Discussione:
L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima puntata.
(troppo vecchio per rispondere)
Carmelo
2004-10-17 00:00:07 UTC
Permalink
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
possa esistere veramente! Ma qualcuno, scienziati compresi, si è mai
domandato se una simele ed ipotetica forza esistesse veramente cosa
accadrebbe? (ovvero cosa sarebbe già accaduto?)non solo sulla nostra Terra o
nel sistema solare, ma in tutto lìuniverso?
Probabilmente nessuno si posto tale interrogativo!
Le "IDIOZIE DELLA SCIENZA AFFERMANO: l'universo è in espansione e, non ci
sono dubbi, ma può sussistere una "FORZA DI ATTRAZIONE" in un universo in
espansione? Cominciate a riflette...
Andate a rileggervi la "TEORIA di NEWTON" per facilitarvi il compito ve la
trascrivo io: "DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE
PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL
QUADRATO DELLA LORO DISTANZA" ora applicatele se ci riuscite!
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre più
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione è inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra
girando intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di più!
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si già un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Franco
2004-10-17 01:09:59 UTC
Permalink
Post by Carmelo
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre più
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione è inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza!
Mi pare una ottima osservazione da prendere in considerazione.
Post by Carmelo
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si già un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
In effetti e` ben peggio di un grattacapo. E` una incongruenza
fondamentale, che lascia trasparire qualche grave errore di fondo.
--
Franco

Wovon man nicht sprechen kann, darüber muß man schweigen.
(L. Wittgenstein)
Michele Falzone
2004-10-17 05:41:16 UTC
Permalink
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
possa esistere veramente! Ma qualcuno, scienziati compresi, si è mai
domandato se una simele ed ipotetica forza esistesse veramente cosa
accadrebbe? (ovvero cosa sarebbe già accaduto?)non solo sulla nostra Terra o
nel sistema solare, ma in tutto lìuniverso?
Ma allora non riesci a capire che non esiste nessuna forza di gravità, ma
solo conservazione del momento angolare, come descrivo io in

http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf
Post by Carmelo
Probabilmente nessuno si posto tale interrogativo!
Le "IDIOZIE DELLA SCIENZA AFFERMANO: l'universo è in espansione e, non ci
sono dubbi, ma può sussistere una "FORZA DI ATTRAZIONE" in un universo in
espansione? Cominciate a riflette...
Tu dai delle cose per scontate e altre meno, mentre in effetti non essite
nessuna espansione dell'universo, ma un universo in continua evoluzione,
che trova l'energia necessaria in se stesso.

Mi torna in mente che quello che il mio prof di chimica, nel primo anno di
ingegneria disse quando cominciò a parlare della teoria cinetica dei gas:

Esiete una piccolissima probabilità che in un dato istante tutte le
molecole di O2 si spostino in un angolo di questo anfiteatro e noi senza
ossigeno potremo morire asfissiati.

Rimasi molto colpito di questa affermazione, ma ora con la mia esperienza,
avrei potuto rispondere che era impossibile, per il solo fatto che sia lo
spazio che il tempo in quel sistema erano limitati, ma in effetti in un
tempo e in uno spazio illimitato, cosa che succede nell'universo, tutto è
possibile, ovvero grandi energie casualmente si possono localizzare in
regioni di universo limitate, è sottinteso che mi riferisco a energia di
singole particelle di etere, per dare forma a nuove galassie e a gruppi di
galassie.
Post by Carmelo
Andate a rileggervi la "TEORIA di NEWTON" per facilitarvi il compito ve la
trascrivo io: "DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE
PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL
QUADRATO DELLA LORO DISTANZA" ora applicatele se ci riuscite!
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre più
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione è inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra
girando intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
Ma non hai sentito mai parlare di energia potenziale e cinetica? Questo
mette in pace tutti i fisici quando risolvolo il problema dei due corpi.

Mette in pace i fisici, ma non si pongolno il problema del perchè in
questo universo è valido il principio di conservazione del momento
angolare? Mai realmente capito.

Ma è valido, per il semplice fatto che il momento angolare si conserva in
qualunque vortice, come da me sescritto in:

http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf
Post by Carmelo
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di più!
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si già un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
Per la stragrande maggioranza dei fisici non è assolutamente un
grattacapo, sono abituati a NON RIFLETTERE, mentre la restante minoranza,
appena cerca di porsi il problema viene subito tacciata di essere
ignorante.

Prova a chiedere ai fisici il perchè delle galassie a spirali, che va al
di la di ogni logica della forza di gravità, per non dire che rappresenta
proprio la sua negazione, ti sentirai rispondere che nell'universo esiste
la massa nascosta e che anzi questa è superiore a quella visibile.

Poi hanno la presunzione di chiamare la fisica "SCIENZA SPERIMENTALE" ,
senza rendersi conto di avere costruito tutta una scienza impostata su
PURI ATTI DI FEDE.

Ma ricordati che è stato lo stesso Newton a porsi la domanda di come
potessero interagire le masse a distanza, senza capirlo, ora i fisici
dicono di averlo capito, dicendo che è lo spazio a curvarsi, come vedi la
cosa grave è che continuano a costruire nuovi atti di fede per potere
puntellare le loro teorie sbagliate all'origine.

Michele
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lallo©®
2004-10-17 13:40:16 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Mi torna in mente che quello che il mio prof di chimica, nel primo anno di
A quanto sei? Ventesimo fuori corso?
Post by Michele Falzone
Esiete una piccolissima probabilità che in un dato istante tutte le
molecole di O2 si spostino in un angolo di questo anfiteatro e noi senza
ossigeno potremo morire asfissiati.
Rimasi molto colpito di questa affermazione, ma ora con la mia esperienza,
avrei potuto rispondere che era impossibile,
Si chiama teorema di Poincare', meglio noto come pons asinorum.
Roberto Rosoni
2004-10-17 16:20:50 UTC
Permalink
Lallo©®, in data Sun, 17 Oct 2004 15:40:16 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
puntata.":

Approfitto per un digressione dal thread.
Post by Lallo©®
Post by Michele Falzone
Esiete una piccolissima probabilità che in un dato istante tutte le
molecole di O2 si spostino in un angolo di questo anfiteatro e noi senza
ossigeno potremo morire asfissiati.
Rimasi molto colpito di questa affermazione, ma ora con la mia esperienza,
avrei potuto rispondere che era impossibile,
Si chiama teorema di Poincare', meglio noto come pons asinorum.
Mi spieghi cosa sostiene questo teorema? Perché rende teoricamente
impossibile (il calcolo delle probabilità lo rende già di fatto
pressoché impossibile) che le molecole di un gas vadano per un istante a
cacciarsi tutte nello stesso posto?
Ciao.
--
Roberto Rosoni
<***@tisLOCKcali.it> (Remove the lock in your replies)
Lallo©®
2004-10-17 18:14:42 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Post by Lallo©®
Post by Michele Falzone
Esiete una piccolissima probabilità che in un dato istante tutte le
molecole di O2 si spostino in un angolo di questo anfiteatro e noi senza
ossigeno potremo morire asfissiati.
Rimasi molto colpito di questa affermazione, ma ora con la mia esperienza,
avrei potuto rispondere che era impossibile,
Si chiama teorema di Poincare', meglio noto come pons asinorum.
Mi spieghi cosa sostiene questo teorema? Perché rende teoricamente
impossibile (il calcolo delle probabilità lo rende già di fatto
pressoché impossibile)
Ah, tu adesso conosceresti anche il calcolo delle probabilita' adesso?
E la tua esperienza di gas rende cio' impossibile vero?
E pretendi di capire Poincare', giusto?
Roberto Rosoni
2004-10-18 21:31:26 UTC
Permalink
Lallo©®, in data Sun, 17 Oct 2004 20:14:42 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
E pretendi di capire Poincare', giusto?
In generale io non pretendo niente.
Quanto al capire, questo di regola dipende più da chi spiega che da chi
impara.
A quanto pare tu non sei in grado di spiegare.

Cordiali saluti.
--
Roberto Rosoni
<***@tisLOCKcali.it> (Remove the lock in your replies)
Lallo©®
2004-10-19 08:51:41 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Lallo©®, in data Sun, 17 Oct 2004 20:14:42 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
E pretendi di capire Poincare', giusto?
In generale io non pretendo niente.
Quanto al capire, questo di regola dipende più da chi spiega che da chi
impara.
A quanto pare tu non sei in grado di spiegare.
Spiegare alle teste di legno non è difficile. E' inutile.
Bruno Cocciaro
2004-10-19 09:29:21 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by Roberto Rosoni
Lallo©®, in data Sun, 17 Oct 2004 20:14:42 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
E pretendi di capire Poincare', giusto?
In generale io non pretendo niente.
Quanto al capire, questo di regola dipende più da chi spiega che da chi
impara.
A quanto pare tu non sei in grado di spiegare.
Spiegare alle teste di legno non è difficile. E' inutile.
Non solo spiegare, anche chiedere alle teste di legno piu' che difficile e'
inutile.
Ma se ne fanno tante di cose inutili nella vita. Alla peggio ne avro' fatta
una in piu', quindi ti pongo la seguente domanda della quale sarei curioso
di leggere la risposta gia' da un po':
Mi spieghi cosa sostiene questo teorema [il teorema di Poincare' da te
citato in altro post]? Perché rende teoricamente impossibile (il calcolo
delle probabilità lo rende già di fatto pressoché impossibile) che le
molecole di un gas vadano per un istante a cacciarsi tutte nello stesso
posto?

Spero tu non voglia lasciare in noi povere teste di legno l'impressione che
tu voglia eludere la domanda (non sara' mica che non sai rispondere, no?)
Naturalmente non avrai repliche (almeno non da me) se deciderai di
rispondere, come temo, in maniera elusiva, quindi ti cedo volentieri
l'ultima parola se questa sara' dello stesso tenore di quelle che hai
mandato sopra in risposta a Roberto Rosoni.

Tanti saluti.
--
Bruno Cocciaro
--- Li portammo sull'orlo del baratro e ordinammo loro di volare.
--- Resistevano. Volate, dicemmo. Continuavano a opporre resistenza.
--- Li spingemmo oltre il bordo. E volarono. (G. Apollinaire)
Lallo©®
2004-10-19 12:19:42 UTC
Permalink
Post by Bruno Cocciaro
Ma se ne fanno tante di cose inutili nella vita. Alla peggio ne avro' fatta
una in piu', quindi ti pongo la seguente domanda della quale sarei curioso
Toh, un troll.
Michele Falzone
2004-10-19 20:23:10 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by Bruno Cocciaro
Ma se ne fanno tante di cose inutili nella vita. Alla peggio ne avro' fatta
una in piu', quindi ti pongo la seguente domanda della quale sarei curioso
Toh, un troll.
Toh, uno sciocco.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lallo©®
2004-10-19 20:27:05 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Post by Lallo©®
Post by Bruno Cocciaro
Ma se ne fanno tante di cose inutili nella vita. Alla peggio ne avro' fatta
una in piu', quindi ti pongo la seguente domanda della quale sarei curioso
Toh, un troll.
Toh, uno sciocco.
Un bell'"arrivedòrci" e sei perfetto.
Roberto Rosoni
2004-10-19 20:56:21 UTC
Permalink
Lallo©®, in data Tue, 19 Oct 2004 10:51:41 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
Spiegare alle teste di legno non è difficile. E' inutile.
Ehilà, ma pensi di farmi incazzare, caro il mio trollicchio?

I miei saluti all'NTO.
--
Roberto Rosoni
<***@tisLOCKcali.it> (Remove the lock in your replies)
Lallo©®
2004-10-19 21:18:55 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Lallo©®, in data Tue, 19 Oct 2004 10:51:41 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
Spiegare alle teste di legno non è difficile. E' inutile.
Ehilà, ma pensi di farmi incazzare, caro il mio trollicchio?
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
asps
2004-10-21 17:37:18 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by Roberto Rosoni
Lallo©®, in data Tue, 19 Oct 2004 10:51:41 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Lallo©®
Spiegare alle teste di legno non è difficile. E' inutile.
Ehilà, ma pensi di farmi incazzare, caro il mio trollicchio?
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di amintove
: "Amintore" <***@yahoo.it> ha scritto nel messaggio news:***@uni-berlin.de...
Lallo©®
2004-10-21 17:59:17 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di amintove
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
asps
2004-10-21 18:43:08 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di amintove
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
Lallo©®
2004-10-21 19:17:46 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di
amintove
Post by Lallo©®
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
La tua faccina sorridente era pleonastica: il tuo "braccietto"
acondroplastico suscitava ilarità, da solo.
asps
2004-10-21 20:05:08 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di
amintove
Post by Lallo©®
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
La tua faccina sorridente era pleonastica: il tuo "braccietto"
acondroplastico suscitava ilarità, da solo.
si ..si......
sei pvopio l'amintove delle fvegnacce cosmologiche che anche da tavzanello
annoia .....
Lallo©®
2004-10-21 20:11:28 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di
amintove
Post by Lallo©®
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
La tua faccina sorridente era pleonastica: il tuo "braccietto"
acondroplastico suscitava ilarità, da solo.
si ..si......
sei pvopio l'amintove delle fvegnacce cosmologiche che anche da tavzanello
annoia .....
sei una femmina che vuole imparare o uno spasimante in calore?
asps
2004-10-22 05:36:04 UTC
Permalink
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di
amintove
Post by Lallo©®
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
La tua faccina sorridente era pleonastica: il tuo "braccietto"
acondroplastico suscitava ilarità, da solo.
si ..si......
sei pvopio l'amintove delle fvegnacce cosmologiche che anche da tavzanello
annoia .....
sei una femmina che vuole imparare o uno spasimante in calore?
cavo savò come tu mi vuoi .....incvontiamoci a kaisevstvasse a e 5 de la
tavde
danilo
2004-10-22 06:30:51 UTC
Permalink
Post by asps
cavo savò come tu mi vuoi .....incvontiamoci a kaisevstvasse a e 5 de la
tavde
Lo riconoscerai dalla decapottabile non inerziale...

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Lallo©®
2004-10-22 10:26:38 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Post by asps
Post by Lallo©®
Non ti sforzare, caro: è al di la delle tue possibilità.
cavo lalluccio pevche assomiglia tanto il tuo sedevino a quello di
amintove
Post by Lallo©®
Ma guarda come ti precipiti quando si parla di balle maschili.
Non è proprio un bel segno, no davvero.
su amintove ulula come tavzanello .....
La tua faccina sorridente era pleonastica: il tuo "braccietto"
acondroplastico suscitava ilarità, da solo.
si ..si......
sei pvopio l'amintove delle fvegnacce cosmologiche che anche da
tavzanello
Post by Lallo©®
Post by asps
annoia .....
sei una femmina che vuole imparare o uno spasimante in calore?
cavo savò come tu mi vuoi .....incvontiamoci a kaisevstvasse a e 5 de la
tavde
Dimmelo quando fai la battuta.
Elio Fabri
2004-10-22 19:05:17 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Mi spieghi cosa sostiene questo teorema? Perché rende teoricamente
impossibile (il calcolo delle probabilità lo rende già di fatto
pressoché impossibile) che le molecole di un gas vadano per un istante
a cacciarsi tutte nello stesso posto? Ciao.
Te lo spiego io, anche se non e' a me che l'avevi chiesto...

"Sia g una trasformazione continua, biunivoca, che conservi il volume,
che porti una regione limitata D dello spazio euclideo in se': g(D) = D.
Allora in ogni intorno U di un punto qualsiasi della regione D esiste
un punto x che ritorna in U, g^n(x) \in U, per qualche n>0."

Questo e' il teorema, copiato pari pari (con qualche ritocco alle
notazioni) da Arnol'd: "I metodi matematici della meccanica classica".
Nell'applicazione che interessa, lo spazio euclideo e' lo spazio delle
fasi dell'insieme di molecole del gas.
La regione D e' limitata dalla conservazione dell'energia.
Il volume nello spazio delle fasi si conserva per il teorema di
Liouville.

Percio' il teorema asserisce proprio l'opposto di quanto dici: se
inizialmente il gas occupa una piccola porzione dello spazio
disponibile, e' certo che prima o poi tornera' nella stessa condizione.
Il punto sta tutto e solo in quel "prima o poi", che per un sistema di
molte molecole e' assai piu' che un tenpo cosmologico.

Se per caso ti pungesse vaghezza di continuare su questo tema, passa
su it.scienza.fisica, perche' qui non e' proprio aria.
Qui la scienza si e' presa una lunga vacanza...


------------------------------
Elio Fabri
Dip. di Fisica - Univ. di Pisa
------------------------------
Roberto Rosoni
2004-10-22 21:24:15 UTC
Permalink
Elio Fabri, in data Fri, 22 Oct 2004 21:05:17 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Elio Fabri
Percio' il teorema asserisce proprio l'opposto di quanto dici: se
inizialmente il gas occupa una piccola porzione dello spazio
disponibile, e' certo che prima o poi tornera' nella stessa condizione.
Il punto sta tutto e solo in quel "prima o poi", che per un sistema di
molte molecole e' assai piu' che un tenpo cosmologico.
Ahhh, ecco. Mi pareva. Grazie infinite.
Post by Elio Fabri
Se per caso ti pungesse vaghezza di continuare su questo tema, passa
su it.scienza.fisica, perche' qui non e' proprio aria.
Qui la scienza si e' presa una lunga vacanza...
Per questo argomento direi che mi hai detto ben più di quello che
speravo, e in generale hai perfettamente ragione sull'andazzo di IS.

Ancora grazie & ciao.
--
Roberto Rosoni
<***@tisLOCKcali.it> (Remove the lock in your replies)
Bruno Cocciaro
2004-10-23 10:58:01 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Elio Fabri, in data Fri, 22 Oct 2004 21:05:17 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Elio Fabri
Percio' il teorema asserisce proprio l'opposto di quanto dici: se
inizialmente il gas occupa una piccola porzione dello spazio
disponibile, e' certo che prima o poi tornera' nella stessa condizione.
Il punto sta tutto e solo in quel "prima o poi", che per un sistema di
molte molecole e' assai piu' che un tenpo cosmologico.
Ahhh, ecco. Mi pareva. Grazie infinite.
:-), pareva anche a me, e il fatto che Lallo rispondesse solo in trollesco
in sostanza confermava i dubbi. Ad ogni modo, ringrazio anche io Elio per
averci tolto la curiosita'.
Chiedo poi a tutti:
"E' usanza diffusa fra i troll il postare link che rimandano a siti fasulli
(non saranno mica pure virali?) che niente hanno a che fare con la
discussione (vedi sito postato da Lallo recentemente)"?
Post by Roberto Rosoni
Roberto Rosoni
Ciao.
--
Bruno Cocciaro
--- Li portammo sull'orlo del baratro e ordinammo loro di volare.
--- Resistevano. Volate, dicemmo. Continuavano a opporre resistenza.
--- Li spingemmo oltre il bordo. E volarono. (G. Apollinaire)
SuperPollo
2004-10-23 17:57:48 UTC
Permalink
Post by Bruno Cocciaro
"E' usanza diffusa fra i troll il postare link che rimandano a siti fasulli
(non saranno mica pure virali?) che niente hanno a che fare con la
discussione (vedi sito postato da Lallo recentemente)"?
Non so, perche' non ci avevo fatto caso, ma intendi questo?
http://snipurl.com/8uwr

Ha l'url *snippato* e non capisco perche', visto che di per se' non e'
certo lungo...
http://www.imdb.com/title/tt0109686/

Non me ne intendo, ma escluderei del tutto intenzioni di quel tipo... e'
un sito famoso di interfaccia ad un database di film catalogati mediante
il codice imdb [che per quanto ne so e' il corrispondente del codice isbn
per i libri].
Il film e' poi "Dumb & Dumber"... immagino volesse essere una battuta
scortese nei confronti della discussione tra Giorgio Pastore e Michele
Falzone...

Non so se troll di fatto, ma... certamente alquanto trollesco in quel
frangente...

Ciao ciao
Claudio
Gianni Dondi
2004-10-23 18:01:26 UTC
Permalink
Post by SuperPollo
Post by Bruno Cocciaro
"E' usanza diffusa fra i troll il postare link che rimandano a siti fasulli
(non saranno mica pure virali?) che niente hanno a che fare con la
discussione (vedi sito postato da Lallo recentemente)"?
Non so, perche' non ci avevo fatto caso, ma intendi questo?
http://snipurl.com/8uwr
Ha l'url *snippato* e non capisco perche', visto che di per se' non e'
certo lungo...
http://www.imdb.com/title/tt0109686/
Non me ne intendo, ma escluderei del tutto intenzioni di quel tipo... e'
un sito famoso di interfaccia ad un database di film catalogati mediante
il codice imdb [che per quanto ne so e' il corrispondente del codice isbn
per i libri].
Infatti io sono riuscito a visualizzarlo.
Post by SuperPollo
Il film e' poi "Dumb & Dumber"... immagino volesse essere una battuta
scortese nei confronti della discussione tra Giorgio Pastore e Michele
Falzone...
Non so se troll di fatto, ma... certamente alquanto trollesco in quel
frangente...
E' un troll: spara a zero su tutti e la maggior parte delle volte a
sproposito senza dare segno di aver capito con chi ha a che fare o con i
contenuti della discussione. Uno dei peggiori visti negli ultimi tempi.
Post by SuperPollo
Ciao ciao
Claudio
Ciao,

Gianni
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Gianni Dondi
2004-10-23 14:39:03 UTC
Permalink
Post by Roberto Rosoni
Elio Fabri, in data Fri, 22 Oct 2004 21:05:17 +0200, ha scritto in
"it.scienza" nel thread "Re: L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima
Post by Elio Fabri
Percio' il teorema asserisce proprio l'opposto di quanto dici: se
inizialmente il gas occupa una piccola porzione dello spazio
disponibile, e' certo che prima o poi tornera' nella stessa condizione.
Il punto sta tutto e solo in quel "prima o poi", che per un sistema di
molte molecole e' assai piu' che un tenpo cosmologico.
Ahhh, ecco. Mi pareva. Grazie infinite.
Va aggiunto che questo e' solo uno dei paradossi, detto paradosso di
Zermelo, che fu utilizzato per contrabbattere la teoria cinetica dei gas
formulata da Boltzmann. Questo paradosso viene risolto come detto da Fabri
notando che il tempo di ricorrenza e' in realta' molto lungo.

L'altrea paradosso, che invece tocca un nervo ancora scoperto, e' quello
dovuto a Loschmidt, ossia si basa sul fatto che le equazioni su cui si
basa la teoria cinetica, siano esse quelle di Newton o di Schroedinger,
sono invarianti per inversione temporale mentre i processi descritti
dall'equazione cinetica no (teorema H). La soluzione di questo paradosso,
ossia una spiegazione dell'ipotesi di caos molecolare introdotta da
Boltzmann, e' ancora in cerca di una risposta. Esperimenti fatti su
sistemi di spin in risonanza magnetica nucleare sembrerebbero dare
un'indicazione di soluzione. Ma il problema dell'irreversibilita' dei
processi fisici macroscopici e' ancora aperto.

Ciao,

Gianni
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Roberto Rosoni
2004-10-17 16:21:55 UTC
Permalink
Carmelo, in data Sun, 17 Oct 2004 00:00:07 GMT, ha scritto in
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa,
Pensa come sarebbe stato diverso il mondo se il povero Newton si fosse
appisolato sotto una palma da cocco...
--
Roberto Rosoni
<***@tisLOCKcali.it> (Remove the lock in your replies)
Endymion
2004-10-17 17:47:24 UTC
Permalink
Post by Carmelo
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante
dalla Terra (all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si
avvicina, mentre più assurdamente quando arriva al punto più vicino
(al perigeo) si allontana, si potrebbe dire che la Terra la respinge
eppure la teoria afferma che
Keplero, questo sconosciuto....

Saluti.
Carmelo
2004-10-18 02:13:59 UTC
Permalink
Post by Endymion
Post by Carmelo
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante
dalla Terra (all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si
avvicina, mentre più assurdamente quando arriva al punto più vicino
(al perigeo) si allontana, si potrebbe dire che la Terra la respinge
eppure la teoria afferma che
Keplero, questo sconosciuto....
Saluti.
Purtroppo e, quasi sempre, inevitabilmente, quando si tratta di presentare
un nuovo concetto di qualunque argomento, la prima cosa ad apparire è la
"DIFFIDENZA" ma diffidare prima di aver esaminato è peggio, basterebbe, per
evitare di negare tutto ciò che è diverso da quello che ci hanno ifilato
nella testa, dall'asilo all'ateneo, in nome di DIO o della SCIENZA, senza
far le prove delle cause e degli effetti. Era scontata la reazione di
chiunque avesse letto quello che ho scritto, ma questo accade non solo
perchè, servirsi delle cose già belle e pronte fa comodo e non costa fatica,
ma anche e soprattutto perché solo pochi eletti hanno capito che se si vuole
scoprire qualcosa di nuovo, non bisogna andare dietro agli altri, e
bisognerebbe imparare a pensare come si vede e non a vedere come si pensa o,
peggio ancora come gli altri ci impongono di vedere o di pensare!L'UNIVERSO
funzione in un modo molto diverso da come la SCIENZA lo descrive.
Basta pensare le altre IDIOZIE che si dicono della "LUCE"! Come fa la LUCE a
viaggiare a 300.000-Km/s chi le imprime talevelocità,ma non pensate solo
alla luce proveniente dal SOLE, pensaete anche a quella emessa da un misere
cerino che si accende in un luogo buio! Non andate a cercare la risposta nei
"ACRI TESTI" della SCIENZA, non c'è, perchè, "NEL MISTERO DELLA LUCE, LA
SCIENZA ILLUMINATA BRANCOLA NEL BUIO PIU' ASSOLUTO, anche se l'assoluto non
esiste, altro che Keplero, anche Einstein, ha detto un sacco di fesserie.
Potrebbero essere altrettante fesserie quello che scrivo io, ma datemi il
tempo di dimostrarlo, certo no si può con quattro parole spiegare il
meccanismo dinamico dell'UNIVERSO, l'origine della materia, l'origine della
vita e, se tutto questo continuerà all'infino o u bel giorno finirà tutto e
quando!
Mi aspetto almeno spiragli di luce, non buio!
saluti antigravitazionali, metas16.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Giorgio Pastore
2004-10-18 10:26:17 UTC
Permalink
Carmelo wrote:
...


Guarda che la fisica ha fatto qualche progresso dai tempi di
Aristotele.... Prova a leggere e studiare qualcosa di piu' moderno prima
di sparare su quello che non conosci.

Giorgio
Michele Falzone
2004-10-18 17:25:19 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Guarda che la fisica ha fatto qualche progresso dai tempi di
Aristotele.... Prova a leggere e studiare qualcosa di piu' moderno prima
di sparare su quello che non conosci.
Giorgio
Prima di sentenziare, prova a sentire cosa ha da dire.

Michele
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Enrico SMARGIASSI
2004-10-18 17:59:10 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Prima di sentenziare, prova a sentire cosa ha da dire.
Carmelo ha gia' detto a sufficienza per poter dare un giudizio.
--
Enrico Smargiassi
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia
Michele Falzone
2004-10-19 04:58:20 UTC
Permalink
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Michele Falzone
Prima di sentenziare, prova a sentire cosa ha da dire.
Carmelo ha gia' detto a sufficienza per poter dare un giudizio.
L'ergastolo senza sentire l'avvocato difensore, l'inquisizione faceva così.

Con questo non dico che Carmelo dice delle cose giuste, ma prima di
giudicare bisogna capire cosa vuole esattamente dire.

Non sono così assodate le cavolate che spiega la fisica, anche se
funzionano benissimo, e tu lo sai meglio di me.

Tu che sei così bravo, mi sai spiegare perchè in questo universo si
conserva il momento angolare? Anzi è una legge più importante della stessa
gravità? E cominci a dire che la gravità è una forza apparente come quella
centrifuga.

Tu dai molte cose per assodate, e imponendole per assodate, dimostri di
essere un pessimo insegnante.

Michele

P.S. Ribadisco che non ho capito cosa Carmelo volesse dire, ma sono sempre
dell'avviso che bisogna lasciarlo parlare prima di giudicare.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
danilo
2004-10-19 06:31:07 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Michele Falzone
Prima di sentenziare, prova a sentire cosa ha da dire.
Carmelo ha gia' detto a sufficienza per poter dare un giudizio.
L'ergastolo senza sentire l'avvocato difensore, l'inquisizione faceva così.
Sì, e non sputate per terra, ricordatevi del diluvio universale...
Cosa piffero c'entrerà l'inquisizione o l'ergastolo con un parere su un NG,
lo sa solo il nostro retore, immagino.
Post by Michele Falzone
Come fa la LUCE a viaggiare a 300.000-Km/s chi le imprime talevelocità,
ma non pensate solo alla luce proveniente dal SOLE, pensaete anche a
quella emessa da un misere cerino che si accende in un luogo buio!
Uno si aspetta che subito dopo attacchi con: Mbuti! Mbuti su
raieduchescional ciannel!

Danilo

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Enrico SMARGIASSI
2004-10-19 16:45:22 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Con questo non dico che Carmelo dice delle cose giuste, ma prima di
giudicare bisogna capire cosa vuole esattamente dire.
Ha gia' detto abbastanza per capire che di fisica non conosce nemmeno l'ABC.
Post by Michele Falzone
Tu che sei così bravo, mi sai spiegare perchè in questo universo si
conserva il momento angolare?
Invarianza per rotazioni.
Post by Michele Falzone
P.S. Ribadisco che non ho capito cosa Carmelo volesse dire, ma sono sempre
dell'avviso che bisogna lasciarlo parlare prima di giudicare.
Questa raccomandazione apparentemente e' molto selettiva, infatti quando
Carmelo (ed altri) trancia giudizi pesanti su di un argomento di cui non
sa nulla il tuo silenzio e' assordante.
--
Enrico Smargiassi
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia
Michele Falzone
2004-10-19 19:59:37 UTC
Permalink
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Michele Falzone
Con questo non dico che Carmelo dice delle cose giuste, ma prima di
giudicare bisogna capire cosa vuole esattamente dire.
Ha gia' detto abbastanza per capire che di fisica non conosce nemmeno l'ABC.
Post by Michele Falzone
Tu che sei così bravo, mi sai spiegare perchè in questo universo si
conserva il momento angolare?
Invarianza per rotazioni.
Ti consiglio di darti alla politica, visto che riesci a cambiare le
parole, senza dire nulla di importante.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Gianni Dondi
2004-10-19 20:41:29 UTC
Permalink
...
Post by Michele Falzone
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Michele Falzone
Tu che sei così bravo, mi sai spiegare perchè in questo universo si
conserva il momento angolare?
Invarianza per rotazioni.
Ti consiglio di darti alla politica, visto che riesci a cambiare le
parole, senza dire nulla di importante.
Ancora una volta va rilevata la tua presunzione e arroganza. Qui quello
che dice solo parole sei tu. Infatti mentre tu insisti a dire che i fisici
non conoscono l'origine della conservazione del momento angolare,
Smargiassi fa riferimento ad un teorema di fisica-matematica che ha
conseguenze molto profonde in fisica. Questo e' il teorema di Noether che
implica l'esistenza di leggi di conservazione per ogni simmetria dello
spazio-tempo.

Ti invito un attimo a riflettere su quale sia la simmetria che implica la
conservazione della carica elettrica.

Questo, una volta di piu', dimostra che l'ignoranza non porta da nessuna
parte ma, al contrario, espone a pessime figure.

Ce ne sarebbe molto altro da dire su quello che scrivi e sulla quantita'
enorme di errori e dabbenaggine che vi e' contenuto.

Come pretendi di rivoluzionare la fisica se non ne conosci le fondamenta?
Post by Michele Falzone
Ciao
Ciao,

Gianni
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Michele Falzone
2004-10-20 05:02:28 UTC
Permalink
Post by Gianni Dondi
...
Post by Michele Falzone
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Michele Falzone
Tu che sei così bravo, mi sai spiegare perchè in questo universo si
conserva il momento angolare?
Invarianza per rotazioni.
Ti consiglio di darti alla politica, visto che riesci a cambiare le
parole, senza dire nulla di importante.
Ancora una volta va rilevata la tua presunzione e arroganza. Qui quello
che dice solo parole sei tu. Infatti mentre tu insisti a dire che i fisici
non conoscono l'origine della conservazione del momento angolare,
Smargiassi fa riferimento ad un teorema di fisica-matematica che ha
conseguenze molto profonde in fisica. Questo e' il teorema di Noether che
implica l'esistenza di leggi di conservazione per ogni simmetria dello
spazio-tempo.
Ti invito un attimo a riflettere su quale sia la simmetria che implica la
conservazione della carica elettrica.
Tu come Smargiassi fate confusione tra causa ed effetto, hai ragione
quando dici che osserviamo determinate cose e tiriamo fuori determinate
conseguenze, ovvero facciamo teoriemi.

Ma la mia domanda era ed è: Perchè osserviamo determinate leggi????
Post by Gianni Dondi
Questo, una volta di piu', dimostra che l'ignoranza non porta da nessuna
parte ma, al contrario, espone a pessime figure.
Ce ne sarebbe molto altro da dire su quello che scrivi e sulla quantita'
enorme di errori e dabbenaggine che vi e' contenuto.
Se non riesci a capirlo, ti vorrei ribadire che quello che descrivo in

http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf

è un modello semplificato che prevede le stesse identiche cose previste
prima da Newton e poi dalo stesso Einstein, con la sola differenza che nel
modello di Einstein non è previsto minimamante nessun comportamento
probabilistico delle particelle elementari, mentre nel mio sono previsti
comportamenti statistici ed in particolare, particelle che obbediscono
alla statistica di Fermi e particelle che obbediscono alla statistica di
Bose.

Per piacere ora non parlarmi di quantistica, visto che se non riesci a
capirlo, quello, anche se è un capitolo corretto della fisica è tutto un
altro capitolo completamente slegato dalla relatività.

Ora il mio modello unisce entrambi i capitoli della tua fisica, in
un'unico modello
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Ciao
Ciao,
Gianni
P.S. Vale lo stesso di quanto ho detto a Smargiassi, ma visto che non sei
alla sua altezza, potresti fargli da portaborsa.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Gianni Dondi
2004-10-20 07:33:44 UTC
Permalink
Michele Falzone ha scritto:

...
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Ancora una volta va rilevata la tua presunzione e arroganza. Qui quello
che dice solo parole sei tu. Infatti mentre tu insisti a dire che i fisici
non conoscono l'origine della conservazione del momento angolare,
Smargiassi fa riferimento ad un teorema di fisica-matematica che ha
conseguenze molto profonde in fisica. Questo e' il teorema di Noether che
implica l'esistenza di leggi di conservazione per ogni simmetria dello
spazio-tempo.
Ti invito un attimo a riflettere su quale sia la simmetria che implica la
conservazione della carica elettrica.
Tu come Smargiassi fate confusione tra causa ed effetto, hai ragione
quando dici che osserviamo determinate cose e tiriamo fuori determinate
conseguenze, ovvero facciamo teoriemi.
Ma la mia domanda era ed è: Perchè osserviamo determinate leggi????
Te l'ho appena spiegato. Hai capito per cosa e' stato assegnato il premio
Nobel per la fisica quest'anno? Ne dubito. Rispondi alla mia domanda:
perche' la carica elettrica si conserva?
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Questo, una volta di piu', dimostra che l'ignoranza non porta da nessuna
parte ma, al contrario, espone a pessime figure.
Ce ne sarebbe molto altro da dire su quello che scrivi e sulla quantita'
enorme di errori e dabbenaggine che vi e' contenuto.
Se non riesci a capirlo, ti vorrei ribadire che quello che descrivo in
http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf
Capisco perfettamente che hai scritto un mare di fesserie come lo
capirebbe chiunque sa un po' di fisica. D'altra parte la tua presunzione
ed errata percezione che hai di te stesso ti fa pensare di aver fatto una
grande scoperta. Scommetto che te ne stai li' in ansia ad aspettare che ti
scriva qualche fisico di chiara fama dopo aver letto la tua paginetta web.
Ti manca proprio il senso del ridicolo!
Post by Michele Falzone
è un modello semplificato che prevede le stesse identiche cose previste
prima da Newton e poi dalo stesso Einstein,
Dimostrala l'equivalenza. Il tuo "modello" e' talmente semplificato da
essere praticamente inesistente. Le equazione di Navier-Stokes o di Eulero
non hanno questo potere e non hanno nulla a che vedere ne' con le
equazioni di Maxwell ne' tantomeno con le equazioni di Einstein della
relativita' *generale* che tu dovresti riottenere da esse. Ma il tuo
compito e' piu' arduo. Dovresti essere capace di derivare il Modello
Standard.
Post by Michele Falzone
con la sola differenza che nel
modello di Einstein non è previsto minimamante nessun comportamento
probabilistico delle particelle elementari, mentre nel mio sono previsti
comportamenti statistici ed in particolare, particelle che obbediscono
alla statistica di Fermi e particelle che obbediscono alla statistica di
Bose.
Queste sono parole in liberta'. Non ne esiste alcuna dimostrazione. E' un
tuo 'ipse dixit' detto da un incompetente. Fammi vedere il calcolo di una
sezione d'urto o derivami la legge del corpo nero dal tuo "modello". Nel
mondo scientifico qualunque affermazione deve essere dimostrata: finora
l'unica cosa che hai dimostrato e' la tua profonda ignoranza.
Post by Michele Falzone
Per piacere ora non parlarmi di quantistica, visto che se non riesci a
capirlo, quello, anche se è un capitolo corretto della fisica è tutto un
altro capitolo completamente slegato dalla relatività.
Vedo che confondi sempre relativita' *speciale* e *generale*: un segno
palese della tua mancanza di conoscenza della materia. La relativita'
*speciale* si combina alla perfezione con la meccanica quantistica e
fornisce la teoria dei campi quantizzati che ha dato risultati in accordo
con gli esperimenti a livelli mai visti prima nella storia della fisica.
Quindi la tua affermazione e' priva di senso. Comunque sei tu che hai
detto che il tuo modello spiega:

- Le statistiche di Fermi-Dirac e Bose-Einstein;
- Il dualismo onda corpuscolo;
- Il comportamento probabilistico;

e dunque sei tu che parli di meccanica quantistica, non io.
Post by Michele Falzone
Ora il mio modello unisce entrambi i capitoli della tua fisica, in
un'unico modello
La grande illusione di Falzone: il modello che non c'e'. Chi non vede
queste cose non capisce.In realta' Falzone e' il ben noto 're nudo' di
fiabesca memoria.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Ciao
Ciao,
Gianni
P.S. Vale lo stesso di quanto ho detto a Smargiassi, ma visto che non sei
alla sua altezza, potresti fargli da portaborsa.
Non c'hai capito niente, eh? Ti ho fatto una domanda precisa e non sei
stato in grado di rispondere. Sei un parolaio.
Post by Michele Falzone
Ciao
Aspettiamo il grande botto: ossia il tuo ricovero coatto.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Michele Falzone
2004-10-20 21:28:32 UTC
Permalink
Post by Gianni Dondi
...
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Ancora una volta va rilevata la tua presunzione e arroganza. Qui quello
che dice solo parole sei tu. Infatti mentre tu insisti a dire che i fisici
non conoscono l'origine della conservazione del momento angolare,
Smargiassi fa riferimento ad un teorema di fisica-matematica che ha
conseguenze molto profonde in fisica. Questo e' il teorema di Noether che
implica l'esistenza di leggi di conservazione per ogni simmetria dello
spazio-tempo.
Ti invito un attimo a riflettere su quale sia la simmetria che implica la
conservazione della carica elettrica.
Tu come Smargiassi fate confusione tra causa ed effetto, hai ragione
quando dici che osserviamo determinate cose e tiriamo fuori determinate
conseguenze, ovvero facciamo teoriemi.
Ma la mia domanda era ed è: Perchè osserviamo determinate leggi????
Te l'ho appena spiegato. Hai capito per cosa e' stato assegnato il premio
perche' la carica elettrica si conserva?
Sei tu che non vuoi assolutamente capire, e pertanto ti riformulo una
nuova domanda:

- Perchè le particelle elementari si comportano sia da onde e sia da
particelle.
- Perchè gli elettroni obbediscono alla statistica di Fermi.
- Perchè i fotoni obbediscono a quella di Bose.
- Perchè ....... e potrei continuare all'infinito e tu sistematicamente
mettere delle pezze, senza accorgerti che sono solo delle pezze che
scaturiscono solo da un buon forlalismo, ma senza capire che sono solo
pezze.
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Questo, una volta di piu', dimostra che l'ignoranza non porta da nessuna
parte ma, al contrario, espone a pessime figure.
Ce ne sarebbe molto altro da dire su quello che scrivi e sulla quantita'
enorme di errori e dabbenaggine che vi e' contenuto.
Se non riesci a capirlo, ti vorrei ribadire che quello che descrivo in
http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf
Capisco perfettamente che hai scritto un mare di fesserie come lo
capirebbe chiunque sa un po' di fisica. D'altra parte la tua presunzione
ed errata percezione che hai di te stesso ti fa pensare di aver fatto una
grande scoperta. Scommetto che te ne stai li' in ansia ad aspettare che ti
scriva qualche fisico di chiara fama dopo aver letto la tua paginetta web.
Scusa, ma in quale favola vivi??? Ma visto che vuoi fare dei ragionamenti
per assurdo, andiamo con ordine: Ammesso che un Prof. universitario trovi
quello che io scrivo interessante, cosa che realmente è successo, secondo
te cosa dovrebbe succedere?

Sempre per assurdo che continui quello che io ho cominciato e qui la cosa
si fa molto più complessa, tra venti o trenta anni quando le anomalie
notate ora da Arp, diventeranno migliaia e talmente inconfutabili da
abbandonare l'espansione dell'universo, ammesso che io non sia morto da un
pezzo cosa dovrebbe succedere??
Sicuramente al fisico di chiara fama gli darebbero il Nobel e io nella
miglio delle ipotesi, se esisterà un Federico De Trocchio, scriverà un
altro libro simile al primo.

Ma hai mai coniugato il verbo CAPIRE, ma non con la testa degli altri!
Bada quello si chiama APPRENDERE.
Post by Gianni Dondi
Ti manca proprio il senso del ridicolo!
Post by Michele Falzone
è un modello semplificato che prevede le stesse identiche cose previste
prima da Newton e poi dalo stesso Einstein,
Dimostrala l'equivalenza. Il tuo "modello" e' talmente semplificato da
essere praticamente inesistente.
Qui si capisce esattamente quanto sia basso il tuo livello di astrazione.
Post by Gianni Dondi
Le equazione di Navier-Stokes o di Eulero
non hanno questo potere e non hanno nulla a che vedere ne' con le
equazioni di Maxwell
Aio
Post by Gianni Dondi
ne' tantomeno con le equazioni di Einstein della
relativita' *generale* che tu dovresti riottenere da esse. Ma il tuo
compito e' piu' arduo. Dovresti essere capace di derivare il Modello
Standard.
Ma almeno sei a conoscenza di modelli, parlo di quelli ortodossi, che
trattano le interazioni tra i vortici? Esitono e fatti da fisici, basta
andarli a cercare, o più semplicemente quelli che spiegano che la
relatività non è incompatibile con la fluidodinamica, anche qui si deve
solo cercare.
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
con la sola differenza che nel
modello di Einstein non è previsto minimamante nessun comportamento
probabilistico delle particelle elementari, mentre nel mio sono previsti
comportamenti statistici ed in particolare, particelle che obbediscono
alla statistica di Fermi e particelle che obbediscono alla statistica di
Bose.
Queste sono parole in liberta'. Non ne esiste alcuna dimostrazione. E' un
tuo 'ipse dixit' detto da un incompetente. Fammi vedere il calcolo di una
sezione d'urto o derivami la legge del corpo nero dal tuo "modello". Nel
mondo scientifico qualunque affermazione deve essere dimostrata: finora
l'unica cosa che hai dimostrato e' la tua profonda ignoranza.
Vedi che non continui a non volere capire.
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Per piacere ora non parlarmi di quantistica, visto che se non riesci a
capirlo, quello, anche se è un capitolo corretto della fisica è tutto un
altro capitolo completamente slegato dalla relatività.
Vedo che confondi sempre relativita' *speciale* e *generale*: un segno
palese della tua mancanza di conoscenza della materia. La relativita'
*speciale* si combina alla perfezione con la meccanica quantistica e
fornisce la teoria dei campi quantizzati che ha dato risultati in accordo
con gli esperimenti a livelli mai visti prima nella storia della fisica.
Quindi la tua affermazione e' priva di senso. Comunque sei tu che hai
- Le statistiche di Fermi-Dirac e Bose-Einstein;
- Il dualismo onda corpuscolo;
- Il comportamento probabilistico;
Mi viene alquanto difficle riuscire a spigare le banalità, ma visto che
per potere iniziare un qualsiasi dialogo bisogna conoscere i prerequisiti
dell'altro, almeno riesci a capire che se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?
Premesso questo, riesci a farti un'idea di come queste palline si potranno
muovere quando un cilindro di lunghezza infinita comincerà a ruotare
creando un vortice bordo mosso? Bada stiamo sempre parlando di palline
ideali e pertanto si conserva la qiuantità di moto di ogni songola pallina.

Poi possiamo continuare a parlare e farti capire come a temperatura
diversa dallo zero alcune palline obbediranno alla statistica di Fermi ed
altre a quella di Bose, sempre che lo voglia.
Post by Gianni Dondi
e dunque sei tu che parli di meccanica quantistica, non io.
Post by Michele Falzone
Ora il mio modello unisce entrambi i capitoli della tua fisica, in
un'unico modello
La grande illusione di Falzone: il modello che non c'e'. Chi non vede
queste cose non capisce.In realta' Falzone e' il ben noto 're nudo' di
fiabesca memoria.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Ciao
Ciao,
Gianni
P.S. Vale lo stesso di quanto ho detto a Smargiassi, ma visto che non sei
alla sua altezza, potresti fargli da portaborsa.
Non c'hai capito niente, eh? Ti ho fatto una domanda precisa e non sei
stato in grado di rispondere. Sei un parolaio.
Possibilissimo, ma almeno io tento, tu subisci.
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Ciao
Aspettiamo il grande botto: ossia il tuo ricovero coatto.
Non sai che hanno chiuso i manicomi, altrimenti non sarei qui a parlare di
queste cose con te.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Giorgio Pastore
2004-10-20 21:48:25 UTC
Permalink
Michele Falzone wrote:
...
Post by Michele Falzone
Mi viene alquanto difficle riuscire a spigare le banalità, ma visto che
per potere iniziare un qualsiasi dialogo bisogna conoscere i prerequisiti
dell'altro, almeno riesci a capire che se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?
...

Visto che parli di banalita', tu questa equivalenza la sai dimostrare ?
Con le formule intendo, non a chiacchiere. E che gas ideale ? bosoni,
fermioni, classico, altro... ?

Giorgio
Michele Falzone
2004-10-21 20:33:13 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Mi viene alquanto difficle riuscire a spigare le banalità, ma visto che
per potere iniziare un qualsiasi dialogo bisogna conoscere i prerequisiti
dell'altro, almeno riesci a capire che se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?
...
Visto che parli di banalita', tu questa equivalenza la sai dimostrare ?
Con le formule intendo, non a chiacchiere. E che gas ideale ? bosoni,
fermioni, classico, altro... ?
Giorgio
Per fortuna la fisica non è parolaia e tanto meno formulaia, ma che io
sappia la fisica è ancora una scienza sperimentale, ma mi pare che queste
osservazioni non debba essere io a farle.

Questa premessa mi pare fondamentale per potere continuare, infatti
premesso pure che sto parlando di un fluido ideale classico, quello che ti
fa andare in pallone e non ti permette di concentrarti è solo che io
faccio immediatamente il passo successivo e di quel fluido faccio
l'analogia con il tanto indigesto etere, indigesto almeno per te.

Ma torniamo al fluido classico e al mio modello, cosa trovi di tanto
strano nel mio modello? Bada che sto parlando di fluido a bassa
temperatura e pertanto la probabilità che una particella abbia proprio la
velocità quadratica media è elevatissima, questo mi pare che in perfetto
ITALIANO senza introdurre formule, significa che la stragrande maggioranza
delle palline del fluido abbiano proprio la velocità quadratica media, e
pertanto significa anche che posso trascurare le altre palline, salvo
considerarle poi come delle semplici perturbazioni.
Per fare un discorso sereno, se possibile, dimmi dove sbaglio?

Continuando e tornando al concetto che la fisica è una scienza
sperimentale e non parolaia, nel caso di moto STAZIONARI e qui non parlo
solo di vortici, infatti anche di fluidi reali in un tubo tu mi insegni
che sperimentalmente si nota che il fluido si dispone in filetti DISCRETI
e con velocità costante per tutta la larghezza del filetto e nei singoli
filetti la velocità non varia in modo continuo, ma per salti discreti.
Per moti laminari pertanto nel tubo la velocità varia da un massimo al
centro del tubo fino a zero in prossimità della superficie del tubo,
mentre in un vortice da zero al bordo del vortice ad un massimo al centro,
ma sempre costante in ogni singola falda di fluido e la velocità varia per
salti discreti.

Alla faccia delle tue parole, questo dice la fluidodinamica sperimentale,
visto che è l'unica cosa che conta, tutte le altre cose sono cazzate.
Ora basta che tu dia un semplice sguardo al disegno da me proposto per
descrivere i moti STAZIONARI e in questo caso i vortici, per capire che il
mio modello prevede proprio questo e solo un cieco non riesce a vederlo,
alla faccia delle tue equazione che non solo non lo prevedono, ma non
possono neppure prevederlo, visto che sono delle equazioni continue e le
velocità variano da filetto a filetto per salti, ma il discorso è
perfettamente valido anche per moti laminari stazionari dentro un tubo.
Devi convenire, come ho detto prima, questi sono i fatti, tutto il resto
sono solo cazzate

Certo, il mio modello deve essere ancora affinato, e forse io non avrò la
capacità di completarlo, ma questo non è importante, visto che la cosa
importante contrariamente a quello che pensi tu, è che le idee circolino,
anche a costo di essere preso per stupido.

Ora ritornando al discorso dell'etere, indipendentemente dal fatto che ti
è indigesto e a prescindere che dicevo a Doddi che Un prof. Universitario,
trovava quello che io scrivo molto originale, e proprio oggi ricevo una
lettera tradizionale che mi incoraggia ad andare avanti in questo lavoro,
quando avrai digerito quello che ti ho detto su fluidi classici, possiamo
continuare il discorso di come in quella struttura, permettimi di chiamare
in questo modo il fluido costruito con il mio modello nello stato
vorticoso, le palline che non hanno la velocità quadratica media, pertanto
come ho detto prima, si possono trattare come delle semplici
PERTURBAZIONI, obbediscano a due distinte statistiche e in particolare a
quella di Fermi alcune, le altre a quella di Bose, sempre partendo dal
fatto che tutta la popolazione delle particelle obbedisca alla statistica
di Maxwell.
E in particolare come le PERTURBAZIONI che interagiscono con lo spazio
circostante e che obbediscono alla statistica di Fermi, sempre in un
fluido reale, pur generandosi in un ben determinato punto, della pallina
che la genera non possiamo dire nulla, tranne darne la probabilità di
trovarsi in un punto dello spazio circostante, bello no!

Io il discorso preferisco farlo con il famigerato etere, ma per quello che
ho detto prima è perfettamente identico per i fluidi reali

Ciao

P.S. Per dirla come in una vecchia pubblicità di moda quando era bambino:
Anche io ho commesso un errore, infatti avevo creduto che i fisici
potessero capire tre cose contemporaneamente anche se consequenziali,
invece dovevo propinargliele una alla volta, distanziate da un congruo
lasso di tempo per poterle digerire.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
asps
2004-10-21 20:40:39 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
è indigesto e a prescindere che dicevo a Doddi che Un prof. Universitario,
trovava quello che io scrivo molto originale, e proprio oggi ricevo una
lettera tradizionale che mi incoraggia ad andare avanti in questo lavoro,
Bada che ti ha mandato la lettera con su scritto queste frescacce così
ti levi dai coglioni per un bel pezzo.
asps
2004-10-22 05:21:54 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Michele Falzone
è indigesto e a prescindere che dicevo a Doddi che Un prof.
Universitario,
Post by asps
Post by Michele Falzone
trovava quello che io scrivo molto originale, e proprio oggi ricevo una
lettera tradizionale che mi incoraggia ad andare avanti in questo lavoro,
Bada che ti ha mandato la lettera con su scritto queste frescacce così
ti levi dai coglioni per un bel pezzo.
era ora mancava un altro fake ... notare :
l'asps che sopra si spaccia per
"asps" <***@flashnet.it> ha scritto nel messaggio news:***@uni-berlin.de...

non è quella doc

"asps" <***@flashnet.it> ha scritto nel messaggio news:cl94rd$o0u$***@news.flashnet.it...

probabilmente è il povero amintove lalluccio tavzanello.......
asps
2004-10-22 10:27:59 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Post by asps
Post by Michele Falzone
è indigesto e a prescindere che dicevo a Doddi che Un prof.
Universitario,
Post by asps
Post by Michele Falzone
trovava quello che io scrivo molto originale, e proprio oggi ricevo una
lettera tradizionale che mi incoraggia ad andare avanti in questo
lavoro,
Post by asps
Bada che ti ha mandato la lettera con su scritto queste frescacce così
ti levi dai coglioni per un bel pezzo.
l'asps che sopra si spaccia per
non è quella doc
sapevatelo!
asps
2004-10-22 12:46:15 UTC
Permalink
Post by asps
Post by Michele Falzone
Post by asps
Post by Michele Falzone
è indigesto e a prescindere che dicevo a Doddi che Un prof.
Universitario,
Post by asps
Post by Michele Falzone
trovava quello che io scrivo molto originale, e proprio oggi ricevo una
lettera tradizionale che mi incoraggia ad andare avanti in questo
lavoro,
Post by asps
Bada che ti ha mandato la lettera con su scritto queste frescacce così
ti levi dai coglioni per un bel pezzo.
l'asps che sopra si spaccia per
non è quella doc
sapevatelo!
***@uni-berlin.de...
Giorgio Pastore
2004-10-21 21:54:36 UTC
Permalink
Michele Falzone wrote:
...
Post by Michele Falzone
Per fortuna la fisica non è parolaia e tanto meno formulaia, ma che io
sappia la fisica è ancora una scienza sperimentale, ma mi pare che queste
osservazioni non debba essere io a farle.
La fisica e' sicuramente una scienza sperimentale. Ma coi soli
esperimenti, senza una teoria (che si scrive col linguaggio della
matematica) non si va da nessuna parte. Non te lo hanno spiegato mai ?
Post by Michele Falzone
Questa premessa mi pare fondamentale per potere continuare, infatti
premesso pure che sto parlando di un fluido ideale classico, quello che ti
fa andare in pallone e non ti permette di concentrarti è solo che io
faccio immediatamente il passo successivo e di quel fluido faccio
l'analogia con il tanto indigesto etere, indigesto almeno per te.
Non so da cosa lo deduci. Io non ho questionato il tuo etere. Non son
riuscito ad arrivare all' etere. Mi fermo prima perche' se cerchi di
introdurre un etere basandolo su una fisica che non controlli e
infilandoci cose manifestamente sbagliate, non capisco su che base
dovrei sprecar tempo per fare l' esegesi delle tue idee.

Nel tuo post precedente avevi scritto:

"se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?"

La frase precedente contiene un errore grosso come una casa: un gas
ideale classico allo zero assoluto ha pressione nulla. Un sistema di
palline con velocita' dirette a caso, ha si' velocita' media nulla ma
esercita una pressione finita! La dimostrazione e' in ogni libro di
fisica al capitolo "teoria cinetica dei gas". Allora non puoi scrivere
quello che scrivi e sperare di esser considerato un interlocutore cui
dar credito scientifico. Se poi quello cui aspiri e' il plauso degli
ignoranti, allora continua pure. Ma non ti lamentare se ogni tanto
qualcuno fa osservare che scrivi cose sbagliate e se nessuno scienziato
serio ti prende in considerazione.

... nei singoli
Post by Michele Falzone
filetti la velocità non varia in modo continuo, ma per salti discreti.
... la velocità varia per
Post by Michele Falzone
salti discreti.
Alla faccia delle tue parole, questo dice la fluidodinamica sperimentale,
visto che è l'unica cosa che conta, tutte le altre cose sono cazzate.
Stai cercando di imitare Laureti ?
Allora, mi dai un' indicazione di dove posso trovare un resoconto
sperimentale da cui risulti una misura di questi salti discreti ?
Post by Michele Falzone
Ora basta che tu dia un semplice sguardo al disegno da me proposto per
descrivere i moti STAZIONARI e in questo caso i vortici, per capire che il
mio modello prevede proprio questo e solo un cieco non riesce a vederlo,
ma come, prima fai una filippica sulla scienza sperimentale e poi io
dovrei accontentarmi di una teoria basata sui disegni ? Un po' di coerenza ?
Post by Michele Falzone
alla faccia delle tue equazione che non solo non lo prevedono, ma non
possono neppure prevederlo, visto che sono delle equazioni continue e le
velocità variano da filetto a filetto per salti, ma il discorso è
perfettamente valido anche per moti laminari stazionari dentro un tubo.
Devi convenire, come ho detto prima, questi sono i fatti, tutto il resto
sono solo cazzate
Ripeto la domanda: dove sono i "fatti" sui salti di cui parli ?



Giorgio
asps
2004-10-22 13:41:36 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Per fortuna la fisica non è parolaia e tanto meno formulaia, ma che io
sappia la fisica è ancora una scienza sperimentale, ma mi pare che queste
osservazioni non debba essere io a farle.
La fisica e' sicuramente una scienza sperimentale. Ma coi soli
esperimenti, senza una teoria (che si scrive col linguaggio della
matematica) non si va da nessuna parte.
dettagliamo : voi non andate da nessuna parte
..........
la teoria può anche essere fatta dopo a esperimenti fatti
......... e si trova sempre una teoria o al limite una fregnaccia per tutte
le stagioni......

...cut.....
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
Alla faccia delle tue parole, questo dice la fluidodinamica
sperimentale,
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
visto che è l'unica cosa che conta, tutte le altre cose sono cazzate.
Stai cercando di imitare Laureti ?
eventi concorrenti mi portano a ritenere che si debba esibire la PNN
sperimentale di fronte a sedicenti finanziatori più o meno entro otto mesi
da oggi ......
poichè abbiamo chiesto di portare anche chi ci pare oserei avanzare di nuovo
l'ardua prospettiva di invitare alcuni asplistati "doc" (non più di due o
tre) .......
lei ha tutte le caratteristiche per essere il primo candidato e quindi
avanzo ufficialmente la sua designazione.....


E.Laureti
Michele Falzone
2004-10-22 14:23:04 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Per fortuna la fisica non è parolaia e tanto meno formulaia, ma che io
sappia la fisica è ancora una scienza sperimentale, ma mi pare che queste
osservazioni non debba essere io a farle.
La fisica e' sicuramente una scienza sperimentale. Ma coi soli
esperimenti, senza una teoria (che si scrive col linguaggio della
matematica) non si va da nessuna parte. Non te lo hanno spiegato mai ?
Concordo perfettamente, importante che si capisca il concetto di modello,
e capire esattamente quali approssimazioni si sono fatte per pervenire a
quel modello, questo si riesce a fare solo se si sono capiti perfettamente
tutti i dati che vengono dall'analisi sperimentale.
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
Questa premessa mi pare fondamentale per potere continuare, infatti
premesso pure che sto parlando di un fluido ideale classico, quello che ti
fa andare in pallone e non ti permette di concentrarti è solo che io
faccio immediatamente il passo successivo e di quel fluido faccio
l'analogia con il tanto indigesto etere, indigesto almeno per te.
Non so da cosa lo deduci. Io non ho questionato il tuo etere. Non son
riuscito ad arrivare all' etere. Mi fermo prima perche' se cerchi di
introdurre un etere basandolo su una fisica che non controlli e
infilandoci cose manifestamente sbagliate, non capisco su che base
dovrei sprecar tempo per fare l' esegesi delle tue idee.
"se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?"
La frase precedente contiene un errore grosso come una casa: un gas
ideale classico allo zero assoluto ha pressione nulla. Un sistema di
palline con velocita' dirette a caso, ha si' velocita' media nulla ma
esercita una pressione finita! La dimostrazione e' in ogni libro di
fisica al capitolo "teoria cinetica dei gas". Allora non puoi scrivere
quello che scrivi e sperare di esser considerato un interlocutore cui
dar credito scientifico. Se poi quello cui aspiri e' il plauso degli
ignoranti, allora continua pure. Ma non ti lamentare se ogni tanto
qualcuno fa osservare che scrivi cose sbagliate e se nessuno scienziato
serio ti prende in considerazione.
Capisco che pur di avere sempre ragione ti voglia arrampicare sugli
specchi, ma io non ho parlato di pressione, mi riferivo al fatto che per
temperatura tendente a zero, tutte le palline tendono ad avere la stessa
velocità quadratica media, inteso come limite delle curve di distribuzione
al variare della temperatura.
Post by Giorgio Pastore
.... nei singoli
Post by Michele Falzone
filetti la velocità non varia in modo continuo, ma per salti discreti.
.... la velocità varia per
Post by Michele Falzone
salti discreti.
Alla faccia delle tue parole, questo dice la fluidodinamica sperimentale,
visto che è l'unica cosa che conta, tutte le altre cose sono cazzate.
Stai cercando di imitare Laureti ?
Allora, mi dai un' indicazione di dove posso trovare un resoconto
sperimentale da cui risulti una misura di questi salti discreti ?
Capisco perfettamente che tra teorici e sperimentali non corra buon
sangue, ma almeno l’ITALINO dovresti capirlo, infatti in tutti i testi di
fluidodinamica, non appena si parla di prove sperimentali, si dice che in
un tubo una falda in prossimità del bordo ha velocità zero, sempre in
ITALIANO falda significa filetto di spessore finito, piccolo per quanto
vuoi tu ma pur sempre finito dove la velocità per ogni punto del filetto è
zero, in prossimità di quella falda vi è ancora una falda con velocità
diversa da zero, piccola per come vuoi tu, ma pur sempre finita e non
infinitesima..

Traducendo quanto sopra in ITALIANO, significa che esistono due falde
adiacenti entrambe di spessore finito con velocità diversa, se poi
vogliamo costruire un modello, essendo lo spessore realmente piccolo
possiamo confonderlo con un infinitesimo, la fisica sperimentale non
osserva infinitesimi.
Se stiamo parlando di modello, allora concordo con te, ma visto che si
parla di fisica sperimentale e di fatti che tutti possono vedere, la tua
affermazione ha più il sapore di una licenza poetica.
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
Ora basta che tu dia un semplice sguardo al disegno da me proposto per
descrivere i moti STAZIONARI e in questo caso i vortici, per capire che il
mio modello prevede proprio questo e solo un cieco non riesce a vederlo,
ma come, prima fai una filippica sulla scienza sperimentale e poi io
dovrei accontentarmi di una teoria basata sui disegni ? Un po' di coerenza ?
Allora sei veramente duro, tu fai confusione tra realtà e modello, infatti
quel disegno serve solo a fare vedere cosa succede in un fluido reale, che
abbia la velleità di chiamarsi STAZIONARIO, e che ti piaccia o no un
fluido è fatto da tante palline tutte uguali, sempre ammesso che tu
riesca capire il termine stazionario.
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
alla faccia delle tue equazione che non solo non lo prevedono, ma non
possono neppure prevederlo, visto che sono delle equazioni continue e le
velocità variano da filetto a filetto per salti, ma il discorso è
perfettamente valido anche per moti laminari stazionari dentro un tubo.
Devi convenire, come ho detto prima, questi sono i fatti, tutto il resto
sono solo cazzate
Ripeto la domanda: dove sono i "fatti" sui salti di cui parli ?
Eppure uno laureato in fisica dovrebbe essere più sveglio, e io non voglio
ripetermi nel farti una trattazione di cosa si intende infinitesimo in
matematica, mentre tu ti ostini a fare confusione tra piccolo e
infinitesimo.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sante d'Ippoliti
2004-10-22 17:55:18 UTC
Permalink
Non so se Giorgio rispondera' al tuo post visto che e' pieno di
affermazioni offensive. Comunque, lo faccio io ed entro solo nel merito
"scientifico" di quello che affermi.

Dunque tu dici che il tuo etere e' un gas ideale classico allo zero
assoluto. Il moto del tuo etere dovrebbe (dico dovrebbe perche' equazioni,
come ti e' stato fatto piu' volte notare, non se ne sono viste) essere
descritto dalle equazioni di Eulero. Spero che tu non voglia utilizzare
Navier-Stokes perche' altrimenti ci dovresti spiegare perche' la Terra non
rallenta il suo moto.

Ti dimostro ora come, con due righe di matematica, l'argomento di cui
sopra non possa essere sostenuto ma e' completamente sbagliato. Infatti,
se il gas ideale e' classico allora la distribuzione di probabilita' delle
particelle che lo compongono e' quella di Maxwell: le particelle hanno
solo energia cinetica e non interagiscono tra loro. Dunque scriviamo

P(v)=exp(-v^2/(2s^2))/radice(2*pi*radice(s))

limitandoci al caso unidimensionale (il caso tridimensionale e'
immediato). Ora avrai che s^2=KT/m dove m e' la massa delle particelle, T
la temperatura e K la costante di Boltzmann. Dunque, T che va a zero
implica anche che s vada a zero. Allora, allo zero assoluto avremo

P(v) = delta di Dirac(v)

ossia le tue particelle sono tutte ferme e congelate a velocita' nulla.
Perdipiu', tutti i momenti della distribuzione sono nulli e il campo di
velocita' non esiste. Dunque niente equazioni di Eulero. Pastore ti ha
anche detto che la pressione e' zero e questo lo puoi vedere con
l'equazione di stato dei gas perfetti pV=RT. Per T=0, poiche' il volume
non puo' essere nullo, puoi solo avere p=0.

Infatti, come gia' indicato da Dondi e dallo stesso Pastore, i gas in
natura quanto piu' ci avviciniamo allo zero assoluto tanto piu' il loro
comportamento segue le leggi della meccanica quantistica, ossia o e' un
gas di Fermi o un gas di Bose, sempre assumendo che non ci siano
interazioni e altre fasi entrino in gioco. Per il principio di
indeterminazione, in questo caso le particelle non hanno velocita' nulla
come nel caso classico. Se esistesse un etere fatto da un gas di Fermi o
di Bose ce ne saremmo accorti da un bel pezzo. In realta', tutto quello
che i fisici si aspettano e' il campo di Higgs che pero' e'
autointeragente e puo' manifestare fasi diverse.

Dunque, caro Falzone, tutto il tuo argomento e' insostenibile ed e'
dimostrabile con due righe di matematica, senza troppe parole. Questa e'
la fisica e Pastore ha cercato di fartelo capire. Non ci puo' essere
fisica senza matematica e lo sappiamo da parecchi secoli.

Infine, va detto che non esistono scorciatoie per la conoscenza. La
conoscenza in fisica si e' accumulata per secoli e solo uno studio serio e
approfondito e, soprattutto, continuo permette la possibilita' ad un
qualsiasi studioso di contribuirvi.

Spero che questo basti.

Saluti,

Sante
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Michele Falzone
2004-10-23 04:50:34 UTC
Permalink
Post by Sante d'Ippoliti
Non so se Giorgio rispondera' al tuo post visto che e' pieno di
affermazioni offensive. Comunque, lo faccio io ed entro solo nel merito
"scientifico" di quello che affermi.
Qui non facciamo lezioni di galateo ma discutiamo di fisica, in ogni caso
mi viene maledettamente difficile seguire diversi discorsi, comunque cerco
di provarci.
Post by Sante d'Ippoliti
Dunque tu dici che il tuo etere e' un gas ideale classico allo zero
assoluto. Il moto del tuo etere dovrebbe (dico dovrebbe perche' equazioni,
come ti e' stato fatto piu' volte notare, non se ne sono viste) essere
descritto dalle equazioni di Eulero. Spero che tu non voglia utilizzare
Navier-Stokes perche' altrimenti ci dovresti spiegare perche' la Terra non
rallenta il suo moto.
Ti ribadisco, come ho fatto notare a Giorgio, che intendevo solo prossimo
allo zero, e non ho intenzione di usare le equazioni di Eulero e tanto
meno quelle di N.-S.
Non vorrei essere scortese, ma visto che anche tu non capisci quello che
intendo dire, ti riporto testualmente quanto scritto in un testo di fisica
universitario:

Un modo per descrivere il moto dei fluidi potrebbe essere quello di
tentare di seguire il moto di ciascuna particella del fluido. Dovremmo
allora dare le coordinate x, y e z nel tempo t e così via.
Vi è però un altro procedimento, adottato da Leonard Euler che è più
conveniente sotto molti aspetti. In questo caso si rinunzia al tentativo
di descrivere ……. e così via.

Come ho detto a Giorgio, anche se non risponderà visto che è offeso,
quando siamo in un sistema stazionario la cosa è completamente diversa, e
pertanto si può cercare di fare almeno un tentativo, ed è quello che ho
fatto io.

Riandando all'etere che dovrebbe rallentare il moto della terra, è un
quesito vecchio di almeno un secolo ma giustamente ancora attuale,
pertanto premesso che Michelson e Morley con il loro esperimento non hanno
escluso l'etere, ma hanno solo detto che se esiste un etere questi deve
essere solidale con la terra, cercherò di essere il più sintetico
possibile:

Il vortice come da me concepito, ma del resto anche un vortice reale e
finito, in una regione di spazio prossima alla superficie del vortice è
valido con buona approssimazione il principio di conservazione del momento
angolare, velocità approssimativamente uguale all'inverso della distanza,
quindi apparenza di una forza gravitazionale e una forza centrifuga, dico
apparenza visto che non esiste nessuna delle due e questo è verificabile
sperimentalmente, il problema più difficile da conciliare è della velocità
inversa alla distanza, con le osservazioni di Keplero e di tutti gli
astrofisici della terra, ma di questo mi pare di avere parlato in altro
post, ma visto che devo parlare a puntate, mi ripeto:

Una singola particella di fluido in quella regione di spazio, ti faccio
contento nel non chiamarlo etere, descrive una traiettoria approssimabile
ad una circonferenza e con velocità media approssimabile all'inverso
della distanza, contrariamente alla sua tendenza di avere un moto
rettilineo uniforme per effetto di un certo numero di urti nell'unità di
tempo, se ora pigliamo una generica circonferenza di raggio r, tutte le
particelle subiranno la stessa sorte per effetto di un numero di urti
proporzionale alla sua area e quindi a r^2 urti, pertanto la causa r^2
urti e per effetto la velocità di quella ideale circonferenza sarà
inversamente proporzionale alla distanza, ma se tutte le particelle di
quella circonferenza formano un vortice autonomo, gli urti di quella
circonferenza intesa come corpo unico saranno proporzionali alla
circonferenza e pertanto proporzionali a r.
Ora se la causa si riduce di un esponente 0.5 anche l'effetto si ridurrà
dello stesso esponente, che corrisponde alla terza legge di Keplero.

Ma con questo non dico nulla di nuovo, visto che Todeschini partendo dalle
equazioni della fluidodinamica classica trova la stessa identica
relazione, solo che lui ipotizza un vortice fluido incomprimibile e di
grandezza infinita, mentre io credo più probabile che sia un fluido
comprimibile e un vortice di dimensioni finite.

A prescindere questa piccola divergenza di vedute con Todeschini, visto
che in una regione di spazio limitato al gruppo locale le due posizioni
sono molto simili, ti VORREI SOLO FARE NOTARE CHE LO STESSO TODESCHINI, DA
QUELLA IPOTESI trova a livello teorico tutte le distanze di tutti i
pianeti rispetto al sole e dei singoli satelliti rispetto ai pianeti di
appartenenza.

ORA TI SFIDO A TROVARE le probabilità che una teoria completamente
sbagliata ha di trovare tutti questi valori in perfetto accordo con le
osservazioni sperimentali.
La differenza sostanziale tra me e Todeschini è che il mio modello mette
realmente in luce l'esistenza di perturbazioni che obbediscono alla
statistica di Fermi e perturbazioni che obbediscono a quella di Bose.
Post by Sante d'Ippoliti
Ti dimostro ora come, con due righe di matematica, l'argomento di cui
sopra non possa essere sostenuto ma e' completamente sbagliato. Infatti,
se il gas ideale e' classico allora la distribuzione di probabilita' delle
particelle che lo compongono e' quella di Maxwell: le particelle hanno
solo energia cinetica e non interagiscono tra loro. Dunque scriviamo
P(v)=exp(-v^2/(2s^2))/radice(2*pi*radice(s))
limitandoci al caso unidimensionale (il caso tridimensionale e'
immediato). Ora avrai che s^2=KT/m dove m e' la massa delle particelle, T
la temperatura e K la costante di Boltzmann. Dunque, T che va a zero
implica anche che s vada a zero. Allora, allo zero assoluto avremo
P(v) = delta di Dirac(v)
ossia le tue particelle sono tutte ferme e congelate a velocita' nulla.
Perdipiu', tutti i momenti della distribuzione sono nulli e il campo di
velocita' non esiste. Dunque niente equazioni di Eulero. Pastore ti ha
anche detto che la pressione e' zero e questo lo puoi vedere con
l'equazione di stato dei gas perfetti pV=RT. Per T=0, poiche' il volume
non puo' essere nullo, puoi solo avere p=0.
Infatti, come gia' indicato da Dondi e dallo stesso Pastore, i gas in
natura quanto piu' ci avviciniamo allo zero assoluto tanto piu' il loro
comportamento segue le leggi della meccanica quantistica, ossia o e' un
gas di Fermi o un gas di Bose, sempre assumendo che non ci siano
interazioni e altre fasi entrino in gioco. Per il principio di
indeterminazione, in questo caso le particelle non hanno velocita' nulla
come nel caso classico. Se esistesse un etere fatto da un gas di Fermi o
di Bose ce ne saremmo accorti da un bel pezzo. In realta', tutto quello
che i fisici si aspettano e' il campo di Higgs che pero' e'
autointeragente e puo' manifestare fasi diverse.
Dunque, caro Falzone, tutto il tuo argomento e' insostenibile ed e'
dimostrabile con due righe di matematica, senza troppe parole. Questa e'
la fisica e Pastore ha cercato di fartelo capire. Non ci puo' essere
fisica senza matematica e lo sappiamo da parecchi secoli.
Allora di quello che ho detto a Giorgio non hai capito nulla, mi spiace
usare questa frase ma non trovo di meglio, quando descrivi la
distribuzione di velocità di Maxwell stai implicitamente dicendo che ti
trovi di fronte a una popolazione di infinite particelle, cosa che ha solo
un significato matematico, e pertanto per buona pace trovi una curva che
descrivi come continua, ma questo non è assolutamente vero, a maggior
ragione quando fai tendere la temperatura a zero, infatti se pigli una
popolazione di N particelle con N grande come vuoi ma diverso da infinito,
non troverai mai una curva continua, almeno questo lo capisci? A parità di
numero N sarà approssimabile tanto più è elevata la temperatura.

Poi vi infastidite quando dico che fate confusione tra grande ed infinito,
tra piccolo e infinitesimo, ma per essere educato come dovrei dirvelo?
Post by Sante d'Ippoliti
Infine, va detto che non esistono scorciatoie per la conoscenza. La
conoscenza in fisica si e' accumulata per secoli e solo uno studio serio e
approfondito e, soprattutto, continuo permette la possibilita' ad un
qualsiasi studioso di contribuirvi.
Una conoscenza ben imbrigliata da una baronia dura a morire, che fa
vedere solo quello che fa comodo fare vedere.
Post by Sante d'Ippoliti
Spero che questo basti.
Non basta assolutamente, visto che io ho intenzione di continuare su
questa strada, anche se la cosa non ti interessa.
Post by Sante d'Ippoliti
Saluti,
Sante
Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Sante d'Ippoliti
2004-10-23 07:55:56 UTC
Permalink
Michele Falzone ha scritto:

[SNIP]


Quello che tu rispondi e' delirio allo stato puro. Non c'e' alcun
fondamento di alcun genere ne' matematico ne' fisico. Se rinunci alle
equazioni della fluidodinamica (Eulero o Navier-Stokes) devi fornirmi le
equazioni alternative del tuo fluido.

Le tue considerazioni sulla distribuzione di Maxwell sono sbagliate e te
lo ha fatto anche notare Pastore. Se parli di un gas ideale classico
quello che ti ho mostrato e' tutto: allo zero assoluto le particelle sono
ferme e non c'e' campo di velocita' e dunque non hai neanche una
fluidodinamica. Il tuo argomentare e' completamente sbagliato: questo
chiedevi a noi fisici e questo hai avuto.

Mi sembra inutile proseguire qualsiasi discorso con chi non e'
assolutamente in grado di ascoltare e tantomeno ha le conoscenze
sufficienti per affrontare un discorso scientifico serio o fornire
sostegno alle proprie affermazioni.

Ciao,

Sante
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Giorgio Pastore
2004-10-22 22:34:20 UTC
Permalink
Michele Falzone wrote:
...
Post by Michele Falzone
Capisco che pur di avere sempre ragione ti voglia arrampicare sugli
specchi, ma io non ho parlato di pressione, mi riferivo al fatto che per
temperatura tendente a zero, tutte le palline tendono ad avere la stessa
velocità quadratica media, inteso come limite delle curve di distribuzione
al variare della temperatura.
Vero. Non avevi parlato di pressione. L' ho fatto io per metterti di
fronte al fatto che in un gas ideale classico allo zero assoluto la v.
quadratica media e' si' uguale per tutte le particelle ma e' anche
nulla. Non ho usato la distribuzione di Maxwell per restare al livello
piu' semplice possibile. Quello che anche un ragazzo delle superiori
dovrebbe essere in grado di seguire. Se preferisci lavorare con la
distribuzione di Maxwell leggiti con attenzione quanto scritto da Sante
d'Ippoliti.

...
Post by Michele Falzone
Capisco perfettamente che tra teorici e sperimentali non corra buon
sangue, ma almeno l’ITALINO dovresti capirlo,infatti in tutti i testi di
fluidodinamica, non appena si parla di prove sperimentali, si dice che in
un tubo una falda in prossimità del bordo ha velocità zero, sempre in
ITALIANO falda significa filetto di spessore finito, piccolo per quanto
vuoi tu ma pur sempre finito dove la velocità per ogni punto del filetto è
zero, in prossimità di quella falda vi è ancora una falda con velocità
diversa da zero, piccola per come vuoi tu, ma pur sempre finita e non
infinitesima..
Senti, sulla tue capacita' di comprensione non mi esprimo ma sulla tua
conoscenza di fisica e di matematica o capacita' di *usare* l'
italiano, testimoniata dalla frase precedente, avrei da dire.

O tu usi la parola "salto" in modo del tutto incontrollato e al di fuori
di ogni convenzione (perche' secondo quello che scrivi, qualsiasi
funzione continua avrebbe salti nell' intorno di zero !) oppure non hai
capito il concetto matematico di continuita'. O anche tutti e due.


... la fisica sperimentale non
Post by Michele Falzone
osserva infinitesimi.
Beh se per questo neanche i salti di cui parli tu.

...
Post by Michele Falzone
Allora sei veramente duro, tu fai confusione tra realtà e modello, infatti
quel disegno serve solo a fare vedere cosa succede in un fluido reale,
La fisica non si basa su modelli pittorici. Usa la matematica. Ti
informo che questo avviene da circa 400 anni.

... e che ti piaccia o no un
Post by Michele Falzone
fluido è fatto da tante palline tutte uguali,
Ti devo credere sulla parola ? Tu le hai viste le palline ? Dimmi come
faccio a vederle.
...

Caro Falzone, temo che tu non sia in grado di vedere dove sbagli. Penso
che lo sia la maggior parte di chi segue questo NG.



Giorgio
Lallo©®
2004-10-22 23:07:13 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
Post by Michele Falzone
Allora sei veramente duro, tu fai confusione tra realtà e modello, infatti
quel disegno serve solo a fare vedere cosa succede in un fluido reale,
La fisica non si basa su modelli pittorici. Usa la matematica. Ti
informo che questo avviene da circa 400 anni.
... e che ti piaccia o no un
Post by Michele Falzone
fluido è fatto da tante palline tutte uguali,
Ti devo credere sulla parola ? Tu le hai viste le palline ? Dimmi come
faccio a vederle.
...
Caro Falzone, temo che tu non sia in grado di vedere dove sbagli. Penso
che lo sia la maggior parte di chi segue questo NG.
Taglio causa troppa robaccia. Ma come mai questo dialogo mi ricorda
questi altri due tizi?
http://snipurl.com/8uwr
Michele Falzone
2004-10-23 05:00:12 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Capisco che pur di avere sempre ragione ti voglia arrampicare sugli
specchi, ma io non ho parlato di pressione, mi riferivo al fatto che per
temperatura tendente a zero, tutte le palline tendono ad avere la stessa
velocità quadratica media, inteso come limite delle curve di distribuzione
al variare della temperatura.
Vero. Non avevi parlato di pressione. L' ho fatto io per metterti di
fronte al fatto che in un gas ideale classico allo zero assoluto la v.
quadratica media e' si' uguale per tutte le particelle ma e' anche
nulla. Non ho usato la distribuzione di Maxwell per restare al livello
piu' semplice possibile. Quello che anche un ragazzo delle superiori
dovrebbe essere in grado di seguire. Se preferisci lavorare con la
distribuzione di Maxwell leggiti con attenzione quanto scritto da Sante
d'Ippoliti.
Certo che intendo usare la distribuzione di Maxwell, ma come ho giò fatto
notare a Sante, per una popolazione di N particelle minore di infinito la
curva è tanto più sbagliata, quanto più ci si avvicina allo zero
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Capisco perfettamente che tra teorici e sperimentali non corra buon
sangue, ma almeno l’ITALINO dovresti capirlo,infatti in tutti i testi di
fluidodinamica, non appena si parla di prove sperimentali, si dice che in
un tubo una falda in prossimità del bordo ha velocità zero, sempre in
ITALIANO falda significa filetto di spessore finito, piccolo per quanto
vuoi tu ma pur sempre finito dove la velocità per ogni punto del filetto è
zero, in prossimità di quella falda vi è ancora una falda con velocità
diversa da zero, piccola per come vuoi tu, ma pur sempre finita e non
infinitesima..
Senti, sulla tue capacita' di comprensione non mi esprimo ma sulla tua
conoscenza di fisica e di matematica o capacita' di *usare* l'
italiano, testimoniata dalla frase precedente, avrei da dire.
O tu usi la parola "salto" in modo del tutto incontrollato e al di fuori
di ogni convenzione (perche' secondo quello che scrivi, qualsiasi
funzione continua avrebbe salti nell' intorno di zero !) oppure non hai
capito il concetto matematico di continuita'. O anche tutti e due.
Può essere, ma la fisica sperimentale non riesce a vedere invinitesimi, ma
filetti discreti, e su questo punto in particolare ci sarebbe molto da
parlare.
Post by Giorgio Pastore
.... la fisica sperimentale non
Post by Michele Falzone
osserva infinitesimi.
Beh se per questo neanche i salti di cui parli tu.
Ma allora come le giustifichi le osservazioni sperimentali
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Allora sei veramente duro, tu fai confusione tra realtà e modello, infatti
quel disegno serve solo a fare vedere cosa succede in un fluido reale,
La fisica non si basa su modelli pittorici. Usa la matematica. Ti
informo che questo avviene da circa 400 anni.
Quando il modello è valido, ma come ti ho dimostrato per N particelle, il
modello perde di validità al tendere della temperatura a zero, se non sei
convinto fai la prova con un definito numero di particelle e varia la
temperatura.
Post by Giorgio Pastore
.... e che ti piaccia o no un
Post by Michele Falzone
fluido è fatto da tante palline tutte uguali,
Ti devo credere sulla parola ? Tu le hai viste le palline ? Dimmi come
faccio a vederle.
...
Sei patetico, visto che almeno questo lo insegna la fisica classica e dice
che le palline sono scarsamente interagenti.
Post by Giorgio Pastore
Caro Falzone, temo che tu non sia in grado di vedere dove sbagli. Penso
che lo sia la maggior parte di chi segue questo NG.
Non ti arrendi, visto la gravità delle stronzate che hai detto a proposito
di un fluido composto di un numero finito di particelle.
Post by Giorgio Pastore
Giorgio
Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Giorgio Pastore
2004-10-23 07:10:38 UTC
Permalink
Michele Falzone wrote:
...
Post by Michele Falzone
Certo che intendo usare la distribuzione di Maxwell, ma come ho giò fatto
notare a Sante, per una popolazione di N particelle minore di infinito la
curva è tanto più sbagliata, quanto più ci si avvicina allo zero
Non hai fatto notare proprio niente. Hai fatto un' affermazione senza
alcun supporto oltre la tua immaginazione. Quali sarebbero i motivi per
cui la distribuzione di M. sarebbe sbagliata per un numero finito di
particelle ?
Post by Michele Falzone
Può essere, ma la fisica sperimentale non riesce a vedere invinitesimi, ma
filetti discreti, e su questo punto in particolare ci sarebbe molto da
parlare.
E allora parla. Sperimentalmente misuri un campo di velocita' che e' una
media spazio temporale e quindi i salti, nelle condizioni che citavi,
non ci sono. O hai dati sperimentali contrari ?

...
Post by Michele Falzone
Quando il modello è valido, ma come ti ho dimostrato per N particelle, il
modello perde di validità al tendere della temperatura a zero, se non sei
convinto fai la prova con un definito numero di particelle e varia la
temperatura.
Siccome sono duro di comprendonio sto ancora aspettando che me lo spieghi.

Giorgio
Michele Falzone
2004-10-23 18:01:03 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Certo che intendo usare la distribuzione di Maxwell, ma come ho giò fatto
notare a Sante, per una popolazione di N particelle minore di infinito la
curva è tanto più sbagliata, quanto più ci si avvicina allo zero
Non hai fatto notare proprio niente. Hai fatto un' affermazione senza
alcun supporto oltre la tua immaginazione. Quali sarebbero i motivi per
cui la distribuzione di M. sarebbe sbagliata per un numero finito di
particelle ?
Post by Michele Falzone
Può essere, ma la fisica sperimentale non riesce a vedere invinitesimi, ma
filetti discreti, e su questo punto in particolare ci sarebbe molto da
parlare.
E allora parla. Sperimentalmente misuri un campo di velocita' che e' una
media spazio temporale e quindi i salti, nelle condizioni che citavi,
non ci sono. O hai dati sperimentali contrari ?
Mi pare di essere stato chiaro per quanto riguarda le osservazioni
sperimentali.
Post by Giorgio Pastore
...
Post by Michele Falzone
Quando il modello è valido, ma come ti ho dimostrato per N particelle, il
modello perde di validità al tendere della temperatura a zero, se non sei
convinto fai la prova con un definito numero di particelle e varia la
temperatura.
Siccome sono duro di comprendonio sto ancora aspettando che me lo spieghi.
Vediamo se riesco a farmi capire, anche se devo dire che sei molto bravo a
svicolare le domande, in particolare quella del calcolo delle probabilità
che una teoria completamente sballata dia esattamente tutte le distanze
dei pianeti dal sole, compresa la fascia degli asteroidi e anche le
distanze tra i singoli pianeti e i loro satelliti, per non parlare di
tutti gli altri valori calcolati e osservati sperimentalmente.

Questi dovrebbero essere dei calcoli teorici validi visto, che sono
confermati da dati sperimentali, a meno di dirmi dove Todeschini ha
sbagliato.
Si potrebbe scrivere un libro TEORIA SBAGLAITA PER RISULTATI SPERIMENTALI
CORRETTI.

Ma andiamo a noi e pertanto a prescindere cosa dica la matematica pura,
visto che è solo una astrazione, realmente se pigliamo un processo causa
effetto e per semplicità supponiamolo lineare, la mia domanda è se esiste
una soglia di insensibilità della variabile di ingresso che non mi da
apprezzabili variazioni della grandezza di uscita, e con questo non mi
riferisco a errori di misura o insensibilità degli strumenti adoperati, ma
nell'ipotesi di possedere strumenti ideali.

Per essere il più chiaro possibile, nel caso di circuito puramente
resistivo a una data temperatura, alla grandezza V corrisponde una
corrente I, pertanto la mia domanda è se esiste un valore delta V, piccolo
come voglio ma diverso da zero, che sostanzialmente mi da la stessa
corrente di prima..
Sicuramente la domanda anche senza una risposta sperimentale deve essere
affermativa, avendo la possibilità di scegliere il delta V piccolo a
piacere, infatti solo per esempio scegliendo il deltaV di 1E-100 V, se
suppongo che influenzi ancora la grandezza di uscita basterà scegliere
deltaV 1E-1000 V, a livello logica non fa una piega, visto che anche se
deltaV di 1E-1000 V è grande posso sempre ridurlo di quanto voglio senza
arrivare mai a zero, e con questo non dico assolutamente che la grandezza
di ingresso sia quantizzata, ma che per ogni processo esiste una sorta di
inerzia della risposta, piccola come vuoi ma che esiste.

Premesso questo elementare concetto che per me è fondamentale andiamo alla
distribuzione di M, matematicamente corretta, curva che tu conosci
perfettamente e meglio di me, pertanto tu mi puoi insegnare che scelto un
numero arbitrariamente grande di particelle e un delta velocità piccolo a
piacimento facendo tendere la temperatura a zero, prima che questa sia
realmente zero, esisterà una temperatura per cui tutta la curva rientrerà
nel tratto di velocità v e v+deltav, sicuramente tanto più piccolo è
deltav tanto più piccola sarà la temperatura, ma questo non importa per il
nostro ragionamento, basta il concetto.

Pertanto esisterà sicuramente una temperatura al di sotto della quale per
un numero di particelle finito, tutte le particelle avranno sicuramente
una velocità compresa tra v e deltav, con il deltav scelto opportunamente
piccolo come voglio io e tali da creare lo stesso effetto, senza arrivare
effettivamente allo zero assoluto.
Cosa che equivale a dire per gli effetti che creerà dire che la velocità è
uguale per tutte le particelle e questo è valido solo per un numero di
particelle diverso da infinito.
In questo caso, il VORTICE con quelle particelle e a quella temperatura,
come prenderà forma a REGIME dopo un tempo sufficientemente grande e come
potrà rimanere STAZIONARIO, se non come mediamente lo descrivo io?

Dove sbaglio?????? Ma in tutta onestà non portarmi come pretesto la
continuità matematica o cose del genere.

Certo che potrai invocare la poca eleganza della mia trattazione, la
mancanza di formule matematiche, la non esistenza di un etere, e così via,
ma su dammi una soluzione alternativa valida e sarò soddisfatto, scordavo
che potresti propormi di risolvere le equazioni di N.-S. con un calcolo
numerico discreto a computer, ma la soluzione sarebbe molto diversa da
quella da me descritta?????????????????????????
Post by Giorgio Pastore
Giorgio
Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Gianni Dondi
2004-10-20 22:00:40 UTC
Permalink
Post by Michele Falzone
Sei tu che non vuoi assolutamente capire, e pertanto ti riformulo una
- Perchè le particelle elementari si comportano sia da onde e sia da
particelle.
- Perchè gli elettroni obbediscono alla statistica di Fermi.
- Perchè i fotoni obbediscono a quella di Bose.
- Perchè ....... e potrei continuare all'infinito e tu sistematicamente
mettere delle pezze, senza accorgerti che sono solo delle pezze che
scaturiscono solo da un buon forlalismo, ma senza capire che sono solo
pezze.
Ma e' ovvio, perche' ci sono i vortici dell'etere. Io pero' preferisco la
teoria dei quattro elefanti che sorreggono il globo terrestre.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Capisco perfettamente che hai scritto un mare di fesserie come lo
capirebbe chiunque sa un po' di fisica. D'altra parte la tua presunzione
ed errata percezione che hai di te stesso ti fa pensare di aver fatto una
grande scoperta. Scommetto che te ne stai li' in ansia ad aspettare che ti
scriva qualche fisico di chiara fama dopo aver letto la tua paginetta web.
Scusa, ma in quale favola vivi???
Quella di Falzone detto il 're nudo'. Aveva una bella teoria ma purtroppo
era inesistente.
Post by Michele Falzone
Ma visto che vuoi fare dei ragionamenti
per assurdo, andiamo con ordine: Ammesso che un Prof. universitario trovi
quello che io scrivo interessante, cosa che realmente è successo, secondo
te cosa dovrebbe succedere?
Piu' che interessante direi divertente, una cosa per ridere.
Post by Michele Falzone
Sempre per assurdo che continui quello che io ho cominciato e qui la cosa
si fa molto più complessa, tra venti o trenta anni quando le anomalie
notate ora da Arp, diventeranno migliaia e talmente inconfutabili da
abbandonare l'espansione dell'universo, ammesso che io non sia morto da un
pezzo cosa dovrebbe succedere??
Ancora con la storia di Arp? Falzone, ma quando lo abbandonerai il
"sentito dire" e leggerai le fonti autentiche.
Post by Michele Falzone
Sicuramente al fisico di chiara fama gli darebbero il Nobel e io nella
miglio delle ipotesi, se esisterà un Federico De Trocchio, scriverà un
altro libro simile al primo.
Ah, Falzone il genio incompreso. Che modestia!
Post by Michele Falzone
Ma hai mai coniugato il verbo CAPIRE, ma non con la testa degli altri!
Bada quello si chiama APPRENDERE.
Post by Gianni Dondi
Ti manca proprio il senso del ridicolo!
Post by Michele Falzone
è un modello semplificato che prevede le stesse identiche cose previste
prima da Newton e poi dalo stesso Einstein,
Dimostrala l'equivalenza. Il tuo "modello" e' talmente semplificato da
essere praticamente inesistente.
Qui si capisce esattamente quanto sia basso il tuo livello di astrazione.
Gia', ti sto chiedendo di fare quello che non sai e non puoi fare e dunque
il mio livello di astrazione e' basso.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Le equazione di Navier-Stokes o di Eulero
non hanno questo potere e non hanno nulla a che vedere ne' con le
equazioni di Maxwell
Aio
Post by Gianni Dondi
ne' tantomeno con le equazioni di Einstein della
relativita' *generale* che tu dovresti riottenere da esse. Ma il tuo
compito e' piu' arduo. Dovresti essere capace di derivare il Modello
Standard.
Ma almeno sei a conoscenza di modelli, parlo di quelli ortodossi, che
trattano le interazioni tra i vortici? Esitono e fatti da fisici, basta
andarli a cercare, o più semplicemente quelli che spiegano che la
relatività non è incompatibile con la fluidodinamica, anche qui si deve
solo cercare.
Conosco perfettamente le ricerche che si conducono in fluidodinamica e so
che un noto istituto americano ha messo un premio per chi fornisce una
soluzione dell'equazione di Navier-Stokes. Esistono forme
relativisticamente invarianti delle equazioni della fluidodinamica: stanno
sui testi classici. Non mi risulta pero' che le equazioni della
relativita' *generale* (e ribadisco *generale*) siano derivabili dalle
equazioni della fluidodinamica, vortici o non vortici. Tu non sai di cosa
stai parlando e si capisce dalla confusione costante che fai nell'uso del
termine "relativita'". Devo supporre che le tue equazioni dei vortici (ma
dove stanno???) non siano relativisticamente invarianti: mi dispiace
allora ma il tuo etere non esiste perche' e' in contraddizione con i fatti
sperimentali.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
con la sola differenza che nel
modello di Einstein non è previsto minimamante nessun comportamento
probabilistico delle particelle elementari, mentre nel mio sono previsti
comportamenti statistici ed in particolare, particelle che obbediscono
alla statistica di Fermi e particelle che obbediscono alla statistica di
Bose.
Queste sono parole in liberta'. Non ne esiste alcuna dimostrazione. E' un
tuo 'ipse dixit' detto da un incompetente. Fammi vedere il calcolo di una
sezione d'urto o derivami la legge del corpo nero dal tuo "modello". Nel
mondo scientifico qualunque affermazione deve essere dimostrata: finora
l'unica cosa che hai dimostrato e' la tua profonda ignoranza.
Vedi che non continui a non volere capire.
Gia', ci fosse qualcosa da capire nel tuo sproloquio.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Per piacere ora non parlarmi di quantistica, visto che se non riesci a
capirlo, quello, anche se è un capitolo corretto della fisica è tutto un
altro capitolo completamente slegato dalla relatività.
Vedo che confondi sempre relativita' *speciale* e *generale*: un segno
palese della tua mancanza di conoscenza della materia. La relativita'
*speciale* si combina alla perfezione con la meccanica quantistica e
fornisce la teoria dei campi quantizzati che ha dato risultati in accordo
con gli esperimenti a livelli mai visti prima nella storia della fisica.
Quindi la tua affermazione e' priva di senso. Comunque sei tu che hai
- Le statistiche di Fermi-Dirac e Bose-Einstein;
- Il dualismo onda corpuscolo;
- Il comportamento probabilistico;
Mi viene alquanto difficle riuscire a spigare le banalità, ma visto che
per potere iniziare un qualsiasi dialogo bisogna conoscere i prerequisiti
dell'altro, almeno riesci a capire che se esistono infinite palline tutte
con la stessa velocità in modulo o che è lo stesso dire uguale velocità
quadratica media, ma aventi direzione casuale, che equivale a dire
velocitò media nulla, quella popolazione di palline è equivalente a un gas
ideale allo zero assoluto?
Premesso questo, riesci a farti un'idea di come queste palline si potranno
muovere quando un cilindro di lunghezza infinita comincerà a ruotare
creando un vortice bordo mosso? Bada stiamo sempre parlando di palline
ideali e pertanto si conserva la qiuantità di moto di ogni songola pallina.
Questo e' da incorniciare e trasmettere immediatamente ai posteri: mi
dispiace ma la distribuzione di Maxwell non funziona allo zero assoluto.
Prova a mettere T=0 nella distribuzione di Maxwell e lo vedi subito (che
fa una gaussiana quando la varianza va a zero?). Un gas ideale, non
quantistico allo zero assoluto, non esiste. I fermioni riempiono tutti gli
stati fino all'energia di Fermi e i bosoni condensano in accordo con le
rispettive statistiche (recenti premi Nobel e una valanga di esperimenti
dicono questo come se gia' non bastassero i superconduttori, i superfluidi
e il funzionamento di metalli e semiconduttori). Tu di che gas ideale a
temperatura zero stai parlando? Quello di Falzone?
Post by Michele Falzone
Poi possiamo continuare a parlare e farti capire come a temperatura
diversa dallo zero alcune palline obbediranno alla statistica di Fermi ed
altre a quella di Bose, sempre che lo voglia.
Allora sei in contraddizione con l'esperimento. Il tuo "modello" e'
sbagliato. Ti ho appena spiegato quello che succede ai gas allo zero
assoluto.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
e dunque sei tu che parli di meccanica quantistica, non io.
Post by Michele Falzone
Ora il mio modello unisce entrambi i capitoli della tua fisica, in
un'unico modello
La grande illusione di Falzone: il modello che non c'e'. Chi non vede
queste cose non capisce.In realta' Falzone e' il ben noto 're nudo' di
fiabesca memoria.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Ciao
Ciao,
Gianni
P.S. Vale lo stesso di quanto ho detto a Smargiassi, ma visto che non sei
alla sua altezza, potresti fargli da portaborsa.
Non c'hai capito niente, eh? Ti ho fatto una domanda precisa e non sei
stato in grado di rispondere. Sei un parolaio.
Possibilissimo, ma almeno io tento, tu subisci.
Si, subisco i tuoi interventi su it.scienza.
Post by Michele Falzone
Post by Gianni Dondi
Post by Michele Falzone
Ciao
Aspettiamo il grande botto: ossia il tuo ricovero coatto.
Non sai che hanno chiuso i manicomi, altrimenti non sarei qui a parlare di
queste cose con te.
Lo so, ma un paio di settimane di trattamento sanitario obbligatorio ti
aiuterebbero.
Post by Michele Falzone
Ciao
Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Lallo©®
2004-10-20 22:04:48 UTC
Permalink
Post by Gianni Dondi
Quella di Falzone detto il 're nudo'. Aveva una bella teoria ma purtroppo
era inesistente.
No. "Avevo una bella teoria, ma purtroppo non ho abbastanza spazio a
margine di questo desktop per descriverla."
Leonardo Serni
2004-10-18 12:58:40 UTC
Permalink
Come fa la LUCE a viaggiare a 300.000-Km/s chi le imprime talevelocità,
ma non pensate solo alla luce proveniente dal SOLE, pensaete anche a
quella emessa da un misere cerino che si accende in un luogo buio!
[...]
Potrebbero essere altrettante fesserie quello che scrivo io,
ma datemi il tempo di dimostrarlo
Personalmente, mi dichiaro gia' soddisfatto.

Leonardo
--
:From: "Guglielmo Maria Euge Rinaldini" <guglielmo.rinaldini(at)virgilio.it>
:Message-ID: <ttqK9.20255$***@news2.tin.it>
:Provate a guardare gli ingredienti del famoso Labello che si usa per
:le labbra screpolate: Butirrospermum Parkii (sperma di maiale).
Elio Fabri
2004-10-18 19:02:35 UTC
Permalink
Cominciamo col dire a Carmelo che la gravita' esiste, com'e'
dimostrato dall'attrazione che ha suscitato il suo post :-))

Detto poi, come doverosa premessa, che ovviamente Carmelo ignora i
minimi rudimenti della materia di cui discetta, avrei pero' una sfida
per coloro che hanno riso troppo facilmente della sua "obiezione"
Post by Carmelo
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria
di Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante
dalla Terra (all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si
avvicina, mentre più assurdamente quando arriva al punto più vicino
(al perigeo) si allontana, si potrebbe dire che la Terra la respinge
eppure la teoria afferma che l'attrazione è inversamente
proporzionela, non alla distanza semplice, ma al quadrato della
distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra girando
intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di
più! Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si
già un grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
Vorrei leggere una confutazione _seria_. Non e' cosi' semplice...
Incidentalmente, tirare in ballo Keplero significa non aver capito
niente del problema.

A scanso di equivoci mi ripeto.
L'obiezione di Carmelo e' sballata, ma non crediate che sia cosi'
facile smontarla.
------------------------------
Elio Fabri
Dip. di Fisica - Univ. di Pisa
------------------------------
Endymion
2004-10-18 20:36:45 UTC
Permalink
Post by Elio Fabri
Vorrei leggere una confutazione _seria_. Non e' cosi' semplice...
Incidentalmente, tirare in ballo Keplero significa non aver capito
niente del problema.
Va bene... ma al massimo significa solo aver citato qualcosa di giusto ma
fuori luogo. Piano con le deduzioni ad libitum eh...

Saluti.
Giorgio Pastore
2004-10-18 21:55:59 UTC
Permalink
Elio Fabri wrote:
...
Post by Elio Fabri
A scanso di equivoci mi ripeto.
L'obiezione di Carmelo e' sballata, ma non crediate che sia cosi'
facile smontarla.
...

Non credo di seguirti. Certo, pensando alle equazioni del moto per la
coordinata radiale del problema dei 2 corpi c'e' la "barriera
centrifuga" che funge da potenziale repulsivo al perielio.

Ma non credo che didatticamente questo sia il punto piu' importante da
sottolineare. Io penso che sia prioritario eliminare l' aristotelismo
della fisica ingenua secondo cui la forza deve essere proporzionale alla
velocita' invece che all' accelerazione.

Anzi, in un sistema conservativo e' giocoforza che ci siano intervalli
in cui la velocita' non sia proporzionale alla forza.

Capito questo, non dovrebbe piu' destare meraviglia se durante il moto
ci sono intervalli di tempo in cui ci si allontana del centro di forza
attrattivo, invece di avvicinarcisi.

Io lo trovo prioritario perche' e' una considerazione vettoriale,
"intrinseca", e non legata ad una particolare scelta del sistema di
coordinate.

O ho capito male il tuo punto di vista ?

Giorgio
Giorgio Pastore
2004-10-19 06:46:22 UTC
Permalink
Errata corrige:

Giorgio Pastore wrote:
...
Anzi, NEL MOTO PERIODICO di un sistema conservativo e' giocoforza che ci siano intervalli
in cui la velocita' non sia proporzionale alla forza.
Elio Fabri
2004-10-22 19:05:47 UTC
Permalink
Post by Giorgio Pastore
Non credo di seguirti.
...
O ho capito male il tuo punto di vista ?
Direi che hai capito male...
La mia e' stata anzitutto una reazione viscerale, del tipo: "mi rompe
i c... vedere tanta gente che si sbellica dalle risa quando sono
sicuro che non sarebbe capace di mettere insieme uno straccio di
ragionamento pulito per confutare Carmelo".
Carmelo ha torto, ma voi non siete meglio.
(Non c'e' bisogno di dire che non e' a te che pensavo.)

Da un punto di vista piu' specifico, avrei voluto vedere non tanto un
argomento generico come il tuo, quanto uno che toccasse la tesi di
Carmelo nel dettaglio: perche' all'aopgeo, dove la forza e' minore, la
Luna torna indietro, e al perigeo, dove la forza e' maggiore, invece
si allontana?
E' ovvio che entra in gioco la diversa velocita', ma avrei voluto
vedere un conto preciso, ovviamente senza tirare in ballo la forza
centrifuga...

Non e' un conto banale, anche se dovrebbe bastare un corso
universitario di Fisica I. Ma farlo usado il minimo indispensabile, ma
in modo preciso, non e' cosa alla portata di tutti quelli che hanno
visto una volta sul loro libretto un voto >=18 in Fisica I.
Questa e' la mia tesi.


------------------------------
Elio Fabri
Dip. di Fisica - Univ. di Pisa
------------------------------
Mario
2004-10-22 19:25:40 UTC
Permalink
Post by Elio Fabri
Post by Giorgio Pastore
Non credo di seguirti.
...
O ho capito male il tuo punto di vista ?
Direi che hai capito male...
La mia e' stata anzitutto una reazione viscerale, del tipo: "mi rompe
i c... vedere tanta gente che si sbellica dalle risa quando sono
sicuro che non sarebbe capace di mettere insieme uno straccio di
ragionamento pulito per confutare Carmelo".
Carmelo ha torto, ma voi non siete meglio.
(Non c'e' bisogno di dire che non e' a te che pensavo.)
Da un punto di vista piu' specifico, avrei voluto vedere non tanto un
argomento generico come il tuo, quanto uno che toccasse la tesi di
Carmelo nel dettaglio: perche' all'aopgeo, dove la forza e' minore, la
Luna torna indietro, e al perigeo, dove la forza e' maggiore, invece
si allontana?
E' ovvio che entra in gioco la diversa velocita', ma avrei voluto
vedere un conto preciso, ovviamente senza tirare in ballo la forza
centrifuga...
Non e' un conto banale, anche se dovrebbe bastare un corso
universitario di Fisica I. Ma farlo usado il minimo indispensabile, ma
in modo preciso, non e' cosa alla portata di tutti quelli che hanno
visto una volta sul loro libretto un voto >=18 in Fisica I.
Questa e' la mia tesi.
Tanto e' vero che il Segre' (mica carmelo, eh) nel primo capitolo
sbaglia clamorosamente il potenziale Coulombiano, omettendo la barriera
centrifuga del potenziale stesso (no, non parla di L=0....).
Credo sia presente in tutte le edizioni.
Leonardo Serni
2004-10-23 03:04:26 UTC
Permalink
Post by Elio Fabri
Da un punto di vista piu' specifico, avrei voluto vedere non tanto un
argomento generico come il tuo, quanto uno che toccasse la tesi di
Carmelo nel dettaglio: perche' all'aopgeo, dove la forza e' minore, la
Luna torna indietro, e al perigeo, dove la forza e' maggiore, invece
si allontana?
Premetto subito che il conto non sono in grado di farlo, ed arrivo al
massimo ad un discorso qualitativo - e non sono troppo sicuro neppure
di quello :-)

Pero' la domanda sembra, a me non fisico, posta male. Voglio dire: l'
apogeo e' il nome che diamo al punto piu' lontano, no?

E allora per forza all'apogeo la forza ha un minimo... perche' la' la
distanza ha un massimo.

E per forza la Luna torna indietro: se non tornasse indietro andrebbe
avanti; e allora l'apogeo non sarebbe li', ma piu' in la'.

Casomai si potrebbe domandare quando e perche' esista, l'apogeo...?

Leonardo
--
Nach doiligh domhsa mo chailin a mholadh
'S ni he amhain mar bhi si or
Bhi si mar gath greine a dhul in eadan na gloinne
Is bhi sceimh mhna na finne le mo cailin or
Michele Falzone
2004-10-19 09:45:32 UTC
Permalink
Post by Elio Fabri
Cominciamo col dire a Carmelo che la gravita' esiste, com'e'
dimostrato dall'attrazione che ha suscitato il suo post :-))
Detto poi, come doverosa premessa, che ovviamente Carmelo ignora i
minimi rudimenti della materia di cui discetta, avrei pero' una sfida
per coloro che hanno riso troppo facilmente della sua "obiezione"
Post by Carmelo
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria
di Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante
dalla Terra (all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si
avvicina, mentre più assurdamente quando arriva al punto più vicino
(al perigeo) si allontana, si potrebbe dire che la Terra la respinge
eppure la teoria afferma che l'attrazione è inversamente
proporzionela, non alla distanza semplice, ma al quadrato della
distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra girando
intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di
più! Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si
già un grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
Vorrei leggere una confutazione _seria_. Non e' cosi' semplice...
Incidentalmente, tirare in ballo Keplero significa non aver capito
niente del problema.
A scanso di equivoci mi ripeto.
L'obiezione di Carmelo e' sballata, ma non crediate che sia cosi'
facile smontarla.
------------------------------
Elio Fabri
Dip. di Fisica - Univ. di Pisa
------------------------------
Sono valide le stesse cose che ho detto a Smargiasssi, specialmente per
quanto riguarda il fatto che sei un pessimo insegnante.

Mi ricordo il mio trenta di campi elettromagnetici, dove allo scritto ho
fatto solo una descrizione puramente descrittiva del fenomeno,
contrariamente ai miei compagni che si sono persi sulle formule, ma a cosa
servivano le formule, quando immediatamente si capiva che i risultati
dovevano essere zero, uno e infinito? Tu sicuramenbte mi avresti bocciato,
mentre il mio insegnante ha capito.

Lo stesso vale per quanto scrivo su:

http://xoomer.virgilio.it/ipotesi-esistenza-etere/etere.pdf

Certo tu vorresti più formule, addirittura che si partisse dalle equazioni
di N.S., salvo poi dire che per fluidi ideali ritorniamo alle equazioni di
Eulero, ma tu lo sai meglio di me cosa realemnte rappresentano quelle
equazioni, che poi sono identiche a quelle di Maxwell, la prima dice che
non esistono pozzi e la seconda dice che non esistono vortici.

Ma per un fluido ideale, dove un fluido è composto da tante palline tutte
uguali, e avendo ipotizzato che hanno stessa velocità quadratica media,
visto che stiamo parlando di vettori, questo come lo chiami tu in termini
termodinamici se non esprimere che quella popolazione di palline hanno una
temperatura di zero assoluto?

Quella che io ho ipotizzato è una possibile soluzione, e pertanto quella
soddisferà le equazioni di Eulero senza pozzi e senza vortici,certo stiamo
parlando di un mondo discreto e la cosa si complica, ma la realtà di un
fluido è poi così diversa? Questo lo sai anche tu, e non bisogna essere
dei geni per arrivare a queste deduzioni.

Eulero ha scelto la strada di descrivere solo mediamente il comportamento
del fluido, solo per l'impossibilità di trovare delle soluzioni generali,
ma quando il problema è notevolmente semplificato è tanto sbagliato
seguire strade diverse?

Salvo poi trovare lo stronzetto di turno, che si fa la clamorosa risata,
dimostrando a pieno la sua stupidità, certo tu non avalli, ma il tuo
silenzio, se non riesci a capirlo, equivale ad un tacito assenso.

Certo io poi continuo facendo l'analogia del fluido con il famigerato
etere, ma sei sicuro che sia sbagliato o non è forse che non hai capito?

Un prof. universitario che non capisce non è così grave e del resto è
capitato un sacco di altre volte.

Elettroni e protoni obbediscono alla statistica di Fermi, e io asserisco
che in quel vortice esistono delle particelle che obbediscono a quella
statistica, cosa trovi di tanto strano? Ti sei chiesto se hai capito
realmente quello che ho scritto?

Non parlo di attrazione tra vortici, visto che sicuramente tu potresti
indicarmi molti altri autori che hanno affrontato questo argomento, più di
quanti non sappia io.

Certo è comodo fare il dotto senza sporcarsi le mani e cercando di fare
l'equilibrista, ma caro Elio così facendo sicuramente non ti sporcherai le
mani, ma resterai inesorabilmente ancorato nella tua mediocrità e non ti
serve a niente essere barone universitario, visto che di quel titolo
possono fregiarsi molti emeriti ignoranti.

Ciao
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Carmelo
2004-10-20 01:21:27 UTC
Permalink
Post by Elio Fabri
Cominciamo col dire a Carmelo che la gravita' esiste, com'e'
dimostrato dall'attrazione che ha suscitato il suo post :-))
Detto poi, come doverosa premessa, che ovviamente Carmelo ignora i
minimi rudimenti della materia di cui discetta, avrei pero' una sfida
per coloro che hanno riso troppo facilmente della sua "obiezione"
Post by Carmelo
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria
di Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante
dalla Terra (all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si
avvicina, mentre più assurdamente quando arriva al punto più vicino
(al perigeo) si allontana, si potrebbe dire che la Terra la respinge
eppure la teoria afferma che l'attrazione è inversamente
proporzionela, non alla distanza semplice, ma al quadrato della
distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra girando
intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di
più! Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si
già un grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
Vorrei leggere una confutazione _seria_. Non e' cosi' semplice...
Incidentalmente, tirare in ballo Keplero significa non aver capito
niente del problema.
A scanso di equivoci mi ripeto.
L'obiezione di Carmelo e' sballata, ma non crediate che sia cosi'
facile smontarla.
------------------------------
Elio Fabri
Dip. di Fisica - Univ. di Pisa
------------------------------
L'obiezione di Carmelo è sballata, ma non crediate che sia così facile
smontarla.
Io ho solo fatto un accenno su un particolare, col quale più esplicitamente
affermo: la teoria di Newton è fasulla, avro occasioni per dimostrarlo, ne
ho molti di elementi per farlo.
Il mio "post" ha suscitato sì un'attrazione, ma di natura diversa da quella
presunta di Newton, come battuta è apprezzabile, come scienza no! Io scrivo
anche poesie e, poeticamente, ma non senza un contenuto razionale, a Newton
l'ho descritto così:
Newton,
confuso, spaventato,
arrabbiato ed iontondito
per la mela
che in testa
gli cascò,
perse il lume,
èiù non ragionò
e, in tale stato di follia
inventò l'assurda teoria!
------
Tempo permettendo avrò ancora molto da dire sulle tante idiozie dette e
scritte dalla scienza e dagli scienziati.
Spesso con l'immottizia su buttano, inconsapevolmente, oggetti di valore!
E' comunque importante discutere, non trova?
saluti. Carmelo.


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Enrico SMARGIASSI
2004-10-18 17:58:05 UTC
Permalink
Post by Carmelo
ora applicatele se ci riuscite!
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia/physics/kepler.html
Post by Carmelo
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra
Vero.
Post by Carmelo
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge
Falso. Viene attratta anche li'. La forza e' proporzionale
all'accelerazione, non alla velocita'.
--
Enrico Smargiassi
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia
Carmelo
2004-10-21 00:51:33 UTC
Permalink
Post by Enrico SMARGIASSI
Post by Carmelo
ora applicatele se ci riuscite!
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia/physics/kepler.html
Post by Carmelo
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra
Vero.
Post by Carmelo
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge
Falso. Viene attratta anche li'. La forza e' proporzionale
all'accelerazione, non alla velocita'.
--
Enrico Smargiassi
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia
Falso? Non fare lo "smargiasso" La forza di cui tu parli, non solo non può
esistere, perché così come concepita da Newton, l'attrazione gravitazionale,
avverrebbe in forma "STATCA" e se è statica non può sviluppare funzioni
dinamiche! Questo concetto, lo ha ignorato Newton, lo ignora la scienza e
tu, che stupidamenti lo ripeti, inoltre, se liggi bene quello che io ho
scritto, a parte che la Luna, girando in torno alla terra non subisce alcuna
accelarazione, proporzionata o sproporzionata alla velocità connettiva delle
le tue idei, io ho detto, per semplificarti il concetto, che non può
considerarsi "attrazione inversamente proporzionata al quadrato della
distanza" quella di un corpo, come la Luna che, verrebbe attratta dalla
Terra quando è più lontana ed allontanarsi quando è più vicina e, che questo
è il contrario della teoria "inventata" da Newton!
Ogni concetto o espressione contrastante con una funzione dinamica di fatto,
non può essere dimostrata con una ipotetica teoria!
Saluti.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
sei una pippa
2004-10-21 05:28:37 UTC
Permalink
Carmelo ha scritto:

Le solite cagate.

Carmelo, quanto sei stronzo! Quando ti ha fatto mamma tua si e' sforzata
parecchio per quanto sei grosso.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Enrico SMARGIASSI
2004-10-21 15:19:18 UTC
Permalink
Post by Carmelo
esistere, perché così come concepita da Newton, l'attrazione gravitazionale,
avverrebbe in forma "STATCA" e se è statica non può sviluppare funzioni
dinamiche!
Parole in liberta'.
Post by Carmelo
scritto, a parte che la Luna, girando in torno alla terra non subisce alcuna
accelarazione
Allora la cosa e' anche piu' grave di quanto pensassi: non solo ignori
la dinamica, ma anche la cinematica. Un corpo che non e' in moto
rettilineo uniforme ha sempre un'accelerazione. Anche se e' in moto
circolare uniforme: in questo caso e' diretta verso il centro. La
dimostrazione e' cosi' semplice che me la insegnarono in prima liceo.
Post by Carmelo
questo è il contrario della teoria "inventata" da Newton!
Falso. Al contrario, puo' essere *dedotto matematicamente* dalla teoria
newtoniana. Ti ho postato un link dove trovi il modo in cui si fa, con
riferimenti a dove puoi trovare i calcoli dettagliati.

Naturalmente non hai nemmeno fatto lo sforzo di leggerli. Siccome non ho
tempo ne' voglia per parlare con chi non ha voglia di ascoltare, ti saluto.
--
Enrico Smargiassi
http://www-dft.ts.infn.it/~esmargia
Antonella Pussy
2004-10-20 19:54:54 UTC
Permalink
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
possa esistere veramente! Ma qualcuno, scienziati compresi, si è mai
domandato se una simele ed ipotetica forza esistesse veramente cosa
accadrebbe? (ovvero cosa sarebbe già accaduto?)non solo sulla nostra Terra o
nel sistema solare, ma in tutto lìuniverso?
Probabilmente nessuno si posto tale interrogativo!
Le "IDIOZIE DELLA SCIENZA AFFERMANO: l'universo è in espansione e, non ci
sono dubbi, ma può sussistere una "FORZA DI ATTRAZIONE" in un universo in
espansione? Cominciate a riflette...
Andate a rileggervi la "TEORIA di NEWTON" per facilitarvi il compito ve la
trascrivo io: "DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE
PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL
QUADRATO DELLA LORO DISTANZA" ora applicatele se ci riuscite!
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre più
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione è inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra
girando intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di più!
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si già un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Accàttati un libro di fisica delle medie inferiori.
Poi leggilo.
Tutto.
Lallo©®
2004-10-20 19:55:23 UTC
Permalink
Post by Antonella Pussy
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
Accàttati un libro di fisica delle medie inferiori.
Poi leggilo.
Tutto.
HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Tanto non lo capisce.
Carmelo
2004-10-21 01:43:27 UTC
Permalink
Post by Antonella Pussy
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
possa esistere veramente! Ma qualcuno, scienziati compresi, si è mai
domandato se una simele ed ipotetica forza esistesse veramente cosa
accadrebbe? (ovvero cosa sarebbe già accaduto?)non solo sulla nostra Terra o
nel sistema solare, ma in tutto lìuniverso?
Probabilmente nessuno si posto tale interrogativo!
Le "IDIOZIE DELLA SCIENZA AFFERMANO: l'universo è in espansione e, non ci
sono dubbi, ma può sussistere una "FORZA DI ATTRAZIONE" in un universo in
espansione? Cominciate a riflette...
Andate a rileggervi la "TEORIA di NEWTON" per facilitarvi il compito ve la
trascrivo io: "DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE
PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL
QUADRATO DELLA LORO DISTANZA" ora applicatele se ci riuscite!
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto più distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre più
assurdamente quando arriva al punto più vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione è inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra
girando intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di più!
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si già un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Accàttati un libro di fisica delle medie inferiori.
Poi leggilo.
Tutto.
Infatti, quello che tu conosci della "presunta fisica" è adatto per gli
"SCOLARETTI" delle elementari, costretti ad accettare tutte le "IDIOZIE" che
gli altri gli infilano nella testa, incapaci di discernere e di reagire
anche aii fenomeni più semplici ed elementari, visti ed interpretati da una
femminuccia che confonde la scienza con gli ornamenti femminili,
tralasciando di osservare e capire ciò che ad una spanna dal suo naso.
Impara prima a leggere, forse poi potrai cominciare a capire quello che io
scrivo, approfittane! Magari rileggilo più volte, per le somare è difficile
acquisire i concetti, specie se innovativi, vanno bene le "FAVOLE"
Ti posso suggerire quelle di Lev Tolstoj, sono adatte per imparare a
discernere!
"Arianna va in campagna"!................


--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
sei una pippa
2004-10-21 05:24:32 UTC
Permalink
Carmelo ha scritto:

Un sacco di stronzate.

Mai visto su it.scienza una stronzo come te. Complimenti.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Gary
2004-10-21 10:54:03 UTC
Permalink
Carmelo , il poeta , si sent? in dovere di fare una bella lezione di
astrodinamica.
Post by Carmelo
Da circa 338 anni, ovvero da quando al povero Newton cadde la famosa "mela"
in testa, si crede che una simile forza, detta appunto "FORZA di GRAVITA' ",
possa esistere veramente! Ma qualcuno, scienziati compresi, si ? mai
domandato se una simele ed ipotetica forza esistesse veramente cosa
accadrebbe? (ovvero cosa sarebbe gi? accaduto?)non solo sulla nostra Terra o
nel sistema solare, ma in tutto l?universo?
Io piuttosto mi domanderei che cosa succederebbe se non esistesse.
(Sicuramente non esisterebbero i detrattori di Newton...)

(cut)
Post by Carmelo
Andate a rileggervi la "TEORIA di NEWTON" per facilitarvi il compito ve la
trascrivo io: "DUE CORPI SI ATTRAGGONO CON UNA FORZA DIRETTAMENTE
PROPORZIONALE AL PRODOTTO DELLE MASSE ED INVERSAMENTE PROPORZIONALE AL
QUADRATO DELLA LORO DISTANZA" ora applicatele se ci riuscite!
Esempio: la nustra LUNA girando intorno alla Terra descrive un'orbita
ellittica e che cosa succede, stranamente e contrariamente alla teoria di
Newton accade che, quando la Luna si trova al punto pi? distante dalla Terra
(all'apogeo) viene attratta dalla Terra, ovvero si avvicina, mentre pi?
assurdamente quando arriva al punto pi? vicino (al perigeo) si allontana, si
potrebbe dire che la Terra la respinge eppure la teoria afferma che
l'attrazione ? inversamente proporzionela, non alla distanza semplice, ma al
quadrato della distanza! Questo avviene nello stesso modo per la Terra
girando intorno al Sole e per tutti gli altri pianeti del sistema solare, se
poi ci spostiamo nell'UNIVERSO, le cose si complicano ancora molto di pi?!
Approfondiremo la questione, per ora e come inzio penso che si gi? un
grattacapo. aspetto le vostre reazioni. saluti meta16.
Il tuo discorso non ha proprio nulla di paradossale. Quando si fanno
sparate di questo tipo bisognerebbe presentare una dettagliata
dimostrazione "matematica" in cui si dovrebbe dimostrare che in un
campo centrale di tipo newtoniano le traiettorie dei corpi NON
eseguano delle coniche.
Ahim? pero' , mi spiace deluderti , ma ho proprio sotto gli occhi un
bel libretto di meccanica classica scritto da Lev Davidovic Landau ( a
proposito ...lo conosci ? ) il quale dimostra l'esatto contrario.....

ATTENTO : se si accetta quella semplice regolina dettata da Newton e
che tu stesso hai provveduto a scrivere ("DUE CORPI SI ATTRAGGONO
ecc...") allora i calcoli DIMOSTRANO che in un sistema costituito solo
da due corpi dotati di massa in cui si suppone che l'energia totale
del sistema sia una costante del moto le traiettorie eseguite da detti
corpi attorno al baricentro del sistema stesso sono delle coniche (
cio? ellissi , parabole o iperboli) ; tuttavia si osserva che la forma
delle orbite nel sistema solare ? molto pi? complessa.
Allora dobbiamo dedurre che non ? valida l'ipotesi di Newton ?
No , perch? essa va interpretata in un ambito molto pi? vasto.
IL sistema solare ? composto da "molti" corpi che si influenzano
reciprocamente e in pi? non si possono sottovalutare ai fini della
comprensione del fenomeno le correzioni relativistiche.

Spero che tu non metta in dubbio almeno la veridicit? del calcolo
differenziale, perch? ? proprio in base ad esso che si possono
formulare e dimostrare in modo assolutamente rigoroso i concetti della
fisica.
Purtroppo mi rendo conto che leggere una dimostrazione matematica
rigorosa sul problema di Keplero non ? affatto banale e richiede una
certa dose di preparazione.
Probabilmente non eri informato sul fatto che il calcolo differenziale
era stato applicato con successo a tale problema proprio dallo stesso
Newton.

Ma veniamo alla demolizione delle tue dissertazioni sulla forza di
gravit?.
Tu hai detto che quando la Luna si trova alla distanza massima della
terra incomincia a riavvicinarsi e vice quando si trova alla distanza
minima dalla terra tende ad allontanarsi. LA TUA CONCLUSIONE E' : la
forza di gravit? "respinge" la luna !!!
Dove sta l'inghippo ? Forse la terra "decide" di smettere di attrarre
la luna in concomitanza del suo passaggio al perielio ?
Certo che no , e vediamo perch?.
In fisica le forze e le velocit? NON sono quasi mai direttamente
proporzionali.
Tanto ? vero che lo stesso Newton scopr? invece che le forze sono
direttamente proporzionali alle accelerazioni (e non alle velocit?).
Quindi non vi ? nulla di strano se un corpo (come la Luna) viene
attratto da una parte ma va da un altra.
Anzi ti diro' di piu'.
Prova a lanciare un sasso in aria in ogni direzione. Che cosa fa il
sasso ?
Non succeder? mai che la velocit? del sasso sia proporzionale istante
per istante all'accelerazione di gravit? terrestre.
Infine in un altro messaggio dicevi qualcosa sulla impossibilit? che
la forza di Newton sia statica....boh , sinceramente non ho capito
granch? , se vuoi puoi rispiegare il tutto.
Cmq per tua informazione sappi che al giorno d'oggi si sospetta che un
corpo dotato di massa in movimento possa essere sorgente di una
cosiddetta "onda gravitazionale" che si propagherebbe teoricamente
alla velocit? della luce.
In questo modo forse riesco a comprendere l'obiezione che hai mosso.
E' vero , il campo gravitazionale prodotto da un corpo non ?
stazionario nel tempo ma cambia in virtu' del fatto che anche i corpi
si muovono nello spazio.
Tuttavia siccome il baricentro del sistema solare ? situato proprio
dentro il sole e siccome il sole non ha movimenti apprezzabili nei
confronti di questo punto , possiamo ritenere con sufficiente
precisione ai fini della valutazione delle orbite planetarie che il
campo gravitazionale del sole non subisce significativi mutamenti nel
tempo.
LA MIA CONCLUSIONE E' : il modello di Newton continua a restare valido
!
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima puntata.' (newsgroup and mailinglist)
10
risposte
Attrazione gravitazionale....domanda banale...
iniziato 2005-01-19 14:45:52 UTC
it.scienza.fisica
104
risposte
Calcolo forza di attrazione gravitazionale tra Trappist-1b e Trappist-1c
iniziato 2017-02-27 08:17:41 UTC
free.it.scienza.fisica
19
risposte
Attrazione gravitazionale? No, grazie!
iniziato 2009-02-15 23:59:24 UTC
it.scienza.fisica
13
risposte
Attrazione gravitazionale....domanda banale......
iniziato 2005-01-19 14:49:19 UTC
it.scienza
Risultati di ricerca per 'L'ATTRAZIONE GRAVITAZIONALE Prima puntata.' (Domande e Risposte)
3
risposte
L'attrazione gravitazionale della luna influisce sulla composizione dell'atmosfera terrestre?
iniziato 2014-12-24 05:19:05 UTC
scienze della terra
7
risposte
L'attrazione della luna provoca maree sul lato più lontano della Terra: perché?
iniziato 2014-06-09 08:06:57 UTC
fisica
6
risposte
La conservazione dell'energia viene violata quando due corpi si avvicinano a causa dell'attrazione gravitazionale?
iniziato 2019-12-26 15:50:11 UTC
fisica
1
rispondi
Attrazione gravitazionale necessaria per mantenere un gas in atmosfera
iniziato 2015-03-25 11:13:43 UTC
astronomia
4
risposte
Due fasci di luce si attraggono l'un l'altro nella teoria della relatività generale?
iniziato 2011-03-02 05:18:46 UTC
fisica
Discussioni interessanti ma non correlate
5
risposte
Scorciatoia per aprire lo stack delle applicazioni sulla barra del dock
iniziato 2012-04-10 07:46:24 UTC
5
risposte
Perché il Finder non può essere chiuso usando command + q?
iniziato 2014-12-09 13:39:11 UTC
5
risposte
È possibile avviare forzatamente un iPhone prima del periodo di ricarica di 15 minuti?
iniziato 2014-03-19 05:01:08 UTC
5
risposte
Plug-in bloccato in Safari 10.1
iniziato 2017-03-31 12:01:09 UTC
6
risposte
C'è un modo per cambiare il carattere tipografico utilizzato nella modalità "Lettore" di Safari?
iniziato 2012-05-01 16:41:58 UTC
Loading...