolo di circa 10
ettari nel comune di Galtelli provincia di Nuoro in Sardegna, se qualcuno è
interessato mi contatti al xxxxxxxx sono disposta ad affittare o a vendere
,se qualche imprenditore vuole realizzare un impianto fotovoltaico ecc."

E tutto questo senza che si sia creata in Italia nessuna filiera
fotovoltaica", i pannelli AL CADMIO li compriamo dalla Cina compresi di
staffe e accessori (ovvio, mano d'opera a bassissimo costo e puoi inquinare
quanto vuoi..) e per installare quei pannelli ad un nostro elettricista
basta un corso di qualche giorno, altro che "ingegneria fotovoltaica", roba
da prima anno di Scuola Radio Elettra.
fuzzy
2011-10-15 07:58:30 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
si piu o meno come il nuclearista si scrive "coglione"
Ad insultare sei bravo,
- rispondo al tuo insulto
- chiamo le cose col loro nome
Post by Raffaele Castagno
Si, per chi se lo fa a spese del contribuente lo è di sicuro.
Per il sistema paese, è un palo in culo, e non piccolo.
Poi magari a te piace, eh...
Raffaele
Si a me piace cosi, sei pure un po razzistello, ma era prevedibile.

cmq mi spiace per te ma
- il FV va avanti molto bene
- gli incentivi pure
-il nucleare di fissione qui è morto

e quindi il palo nel culo te lo stai prendendo tu, solo che a te non
piace
problemi tuoi.

io godo e tu no. :-)

fuzzy
Fatal_Error
2011-10-15 08:27:46 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Post by fuzzy
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Si scrive NIMB.
si piu o meno come il nuclearista si scrive "coglione"
Ad insultare sei bravo,
- rispondo al tuo insulto
- chiamo le cose col loro nome
Cavolo, se l'idiozia fosse una fonte energetica, i GWh si chiamerebbero
"Fuzzy".
Poverino, ma anche tu a dargli del NIMBY...
http://it.wikipedia.org/wiki/NIMBY
ROTFL
Post by fuzzy
Post by Raffaele Castagno
Si, per chi se lo fa a spese del contribuente lo è di sicuro.
Per il sistema paese, è un palo in culo, e non piccolo.
Poi magari a te piace, eh...
Si a me piace cosi, sei pure un po razzistello, ma era prevedibile.
Raffaele, chiedi scusa alla categoria dei "feticisti dell'impalamento" in
cui alberga Fuzzy, usanza che vanta radici storiche antichissime, che gia'
ad esempio praticavano gli Assiri con i Giudei:
Loading Image...
http://it.wikipedia.org/wiki/Impalamento
Sigh...
Aleph
2011-10-17 08:56:04 UTC
Permalink
...
Post by Raffaele Castagno
Ribadisco: l'importante per una fonte di energia non è la potenza
installata, bensì quella erogata. Di potenza nominale installata se ne vede un
sacco. Di produzione, ciccia, siamo ancora a livelli irrisori.

In Italia: circa 9000 GWh a fine 2011 e circa 15.000 GWh a fine 2012
(previsioni al minimo della forchetta): si tratta di un risultato
raguardevole in termini di enrgia prodotta: per begarlo bisogna avere
delle spesse fette di prosciutto sugli occhi.

...
Post by Raffaele Castagno
Ma se i contributi previsti fino al 2013 gli speculatori se li sono inculati
nel giro di pochi anni, significa che li meccanismo non funziona, quindi in
culo agli incentivi ed agli speculatori, e si taglia questa emorragia che ha
dissanguato fin troppo le casse dello stato.

La tua disinformazione è disarmante: gli incentivi li pagano gli utenti
elettrici con le bollette (non che sia arcifelice di ciò, ma è la realtà
dei fatti).

Lo stato italiano dal fotovoltaico ci guadagna soltanto e parecchio, in
termini di:

§ iva sui prodotti installati;

§ imposte dirette sui fatturati delle ditte e sui redditi degli addetti
del settore, i quali pagano anche contributi previdenziali all'INPS;

§ tassazione sui redditi derivanti dalla riscossione degli incentivi sui
KWh prodotti ;

§ etc.
Post by Raffaele Castagno
Tra parentesi, il fatto che siano necessari tutti questi incentivi, conti
energia, e cazzate amene di questo genere, significa una ed una cosa soltanto:
il fotovoltaico NON E' IN GRADO DI AUTO-SOSTENERSI.
Post by Raffaele Castagno
NON E' SOSTENIBILE CON LA TECNOLOGIA ATTUALE.
Se lo fosse, starebbero tutti piantando pannelli fotovoltaici SENZA bisogno di incentivi.
Beh, questo è pacifico: la parity-grid non è stata ancora raggiunta, ma lo
sarà in capo a pochi anni visto che il trend del costo dei pannelli
continua a essere in discesa.

In quanto agli incentivi, si tratta di uno strumento economico
utilizzatissimo, ovunque nel mondo, per far decollare tecnologie nuovi o
sostenere comparti industriali giudicati strategici (vogliamo parlare
della storia degli incentivi all'auto in Italia? O del sostegno
all'agricoltura nella UE o negli Usa?)

Infine un po' d'informazione (in mezzo a un oceano di cazzate).

L'authority per l'energia stima che l'esborso per il fotovoltaico nel 2011
potrebbe ammontare (vedremo poi i dati a consuntivo) a circa tre miliardi
di euro.
Nei prossimi anni questa cifra è destinata a salire, ma è abbastanza
chiaro che gli incentivi attuali, che a mio parere sono ancora eccessivi,
andranno rivisti progressivamente verso il basso e questo è compito dei
governi.

Per fissare le idee tuttavia ammettiamo che si arrivi a incentivi di circa
6,6 miliardi di euro annui. Bene, questi corrispondomo a un extra costo di
2 eurocent per KWh consumato che, nel caso di un consumo medio come ad
esempio il mio circa 2000 KWh annui (sto facendo in prima approssimazione
l'ipotesi che gli incentivi vengano spalmati salomonicamente in modo
proporzionale ai rispettivi consumi), corrisponde a circa 40 euro annui
ovvero poco più di tre euro/mese.

E' chiaro che preferirei non pagare questo sovrappiù e tenermi i soldi in
saccoccia, ma accetto il sacrificio se questa tassa serve per:

1) sostenere e lanciare con decisione una tecnologia rinnovabile e non
inquinante destinata a soppiantare, in futuro, l'economia del petrolio e
degli idrocarburi;

2) non avere centrali nucleari "di tra" (licenza poetica) le palle.

3) contribuire ad abbassare le emissioni di CO2.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
AleTV
2011-10-17 18:05:38 UTC
Permalink
Post by Aleph
Per fissare le idee tuttavia ammettiamo che si arrivi a incentivi di circa
6,6 miliardi di euro annui. Bene, questi corrispondomo a un extra costo di
2 eurocent per KWh consumato che, nel caso di un consumo medio come ad
esempio il mio circa 2000 KWh annui (sto facendo in prima approssimazione
l'ipotesi che gli incentivi vengano spalmati salomonicamente in modo
proporzionale ai rispettivi consumi), corrisponde a circa 40 euro annui
ovvero poco più di tre euro/mese.
Dottore, non c'è solo il pv che viene incentivato.
Correntemente l'A3 pesa per il 10% sulle bollette, e stai certo che si
Post by Aleph
1) sostenere e lanciare con decisione una tecnologia rinnovabile e non
inquinante destinata a soppiantare, in futuro, l'economia del petrolio e
degli idrocarburi;
Se lo dici tu...
Post by Aleph
2) non avere centrali nucleari "di tra" (licenza poetica) le palle.
Con meno soldi si sarebbero avuti maggiori vantaggi (economici e in termini
di distacco dai fossili), ma si sa, siamo in italia e quindi non ne saremmo
stati capaci...
Post by Aleph
3) contribuire ad abbassare le emissioni di CO2.
Tira fuori due numeri dai. Mo spieghi come fanno delle fonti che hanno un
fattore di capacità tanto scarso e che sono appunto backuppate via gas a
contribuire alla riduzione della CO2 & C. A meno che per abbassare non si
intenda qualcosa sotto il 10% e allora siamo d'accordo. Ma cavolo, sai che
drastico taglio, accipicchia...
Aleph
2011-10-17 08:27:27 UTC
Permalink
Raffaele Castagno ha scritto:

...
Post by Raffaele Castagno
Ma dato che lo scopo ultimo è _produrre energia_, che funzioni bene è
quantomeno discutibile, visto l'apporto irrisorio nonostante anni di incentivi.

In circa tre anni, principalmente dal 2010 al 2012 compreso), verranno
coperti circa il 3% dei consumi complessivi di energia elettrica con il
solo fotovoltaico.
Non mi sembra poco.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Vend
2011-10-14 19:59:58 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by fuzzy
Post by fuzzy
Post by Vend
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
e perchè? dunque qualsiasi fonte che no sia in grado di "coprire una
parte significativa del fabisogno energetico reale del paese" è una
truffa?
Se prende incentivi di stato con la giustificazione che servono per
creare un'economia di scala e stimolarne lo sviluppo, e poi non si
sviluppa mai (in termini di potenza reale) allora è una truffa.
e come fai a dirlo in anticipo? è appena agli inizi...
LoL

Stando a Wikipedia, la prima cella solare risale al 1883.
Celle solari commerciali esistono da almeno 50 anni.

http://en.wikipedia.org/wiki/Timeline_of_solar_cells
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by fuzzy
per quale motivo?
Perchè il contribuente che era d'accordo a fornire quei sussidi lo ha
fatto sotto l'inganno di una falsa promessa, dunque è stato truffato.
ma non hai alcuna prova che sia una promessa falsa. La tua è una
congettura.
Nessuno ha la sfera di cristallo, ma la mia congettura si basa su
argomentazioni sensate.
Cmq, non sono io che devo giustificare l'inutilità degli incentivi, ma
siete voi che li difendete a doverne giustificare l'utlità. "In futuro
la tecnologia solare migliorerà" non è una giustificazione valida.
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by fuzzy
cosa significa "significativa", a quanto deve corrispondere?
Direi come minimo un 20%.
in base a cosa?
Tu vuoi continuare a pagare per sempre a 4 volte il prezzo di mercato
una fonte di energia che copre il 2% ?
Post by fuzzy
E in base a cosa pensi che una simile percentuale non sia
raggiungibile?
In base al fatto che i pannelli costano troppo, richiedono troppo
spazio, e soprattutto non producono in maniera continuativa.
Post by fuzzy
Post by Vend
Non mi risulta che la "maggioranza assoluta della popolazione" abbia
impianti fotovoltaici.
Volere il fotovoltaico (ma in generale le rinnovabili) non significa
mica volere un impianto fotovoltaico in casa, ma che esso sia
sviluppato e incentivato. Si tratta di una scelta a lungo termine.
Ma il fatto che ci siano tanti furbastri che si fanno l'impianto
solare per intascare i sussidi non vuol dire che la "maggioranza
assoluta" della popolazione sia d'accordo.
Post by fuzzy
Post by Vend
Semplice: se il fotovoltaico non funziona
pare che funzioni molto bene.
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Post by fuzzy
Post by Vend
, e non ha possibilità realistiche di funzionare
nel futuro prossimo,
non capisco perchè. L'efficienza dei pannelli cresce in continuazione,
Hai dati?
Bada che si parla di pannelli commerciali, non di roba che può
esistere solo nei laboratori.
Post by fuzzy
il loro funzionamento è ormai consolidato. Si devono solo abbassare i
costi. Cosa anche questa che sta avvenendo in modo costante e
continuo.
Certo, spostando tutta la produzione mondiale in Cina.
Poi come facciamo ad abbassare ulteriormente i costi? Ci troviamo un
pianeta abitato da alieni poveri da sfruttare?
Post by fuzzy
Post by Vend
allora finanziarlo con
soldi pubblici è una truffa ai contribuenti.
visto che di fatto funzione e bene, mi sembra una truffa molto
improbabile. E poi al massimo si puo' parlare di "scommessa", non di
truffa, perchè nessuno ha la palla di vetro.
Le scommesse si fanno con i soldi privati, non a spese del
contribuente.
fuzzy
2011-10-15 07:50:33 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by fuzzy
e come fai a dirlo in anticipo? è appena agli inizi...
LoL
Stando a Wikipedia, la prima cella solare risale al 1883.
Celle solari commerciali esistono da almeno 50 anni.
ah ah ah!! ma guarda che il solare in italia inizia a fine 2005 col
gli incentivi.
sono appena 5-6 anni che è partito il solare in italia.
Post by Vend
Nessuno ha la sfera di cristallo, ma la mia congettura si basa su
argomentazioni sensate.
anche la mia.
Post by Vend
Cmq, non sono io che devo giustificare l'inutilità degli incentivi, ma
siete voi che li difendete a doverne giustificare l'utlità. "In futuro
la tecnologia solare migliorerà" non è una giustificazione valida.
in futuro remoto ci saranno solo le rinnovabili, o al massimo il
nucleare di fusione.
mi pare piu che sufficiente per giustificare l'utilità e l'avvio
subito.
Post by Vend
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by fuzzy
cosa significa "significativa", a quanto deve corrispondere?
Direi come minimo un 20%.
in base a cosa?
Tu vuoi continuare a pagare per sempre a 4 volte il prezzo di mercato
una fonte di energia che copre il 2% ?
Dici cose sbagliate
IL valore dell'incentivo è programmato e incontinua discesa, e legato
alla discesa dei prezzi dei pannelli. Mentre la percentuale del FV è
in forte crescita.

Quindi "per sempre" è una evidente falsità, forzata.
Post by Vend
Post by fuzzy
E in base a cosa pensi che una simile percentuale non sia
raggiungibile?
In base al fatto che i pannelli costano troppo, richiedono troppo
spazio, e soprattutto non producono in maniera continuativa.
tutti problemi in via i risoluzione.
Il costo scende velocemente.
lo spazio c'e' ne a sufficienza.
per la continuità si integrano con altre fonti.
Post by Vend
Ma il fatto che ci siano tanti furbastri che si fanno l'impianto
solare per intascare i sussidi
Con i sussidi non diventi ricco, al contrario, serve per far investire
chi i soldi li ha già.
Quando faccio istallare i pannelli, non ci guadagno una lira, pago e
comincio a guadagnarci dopo 8-9 anni. Se uno lo fa non lo fa certo per
soldi.
Post by Vend
non vuol dire che la "maggioranza
assoluta" della popolazione sia d'accordo.
neanche contro.
Post by Vend
Post by fuzzy
Post by Vend
Semplice: se il fotovoltaico non funziona
pare che funzioni molto bene.
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
ma per quell' 1% funziona molto bene.
Quindi una volta abbassati i prezzi e ridotti a zero gli incentivi,
funzionerà bene anche per molti altri, e la percentuale salirà. Sta
già avvenendo.
Post by Vend
Post by fuzzy
non capisco perchè. L'efficienza dei pannelli cresce in continuazione,
Hai dati?
Bada che si parla di pannelli commerciali, non di roba che può
esistere solo nei laboratori.
li ho già postati. E' chiaro che tutto cio che viene commercializzato
deve essere prima scoperto e collaudato nei laboratori. Si è arrivati
al 19-20% di efficienza.
Post by Vend
Certo, spostando tutta la produzione mondiale in Cina.
no, perchè la produzione (dal 2005) è sempre stata in CIna. Si tratta
di un abbassamento dei prezzi dovuto a questioni di mercato e
tecnologiche non di manodopera.
Post by Vend
Le scommesse si fanno con i soldi privati, non a spese del
contribuente.
Falso. Si tratta di scelte politiche. Se non ti piace il solare vota
un partito che è contro il solare.

fuzzy
Fatal_Error
2011-10-15 08:07:50 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Quando faccio istallare i pannelli, non ci guadagno una lira, pago e
comincio a guadagnarci dopo 8-9 anni. Se uno lo fa non lo fa certo per
soldi.
Questa e' un'altra vera perla.... Gli imprenditori italiani sono dei
filantropi, si fanno prestare i soldi dalle banche per rimetterci, spinti
dall'ideale fotovoltaico!
Mi scuso ma io sono un'eccezione, i miei 3 kW sul tetto li ho messi per
SPECULARE sulle tue bollette, avere l'energia gratis tutto l'anno, anche di
notte (prodotta con i fossili o il nucleare, naturalmente...) e guadagnarci
pure qualche migliaio di Euro cash! Ma si sa, l'eccezione conferma la
regola! Mi fai sentire l'unico cinico profittatore in un mondo di Robin
Wood...
ROTFL
AleTV
2011-10-15 11:37:11 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Quando faccio istallare i pannelli, non ci guadagno una lira, pago e
comincio a guadagnarci dopo 8-9 anni. Se uno lo fa non lo fa certo per
soldi.
Questa è ancora meglio di quella sul carico di base che diminuisce... :-)
Senti, ma secondo te le banche che ti fanno installare l'impianto a loro
spese per poi beccarsi gli incentivi lo fanno per qualche missione
umanitaria particolare?
(Io ero rimasto che grazie agli incentivi il rendimento netto
sull'installazione di un impianto PV era sul 10%...).
Tralascio la solita tiritera circa i cosumi in kWh/m2 anno (termici intendo)
e sulla detrazione al 55% e i risultati ambientali e di riduzione sull'uso
del gas perché ormai ha stufato, il problema però è sempre li, non entrano
nella testa dei più che sparlano a raffica.
Ma siamo italiani!!!! :-))))
Fatal Error
2011-10-15 15:34:03 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by fuzzy
Quando faccio istallare i pannelli, non ci guadagno una lira, pago e
comincio a guadagnarci dopo 8-9 anni. Se uno lo fa non lo fa certo per
soldi.
Questa è ancora meglio di quella sul carico di base che diminuisce... :-)
Senti, ma secondo te le banche che ti fanno installare l'impianto a loro
spese per poi beccarsi gli incentivi lo fanno per qualche missione
umanitaria particolare?
(Io ero rimasto che grazie agli incentivi il rendimento netto
sull'installazione di un impianto PV era sul 10%...).
Tralascio la solita tiritera circa i cosumi in kWh/m2 anno (termici
intendo) e sulla detrazione al 55% e i risultati ambientali e di riduzione
sull'uso del gas perché ormai ha stufato, il problema però è sempre li,
non entrano nella testa dei più che sparlano a raffica.
Gia', altra immensa dispersione di denaro pubblico con risultati vicino allo
zero... Per fortuna che io ho cambiato in tempo le finestre nella casa dove
abito, di quella in montagna ed anche di quella al mare (gia', non mi faccio
mancare niente, d'altronde mi sono fatto il mazzo per trent'anni a lavorare
oltre 12 ore al giorno, spesso all'estero... :-)) Adesso ho tutte le
finestre nuove (26 solo nella casa dove abito, e' grandina ed antica, ha
tante finestre piccole...), in legno castagno dentro ed alluminio trattato
legno fuori, rinforzati antieffrazione classe 5 (4 considerando i vetri),
con chiusura a slitta su tutto il perimetro, vetro camera, zanzariera e
tendina a scomparsa... Il meglio della produzione italiana naturalmente! Ed
il 55% dei soldi che ho speso li detraggo dalle tasse, come e' giusto che
sia sono i Fuzzy che hanno voluto questi demenziali incentivi a pagare al
posto mio.
Sono cinico? No, semplicemente pragmatico e realista! Come me hanno fatto
tutti i "privilegiati", purtroppo a spese dei poveracci che ovviamente non
possono anticipare la spesa e si tengono le vecchie finestre con gli
spifferi! Ma l'hanno voluto proprio quelli per cui loro votano, io sono
sempre stato contro e coerente con la mia visione, panzane erano, panzane
restano!
Aleph
2011-10-17 09:11:43 UTC
Permalink
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
fuzzy
2011-10-18 11:47:47 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Aleph
e stiamo in periodo di crisi economica mondiale... immaginati in
condizioni favorevoli :-)

fuzzy
Aleph
2011-10-18 16:03:36 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Aleph
e stiamo in periodo di crisi economica mondiale... immaginati in
condizioni favorevoli :-)
Mi riferivo all'Italia.
A livello mondiale i numeri sulla produzione globale di energia elettrica
sono minori e pur tuttavia in aumento.
La crisi economica influisce, ma fintantochè sussistono incentivi
importanti è come avere un enclave limitato dove la crisi economica è
bandita.

Ciao,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
fuzzy
2011-10-18 19:40:22 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by fuzzy
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Aleph
e stiamo in periodo di crisi economica mondiale... immaginati in
condizioni favorevoli :-)
Mi riferivo all'Italia.
dove la crisi è sicuramente piu marcata che in altri paesi membri.
Post by Aleph
A livello mondiale i numeri sulla produzione globale di energia elettrica
sono minori e pur tuttavia in aumento.
La crisi economica influisce, ma fintantochè sussistono incentivi
importanti è come avere un enclave limitato dove la crisi economica è
bandita.
Ciao,
Aleph
chi fa l'investimento è colpito dalla crisi, a parità di incentivi,
quindi non mi pare tanto bandita. Anche le banche che erogano il
credito per il fotovoltaico , lo fanno con piu attenzione di prima.
La crisi economica è cmq un freno, imo.

fuzzy
Vend
2011-10-18 13:38:04 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Potenza erogata?
Aleph
2011-10-18 15:59:25 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Potenza erogata?
No, energia prodotta e consumata (vabbè, la produzione globale è un po'
più alta del consumo effettivo per via delle perdite sulla rete, ma siamo
lì).

A.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-10-18 17:13:11 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by Aleph
Post by Vend
Infatti per ora copre quanto, l'1% del fabbisogno?
Il 2,7% a fine 2011 e il 4,5% a fine 2012 (stime al minimo della
forchetta).
Potenza erogata?
http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=3bH2jk4Fz14%3d&tabid=464&mid=2497
Dai dati *consuntivi* Terna (ovvero i dati reali, non piu' o meno
ottimistiche previsioni o scommesse....), nel 2010 sono stati *prodotti* in
Italia con il fotovoltaico 1874 GWh netti, ovvero circa lo 0,5% dell'energia
richiesta (330.054 GWh), pari a circa 1/23 dell'energia importata
dall'estero (44.160 GWh).
Aleph
2011-10-19 08:54:40 UTC
Permalink
...
Post by Vend
Potenza erogata?
Visto che qualcuno ama, anche giustamente visto che sono dati ufficiali, i
dati di Terna, ma non è in grado di reperire dati aggiornati e continua a
vivere con la testa girata verso il passato (il 2010 in questo campo è
preistoria) dài un'occhiata al seguente link

http://www.terna.it/LinkClick.aspx?fileticket=DOSjVy4%2f7Bg%3d&tabid=379&mid=3013

a pag. 6 c'è il consuntivo di produzione nel periodo
1 gennaio - 30 settembre 2011 (e il confronto con lo stesso periodo
dell'anno precedente).

Al 30 settembre 2011:

- fotovoltaico: 6776 GWh

- eolico: 6501 GWh .

Da mesi ho formulato ripetute volte la previsione, per il solo
fotovoltaico, del raggiungimento di quota 9000 GWh a fine 2011 e direi che
ci siamo; bastano infatti 2334 GWh in tre mesi (ootobre - dicembre) per
centrare l'obbiettivo.
Chiaramente si tratta di mesi con bassa insolazione, soprattutto novembre
e dicembre, ma 800 GWh medi mensili nel periodo sono chiaramente alla
portata.

Morale della favola: tutti i numeri che ho riportato sono fondati e
confermati e in quanto alle previsioni sulla produzione 2012, basandosi
sulla potenza installata a fine 2011, sono solide e lineari (praticamente
deterministiche, conoscendo le condizioni medie dell'insolazione in
Italia).

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
AleTV
2011-10-19 16:43:47 UTC
Permalink
Post by Aleph
Morale della favola: tutti i numeri che ho riportato sono fondati e
confermati e in quanto alle previsioni sulla produzione 2012, basandosi
sulla potenza installata a fine 2011, sono solide e lineari (praticamente
deterministiche, conoscendo le condizioni medie dell'insolazione in
Italia).
pst, ti sei dimenticato di tirar fuori i numeri circa il taglio del
termoelettrico grazie a questa impennata di produzione...
Daniele Orlandi
2011-10-19 23:07:39 UTC
Permalink
Post by Aleph
Da mesi ho formulato ripetute volte la previsione, per il solo
fotovoltaico, del raggiungimento di quota 9000 GWh a fine 2011 e direi che
Il problema è che 9000 GWh sono la produzione di una sola centrale nucleare
solo che li abbiamo al trascurabile costo di 70 miliardi di € +
decommissioning a 30 anni.

Un affare insomma... (per chi li piglia sicuramente)
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Fatal_Error
2011-10-19 23:25:07 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by Aleph
Da mesi ho formulato ripetute volte la previsione, per il solo
fotovoltaico, del raggiungimento di quota 9000 GWh a fine 2011 e direi che
Il problema è che 9000 GWh sono la produzione di una sola centrale nucleare
solo che li abbiamo al trascurabile costo di 70 miliardi di € +
decommissioning a 30 anni.
Gia', ma non solo ci costano oltre dieci volte tanto sulle NOSTRE bollette,
frutto di una forsennata corsa alla speculazione, ma mentre una centrale
nucleare produce 24 ore su 24 e permettere di SPEGNERE un paio di centrali a
carbone, metano o petrolio, quei GWh fotovoltaici intermittenti, stagionali
e imprevedibili, ci costringono a mantenere in funzione le vecchie centrali
a petrolio o a metano a basso rendimento per i 5/6 del tempo... Ma se il
fotovoltaico e l'eolico malauguratamente raggiungessero un 25% del totale
dell'energia prodotta, dovremmo paradossalmente sostituire moderne centrali
a "punto fisso", ad alto rendimento e poco inquinanti (ciclo combinato,
ecc.) con "vecchie" centrali altamente modulabili a basso rendimento e
altamente inquinanti, per far fronte alle repentine variazioni sulla rete.
Alla fine, ci mangeremmo buona parte di quell'energia in questo modo.... Ma,
per farlo, avremmo cumulato un debito di almeno 1000 miliardi di Euro da
scontare sulle nostre bollette e su quelle dei nostri figli. Ancora, dopo
soli vent'anni dovremo ricominciare tutto da capo, altri 1000 miliardi di
Euro, infatti quando paragoni il fotovoltaico (durata 20 anni) con il
nucleare (50 anni) devi moltiplicare la spesa per 2,5, quindi quei 70
miliardi sono in realta' 175 miliardi, senza contare i 2,5 decommissioning
al posto di uno.
Aleph
2011-10-24 08:54:18 UTC
Permalink
Post by Aleph
Da mesi ho formulato ripetute volte la previsione, per il solo
fotovoltaico, del raggiungimento di quota 9000 GWh a fine 2011 e direi che
Il problema è che 9000 GWh sono la produzione di una sola centrale nucleare
solo che li abbiamo al trascurabile costo di 70 miliardi di € +
decommissioning a 30 anni.
In realtà nelle nuove installazioni il peso degli incentivi scenderà e
analogamente il costo per il constribuente.
Il confronto con il nucleare è falsato, poichè i costi di quest'ultimo
sono soltanto presunti e non contemplano mai le costosissime esternalità
implicite in quella tecnologia (eventualità di Chernobyl e Fukushima a
parte).
Inoltre si dà il caso (e non lo affermo io ma numeropsi sondaggi sul tema)
che la maggior parte della popolazione italiana preferisce di gran lunga
pagare qualcosa in più e avere in casa energia pulita, piuttosto che avere
l'illusione di pagare di meno e mettersi una centrale nucleare nel
giardino di casa.
Sempre con te, tempo fa, abbiamo anche discusso di quanto pesi il
fotovoltaico (oggi e ancor più domani) nell'economia italiana (un peso che
il nucleare non potrebbe mai avere e che fa oltremodo comodo in una
situazione di crisi come quella attuale).

Il punto da cui non ci si schioda comunque è sempre il solito: voi siete
affetti da uno strabismo acuto rivolto al passato e ponete fiducia in una
tecnologia decrepita e superata, basata su fonti fossili e destinate a
finire, che ha, nei fatti, fallito su tutta la linea (costi, sicurezza,
trattamento delle scorie, quantitativo complessivo di energia prodotta,
modello sociale sottostante alla produzione etc.); il sottoscritto insieme
ad altri crede invece in una fonte energetica pulita e rinnovabile
(praticamente inesauribile), che sta crescendo d'importanza a ritmi tali
da poter diventare in capo a 20 o 30 anni la fonte dominante sul pianeta:
la vera alternativa alla schiavitù del petrolio e degli idrocarburi.
Vedremo giù nei prossimi 10 o 15 anni (la grid-parity verrà raggiunta
anche prima) chi avrà avuto ragione e chi torto.

Saluti,
Aleph

P.S.: E intanto l'ottavo nano, il vostro amico con la "testa d'asfalto",
vi manda in pensione a 67 anni e con i soldi dei vostri contributi paga
vitalizi stratosferici all'esercito di zoccole e leccaculo di cui ha
infarcito il Parlamento e le assemblee elettive di tutta Italia: altro che
componente A3 della bolletta energetica: vi stanno fottendo il futuro a
passo di carica e voi non profferite parola.
Pecoroni!!!
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-24 08:48:58 UTC
Permalink
Post by Aleph
Il punto da cui non ci si schioda comunque è sempre il solito: voi siete
affetti da uno strabismo acuto rivolto al passato e ponete fiducia in una
tecnologia decrepita e superata, basata su fonti fossili e destinate a
finire, che ha, nei fatti, fallito su tutta la linea (costi, sicurezza,
trattamento delle scorie, quantitativo complessivo di energia prodotta,
modello sociale sottostante alla produzione etc.);
Avete visto: come negare la realtà, ed andarne fieri.

(ma poi...fonti fossili??)

Raffaele
Aleph
2011-10-24 10:30:09 UTC
Permalink
Raffaele Castagno ha scritto:

...
Post by Raffaele Castagno
(ma poi...fonti fossili??)
Certo che sì, fonti fossili.
O ti risulta che i radionuclidi fissili, che derivano da precedenti
esplosioni di supernova che hanno arrichito il materiale da cui si è
formato il sistema solare, si vadano formando in continuazione all'interno
del mantello e del nucleo terrestri?

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-24 13:09:36 UTC
Permalink
Post by Aleph
Certo che sì, fonti fossili.
O ti risulta che i radionuclidi fissili, che derivano da precedenti
esplosioni di supernova che hanno arrichito il materiale da cui si è
formato il sistema solare, si vadano formando in continuazione all'interno
del mantello e del nucleo terrestri?
Mi risulta che non hai idea di cosa sia un combustibile fossile.

"Fossil fuels are fuels formed by natural processes such as anaerobic decomposition of buried dead organisms."
http://en.wikipedia.org/wiki/Fossil_fuel

Raffaele
Aleph
2011-10-24 14:41:13 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
Certo che sì, fonti fossili.
O ti risulta che i radionuclidi fissili, che derivano da precedenti
esplosioni di supernova che hanno arrichito il materiale da cui si è
formato il sistema solare, si vadano formando in continuazione all'interno
del mantello e del nucleo terrestri?
Mi risulta che non hai idea di cosa sia un combustibile fossile.
"Fossil fuels are fuels formed by natural processes such as anaerobic
decomposition of buried dead organisms."
Post by Raffaele Castagno
http://en.wikipedia.org/wiki/Fossil_fuel
La parola italiana *fossile* deriva dal latino "fossilis", che significa
letteralmente: "ottenuto scavando".
E l'uranio mi pare che si ottenga scavando, nevvero dotto'?

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-24 14:34:04 UTC
Permalink
Post by Aleph
La parola italiana *fossile* deriva dal latino "fossilis", che significa
letteralmente: "ottenuto scavando".
E l'uranio mi pare che si ottenga scavando, nevvero dotto'?
Non cambia di una virgola il _fatto_ che i "combustibili fossili" sono una cosa ben precisa.

Cito in italiano, forse ti sarà di più facile comprensione:
"Si definiscono fossili quei combustibili derivanti dalla trasformazione (carbogenesi), sviluppatasi in milioni di anni, di sostanza organica, seppellitasi sottoterra nel corso delle ere geologiche, in forme molecolari via via più stabili e ricche di carbonio."
http://it.wikipedia.org/wiki/Combustibile_fossile

Raffaele
Aleph
2011-10-24 15:54:03 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
La parola italiana *fossile* deriva dal latino "fossilis", che significa
letteralmente: "ottenuto scavando".
E l'uranio mi pare che si ottenga scavando, nevvero dotto'?
Non cambia di una virgola il _fatto_ che i "combustibili fossili" sono
una cosa ben precisa.

Tanto per cominciare io ho parlato di "fonti fossili" e non
di "combustibili fossili".

E in ogni caso rimane il fatto che l'aggettivo fossile, in italiano,
comprende in senso lato tutto ciò che proviene dalle viscere della Terra

fòssile = lat. FOSSILEM ciò che si scava, e questo da FOSSUM=FODTUS p. p.
di FODERE scavare (v. FOSSO). - Aggiunto di tutte quelle sostanze, che si
cavano dal seno della terra, siano essi minerali, o vegetali, o animali

http://www.etimo.it/?term=fossile&find=Cerca

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-24 16:41:06 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Raffaele Castagno
Non cambia di una virgola il _fatto_ che i "combustibili fossili" sono
una cosa ben precisa.
Tanto per cominciare io ho parlato di "fonti fossili" e non
di "combustibili fossili".
E poi c'era la marmotta che incartava il cioccolato...
Post by Raffaele Castagno
E in ogni caso rimane il fatto che l'aggettivo fossile, in italiano,
comprende in senso lato tutto ciò che proviene dalle viscere della Terra
Peccato che qui non si parla di "fossili", bensì di "combustibili fossili", che hanno una definizione e delle caratteristiche stabilite non dalla linguistica, bensì dalla scienza.

Del resto, l'apice della linguistica italiana è l'accademia della Crusca, dove "crusca" per la "lingua italiana" significa "residuo della fabbricazione della farina di graminacee frumento, orzo, segale, avena e altri cereali per il consumo umano, costituita prevalentemente dai tegumenti esterni dei semi. Ha un aspetto simile alla segatura di legno." e non certo "istituzione linguistica".
http://it.wikipedia.org/wiki/Crusca

La cosa assurda di cui non ti rendi neppure conto, intento come sei a fare freeclimbing sugli specchi, è che con la tua balzana definizione di "fonte fossile" centri, come con un ideologico fucile a pompa, ANCHE il tuo amato fotovoltaico, visto che sarebbe del tutto inutilizzabile se non si andasse a ravanare "nelle viscere della terra" materiali di vario genere e tipo, come per esempio alcune delle terre rare.

Quoto e sottoscrivo, tra l'altro, la bastonata di Orlandi sul geotermico.

Raffaele
Fatal_Error
2011-10-24 18:20:57 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
La parola italiana *fossile* deriva dal latino "fossilis", che significa
letteralmente: "ottenuto scavando".
E l'uranio mi pare che si ottenga scavando, nevvero dotto'?
Non cambia di una virgola il _fatto_ che i "combustibili fossili" sono
una cosa ben precisa.
Tanto per cominciare io ho parlato di "fonti fossili" e non
di "combustibili fossili".
Ma non fai prima a dire "mi sono sbagliato" invece di procedere con queste
patetiche argomentazioni? Il nucleare non e' e non e' mai stata una "fonte
fossile", ora l'hai capito? Chiamala "non rinnovabile" per distinguerla dal
sole, dal vento, dalle maree, dalle biomasse, ecc. ecc. Ma chiarisciti bene
le idee! Con il Torio, ad un costo bassissimo, abbiamo autonomia energetica
per migliaia di anni, senza emettere CO2, senza rendere sterili e
inabitabili immensi territori agricoli, con un ridicolo "impatto ambientale"
e senza impestare di cadmio il mondo. Io mi chiedo come faccia Orlandi a
ragionare correttamente su queste materie, avallare il piano energetico che
aveva fatto questo governo, e poi dare il voto alle sinistre alla Pecoraro
Scanio... Ma d'altronde da chi pensa che 28 processi senza manco una
condanna definitiva non significano persecuzione giudiziaria ma giustizia
impotente, beh, bisogna aspettarsi anche questo...
Daniele Orlandi
2011-10-24 18:28:45 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Io mi chiedo come faccia
Orlandi a ragionare correttamente su queste materie, avallare il piano
energetico che aveva fatto questo governo, e poi dare il voto alle
sinistre
Tu non hai la più pallida idea di chi voti io. Tu non puoi comprendere chi
esce dai tuoi schemi. Curati, davvero.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Fatal_Error
2011-10-24 21:51:15 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by Fatal_Error
Io mi chiedo come faccia
Orlandi a ragionare correttamente su queste materie, avallare il piano
energetico che aveva fatto questo governo, e poi dare il voto alle
sinistre
Tu non hai la più pallida idea di chi voti io. Tu non puoi comprendere chi
esce dai tuoi schemi. Curati, davvero.
Dillo allora chi voti, non girarci intorno... Io l'ho detto chiaro: PDL e ne
sono convinto al 100%, visto che di meglio in Italia non c'e'! Siamo in un
sistema bipolare consolidato, quindi, o voti centro destra o voti centro
sinistra o butti via il tuo voto in forze extraparlamentari. Se voti Grillo
ad esempio a me va benissimo, fanno solo parole vuote, dicono NO a tutto e
non fanno una proposta decente manco a morire, sono antinucleari, ma in
Molise grazie ai Grillini ha vinto nuovamente il centro-destra... Quindi e'
evidente che non "posso comprendere chi esce dai miei schemi", visto che i
miei schemi sono gli schemi della politica in praticamente tutti i paesi
occidentali e piu' che mai in Italia dove ereditiamo i postumi del fascismo
e del Nazismo: gli eredi del partito comunista filo-sovietico piu' grande e
piu' organizzato d'Europa. Come riguardo al nucleare, o sei nuclearista,
quindi ragioni sui fatti e fai previsioni, o sei antinuclearista e ti
alimenti delle PANZANE fotovoltaiche, delle fallimentari illusioni! Mi dici
cosa vuol dire "uscire dagli schemi", qual'e' l'altra via? Rinunciare
all'energia elettrica e proporre un ritorno al medioevo con qualche miliardo
di morti di fame? Nel tuo caso votare per Fini o Casini? Beh, no grazie, non
comprendo chi "esce dai miei schemi".
Daniele Orlandi
2011-10-24 21:56:21 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Dillo allora chi voti, non girarci intorno...
Cambierebbe qualcosa di quello che dico sapere per chi voto?

E secondo te è moralmente accettabile votare il meno peggio?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Fatal_Error
2011-10-24 23:34:27 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by Fatal_Error
Dillo allora chi voti, non girarci intorno...
Cambierebbe qualcosa di quello che dico sapere per chi voto?
Certo, prenderesti una posizione chiara e ti esporresti anche alle critiche,
come faccio io! Troppo facile fare il saggio e lasciare che le decisioni le
prendano altri....
Post by Daniele Orlandi
E secondo te è moralmente accettabile votare il meno peggio?
Certo che si! Il meno peggio equivale al meglio possibile! Ma d'altronde non
fai la stessa cosa nelle scienze, in fisica ad esempio o proprio adesso con
il nucleare? Certo non e' il tuo sogno avere una centrale nucleare a 1000
metri da casa tua, ma ti preoccupa mille volte di piu' averne una a carbone!
Certo non ti fanno piacere le scorie nucleari da gestire, ma preferisci
10^10 volte gestire quelle poche scorie come si deve, che buttare miliardi
di tonnellate di CO2 in atmosfera, che sai NESSSUNO potra' mai disinquinare
e portera' il pianeta alla catastrofe climatica! E via cosi'.... Quindi
scegli il nucleare con convinzione, ma non perche' e' "il meglio", la
perfezione, l'utopia (come sarebbe ad esempio il solare, se non fosse una
PANZANA), ma semplicemente perche' e' decisamente il meno peggio e sai che
l'energia elettrica e' indispensabile alla nostra civilta' ed alla nostra
sopravvivenza. Quindi fra Berlusconi e i reduci del comunismo, i NO TUTTO, e
i PANZANARI, non ho dubbi, Berlusconi e' mille volte meglio! Se poi domani
ci sara' una proposta realizzabile migliore anche di poco, saro' il primo a
votarla.
Daniele Orlandi
2011-10-25 08:18:24 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Certo, prenderesti una posizione chiara e ti esporresti anche alle
critiche, come faccio io!
E se la mia posizione non fosse rappresentabile da alcuno schieramento
politico attuale?

Dovrei sceglierne uno tanto per farti contento e permetterti di darmi una
sciarpa colorata per riconoscere la tifoseria?
Post by Fatal_Error
Troppo facile fare il saggio e lasciare che le
decisioni le prendano altri....
Wut?! Cioè, che decisioni prenderei scegliendo un simbolo di partito?
Post by Fatal_Error
Post by Daniele Orlandi
E secondo te è moralmente accettabile votare il meno peggio?
Certo che si!
Perfetto, allora tu fai parte del problema, tu SEI il problema. Fintanto che
criminali e papponi della peggior specie avranno il supporto dagli elettori
in qualità di "meno peggio" andremo avanti con criminali e papponi in
parlamento.

Una volta da una parte, una volta dall'altra ma sempre criminali, papponi,
ladri e soprattutto incompetenti.

Sai qual è la mia parte politica? Quella in cui i miei rappresentanti sono
almeno onesti e capaci nel loro ambito quanto lo sono io nel mio.
Post by Fatal_Error
Il meno peggio equivale al meglio possibile! Ma d'altronde
non fai la stessa cosa nelle scienze, in fisica ad esempio o proprio
adesso con il nucleare? Certo non e' il tuo sogno avere una centrale
nucleare a 1000 metri da casa tua, ma ti preoccupa mille volte di piu'
averne una a carbone!
Sì, ma c'è un livello minimo di meno peggio. Se la scelta fosse tra una
centrale a carbone senza filtri e una centrale stile Chernobyl gestita dalla
stessa gente beh, non sceglierei nessuna delle due e rinuncerei all'energia
elettrica.

Non sempre bisogna scegliere *PER FORZA*.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Fatal_Error
2011-10-25 22:35:39 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by Fatal_Error
Certo, prenderesti una posizione chiara e ti esporresti anche alle
critiche, come faccio io!
E se la mia posizione non fosse rappresentabile da alcuno schieramento
politico attuale?
Ti fai frate e vai a vivere in un monastero? Purtroppo il partito dell'uomo
qualunque non c'e' piu'... In una DEMOCRAZIA la maggioranza degli elettori
decide tramite i suoi rappresentanti eletti, quindi tu puoi solo dare il tuo
infinitesimo contributo, non puoi sceglierti il governo su misura... Certo
anche la mia posizione non e' rappresentabile da Berlusconi, ma mille volte
di meno da un Prodi o da un Bersani.
Post by Daniele Orlandi
Dovrei sceglierne uno tanto per farti contento e permetterti di darmi una
sciarpa colorata per riconoscere la tifoseria?
No, dovresti scegliere quello che permette un futuro, non certo far andare
al potere i venditori di pannelli solari o chi si compra le banche con i
nostri soldi...
Post by Daniele Orlandi
Wut?! Cioè, che decisioni prenderei scegliendo un simbolo di partito?
Nucleare si o nucleare no, ad esempio...
Post by Daniele Orlandi
Post by Fatal_Error
Post by Daniele Orlandi
E secondo te è moralmente accettabile votare il meno peggio?
Certo che si!
Perfetto, allora tu fai parte del problema, tu SEI il problema.
E tu non votando saresti la soluzione?
Post by Daniele Orlandi
Fintanto che
criminali e papponi della peggior specie avranno il supporto dagli elettori
in qualità di "meno peggio" andremo avanti con criminali e papponi in
parlamento.
Caro, in Italia abbiamo avuto il partito comunista filo-sovietico,
finanziato ed organizzato dal KGB sino alla caduta del muro di Berlino, piu'
forte d'Europa, ti e' chiaro questo fatto? Bene, se non ci fossero gli
elettori che ragionando come me hanno impedito al PCI di arrivare al potere
ed ai suoi "pentiti mica tanto" di prenderlo oggi, regalandoti il benessere
di cui godi (fra i piu' alti del mondo) tu probabilmente avresti vissuto
un'esperienza DDR ed oggi avresti le idee un pochino piu' chiare...
Post by Daniele Orlandi
Una volta da una parte, una volta dall'altra ma sempre criminali, papponi,
ladri e soprattutto incompetenti.
La differenza fra un Andreotti, un Berlusconi, un De Mita e uno Stalin un
Lenin, un Castro, un Saddam, un Pol Pot, sino ad un Gheddafi (eh gia', anche
Gheddafi era un comunista filo-sovietico:
http://it.wikipedia.org/wiki/Jam%C4%81h%C4%ABriyya) riesci a vederla?
Post by Daniele Orlandi
Sai qual è la mia parte politica? Quella in cui i miei rappresentanti sono
almeno onesti e capaci nel loro ambito quanto lo sono io nel mio.
Pensi che a me piacciano i disonesti? ROTFL
Ma pensi che lasciare il potere ai comunisti ci avrebbe portato ad un
governo di onesti? La corruzione E' il sistema comunista:
http://spolpato.splinder.com/post/23033769/estratto-da-arcipelago-gulag-di-aleksandr-solzenicyn
Post by Daniele Orlandi
Sì, ma c'è un livello minimo di meno peggio. Se la scelta fosse tra una
centrale a carbone senza filtri e una centrale stile Chernobyl gestita dalla
stessa gente beh, non sceglierei nessuna delle due e rinuncerei all'energia
elettrica.
Gia', questa e' proprio la via giusta per ritrovarsi vicino a casa una
centrale a carbone senza filtri o una centrale tipo Chernobyl, o magari
tutte e due... Pensi che gliene freghi qualcosa a qualcuno se un tale si e'
messo a fare l'eremita al freddo in una grotta?
Post by Daniele Orlandi
Non sempre bisogna scegliere *PER FORZA*.
Invece si, noi siamo liberi in quanto e per quanto possiamo scegliere il
meno peggio e condizionare la politica, certo non saremo mai tanto potenti e
tanto liberi da scegliere il meglio, il peggio e' fortissimo, il meglio e'
debole... Gesu' disse: "Vi mando come agnelli in mezzo ai lupi"!
not1xor1
2011-10-25 05:22:07 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Post by Fatal_Error
Dillo allora chi voti, non girarci intorno...
Cambierebbe qualcosa di quello che dico sapere per chi voto?
dai diglielo che voterai per forza gnocca, così la finisce :-D
--
bye
!(!1|1)
Daniele Orlandi
2011-10-25 08:19:28 UTC
Permalink
Post by not1xor1
dai diglielo che voterai per forza gnocca, così la finisce :-D
Voterò per il Partito Illuminista, quando verrà fondato. Cioè mai :)
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Daniele Orlandi
2011-10-24 16:27:12 UTC
Permalink
Post by Aleph
La parola italiana *fossile* deriva dal latino "fossilis", che significa
letteralmente: "ottenuto scavando".
E l'uranio mi pare che si ottenga scavando, nevvero dotto'?
Quindi anche l'energia geotermica è una fonte fossile? :)
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Aleph
2011-10-25 12:16:06 UTC
Permalink
...
Post by Raffaele Castagno
Quoto e sottoscrivo, tra l'altro, la bastonata di Orlandi sul geotermico.
Come dire che sottoscrivi una cazzata sesquipedale, contento te.

La questione comunque è semplice (anche se per un semianalfabeta
funzionale come te può presentare qualche difficoltà): i minerali fossili
utilizzati per le centrali nucleari li usi come combustibili, mentre i
minerali fossili utilizzati nella costruzione di un pannello non
"bruciano",
bensì convertono energia da luminosa a elettrica, compris la differance?

In quanto al geotermico si tratta di una fonte energetica naturale (non
artificiale) che proviene dall'interno della terra, in parte per il
decadimento di materiale radioattivo Uranio, Torio, etc. e in parte per il
dissipamento del calore residuo del processo di formazione terrestre.

La parte di calore di pertinenza dei decadimenti radioattivi, se vuoi la
puoi anche definire di origine fossile (me ne importa assai), ma con una
piccola differenza: i combustibili nucleari fossili sfruttabili dall'uomo
sono, in pratica, una frazione minuscola di quelli che generano calore via
i decadimenti all'interno della Terra e quindi la fonte geotermica durerà
tranquillamente per decine di milioni di anni, mentre l'Uranio per le
centrali ha i decenni contati.

E comunque strepita quanto ti pare ma io continuerò a parlare di fonte
fossili riferito al nucleare da fissione e di combustibili nucleari
fossili
in relazione a Uranio e Torio.

Del resto distinguermi dai pecoroni come te per me non è mai stato un
problema.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-10-25 12:37:33 UTC
Permalink
Post by Aleph
La questione comunque è semplice (anche se per un semianalfabeta
funzionale come te può presentare qualche difficoltà): i minerali fossili
utilizzati per le centrali nucleari li usi come combustibili, mentre i
minerali fossili utilizzati nella costruzione di un pannello non
"bruciano", bensì convertono energia da luminosa a elettrica, compris la
differance?
E nella definizione di "fossile" c'è scritto da qualche parte che devono
bruciare?

Ma ci tieni ad autoridicolizzarti arrampicandoti su specchi temprati e
oleati?
Post by Aleph
In quanto al geotermico si tratta di una fonte energetica naturale (non
artificiale)
Che differenza c'è tra le fonti "naturali" e quelle "artificiali"?
(sento che questo è un filone di minchiate promettente :))
Post by Aleph
che proviene dall'interno della terra, in parte per il
decadimento di materiale radioattivo Uranio, Torio, etc. e in parte per il
dissipamento del calore residuo del processo di formazione terrestre.
Cazzo, allora il geotermico è nucleare! Bisogna bandirlo!
Post by Aleph
La parte di calore di pertinenza dei decadimenti radioattivi, se vuoi la
puoi anche definire di origine fossile (me ne importa assai), ma con una
piccola differenza: i combustibili nucleari fossili sfruttabili dall'uomo
sono, in pratica, una frazione minuscola di quelli che generano calore via
i decadimenti all'interno della Terra e quindi la fonte geotermica durerà
tranquillamente per decine di milioni di anni, mentre l'Uranio per le
centrali ha i decenni contati.
No, una centrale non breeder ha i giorni contati, perché butta via la
maggior parte del combustibile fertile. Già con una breeder, bruciando le
SCORIE già prodotte (che infatti non sono scorie ma combustibile da
conservare) potremmo andare avanti centinaia d'anni.

Ma io preferirei andare direttamente sul torio che ha una catena di fissione
molto più pulita.
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
not1xor1
2011-10-26 08:18:32 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Che differenza c'è tra le fonti "naturali" e quelle "artificiali"?
(sento che questo è un filone di minchiate promettente :))
mi pare che in nigeria ci sia una centrale nucleare naturale
(nel senso di una reazione di fissione autosostenuta in un giacimento
di uranio)
--
bye
!(!1|1)
Daniele Orlandi
2011-10-26 22:12:17 UTC
Permalink
Post by not1xor1
mi pare che in nigeria ci sia una centrale nucleare naturale
(nel senso di una reazione di fissione autosostenuta in un giacimento
di uranio)
Sì, ci sono i resti di quella che è stata una centrale a fissione naturale.

Ciao,
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Raffaele Castagno
2011-10-26 22:20:57 UTC
Permalink
ci fu:
http://en.wikipedia.org/wiki/Natural_nuclear_fission_reactor

Raffaele
Post by not1xor1
Post by Daniele Orlandi
Che differenza c'è tra le fonti "naturali" e quelle "artificiali"?
(sento che questo è un filone di minchiate promettente :))
mi pare che in nigeria ci sia una centrale nucleare naturale
(nel senso di una reazione di fissione autosostenuta in un giacimento
di uranio)
--
bye
!(!1|1)
not1xor1
2011-10-27 05:46:51 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
http://en.wikipedia.org/wiki/Natural_nuclear_fission_reactor
grazie a entrambi (anche Daniele) per il link e la precisazione
--
bye
!(!1|1)
Fatal_Error
2011-10-25 14:21:06 UTC
Permalink
Post by Aleph
...
Post by Raffaele Castagno
Quoto e sottoscrivo, tra l'altro, la bastonata di Orlandi sul geotermico.
Come dire che sottoscrivi una cazzata sesquipedale, contento te.
La questione comunque è semplice (anche se per un semianalfabeta
funzionale come te può presentare qualche difficoltà): i minerali fossili
Minerali fossili? Quando la toppa e' peggio del buco... ROTFL
Post by Aleph
utilizzati per le centrali nucleari li usi come combustibili, mentre i
minerali fossili utilizzati nella costruzione di un pannello non
"bruciano",
Ma va? Cavolo, si imparano cose sconvolgenti a sentirti parlare.....
Post by Aleph
In quanto al geotermico si tratta di una fonte energetica naturale (non
artificiale) che proviene dall'interno della terra, in parte per il
decadimento di materiale radioattivo Uranio, Torio, etc. e in parte per il
dissipamento del calore residuo del processo di formazione terrestre.
Quindi per i decadimento di "minerali fossili".... RI-ROTFL
Post by Aleph
La parte di calore di pertinenza dei decadimenti radioattivi, se vuoi la
puoi anche definire di origine fossile
Si, se sei ignorante la puoi definire cosi'... Ma anche l'energia solare
deriva dalla fusione di "materiali fossili", anzi, fossilissimi....
Post by Aleph
E comunque strepita quanto ti pare ma io continuerò a parlare di fonte
fossili riferito al nucleare da fissione e di combustibili nucleari
fossili in relazione a Uranio e Torio.
Eh, mica possiamo inculcarti la cultura con la forza, se vuoi restare
ignorante liberissimo di restarci e di racimolare brutte figure a destra e a
manca!
Post by Aleph
Del resto distinguermi dai pecoroni come te per me non è mai stato un
problema.
Infatti gli asini si distinguono benissimo, tuttavia quando sono testardi e
presuntuosi si possono confondere con i muli....
Daniele Orlandi
2011-10-24 10:32:10 UTC
Permalink
Post by Aleph
Il problema è che 9000 GWh sono la produzione di una sola centrale
nucleare solo che li abbiamo al trascurabile costo di 70 miliardi di €
+ decommissioning a 30 anni.
In realtà nelle nuove installazioni il peso degli incentivi scenderà e
analogamente il costo per il constribuente.
Sì, ma i 9000 GWh/anno sono prodotti con impianti incentivati con le tariffe
vecchie e dovremo continuare a pagarli per 30 anni.

Quindi 70 miliardi sono confermati (e sono stimati per difetto).
Post by Aleph
Il confronto con il nucleare è falsato, poichè i costi di quest'ultimo
sono soltanto presunti e non contemplano mai le costosissime esternalità
implicite in quella tecnologia (eventualità di Chernobyl e Fukushima a
parte).
Anche se conti quegli eventi non ti avvicini neanche lontanamente a 70 G€.
Post by Aleph
Inoltre si dà il caso (e non lo affermo io ma numeropsi sondaggi sul tema)
che la maggior parte della popolazione italiana preferisce di gran lunga
pagare qualcosa in più
La popolazione non ha idea di cosa sia quel "qualcosa in più".

Perché se moltiplicassi per 5 le bollette molti non riuscirebbero neanche a
pagarle. E non basterebbe perché con il costo dell'energia più elevato
aumentano i costi anche di una valanga di beni di consumo.

Pochi si rendono conto che l'energia è una tassa su *tutta* l'economia e non
solo sulla bolletta ENEL.
Post by Aleph
e avere in casa energia pulita, piuttosto che avere
l'illusione di pagare di meno e mettersi una centrale nucleare nel
giardino di casa.
Ma a monte di tutto, l'opinione un popolo che guarda il Grande Fratello e
Tamarreide pensi che possa avere qualunque valore scientifico?
Post by Aleph
Sempre con te, tempo fa, abbiamo anche discusso di quanto pesi il
fotovoltaico (oggi e ancor più domani) nell'economia italiana (un peso che
il nucleare non potrebbe mai avere e che fa oltremodo comodo in una
situazione di crisi come quella attuale).
E ti dissi che non basta far girare soldi, bisogna anche vedere come quello
che fai incide sull'economia globale.

Se butti 70 G€ ma poi il risultato è MENO DI UN DECIMO di quello che avresti
avuto usandoli nel nucleare, beh, economicamente hai fatto una minchiata.

Se poi analizzi il rischio in modo oggettivo e ti accorgi che non c'è manco
quello, beh, la minchiata si incide nella roccia.
Post by Aleph
Il punto da cui non ci si schioda comunque è sempre il solito: voi siete
affetti da uno strabismo acuto rivolto al passato e ponete fiducia in una
tecnologia decrepita e superata
Guarda che non è una questione di quanto è fashion una fonte di energia.
L'energia idroelettrica o eolica sono di gran lunga più vecchie, dovremmo
buttarle al cesso solo perché non sono fashion?

E cosa ne sai di quanto è avanzata la tecnologia nucleare? Secondo te un
design di quarta generazione è uguale a una centrale degli anni '70 ?

È divertente come la TUA visione strabica ti porti a pensare che la
tecnologia può solo migliorare per le fonti che piacciono a te.

Tu scarti a priori perché non ti piace. Renditene conto.
Post by Aleph
basata su fonti fossili e destinate a finire, che ha, nei fatti, fallito
su tutta la linea (costi, sicurezza, trattamento delle scorie,
quantitativo complessivo di energia prodotta, modello sociale sottostante
alla produzione etc.)
Ha talmente fallito che l'energia che tu usi è
Post by Aleph
; il sottoscritto insieme ad altri crede invece in una fonte energetica
pulita e rinnovabile (praticamente inesauribile), che sta crescendo
d'importanza a ritmi tali da poter diventare in capo a 20 o 30 anni la
Se inventassero una tecnologia per trasformare il wishful thinking in
energia sarei perfettamente d'accordo con te.
Post by Aleph
la vera alternativa alla schiavitù del petrolio e degli idrocarburi.
Vedremo giù nei prossimi 10 o 15 anni (la grid-parity verrà raggiunta
anche prima) chi avrà avuto ragione e chi torto.
Chiamami quando la potenza termoelettrica installata verrà diminuita grazie
alle rinnovabili eh!
Post by Aleph
P.S.: E intanto l'ottavo nano, il vostro amico con la "testa d'asfalto",
Il vostro chi? Ma sei scemo? Ma lo vedi che ragioni a schemini da bambino
tifoso?

Apri la mente, le persone non sono tutte come te che si conformano a schemi
di piensiero non più profonde di un Komunista! Fascista!

.....
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Aleph
2011-10-24 13:05:30 UTC
Permalink
In realtà nelle nuove installazioni il peso degli incentivi scenderà e
analogamente il costo per il constribuente.
Sì, ma i 9000 GWh/anno sono prodotti con impianti incentivati con le
tariffe
vecchie e dovremo continuare a pagarli per 30 anni.
Beata ignoranza: 20 anni e non 30.
Quindi 70 miliardi sono confermati (e sono stimati per difetto).
No, forse sono un po' in eccesso, ma li prendo per buoni.
Considera anche che i soldi degli incentivi, che sono tutti tracciati fino
al centesimo di euro, sono tassati mediamente al 33% e quindi circa 25
miliardi dei 70 che dici vanno al fisco.

...
Anche se conti quegli eventi non ti avvicini neanche lontanamente a 70 G€.
Ma tu hai idea di quanto costa e costerà Fukushima ai giappnesi?
No, non ce l'hai proprio.

...
La popolazione non ha idea di cosa sia quel "qualcosa in più".
2 centesimi a kWh.
Perché se moltiplicassi per 5 le bollette molti non riuscirebbero neanche a
pagarle.
BOOM: l'hai sparata davvero grossa.
E non basterebbe perché con il costo dell'energia più elevato
aumentano i costi anche di una valanga di beni di consumo.
Fai come me, prova ad essere quantitativo (prova almeno), altrimenti le
tue restano solo vuote chiacchere.
Il peso della componente energia elettrica nella maggior parte dei beni di
consumo è del tutto trascurabile.
Pochi si rendono conto che l'energia è una tassa su *tutta* l'economia e
non
solo sulla bolletta ENEL.
Infatti detta così è una falsità bella e buona: prima di incidere
significativamente sul costo della maggiorabnza dei beni di consumo ai
voglia ad aumentare il kWh....

...
Ma a monte di tutto, l'opinione un popolo che guarda il Grande Fratello e
Tamarreide pensi che possa avere qualunque valore scientifico?
Ma chissenefrega del valore scientifico, che non c'entra nulla: in
democrazia decide la gente (o almeno così dovrebbe essere) e il voto è
capitario.
Punto.
Sempre con te, tempo fa, abbiamo anche discusso di quanto pesi il
fotovoltaico (oggi e ancor più domani) nell'economia italiana (un peso che
il nucleare non potrebbe mai avere e che fa oltremodo comodo in una
situazione di crisi come quella attuale).
E ti dissi che non basta far girare soldi, bisogna anche vedere come quello
che fai incide sull'economia globale.
E infatti vai pure a vedere: oltre 100,000 addetti nel settore del
fotovoltaico in Italia.
Se butti 70 G€ ma poi il risultato è MENO DI UN DECIMO di quello che
avresti
avuto usandoli nel nucleare, beh, economicamente hai fatto una minchiata.
4 miliardi solo di gettito IVA nel 2010 (e poi c'è l'IRPEF e i versamenti
INPS), questi sono i fatti.

Se hai voglia informati per bene

Loading Image...i-fv.it/cms/it/politiche/tutta-la-verita-sul-fotovoltaico

altrimenti continua a credere a ciò che più ti piace: non cambierai di un
epsilon la realtà dei fatti.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-10-24 17:00:38 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Sì, ma i 9000 GWh/anno sono prodotti con impianti incentivati con le
tariffe
vecchie e dovremo continuare a pagarli per 30 anni.
Beata ignoranza: 20 anni e non 30.
È un typo.
Post by Daniele Orlandi
Quindi 70 miliardi sono confermati (e sono stimati per difetto).
No, forse sono un po' in eccesso, ma li prendo per buoni.
Considera anche che i soldi degli incentivi, che sono tutti tracciati fino
al centesimo di euro, sono tassati mediamente al 33% e quindi circa 25
miliardi dei 70 che dici vanno al fisco.
Eh no, o gli incentivi sono esenti tasse e imposte oppure anche i costi
(ammortamento impianto e costi accessori) concorrono interamente al reddito
di impresa, impresa che si guarderà bene da farli diventare tutti utili :)
Post by Daniele Orlandi
Ma tu hai idea di quanto costa e costerà Fukushima ai giappnesi?
No, non ce l'hai proprio.
Dai, quanto costerà? Millllllemila fantastiliardi di paperdollari?
Post by Daniele Orlandi
La popolazione non ha idea di cosa sia quel "qualcosa in più".
2 centesimi a kWh.
Ma sì, certo, il resto lo finanzi con l'amore. AHAHAHAHAH
Post by Daniele Orlandi
Perché se moltiplicassi per 5 le bollette molti non riuscirebbero
neanche a pagarle.
BOOM: l'hai sparata davvero grossa.
Io non riuscirei a pagarla, tu sì?
Post by Daniele Orlandi
E non basterebbe perché con il costo dell'energia più elevato
aumentano i costi anche di una valanga di beni di consumo.
Fai come me, prova ad essere quantitativo (prova almeno), altrimenti le
tue restano solo vuote chiacchere.
Appunto, è con i conti che vien fuori che le fonti alternative sono state
economicamente una grossa inculata e non serviranno a spegnere una sola
centrale a combustibili fossili.
Post by Daniele Orlandi
Il peso della componente energia elettrica nella maggior parte dei beni di
consumo è del tutto trascurabile.
Oh... mi chiedi di dare i numeri e poi vai anche tu di opinioni senza
darli... tsk....
Post by Daniele Orlandi
Infatti detta così è una falsità bella e buona: prima di incidere
significativamente sul costo della maggiorabnza dei beni di consumo ai
voglia ad aumentare il kWh....
Ahahahah ma davvero non ti rendi conto di quanto incida l'energia nel costo
dei prodotti di largo consumo? Già solo per le materie prime (i metalli!!)
il grosso è costo energetco!
Post by Daniele Orlandi
Ma a monte di tutto, l'opinione un popolo che guarda il Grande Fratello e
Tamarreide pensi che possa avere qualunque valore scientifico?
Ma chissenefrega del valore scientifico, che non c'entra nulla
Allora mi spiace, se devono valere come dimensione di tifoseria o "Siamo
miliardi (di mosche)" spiacente, non valgono un cazzo.
Post by Daniele Orlandi
in democrazia decide la gente (o almeno così dovrebbe essere) e il voto è
capitario.
Facciamo finta che sia così, questo non dimostra che la maggioranza abbia
ragione proprio per il fatto che sia maggioranza. Infatti il tema del
discorso è proprio *SE* abbia ragione o meno.

Ti sembra un discorso così complicato?

Sai, le maggioranze sono anche quelle che democraticamente hanno mandato al
potere i peggio dittatori..... :D

Quindi cara maggioranza, liberi di scegliere quello che volete, ma io libero
di dire che è una minchiata. Punto.
Post by Daniele Orlandi
Post by Aleph
Sempre con te, tempo fa, abbiamo anche discusso di quanto pesi il
fotovoltaico (oggi e ancor più domani) nell'economia italiana (un peso
che il nucleare non potrebbe mai avere e che fa oltremodo comodo in una
situazione di crisi come quella attuale).
E ti dissi che non basta far girare soldi, bisogna anche vedere come
quello che fai incide sull'economia globale.
E infatti vai pure a vedere: oltre 100,000 addetti nel settore del
fotovoltaico in Italia.
Ma proprio non capisci il numero di dipendenti NON È importante! Perché allo
stesso modo se prendi 10000000 di lavoratori socialmente utili e li paghi
con soldi pubblici non stai aumentando il valore dell'economia ma stai
sprecando soldi?

Con in più l'aggravante che l'energia serve anche AL RESTO dell'economia. E
quindi sprechi soldi senza ottenere ALMENO un ritorno nel costo
dell'energia.
Post by Daniele Orlandi
Se butti 70 G€ ma poi il risultato è MENO DI UN DECIMO di quello che
avresti
avuto usandoli nel nucleare, beh, economicamente hai fatto una minchiata.
4 miliardi solo di gettito IVA nel 2010 (e poi c'è l'IRPEF e i versamenti
INPS), questi sono i fatti.
No, ma davvero sei così stupido?!

Se costruisci una centrale nucleare e poi aumenti le tasse in modo da
incassare 65 miliardi di euro, economicamente hai ottenuto la stessa cosa :D

Come sarà felice la gente!
Post by Daniele Orlandi
Se hai voglia informati per bene
http://www.gifi-fv.it/cms/it/politiche/tutta-la-verita-sul-fotovoltaico
Guarda, facciamo pure finta che un documento redatto dal Gruppo Imprese
Fotovoltaiche Italiane che parla bene del fotovoltaico abbia valore.... la
questione è confrontare il fotovoltaico alle ALTRE ALTERNATIVE con il
presupposto che non ci siano soldi da buttare.
Post by Daniele Orlandi
altrimenti continua a credere a ciò che più ti piace: non cambierai di un
epsilon la realtà dei fatti.
Il fatto che per te possa valere lo stesso su che basi lo escludi? :)
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Aleph
2011-10-25 12:59:16 UTC
Permalink
Post by Daniele Orlandi
Sì, ma i 9000 GWh/anno sono prodotti con impianti incentivati con le
tariffe
vecchie e dovremo continuare a pagarli per 30 anni.
Beata ignoranza: 20 anni e non 30.
È un typo.
A me invece sembra una cazzata.
Post by Daniele Orlandi
Quindi 70 miliardi sono confermati (e sono stimati per difetto).
No, forse sono un po' in eccesso, ma li prendo per buoni.
Considera anche che i soldi degli incentivi, che sono tutti tracciati fino
al centesimo di euro, sono tassati mediamente al 33% e quindi circa 25
miliardi dei 70 che dici vanno al fisco.
Eh no, o gli incentivi sono esenti tasse e imposte oppure anche i costi
(ammortamento impianto e costi accessori) concorrono interamente al reddito
di impresa, impresa che si guarderà bene da farli diventare tutti utili :)
Senti informati prima di cianciare a vanvera: gli incentivi entrano negli
utili e sono tassati. Se hai la bontà di andarti a leggere il link che ti
ho postato trovi anche il gettito della tassazione degli incentivi
riferito al 2010 e siamo già attirno al miliardo di euro.
Post by Daniele Orlandi
Ma tu hai idea di quanto costa e costerà Fukushima ai giappnesi?
No, non ce l'hai proprio.
Dai, quanto costerà ? Millllllemila fantastiliardi di paperdollari?
E infatti, non ce l'hai: chiccheri solo per partito preso e per
convinzioni ideologiche preconcette.
Post by Daniele Orlandi
La popolazione non ha idea di cosa sia quel "qualcosa in più".
2 centesimi a kWh.
Ma sì, certo, il resto lo finanzi con l'amore. AHAHAHAHAH
Sai fare le moltiplicazioni? Prova a moltiplicare 2 eurocent per il totale
dei kWh che costituiscono il fabbisogno italiano annuale e vai a vedere
che cifra viene fuori.
Scoprirai (potenza dell'aritmetica elementare) che la cifra che ottiene è
molto (ma molto) sovrastimata rispetto agli incentivi che andranno al
fotovoltaico nel 2011.
Post by Daniele Orlandi
Perché se moltiplicassi per 5 le bollette molti non riuscirebbero
neanche a pagarle.
BOOM: l'hai sparata davvero grossa.
Io non riuscirei a pagarla, tu sì?
Ma che t'inventi? Il costo aggiuntivo "medio" per kWh si aggira attorno
alla cifra che ho detto. Per 2000 kWh del consumo di una famiglia italiana
media siamo attorno a circa 40 euro annui (forse 50 con iva e tasse
varie).

...
Post by Daniele Orlandi
Fai come me, prova ad essere quantitativo (prova almeno), altrimenti le
tue restano solo vuote chiacchere.
Appunto, è con i conti che vien fuori che le fonti alternative sono state
economicamente una grossa inculata
...

Quali conti? Quelli che ti sogni la notte?
e non serviranno a spegnere una sola
centrale a combustibili fossili.
Altra cazzata. La produzione del solo fotovoltaico dei primi 9 mesi 2011
(vedi documento linkato e dati terna) ha coperto integralmente
l'incremento dei consumi del 2011 che altrimenti sarebbe stato prodotto
con idrocarburi.
E' anche diminita la quota di energia importata dall'estero.
Post by Daniele Orlandi
Il peso della componente energia elettrica nella maggior parte dei beni di
consumo è del tutto trascurabile.
Oh... mi chiedi di dare i numeri e poi vai anche tu di opinioni senza
darli... tsk....
No, li aspetto da te. Vatti a fare un giretto e googla un pochimo e vedrai
che l'impatto del costo dell'energia su una gran parte dei prodotti di
largo consumo è trascurabile.
Post by Daniele Orlandi
Infatti detta così è una falsità bella e buona: prima di incidere
significativamente sul costo della maggiorabnza dei beni di consumo ai
voglia ad aumentare il kWh....
Ahahahah ma davvero non ti rendi conto di quanto incida l'energia nel costo
dei prodotti di largo consumo? Già solo per le materie prime (i metalli!!)
il grosso è costo energetco!
Prima di aprire la bocca verifica di aver inserito il cervello: la
stragrande maggioranza delle materie prime l'Italia le importa comprandole
sul mercato internazionale delle commodities: il costo del kWh italiano
non incide per nulla sul loro prezzo.
Semmai è nella lavorazione dei metalli che avviene a casa nostra che tale
costo incide, ma questo riguarda essenzialmente il settore siderurgico e
dell'alluminio che nel pil italiano incide pochissimo, il grosso delle
altre merci che consumi ha una dipendenza molto piatta dal costo del kWh.

...
Post by Daniele Orlandi
Ma chissenefrega del valore scientifico, che non c'entra nulla
Allora mi spiace, se devono valere come dimensione di tifoseria o "Siamo
miliardi (di mosche)" spiacente, non valgono un cazzo.
Tu hai delle idee molto approssimative su come funzionano le democrazie,
in generale, e la nostra, in particolare.
Ti ritieni superiore agli altri, ma da quello che scrivi e da come lo
scrivi non ti farei neppure gestire il mio condominio.

...
Sai, le maggioranze sono anche quelle che democraticamente hanno mandato al
potere i peggio dittatori..... :D
Non sai di cosa parli.
Fammi l'esempio di uno, uno solo, dei "peggiori dittatori" che è diventato
tale attraverso libere elezioni.
Quindi cara maggioranza, liberi di scegliere quello che volete, ma io libero
di dire che è una minchiata. Punto.
E chi te la toglie questa libertà?
Sono pronto a battermi per garantire la tua lòibertà di straparlare.
Post by Daniele Orlandi
E infatti vai pure a vedere: oltre 100,000 addetti nel settore del
fotovoltaico in Italia.
Ma proprio non capisci il numero di dipendenti NON È importante! Perché
allo
stesso modo se prendi 10000000 di lavoratori socialmente utili e li paghi
con soldi pubblici non stai aumentando il valore dell'economia ma stai
sprecando soldi?
...

Leggi il documento che ho postato e prova a capirlo.
Se non lo capisci chiedi pure, te lo spiego io.
Post by Daniele Orlandi
Se butti 70 G€ ma poi il risultato è MENO DI UN DECIMO di quello
che
Post by Daniele Orlandi
avresti
avuto usandoli nel nucleare, beh, economicamente hai fatto una minchiata.
4 miliardi solo di gettito IVA nel 2010 (e poi c'è l'IRPEF e i versamenti
INPS), questi sono i fatti.
No, ma davvero sei così stupido?!
Sei tu che non capisci un cazzo di microeconomia.
Post by Daniele Orlandi
Se hai voglia informati per bene
http://www.gifi-fv.it/cms/it/politiche/tutta-la-verita-sul-fotovoltaico
Guarda, facciamo pure finta che un documento redatto dal Gruppo Imprese
Fotovoltaiche Italiane che parla bene del fotovoltaico abbia valore....
...

I dati che riporta sono dati ufficiali presi da fonti attendibili e terze.
Se hai da contestare qualcosa entra nel merito, altrimenti fai più bella
figura a tacere.

...
Il fatto che per te possa valere lo stesso su che basi lo escludi? :)
Semplicemnte perché il mondo sta andando dalla parte di un impegno sempre
più massiccio nel fotovoltaico e verso una fuga dal nucleare (Svizzera,
Germania, Italia, Polonia, Svezia, Giappone (almeno per quanto riguarda la
sospensione dei piani d'incremento).

Il tuo problema (e quello di tanti come te) è che siete focalizzati sul
presente (con forti problemi a saperne leggere le caratteristiche) ma non
avete visione di medio lungo periodo, visione di trend.
Vivete ancorati al presente, come cozze attaccate allo scoglio, e non
riuscite a capire che se c'è una cosa indiscutibile nella storia del mondo
(e dell'Universo) è che tutto cambia, tutto evolve (Panta rei, tutto
scorre, diceva Eraclito).
I processi e le realtà, anche in relazione ai temi energetici, che
appaiono dominanti oggi, non lo saranno più domani.
Il fotovoltaico nel mondo, e segnatamente in Italia, fino a due o tre anni
fa era in termini percentuali sulla produzione più che altro una
curiosità, oggi non più.
Quelli come te su questo e su altri gruppi fino all'anno scorso o a due
anni fa dicevano: "Eh sì il fotovoltaico..., non conta nulla, non produce
nulla, è una curiosità tecnologica".
E invece in capo a due anni siete stati smentiti: nel 2012 il fotovoltaico
conterà da solo per il 5% (cinque per cento) del fabbisogno annuo
complessivo italiano.
E voi ancora a cianciare e a perdere tempo su quei bidoni di centrali
nucleari, che non le vuole nessuno, e che ci mettono 15 o vent'anni per
entrare in funzione (poveri finlandesi, vedremo se almeno nel 2014 avranno
il primo kWh da Olkiluoto-3).
Ma non vi sentite un po' ridicoli?


Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Daniele Orlandi
2011-10-25 14:16:26 UTC
Permalink
Post by Aleph
È un typo.
A me invece sembra una cazzata.
Sai cos'è un typo o vuoi dei disegnini?
Post by Aleph
Senti informati prima di cianciare a vanvera: gli incentivi entrano negli
utili e sono tassati.
Informati tu. Non è vero. Dipende dalla personalità giuridica di chi si
rapporta col GSE. Nel caso delle aziende entrano nel conto economico, sia i
ricavi dalla vendita di energia + incentivi, sia l'ammortamento
dell'impianto e i non trascurabili costi accessori.

Nel caso di privati non sono tassati e basta.
Post by Aleph
Se hai la bontà di andarti a leggere il link che ti
ho postato trovi anche il gettito della tassazione degli incentivi
riferito al 2010 e siamo già attirno al miliardo di euro.
Mi chiedo come possano calcolarlo visto che nei bilanci non è esplicitata la
quota parte di utili attribuita ad una singola attività.

In ogni caso la tassazione su incentivi presi dalla vendita di energia
elettrica equivale ad aumentare le tasse agli italiani. Potevano aumentare
l'IVA e avrebbero ottenuto lo stesso... oops...
Post by Aleph
Post by Daniele Orlandi
Ma tu hai idea di quanto costa e costerà Fukushima ai giappnesi?
No, non ce l'hai proprio.
Dai, quanto costerà ? Millllllemila fantastiliardi di paperdollari?
E infatti, non ce l'hai: chiccheri solo per partito preso e per
convinzioni ideologiche preconcette.
Io le stime che ho visto parlano di centinaia di milioni di €, che è una
bella cifra, facciamo pure un miliardo di €, ne mancano ancora 65, come ci
arrivi?

Te lo dico io, solo sparando cifre da millemila fantastiliardi a la
Greenpeace...
Post by Aleph
Ma sì, certo, il resto lo finanzi con l'amore. AHAHAHAHAH
Sai fare le moltiplicazioni? Prova a moltiplicare 2 eurocent per il totale
dei kWh che costituiscono il fabbisogno italiano annuale e vai a vedere
che cifra viene fuori.
Ah certo, finché il fotovoltaico rappresenta una percentuale trascurabile
della produzione sì, ma io pensavo alla tua futuristica grossa produzione
fotovoltaica.
Post by Aleph
Ma che t'inventi? Il costo aggiuntivo "medio" per kWh si aggira attorno
alla cifra che ho detto.
Eh no, è facile dire "Il fotovoltaico funziona perché guarda, costa solo 2
c€/kWh in più" omettendo che quei 2 c€ pagano solo 1 GW su 55 :)
Post by Aleph
Per 2000 kWh del consumo di una famiglia italiana
media siamo attorno a circa 40 euro annui (forse 50 con iva e tasse
varie).
Già, per pagare un ventesimo (sono buono) dell'energia che consumano.
Post by Aleph
Appunto, è con i conti che vien fuori che le fonti alternative sono
state economicamente una grossa inculata
...
Quali conti? Quelli che ti sogni la notte?
Quelli veri, non quelli interpretati per soddisfare wishful thinking.
Post by Aleph
e non serviranno a spegnere una sola
centrale a combustibili fossili.
Altra cazzata. La produzione del solo fotovoltaico dei primi 9 mesi 2011
(vedi documento linkato e dati terna) ha coperto integralmente
l'incremento dei consumi del 2011 che altrimenti sarebbe stato prodotto
con idrocarburi.
Questo non significa SPEGNERE una centrale.
Post by Aleph
E' anche diminita la quota di energia importata dall'estero.
Quello è stato fatto per altri motivi, mica grazie al fotovoltaico che non
conta una sega.
Post by Aleph
Oh... mi chiedi di dare i numeri e poi vai anche tu di opinioni senza
darli... tsk....
No, li aspetto da te. Vatti a fare un giretto e googla un pochimo e vedrai
che l'impatto del costo dell'energia su una gran parte dei prodotti di
largo consumo è trascurabile.
Considerando che il 75% dell'energia prodotta in Italia va nell'industria e
nel terziario da qualche parte quei soldi dovranno pure arrivare... indovina
chi è che in ultima analisi paga. Okay, è un calcolo tirato per i capelli ma
l'ordine di grandezza è chiaro.

Quasi quasi ci scappa un "per fortuna" che importiamo un sacco di prodotti
ad alta intensità energetica dall'estero.
Post by Aleph
Prima di aprire la bocca verifica di aver inserito il cervello: la
stragrande maggioranza delle materie prime l'Italia le importa comprandole
sul mercato internazionale delle commodities: il costo del kWh italiano
non incide per nulla sul loro prezzo.
Sì, giusto, perché producono anche con il nucleare o con il carbone pulito
modello cinese. Comodo eh? Tutti froci col culo degli altri....
Post by Aleph
Semmai è nella lavorazione dei metalli che avviene a casa nostra che tale
costo incide, ma questo riguarda essenzialmente il settore siderurgico e
dell'alluminio che nel pil italiano incide pochissimo, il grosso delle
altre merci che consumi ha una dipendenza molto piatta dal costo del kWh.
E comunque rappresenta il 75% della produzione elettrica italiana....
Post by Aleph
Allora mi spiace, se devono valere come dimensione di tifoseria o "Siamo
miliardi (di mosche)" spiacente, non valgono un cazzo.
Tu hai delle idee molto approssimative su come funzionano le democrazie,
in generale, e la nostra, in particolare.
Il fatto di rispettare il sistema democratico non IMPLICA che il sistema
democratico funzioni con efficienza.
Post by Aleph
Ti ritieni superiore agli altri, ma da quello che scrivi e da come lo
scrivi non ti farei neppure gestire il mio condominio.
Esatto, infatti in Italia il condominio si fa gestire solo ai migliori. Eh
già, la democrazia funziona alla grande! AHAHAHHAHAHAH!
Post by Aleph
Sai, le maggioranze sono anche quelle che democraticamente hanno mandato
al potere i peggio dittatori..... :D
Non sai di cosa parli.
Fammi l'esempio di uno, uno solo, dei "peggiori dittatori" che è diventato
tale attraverso libere elezioni.
La legge di Goodwin vince di nuovo: vedasi Adolf Hitler.
Post by Aleph
Quindi cara maggioranza, liberi di scegliere quello che volete, ma io
libero di dire che è una minchiata. Punto.
E chi te la toglie questa libertà?
Non certo tu ma cosa c'entra? E come dimostra che una scelta democratica sia
necessariamente giusta?
Post by Aleph
No, ma davvero sei così stupido?!
Sei tu che non capisci un cazzo di microeconomia.
Infatti questa è macroeconomia.
Post by Aleph
Guarda, facciamo pure finta che un documento redatto dal Gruppo Imprese
Fotovoltaiche Italiane che parla bene del fotovoltaico abbia valore....
...
I dati che riporta sono dati ufficiali presi da fonti attendibili e terze.
Lies, Damn Lies, Statistics.

Si sono sparate le peggio minchiate interpretando opportunamente dati
assoluamente precisi :)
Post by Aleph
Il fatto che per te possa valere lo stesso su che basi lo escludi? :)
Semplicemnte perché il mondo sta andando dalla parte di un impegno sempre
più massiccio nel fotovoltaico e verso una fuga dal nucleare (Svizzera,
Germania, Italia, Polonia, Svezia, Giappone (almeno per quanto riguarda la
sospensione dei piani d'incremento).
Guarda, sta anche aumentando la povertà, la fame nel mondo, l'inquinamento,
ne dobbiamo concludere che sono tutte cose giuste? :)
Post by Aleph
Il tuo problema (e quello di tanti come te) è che siete focalizzati sul
presente (con forti problemi a saperne leggere le caratteristiche) ma non
avete visione di medio lungo periodo, visione di trend.
Il problema di tanti come te è che confondete il wishful thinking con una
realistica visione del futuro.

Non lo è. È un'illusione.
Post by Aleph
Vivete ancorati al presente, come cozze attaccate allo scoglio, e non
riuscite a capire che se c'è una cosa indiscutibile nella storia del mondo
(e dell'Universo) è che tutto cambia, tutto evolve (Panta rei, tutto
scorre, diceva Eraclito).
Sarà che quelli come me le cose le realizzano e quando sentono annunci
straottimistici sanno che dietro c'è sempre la fregatura :)
Post by Aleph
Quelli come te su questo e su altri gruppi fino all'anno scorso o a due
anni fa dicevano: "Eh sì il fotovoltaico..., non conta nulla, non produce
nulla, è una curiosità tecnologica".
Io ho sempre sperato molto nel fotovoltaico, ti dirò, ritengo pure giusto
che sia stato incentivato, il problema è che è da una parte è stato
incentivato MALISSIMO e dall'altra non si capisce che la produzione di base
è un problema che NON viene risolto con il fotovoltaico.
Post by Aleph
E invece in capo a due anni siete stati smentiti: nel 2012 il fotovoltaico
conterà da solo per il 5% (cinque per cento) del fabbisogno annuo
complessivo italiano.
A me risulta il 2.5%, quali numeri hai usato?
Io ho usato i 9000 GWh che hai detto tu con i 350 TWh del fabbisogno del
2010.
Post by Aleph
E voi ancora a cianciare e a perdere tempo su quei bidoni di centrali
nucleari, che non le vuole nessuno, e che ci mettono 15 o vent'anni per
entrare in funzione (poveri finlandesi, vedremo se almeno nel 2014 avranno
il primo kWh da Olkiluoto-3).
Pensa, anche gli aerei non li vuole nessuno, anche per quelli ci vogliono 15
anni per produrli, anche quelli ogni tanto cadono e sono sostituibili dalle
bicilette e dalle canoe.

Io propongo di abolire l'aviazione commerciale.

No?
--
Daniele "Vihai" Orlandi
Bieco Illuminista #184213
Aleph
2011-10-25 16:08:41 UTC
Permalink
Daniele Orlandi ha scritto:

...
Post by Aleph
Senti informati prima di cianciare a vanvera: gli incentivi entrano negli
utili e sono tassati.
Informati tu. Non è vero. Dipende dalla personalità giuridica di chi si
rapporta col GSE. Nel caso delle aziende entrano nel conto economico, sia i
ricavi dalla vendita di energia + incentivi, sia l'ammortamento
dell'impianto e i non trascurabili costi accessori.
Nel caso di privati non sono tassati e basta.
Sbagliato: nel caso in cui il privato venda l'energia in esubero questa è
tassata eccome.
La franchigia per la tassazione vale solo per impianti < 20 kW e solo se
l'energia prodotta è posta al servizio dell'abitazione o della sede
dell'utente:

http://www.consulente-energia.com/fv-tasse-fotovoltaico-imposte-dirette-iva-su-tariffe-incentivi-da-pagare.html

...
In ogni caso la tassazione su incentivi presi dalla vendita di energia
elettrica equivale ad aumentare le tasse agli italiani. Potevano aumentare
l'IVA e avrebbero ottenuto lo stesso... oops...
La tassazione degli incentivi insiste su chi gli incentivi li piglia non
genericamente sugli italiani.
Gli italiani contribuiscono con quota parte della componente A3 della
bolletta elettrica.

...
Io le stime che ho visto parlano di centinaia di milioni di €, che è una
bella cifra, facciamo pure un miliardo di €, ne mancano ancora 65, come ci
arrivi?
Te lo dico io, solo sparando cifre da millemila fantastiliardi a la
Greenpeace...
ROTFL, 1 miliardo di euro???
Quelli li valgono solo le opere che dovranno fare per mettere in sicurezza
le centrali dannegguate.
E tutti i danni all'economia della zona (dalla pesca, alle attività
produttive, e alle altre attività economiche) e la devastazione edilizia,
con migliaia di case e di sedi di imprese inagibili (scuole, ospedali,
edifici pubblici, etc.), che dobvranno essere ricostruite altrove, quelli
non li conti?

...
Post by Aleph
Sai fare le moltiplicazioni? Prova a moltiplicare 2 eurocent per il totale
dei kWh che costituiscono il fabbisogno italiano annuale e vai a vedere
che cifra viene fuori.
Ah certo, finché il fotovoltaico rappresenta una percentuale trascurabile
della produzione sì, ma io pensavo alla tua futuristica grossa produzione
fotovoltaica.
Io mi stavo già proiettando nel futuro prossimo, diciamo entro 5, massimo
7 anni da oggi. Se poi tu oensi che l'incentivazione attuale andrà avanti
per decenni, pari pari, anche per tutti gli imèpianti futuri, allora
ovviamente il costo crescerebbe, ma è ovvio che non sarà così:

1) perché il costo diventerebbe insostenibile;

2) perché la parity grid deve essere raggiunta massimo entro 10 anni da
oggi, altrimenti si rischia che vada tutto in malora.

...
Eh no, è facile dire "Il fotovoltaico funziona perché guarda, costa solo 2
c€/kWh in più" omettendo che quei 2 c€ pagano solo 1 GW su 55 :)
Guarda il facevo il caso di circa 16-18 mila GWh di produzione
fotovoltaica, il famoso 5% di cui ho già parlato.

...
Post by Aleph
Post by Daniele Orlandi
e non serviranno a spegnere una sola
centrale a combustibili fossili.
Altra cazzata. La produzione del solo fotovoltaico dei primi 9 mesi 2011
(vedi documento linkato e dati terna) ha coperto integralmente
l'incremento dei consumi del 2011 che altrimenti sarebbe stato prodotto
con idrocarburi.
Questo non significa SPEGNERE una centrale.
Questo signigfica farle funzionare di meno ed evitare di costruirne di
nuove.
Post by Aleph
E' anche diminita la quota di energia importata dall'estero.
Quello è stato fatto per altri motivi, mica grazie al fotovoltaico che non
conta una sega.
Il fotovoltaico a fine 2011 conterà per circa 9000 GWh, ovvero circa il 3%
del consumo globale di energia elettrica italiano.

...
Post by Aleph
No, li aspetto da te. Vatti a fare un giretto e googla un pochimo e vedrai
che l'impatto del costo dell'energia su una gran parte dei prodotti di
largo consumo è trascurabile.
Considerando che il 75% dell'energia prodotta in Italia va nell'industria e
nel terziario da qualche parte quei soldi dovranno pure arrivare... indovina
chi è che in ultima analisi paga. Okay, è un calcolo tirato per i capelli
ma
l'ordine di grandezza è chiaro.
Ma devi ragionare in termini di costo per unità di prodotto (che è quello
che paga il cosnsumatore), mica in termini di consumo complessivo. E'
ovvio che l'industria nel suo complesso assorbe la fetta più inmportante
della produzione elettrica.

...
Post by Aleph
Non sai di cosa parli.
Fammi l'esempio di uno, uno solo, dei "peggiori dittatori" che è diventato
tale attraverso libere elezioni.
La legge di Goodwin vince di nuovo: vedasi Adolf Hitler.
Lo sapevo che lo avresti detto ma, anche qui, sei poco informato.
Hitler, come anche Mussolini prima di lui, ottennero in elezioni libere
dei successi limitati (Mussolini mipare attorno al 20%, Hitler attorno al
30%) e furono nominati a capo dei rispettivi governi.
Successivamente (nel caso di Mussolini auspice il Re) presero il potere
restringendo via via le libertà democratiche in modo illegale e
autoritario (Mussolini nel 1925, dopo l'omicidio Matteotti, con il
dilagare dele squadracce fasciste, etc.).

...
Io ho sempre sperato molto nel fotovoltaico, ti dirò, ritengo pure giusto
che sia stato incentivato, il problema è che è da una parte è stato
incentivato MALISSIMO
...

Sicuramente gli incentivi potevano essere modulati meglio: l'ho sempre
detto.
e dall'altra non si capisce che la produzione di base
è un problema che NON viene risolto con il fotovoltaico.
Parzialmente sì invece.
Tu credi che tutto il carico di base sia inamovibile?
Quanta parte del carico di base potresti spostare nelle ore diurne con
tariffe vantaggiose?
Una specie di tariffa bioraria che rende vantaggioso per cittadini e
imprese
consumare di giorno anziché di notte?
Senza contare le banchine fotovoltaiche (ce n'è già una in programma per
la sperimentazione a Roma entro breve tempo ) per la ricarica delle auto
elettriche, che consentiranno in futuro di eliminare parte degli
idrocarburi utilizzati per l'autotrazione.
E poi pompaggi, pompaggi e ancora pompaggi e, anche, si spera, future
batterie a grande densità di raccolta d'energia.

...
A me risulta il 2.5%, quali numeri hai usato?
Io ho usato i 9000 GWh che hai detto tu con i 350 TWh del fabbisogno del
2010.
Ho usato 13 GW di potenza fotovoltaica installata a fine 2011, che
corrisponde a una produzione 2012 di circa 16.000 GWh che corrisponde
all'incirca al 5% dei 330.000 GWh del fabbisogno nazionale.
Nota bene che stiamo parlando solo di fotovoltaico (e ci sono anche
eolico, geotermico e idroelettrico da considerare nel mix del rinnovbile
italiano).

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-25 23:38:24 UTC
Permalink
Post by Aleph
Parzialmente sì invece.
Tu credi che tutto il carico di base sia inamovibile?
Quanta parte del carico di base potresti spostare nelle ore diurne con
tariffe vantaggiose?
Una specie di tariffa bioraria che rende vantaggioso per cittadini e
imprese
consumare di giorno anziché di notte?
Senza contare le banchine fotovoltaiche (ce n'è già una in programma per
la sperimentazione a Roma entro breve tempo ) per la ricarica delle auto
elettriche, che consentiranno in futuro di eliminare parte degli
idrocarburi utilizzati per l'autotrazione.
E poi pompaggi, pompaggi e ancora pompaggi e, anche, si spera, future
batterie a grande densità di raccolta d'energia.
Mi pare non ti sia molto chiaro cosa sia il "carico di base".
Ma del resto, da uno che chiama "fonti fossili" i combustibili fissili...

Raffaele
Aleph
2011-10-26 08:58:23 UTC
Permalink
R. C. ha scritto:

...
Post by Raffaele Castagno
Ma del resto, da uno che chiama "fonti fossili" i combustibili fissili...
Sono in buona compagnia con i docenti di fisica di stanford (Lezione del 17
marzo per l'inverno 2011 - 2012)

http://large.stanford.edu/courses/2011/ph241/engelsen1/

Tu invece, che sei ignorante come una capra, riesci solo a ottenere la
solidarietà di mentecatti conservatori, che non capiscono una sega e lo
dimostrano con il loro voto servile e sciocco.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-26 09:10:38 UTC
Permalink
Post by Aleph
Sono in buona compagnia con i docenti di fisica di stanford (Lezione del 17
marzo per l'inverno 2011 - 2012)
Quello è uno STUDENTE del Prof. Robert B. Laughlin.

Per tutti gli altri, i Combustibili Fossili sono una cosa ben precisa, che NON include i combustibili fissili:

http://www.thefreedictionary.com/Fossil+fuels

http://www.google.it/search?hl=en&nord=1&biw=1460&bih=779&site=webhp&q=fossil+fuel&tbs=dfn:1&tbo=u&sa=X&ei=1cynTozcL43O4QSYysDiDw&ved=0CB4QkQ4

Raffaele
Aleph
2011-10-26 09:49:22 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
Sono in buona compagnia con i docenti di fisica di stanford (Lezione del 17
marzo per l'inverno 2011 - 2012)
Quello è uno STUDENTE del Prof. Robert B. Laughlin.
ROTFL...,
non sai più su quale specchio arrampicarti, eh coglione?

A.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-10-26 09:44:40 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
Sono in buona compagnia con i docenti di fisica di stanford (Lezione del 17
marzo per l'inverno 2011 - 2012)
Quello è uno STUDENTE del Prof. Robert B. Laughlin.
ROTFL...,
non sai più su quale specchio arrampicarti, eh coglione?
Aleph, come fanno quasi tutti i sinistrati, quando si accorge di aver
detto una ca..ata immonda comincia ad insultare e a calunniare... Aleph, e'
inutile che cerchi con Google una frasetta che da qualche parte ti dia
pateticamente ragione e riporti le sciocchezze che ha scritto UNO
STUDENTELLO:
https://plus.google.com/103671312739235537435#103671312739235537435/posts
Visto che ti piace raccogliere questa roba in giro, perlomeno fatti una
cultura in materia:
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Catalogazione_dei_tipi_di_merda
Raffaele Castagno
2011-10-26 11:36:58 UTC
Permalink
Post by Aleph
ROTFL...,
non sai più su quale specchio arrampicarti, eh coglione?
Specchi?
Tu hai scritto "Sono in buona compagnia con i docenti di fisica di stanford" ed hai citato un documento.

Io ti ho fatto notare che quel documento NON è di un DOCENTE di fisica di Stanford, bensì di uno STUDENTE di fisica di Stanford.

Se proprio vuoi essere credibile, almeno cita un DOCENTE vero.

Continua a non muoversi di una virgola la definizione di Combustibile Fossile, che continua testardamente ad includere criteri che esulano dalla mera provenienza geografica.

Raffaele
Aleph
2011-10-26 10:26:04 UTC
Permalink
Castagno, questo è il portale dell'energia elettrica e nucleare:

http://www.ingegnerianucleare.net/Tematiche/1FE/1FE.htm


***Fonti di Energia di Origine Fossile

Tutte le attività umane, quali i trasporti, il riscaldamento,
l'illuminazione, l'industria, l'agricoltura, ecc, basano la propria
esistenza dalla disponibilità di energia in quantità abbondanti e
affidabili. Attualmente il fabbisogno energetico è soddisfatto da fonti di
origine fossile, cioè da riserve di combustibili naturali formatisi in
milioni di anni nel corso dell'evoluzione geologica del nostro pianeta.
Esse sono conservate nelle profondità della crosta terrestre e sono
costituite da quattro fonti primarie: petrolio, gas naturale, carbone e
materiale fissile. Attualmente il fabbisogno energetico mondiale è coperto
per oltre il 90% da fonti energetiche di origine fossile (esauribili),
mentre il restante 10% da fonti energetiche rinnovabili (idroelettrica,
fotovoltaica, eolica, termosolare, geotermica, da biomasse e da
risparmio). Questi dati ripropongono con sempre maggior urgenza la
necessità per i vari Paesi di adottare politiche energetiche, basate
sull’impiego di tecnologie innovative ed efficienti, in grado sia di
compensare il progressivo ma inevitabile esaurimento dei combustibili
fossili, sia di ridurre i livelli di inquinamento e di emissione dei gas
serra.***


Lo sai usare Google?
Bene allora vai a cercare e troverai decine e decine di documenti che
usano il termine fonti fossili o combustibili fossili includendo
rispettivamente il nucleare e l'Uranio 235.
Se tu e il tuo amico fascistoide e arteriosclerotico (data l'età avanzata)
non siete aggiornati e non siete al corrente di come evolve il linguaggio
scientifico nella letteratura scientifica corrente o (peggio) non
conoscete la semantica e l'etimologia dei lemmi della lingua italiana è un
problema vostro, che non vi autorizza minimamente a scassarmi le palle a
oltranza.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Raffaele Castagno
2011-10-26 11:39:56 UTC
Permalink
Post by Aleph
http://www.ingegnerianucleare.net/Tematiche/1FE/1FE.htm
http://lmgtfy.com/?q=definition+of+fossil+fuels

Raffaele
Fatal_Error
2011-10-13 19:15:09 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa,
d'accordo mica tanto.
gli incentivi che si pagano oggi consentono a chi ha piu soldi di
finanziare il settore, il che sta lentamente portando in bassi prezzi,
affinchè il fotovoltaico sia successivamente accessibille a tutti.
ROTFL, la maggior parte dei pannelli fotovoltaici li importiamo dalla CINA,
peggiorando il nostro gia' precario "balance of trade"
(http://en.wikipedia.org/wiki/Balance_of_trade) e provocando devastazioni
ambientali dove li producono:
http://www.greenstyle.it/i-pannelli-solari-inquinano-chiusa-una-fabbrica-in-cina-4940.html
http://gogreen.virgilio.it/news/ambiente-energia/rinnovabili-inquinamento-cina-accusa-fabbrica-fotovoltaico.html
http://energie-rinnovabili.rheonetic.com/pannelli-fotovoltaici/pannelli-solari-inquinanti-cina/
Quindi finanziamo la Cina con miliardi di Euro OGGI, nella speranza che un
domani ci regalino i pannelli? Che poi anche se ce li regalassero, non
converrebbe nemmeno installarli! La piccola diminuzione dei costi, non
ancora nemmeno ribaltata sugli assurdi incentivi, e' principalmente dovuta
alla sostituzione del silicio con il velenosissimo e altamente cancerogeno
Telloruro di Cadmio (http://it.wikipedia.org/wiki/Tellururo_di_cadmio), con
le conseguenti devastanti conseguenze anche a livello mondiale:
http://blog.panorama.it/mondo/2011/02/16/cina-dopo-il-latte-alla-melamina-arriva-il-riso-al-cadmio/
Ma intanto noi continueremo a pagare per almeno venti anni, l'energia
prodotta con i pannelli fotovoltaici (e in gran parte consumata gratis dai
benestanti che li hanno messi) oltre 43 centesimi al kWh, contro ad esempio
i 3,7 centesimi al kWh che paghiamo per l'energia importata dalla Francia!
Insomma, per dissanguarci e finanziare la Cina con una PANZANA, meglio
comprare piu' energia dalla Francia a meno di un decimo del prezzo....
Post by fuzzy
E cosi sta avvenendo.
Si, la truffa e' in atto, sta avvenendo.....
Fatal Error
2011-10-14 08:08:26 UTC
Permalink
Post by Vend
Post by Fatal_Error
Ecco una
cosa di cui veramente questo governo dovrebbe vergognarsi, l'aver permesso
ai demagoghi di sinistra di far prevalere questo piano demenziale, di
confermare "incentivi" che non sono "incentivi", ma vere e proprie
elargizioni a piene mani alle classi privilegiate del denaro dei poveracci.
D'accordo che il fotovoltaico è una truffa, ma com'è che quando il
governo sbaglia è colpa dell'opposizione?
Ma tu sei vero o sei uscito da 1984?
Questa mi era sfuggita... Ti ricordo che l'attuale governo aveva fatto un
piano energetico 50/25/25 che prevedeva un 25% di nucleare e di aumentare il
rinnovabile di un 7%, ovvero due obbiettivi concreti e realizzabili. Nel
piano era prevista la drastica riduzione immediata degli incentivi per il
fotovoltaico, semplice adeguamento agli incentivi Europei. Il referendum
contro e' stato promosso dalla sinistra e, nella democrazia Italiana, se il
popolo abroga una legge non puoi riproporla per cinque anni! Riguardo agli
incentivi, e' stata fatta dalla sinistra una campagna di demonizzazione
(vogliono far chiudere migliaia di aziende, sono contro il rinnovabile...)
tale da far prorogare gli incentivi Prodiani per un breve periodo, con la
"corsa all'oro dei poveracci" da parte dei soliti furbetti che tutti ora
vediamo... Ci sono aziende italiane che conosco che hanno fatto per decenni
affari al limite della legalita', tipo acquistare navi marce ed arruginite
da rottamare come "rottami ferrosi" con una societa' off-shore, cambiare
nome alla nave e metterla in grado di navigare alla "spera in Dio", metterci
un equipaggio filippino ed usarle per portare PETROLIO ai paesi emergenti e
sulle nostre coste, grazie alle demenziali leggi che abbiamo in Italia! Ora
queste cose non le possono piu' fare tanto agevolmente ed allora si sono
convertiti ad altri lucrosi affari: Eolico e fotovoltaico!
Riguardo 1984, il famoso romanzo *ANTISOVIETICO ed ANTISTALINISTA * di
Orwell, tanto osteggiato dai comunisti Italiani, si ispirava proprio a cio'
che veramente avveniva in URSS sotto Stalin e Lenin, il "grande fratello" fu
realizzato *in peggio*, con tanto di ministero della disinformazione, nella
DDR, dove eri spiato continuamente e praticamente in ogni famiglia c'era un
delatore... Il peggio erano le torture, gli omicidi, le persecuzioni, la
miseria, la prigionia confinati da un muro... Peggio ancora quindi,
perlomeno in 1984 erano schiavi ma vivacchiavano!

http://it.wikipedia.org/wiki/1984_(romanzo)
" La società è amministrata secondo i principi del Socing, il Partito
Socialista Inglese, ed è governata da un onnipotente partito unico con a
capo il Grande Fratello, un personaggio che nessuno ha mai visto e che tiene
costantemente sotto controllo la vita di tutti i cittadini (la descrizione
fisica ricorda Josif Stalin e Lord Kitchener). Il totalitarismo del Grande
Fratello sviluppa caratteristiche dell'URSS di Stalin e della Germania
preconizzata dai nazisti[2]."

A conferma che non sono io che sono uscito da 1984, ma siete VOI che
volevate e vorreste (intercettazioni sulle abitudine sessuali, processi
mediatici, ecc. ecc.) portarci nel fantastico mondo di Oceania!
http://it.wikipedia.org/wiki/Oceania_(1984)
Aleph
2011-10-13 13:04:03 UTC
Permalink
fuzzy ha scritto:

...
Post by fuzzy
Secondo il GSE (Gestore dei Servizi Energetici), la
potenza fotovoltaica installata alla fine del 2011 potrebbe
l’Italia si porterebbe al primo posto nella graduatoria mondiale della
potenza entrata in esercizio nel 2011, superando di tre volte il
corrispondente dato della Germania, Paese leader del mercato del
fotovoltaico...."
Il contatore fotovoltaico di GSE attesta ad oggi più di 11 GW di potenza
instalata, nonostante m,anchino oltre due mesi e mezzo alla fine dell'anno:

http://www.gse.it/Pagine/Il-contatore-fotovoltaico.aspx

La produzione elettrica del 2012 del solo fotovoltaico potrebbe attestarsi
attorno a circa 15000 GWh, ovvero ben più di quello che può produrre in un
anno una centrale nucleare da 1600 MW.

Non sarebbe male quintuplicare la potenza fotovoltaica installata, ma per
fare ciò ci vorranno (salvo sorprese) almeno una quindicina d'anni.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
AleTV
2011-10-13 18:52:42 UTC
Permalink
Post by Aleph
La produzione elettrica del 2012 del solo fotovoltaico potrebbe attestarsi
attorno a circa 15000 GWh, ovvero ben più di quello che può produrre in un
anno una centrale nucleare da 1600 MW.
Con la centrale nucleare hai 1600 MW di fossili che chiudi, con tutto il
reso di pv NO.
Post by Aleph
Non sarebbe male quintuplicare la potenza fotovoltaica installata, ma per
fare ciò ci vorranno (salvo sorprese) almeno una quindicina d'anni.
:-))) Bello, per avere poi non 100 ma 150 GW di potenza disponibile, e per
avere 50 GW che per 7000 ore l'anno non producono nulla.
E per avere tutto il parco termoelettrico sempre li ed in funzione.
Tu si che sai come funzionano le cose...
Fatal_Error
2011-10-13 19:21:33 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by Aleph
La produzione elettrica del 2012 del solo fotovoltaico potrebbe attestarsi
attorno a circa 15000 GWh, ovvero ben più di quello che può produrre in un
anno una centrale nucleare da 1600 MW.
Con la centrale nucleare hai 1600 MW di fossili che chiudi, con tutto il
reso di pv NO.
Post by Aleph
Non sarebbe male quintuplicare la potenza fotovoltaica installata, ma per
fare ciò ci vorranno (salvo sorprese) almeno una quindicina d'anni.
:-))) Bello, per avere poi non 100 ma 150 GW di potenza disponibile, e per
avere 50 GW che per 7000 ore l'anno non producono nulla.
E per avere tutto il parco termoelettrico sempre li ed in funzione.
Tu si che sai come funzionano le cose...
E pensare che e' un fisico, ha studiato pacchi di matematica... Ma che
tristezza! Tanto preso dalle sue ideologie che non riesce nemmeno a fare due
conti da seconda Liceo e si fa prendere per il c..o da quattro politici
ignoranti che non sanno nemmeno di cosa parlano....
Continua a leggere su narkive:
Loading...