Discussione:
Il Creazionismo Scientifico riconosciuto come teoria scientifica
(troppo vecchio per rispondere)
<Gigi> rael.org
2004-09-15 10:10:58 UTC
Permalink
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE

COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.


Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
afferma che ogni forma di vita esistente sulla Terra rappresenta un'opera di
creazione eseguita da esseri intelligenti, è stata a lungo messa al bando
perché giudicata non-scientifica malgrado il grande numero di scienziati che
hanno raggiunto il Movimento Raeliano dopo aver vagliato con cura le altre
teorie disponibili.

Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.



--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Giancarlo Albricci
2004-09-15 10:22:09 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.

ciao
Giancarlo
<Gigi> rael.org
2004-09-15 10:26:23 UTC
Permalink
Post by Giancarlo Albricci
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.
ciao
Giancarlo
Rileggi l'articolo, percvhè non hai capito niente.

IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.


Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
afferma che ogni forma di vita esistente sulla Terra rappresenta un'opera di
creazione eseguita da esseri intelligenti, è stata a lungo messa al bando
perché giudicata non-scientifica malgrado il grande numero di scienziati che
hanno raggiunto il Movimento Raeliano dopo aver vagliato con cura le altre
teorie disponibili.

Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.



--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Giancarlo Albricci
2004-09-15 11:56:12 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Giancarlo Albricci
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.
ciao
Giancarlo
Rileggi l'articolo, percvhè non hai capito niente.
riletto, ma la conclusione è la stessa:
panzane nella fantasia di gigi.

ciao
Giancarlo
Carlos Bustamante Bozzi
2004-09-15 15:00:16 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Giancarlo Albricci
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.
ciao
Giancarlo
Rileggi l'articolo, percvhè non hai capito niente.
...cioè che non capisci niente.
--
Carlos
"Il Big Bang che tanti usano per dimostrare
il momento della creazione non è esistito.
Ma se fosse esistito, sarebbe stata la prova
che dio si è sparato."
http://rael.org
http://www.thereisnogod.info
***@hotmail.com
Prima di scrivermi disinnescate le ***@22@t3
Giancarlo Albricci
2004-09-15 23:53:38 UTC
Permalink
Post by Carlos Bustamante Bozzi
...cioè che non capisci niente.
taci tu, che non capisci niente.
Lascia parlare gigi che ha ampia cultura.

ciao
Giancarlo
<Gigi> rael.org
2004-09-16 09:14:03 UTC
Permalink
Post by Giancarlo Albricci
taci tu, che non capisci niente.
Lascia parlare gigi che ha ampia cultura.
ciao
Giancarlo
Quello che non capisce sei tu....


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Giancarlo Albricci
2004-09-16 14:20:46 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Giancarlo Albricci
taci tu, che non capisci niente.
Lascia parlare gigi che ha ampia cultura.
ciao
Giancarlo
Quello che non capisce sei tu....
taci tu, che non capisci niente.
Lascia parlare Carlos che ha ampia cultura.

ciao
Giancarlo
Mucca Carolina
2004-09-18 00:01:32 UTC
Permalink
Post by Giancarlo Albricci
Post by Carlos Bustamante Bozzi
...cioè che non capisci niente.
taci tu, che non capisci niente.
Lascia parlare gigi che ha ampia cultura.
Dopo questa vado ad orgasmarmi
Mucca Carolina
2004-09-18 00:01:32 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Rileggi l'articolo, percvhè non hai capito niente.
....cioè che non capisci niente.
E' arrivato Don Chisciotte.
<Gigi> rael.org
2004-09-16 09:13:07 UTC
Permalink
Post by Giancarlo Albricci
panzane nella fantasia di gigi.
ciao
Giancarlo
No. Non hai capito. Ti do una mano.
Io non ho detto niente.
Rileggi, perchè non esiste il soggetto gigi.

IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.


Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
afferma che ogni forma di vita esistente sulla Terra rappresenta un'opera di
creazione eseguita da esseri intelligenti, è stata a lungo messa al bando
perché giudicata non-scientifica malgrado il grande numero di scienziati che
hanno raggiunto il Movimento Raeliano dopo aver vagliato con cura le altre
teorie disponibili.

Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.



--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Max
2004-09-16 11:53:51 UTC
Permalink
<Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
<comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
<chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
<nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

mi sorge una piccola piccola domandina, da bambino di 4 anni!

-----------------------Chi ha creato la prima forma di
vita?--------------------------------------

io ripeto ch'è Dio.

la tangibilità di questa risposta la vediamo tutti i giorni, se noi ci siamo
allora...

Ora butto un sasso nello stagno,
conosciete i frattali? la teoria del caos? L'ordine nel disordine.
Il fatto è che noi siamo portati a distorcere la realtà se presumiamo che
tutto ciò che la scienza ha capito
sia tutto ciò che esiste :-)
Insomma la teoria del caos ci fa desumere che non sappiamo tutto.
Io credo che nell'universo le leggi dossisfino proprio questa creazione.
Molte delle leggi che regolano l'universo non sono a noi visibili ma
soddisfano proprio una creazione.
L'universo nasce per creare e sviluppare la vita a tutti i livelli questa
sia concepita.
Ecco perchè nell'universo emergono distribuzioni che poi permettono altre
distribuzioni e che infine permettono la vita stessa.
Questo mi fa credere che l'universo è nato per far nascere la vita in tutte
le sue forme.
Perchè ad esempio la natura ha distribuzioni frattali.
ci sono similitudini a tutti i livelli da un fulmine a come sono disposte le
rammificazioni dei vasi sanguigni, a come sono distribuite le cellule di un
rene
e le rammificazioni che portano ossigeno ai bronchioli...
tutto ciò non sappiamo spiegarlo ma c'è ed esiste sotto gli occhi di tutti.

un saluto festoso a tutti
Max
Giancarlo Albricci
2004-09-16 12:48:59 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Rileggi, perchè non esiste il soggetto gigi.
ah, sei un ragliano-oggetto dunque.

ciao
Giancarlo
Mucca Carolina
2004-09-18 00:01:31 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Giancarlo Albricci
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.
Rileggi l'articolo, percvhè non hai capito niente.
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
Se tutti i raeliani sono come te, voglio scendere.
La tua mamma non ti ha detto che era sufficiente scrivere:
"Rileggi l'articolo......."????? Anzichè riportarlo tutto ex-novo.
Un qualunque essere umano con un neurone più del tuo lo avrebbe
sicuramente capito.
Mucca Carolina
2004-09-18 00:01:30 UTC
Permalink
Post by Giancarlo Albricci
Post by <Gigi> rael.org
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
panzane, accade solo nella fantasia del raeliano gigi.
Lo sopravaluti!!! Avere fantasia è indice di intelligenza.
Per avere un pò di intelligenza bisogna avere almeno due neuroni.
Gigi ne ha uno.
Che dire??????
Mar Kino
2004-09-15 15:52:22 UTC
Permalink
Fatemi capire: la teoria del Creazionismo scientifico esiste in
contrapposizione con quella dell'Evoluzionismo perché una serie di
scienziati afferma che non capiscono come sia possibile creare vita dal
nulla.
Gli evoluzionisti, invece, lo capiscono.

Mi sorge questo dubbio: non è che tutti gli scienziati creazionisti
scientifici o meno abbiano bisogno di un piccolo ripassino di scienze da
parte degli altri?
MarioZ
2004-09-15 16:55:01 UTC
Permalink
Post by Mar Kino
Fatemi capire: la teoria del Creazionismo scientifico esiste in
contrapposizione con quella dell'Evoluzionismo perché una serie di
scienziati afferma che non capiscono come sia possibile creare vita dal
nulla.
Gli evoluzionisti, invece, lo capiscono.
Dubito che esista qualcuno che abbia capito come sia possibile creare la
vita dal NULLA(.....dal NULLA?!?...).
Mi sembra interessante proporre il pensiero del biologo tedesco Hoimar Von
Dithfurt che,dopo aver citato un esempio dell'estremamente complessa
composizione della vita,discute se essa possa essere emersa casualmente:

"È possibile che in realtà tale armonia sia emersa soltanto a seguito di
fortuite coincidenze? Questa è la questione principale dell'intera
evoluzione biologica. Rispondere "Si, è possibile" è qualcosa di simile a
verificare la fede nella moderna scienza della natura. Criticamente
parlando, possiamo affermare che chi accetta la moderna scienza della
natura non ha altra alternativa che la risposta affermativa, nel tentativo
di spiegare i fenomeni naturali in modi comprensibili evitando ogni
interferenza metafisica. Nondimeno, spiegare tutto per mezzo delle leggi
della natura, ovvero, tramite le coincidenze, è un segno che egli non ha
altro luogo in cui scappare. In quanto, cos'altro potrebbe fare oltre a
credere nelle coincidenze?"

(Hoimar Von Dithfurt, Im Anfang War Der Wasserstoff (Secret Night of the
Dinosaurs) Vol II)

Saluti.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mar Kino
2004-09-16 11:13:43 UTC
Permalink
Post by MarioZ
Dubito che esista qualcuno che abbia capito come sia possibile creare la
vita dal NULLA(.....dal NULLA?!?...).
No, certo che no... (nulla nel senso di nulla di vivo, non nulla del
tutto... )
La teoria dell'evoluzione pero lo considera possibile con spiegazioni
decisamente plausibili, tenendo presente alcune considerazioni sui
tempi, soprattutto. Niente di assolutamente certo, quindi, ma qualcosa
di realisticamente possibile, a differenza delle varie teorie
creazionistiche che hanno presupposti assurdi.

Ciao
Marco
<Gigi> rael.org
2004-09-16 09:15:08 UTC
Permalink
Post by Mar Kino
Mi sorge questo dubbio: non è che tutti gli scienziati creazionisti
scientifici o meno abbiano bisogno di un piccolo ripassino di scienze da
parte degli altri?
No.


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Assasukasse©
2004-09-16 17:47:17 UTC
Permalink
Il Thu, 16 Sep 2004 09:15:08 GMT, <Gigi> rael.org disturbandomi mentre
Post by Mar Kino
Mi sorge questo dubbio: non è che tutti gli scienziati creazionisti
scientifici o meno abbiano bisogno di un piccolo ripassino di scienze da
parte degli altri?
No.
infatti bisognerebbe iniziare da zero..
altro che ripassino..
dalle elementari, anzi dalla materna.
-- -- -- -- -- -- -- -- -- --
Agostino Nevermore
€rnesto
2004-09-16 22:36:22 UTC
Permalink
Post by Assasukasse©
Il Thu, 16 Sep 2004 09:15:08 GMT, <Gigi> rael.org disturbandomi mentre
Post by Mar Kino
Mi sorge questo dubbio: non è che tutti gli scienziati creazionisti
scientifici o meno abbiano bisogno di un piccolo ripassino di scienze da
parte degli altri?
No.
infatti bisognerebbe iniziare da zero..
altro che ripassino..
dalle elementari, anzi dalla materna.
-- -- -- -- -- -- -- -- -- --
Agostino Nevermore
Pare che i creazionisti si metteranno la bandana poichè vogliono
ripristinare la biblica circoncisione delle testedicazzo...

€
Assasukasse©
2004-09-16 22:39:41 UTC
Permalink
Il Thu, 16 Sep 2004 22:36:22 GMT, €rnesto disturbandomi mentre nitravo
Post by €rnesto
Pare che i creazionisti si metteranno la bandana poichè vogliono
ripristinare la biblica circoncisione delle testedicazzo...
si ma se la metteranno rossa =)
-- -- -- -- -- -- -- -- -- --
Agostino Nevermore
€rnesto
2004-09-17 14:28:08 UTC
Permalink
Post by Assasukasse©
Il Thu, 16 Sep 2004 22:36:22 GMT, €rnesto disturbandomi mentre nitravo
Post by €rnesto
Pare che i creazionisti si metteranno la bandana poichè vogliono
ripristinare la biblica circoncisione delle testedicazzo...
si ma se la metteranno rossa =)
-- -- -- -- -- -- -- -- -- --
Agostino Nevermore
Il colore non conta. Il sangue è rosso, credo anche nelle testedicazzo
taxane...

€
rimuda
2004-09-18 08:24:44 UTC
Permalink
Post by Mar Kino
Fatemi capire: la teoria del Creazionismo scientifico esiste in
contrapposizione con quella dell'Evoluzionismo perché una serie di
scienziati afferma che non capiscono come sia possibile creare vita dal
nulla.
scrvevo agli inizi del '90 sul Brogliaccio
Il Nulla immersione azzera gli stimoli sociali.
Considerazione: eppur si caca
evvaiva giuvino' 'nghiottete sta crisommola


face&Bene
rimudaSirePope
AdoremusComputerLuceInTerraStellare una real†à per far rinascere i morti
'Nhuè 'nhuè voglio a mammà & papà 'Nhuè 'nhuè DNA
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
gurney
2004-09-15 16:42:34 UTC
Permalink
...
avrei una domanda a cui vorrei se possibile una risposta dal punto di vista
raeliano:

perche' la trasmissione delle informazioni genetiche all'interno delle
cellule avviene sempre attraverso il DNA?
mi spiego meglio: perche' noi esseri evoluti e complicati usiamo lo stesso
modo di trasmettere le informazioni genetiche che usano anche gli
archeobatteri?
--
ciao
g
Mucca Carolina
2004-09-18 00:01:30 UTC
Permalink
<Gigi> rael.org wrote:

PREMESSA
Sei più ignorante di un coppo e non sai neppure leggere quello che
trascrivi.
Post by <Gigi> rael.org
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
E fin qui tutto può essere OK
Post by <Gigi> rael.org
Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
[...]
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana »,
Come mai teroria raeliana è messa tra virgolette??? E' un semplice
inserimento messo dall'estensore dell'articolo??? O una buggeratura come
sapete fare voi.
Post by <Gigi> rael.org
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.
A questo punto vorrei che tu mi leggessi ad alta voce, facendo lo
spelling la parola critta dopo "Egli" e prima di "il concetto".
Qui, ad ovest di Paperino leggiamo propone - p r o p o n e - che secondo
tutti i dizionari/vocabolari/enciclopedie non significa riconosciuto - R
I C O N O S C I U T O, come hai trascritto all'inizio della barzelletta.
Lungi da me insegnarti l'italiano, ma tra tra proporre e riconoscere
c'e' un bel cazo di differenza.
Un mio collega ha proposto all'amministratore delegato della nostra
società di poter lavorare dalle 12:00 fino a mezzogiorno. Quasi quasi
glielo approvavano. Peccato che l'amministratore delegato non abbia
riconosciuto questa proposta come parto di una persona intelligente.
Post by <Gigi> rael.org
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.
Non per farmi i cazzi tuoi, ma chi l'ha scritto questo articolo??? Un
mentecatto raeliano???? prova a dare un pò d'ossigeno al tuo mononeurone
e pensa ad alta voce: Dove sta scritto che gli scienziati siano
vincolati ad una data teoria per spiegare le loro scoperte????
Vorrei farti notare che stai mettendo gli scienziati, rispettabilissime
persone, al tuo livello di mononeurone.
Vergognati.
Post by <Gigi> rael.org
« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
Certa????
ma allora tu non fai pipì contro ai muri!?!?!?!??!
ora si spiega tutto.
€rnesto
2004-09-18 06:32:06 UTC
Permalink
Post by Mucca Carolina
PREMESSA
Sei più ignorante di un coppo e non sai neppure leggere quello che
trascrivi.
Post by <Gigi> rael.org
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
E fin qui tutto può essere OK
Post by <Gigi> rael.org
Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
[...]
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana »,
Come mai teroria raeliana è messa tra virgolette??? E' un semplice
inserimento messo dall'estensore dell'articolo??? O una buggeratura come
sapete fare voi.
Al bar sport dove i raeliani discuteranno delle loro frescacce, la
parola "teoria" significa una cosa non provata, buttata lì, tanto per
dire.

"In teoria..." cominciano spesso i discorsi ai tavoli di scopone.

In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.

Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.

€
<Gigi> rael.org
2004-09-18 16:46:15 UTC
Permalink
Post by €rnesto
In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-18 17:18:25 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.
E cosa lo falsificherebbe?

VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
Carlos Bustamante Bozzi
2004-09-18 18:37:19 UTC
Permalink
Post by VR
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.
E cosa lo falsificherebbe?
Il punto è un altro: non è falsificabile...
--
Carlos
"Il Big Bang che tanti usano per dimostrare
il momento della creazione non è esistito.
Ma se fosse esistito, sarebbe stata la prova
che dio si è sparato."
http://rael.org
http://www.thereisnogod.info
***@hotmail.com
Prima di scrivermi disinnescate le ***@22@t3
€rnesto
2004-09-18 22:55:57 UTC
Permalink
Post by Carlos Bustamante Bozzi
Post by VR
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.
E cosa lo falsificherebbe?
Il punto è un altro: non è falsificabile...
Falso: se si fossero trovati genomi del tutto diversi, e se i
nucleotidi non fossero stati sempre gli stessi quattro, e se gli
aminoacidi usati per la costruzione delle proteine non fossero stati
sempre gli stessi e sempre levogiri.... si sarebbe dovuto ammettere
un'origine plurima della vita e quindi sarebbe rimasto il dubbio
sull'evoluzione.

La granitica confluenza delle prove ha tolto ogni dubbio.

€
VR
2004-09-19 08:35:05 UTC
Permalink
On Sat, 18 Sep 2004 18:37:19 GMT, "Carlos Bustamante Bozzi"
Post by Carlos Bustamante Bozzi
Post by VR
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.
E cosa lo falsificherebbe?
Il punto è un altro: non è falsificabile...
Falso. Non e' falsificato. Un conto e' un limite epistemologico... un
conto la "incapacità" (tua e degli altri creazionisti) di
falsificare.. che, mio caro, significa ben altro... ;-)
VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
<Gigi> rael.org
2004-09-20 17:30:30 UTC
Permalink
Post by Carlos Bustamante Bozzi
Il punto è un altro: non è falsificabile...
--
E per questo motivo che Carl Popper, la massima autorità nel campo
dell'epistemologia, ha definito il darwinismo «un programma di ricerche
basato sulla metafisica» e Julian Huxley, il famoso biologo, l'ha chiamato
«una religione senza rivelazione»?


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-20 17:51:24 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Carlos Bustamante Bozzi
Il punto è un altro: non è falsificabile...
E per questo motivo che Carl Popper, la massima autorità nel campo
dell'epistemologia, ha definito il darwinismo «un programma di ricerche
basato sulla metafisica»
Tu prima di citare certa gente.. informati...

Come ti ripeto oramai da mesi: Lei, sig. <Gigi> e' un sano
ignorante... si informi...

Popper ha totalmente ribaltato le sue posizioni inizialmente scettiche
sull'evoluzionismo. Se vuoi ti indico i riferimenti bibliografici del
caso...
Post by <Gigi> rael.org
e Julian Huxley, il famoso biologo, l'ha chiamato
«una religione senza rivelazione»?
Una religione? Beh.. visto che hai citato Huxley... cosa usa Huxley...
per spiegare fenomeni quali quelli dell'azione degli anticorpi?
Sai... una "non" religione... dovrebbe saperlo fare.
Che chiama te e il tuo Rael?


VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
€rnesto
2004-09-22 03:47:19 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Carlos Bustamante Bozzi
Il punto è un altro: non è falsificabile...
--
E per questo motivo che Carl Popper, la massima autorità nel campo
dell'epistemologia, ha definito il darwinismo «un programma di ricerche
basato sulla metafisica» e Julian Huxley, il famoso biologo, l'ha chiamato
«una religione senza rivelazione»?
Sia Popper che Huxley non hanno avuto il tempo di esaminare le prove
definitive venute dai laboratori di genetica: ormai che la vita sia
una e si sia evoluta da forme meno complesse a forme più complesse non
può più essere messo in dubbio da nessuno normalmente dotato.

€
€rnesto
2004-09-18 22:53:41 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In scienza, "teoria" invece significa un'insieme di fatti provati
collegati fra loro secondo un'ipotesi che permette di spiegarli e di
prevedere l'accadere di altri fatti simili in futuro.
Insomma in scienza TEORIA è cosa provata (fino a falsificazione, of
course), non teorica soltanto.
Quindi l'evoluzionismo non è una teoria scientifica.
--
Post by <Gigi> rael.org
saluti
<Gigi>
Accidenti se lo è! DA quando i genomi si allineano sui tavoli del
laboratori e si vede che i geni della carota sono arrivati fino al
genoma umano, che lo scimnpanzè condivde con noi fino al 98,3 del
genoma stesso, non c'è più dubbio alcuno sul fatto che la vita sia una
e che sia evoluta. La speciazione è evidente, provatissima.

Resta incerto il dettaglio del come. Qui ci sono un paio di ipotesi.
Ma Darwin aveva ovviamente ragione.

€
<Gigi> rael.org
2004-09-20 17:26:17 UTC
Permalink
Post by €rnesto
Accidenti se lo è! DA quando i genomi si allineano sui tavoli del
laboratori e si vede che i geni della carota sono arrivati fino al
genoma umano, che lo scimnpanzè condivde con noi fino al 98,3 del
genoma stesso, non c'è più dubbio alcuno sul fatto che la vita sia una
e che sia evoluta. La speciazione è evidente, provatissima.
Resta incerto il dettaglio del come. Qui ci sono un paio di ipotesi.
Ma Darwin aveva ovviamente ragione.
?
Ma qui si parla di evoluzione di nuove speci.
Il cane è sempre rimasto un cane. Attraverso la selezione non si è evoluto
in una specie diversa.
Non esistono prove che il cane si possa evolvere.
E dato che, "la macro-evoluzione, quella che porta al
formarsi di nuove speci e generi, ha tempi troppo lunghi per poter essere
sperimentata, non puoi parlare di dati di fatto, ma solo di ipotesi.
Non abbiamo le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie,
quindi l'evoluzione è un'ipotesi.

La scienza empirica deve riconoscere, come minimo, grandi limiti per quanto
concerne le origini.
Nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni possano
emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa verso
l'uomo.

Io non sto contestando la "micro-evoluzione", ma "la macro-evoluzione",
quella che porta al
formarsi di nuove speci e generi.
Come si spiegano i grandi mutamenti e il nascere di nuovi gruppi zoologici,
nei quali sono implicate forze e fattori molto più complessi?
Come si è passati mediante l'azione combinata del caso e della
necessità, da pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc?
Voglio i dati di fatto e le prove scientifiche di come si è passati da da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Ma dove sono i fossili di transizione?
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, il piede di
un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
€rnesto
2004-09-22 04:04:18 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Ma qui si parla di evoluzione di nuove speci.
Il cane è sempre rimasto un cane. Attraverso la selezione non si è evoluto
in una specie diversa.
Le razze canine sono state ottenute da incroci fra cani a cui non sono
eguti 2 o 3 mila anni di totale isolalemto. Quindi nessuna
speciazione.
Post by <Gigi> rael.org
Non esistono prove che il cane si possa evolvere.
Il cane si è evoluto dal lupo, forse per mutazione naturale seguita da
addomesticamento.
Post by <Gigi> rael.org
E dato che, "la macro-evoluzione, quella che porta al
formarsi di nuove speci e generi, ha tempi troppo lunghi per poter essere
sperimentata, non puoi parlare di dati di fatto, ma solo di ipotesi.
Non abbiamo le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie,
quindi l'evoluzione è un'ipotesi.
Sì che le abbiamo. Comparando i genomi. Si conosce la velocità di
variazione dei genomi per le mutazione casuali che in tutti essi
avvengono e così si possono misurare i tempi del cambiamento.
Post by <Gigi> rael.org
La scienza empirica deve riconoscere, come minimo, grandi limiti per quanto
concerne le origini.
Nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni possano
emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa verso
l'uomo.
Infatti nè il darwinismo, nè il neodarwinismo s'è mai sognato di
affermare una cosa simile!

Che la vita sia una e sia passata dal semplice monocellulare al
complesso pluricellulare è un fatto certissimo, ma che l'evoluzione
punti verso qualcosa è quasi sicuramente sbagliato.
Nella parola evoluzione è insita un'idea di miglioramento, ma è solo
un falso semantico. A volte la vita evolve dal complesso verso il
semplice (vedi certi parassiti) o almeno verso qualcosa che secondo
certi nostri metri sembra più semplice.
Post by <Gigi> rael.org
Io non sto contestando la "micro-evoluzione", ma "la macro-evoluzione",
quella che porta al
formarsi di nuove speci e generi.
Come si spiegano i grandi mutamenti e il nascere di nuovi gruppi zoologici,
nei quali sono implicate forze e fattori molto più complessi?
Come si è passati mediante l'azione combinata del caso e della
necessità, da pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc?
Voglio i dati di fatto e le prove scientifiche di come si è passati da da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Ma dove sono i fossili di transizione?
Sei rimasto indietro di 50 anni almeno! I fossili di transizione....
suvvia, sono decenni che confrontando i genomi si nota l'accumulo di
mutazioni genetiche che non sfociano subito in una diversità di
fenotipo, ma si accumulano.
Quindi ci sono dei "salti". E' la cosidetta "evoluzione a punti" ce
oggi gode del credito maggiore.
Inoltre le transizioni possono essere brevi: i mutanti o compiono la
mutaioone e diventano specie o scompaiomo. Trovare fossili di questo
genre è quasi impossibile e comunque oggi è molto meno importante.
Post by <Gigi> rael.org
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, il piede di
un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
Non è un piede, ma una "mano", o almeno un arto anteriore. Qui siamo
ricchi di prove: la natura ha costruito molte ali per venire incontri
ai bisogni diversi dei diversi ambienti, la il meccanismo di base è
uno: palmare gli arti anteriori. Ora non è che la Natura faccia
progetti!!!! La palmatura serviva ad altri scopi, nuotare,
raffreddare... poi un giorno un piccolo rettile ha scoperto che poteva
salvare la pelle lanciandosi da un ramo a palme aperte... volava come
un deltaplano si salvava e faceva più figli. E via raccontando...

€
<Gigi> rael.org
2004-09-24 09:51:26 UTC
Permalink
Post by €rnesto
Il cane si è evoluto dal lupo, forse per mutazione naturale seguita da
addomesticamento.
Questo non è naturale.
C'è l'intervento intelligente dell'uomo durato anni e anni.
Se non ci fosse stato l'intervento dell'uomo non si sarebbe ottenuto.
Post by €rnesto
Sì che le abbiamo. Comparando i genomi. Si conosce la velocità di
variazione dei genomi per le mutazione casuali che in tutti essi
avvengono e così si possono misurare i tempi del cambiamento.
Ma non abbiamo le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie.
Post by €rnesto
Infatti nè il darwinismo, nè il neodarwinismo s'è mai sognato di
affermare una cosa simile!
Quindi nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni
possano
emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa verso
l'uomo.
Post by €rnesto
Che la vita sia una e sia passata dal semplice monocellulare al
complesso pluricellulare è un fatto certissimo,
E qual'è il fatto certissimo?
Qual'è il dato di fatto?
. Trovare fossili di questo
Post by €rnesto
genre è quasi impossibile e comunque oggi è molto meno importante.
Invece è importante.
Io voglio i dati di fatto e le prove scientifiche.
Se impossibile, non mi interessa
Post by €rnesto
Non è un piede, ma una "mano", o almeno un arto anteriore. Qui siamo
ricchi di prove: la natura ha costruito molte ali per venire incontri
ai bisogni diversi dei diversi ambienti, la il meccanismo di base è
uno: palmare gli arti anteriori. Ora non è che la Natura faccia
progetti!!!! La palmatura serviva ad altri scopi, nuotare,
raffreddare... poi un giorno un piccolo rettile ha scoperto che poteva
salvare la pelle lanciandosi da un ramo a palme aperte... volava come
un deltaplano si salvava e faceva più figli. E via raccontando...
?
E quali sono queste prove?
Non hai risposto alla domanda.
Se preferisci la mano o l'arto va bene.
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, la mano o
l'arto di
un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
E cosa mi dici di quello che afferma Lima de Faria?
Lima de Faria arriva ad affermare: "La parola selezione va addirittura
cancellata dal vocabolario della scienza perché per troppo tempo è stata l'
oppio dei biologi".
Egli polemizza con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della
selezione naturale.
Lima-de-Faria è uno dei pià grandi studiosi di cromosomi del mondo. La
sua opera classica è : Molecular Evolution and Organisation of the
Chromosome, Elsevier, Amsterdam 1983
A. Lima-de-FAria è direttore dell'Istituto di Citogenetica molecolare
dell'Università di Lund, in Svezia.


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Leonardo Serni
2004-09-24 13:04:33 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Quindi nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni
possano emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa
verso l'uomo.
Arrivando a questi livelli, ti potrei dire che il raelismo e' falso
perche' sostiene che gli Elohim siano arrivati da altre stelle; e a
tutt'oggi, nessuno ha provato sperimentalmente l'esistenza di altre
stelle o di altri pianeti. Sono stati osservati dei fenomeni che si
spiegano facilmente ->ipotizzando<- che esistano altre stelle e che
alcune di queste abbiano dei pianeti, ma nessuno ha mai toccato con
mano o visto da vicino ne' le altre stelle, ne' tantomeno gli altri
pianeti.

Che le stelle esistano e' la teoria piu' semplice che spieghi tutti
i fatti. Cosi' (a grandi linee) l'evoluzionismo. In entrambi i casi
ci saranno dei punti oscuri nella teoria, ed in entrambi i casi "e'
'solo' una teoria" - pero' non e' un motivo valido per buttarla via
senza avere qualcosa che spieghi, meglio, tutti gli stessi fatti.

Leonardo
--
:From: "Guglielmo Maria Euge Rinaldini" <guglielmo.rinaldini(at)virgilio.it>
:Message-ID: <ttqK9.20255$***@news2.tin.it>
:Provate a guardare gli ingredienti del famoso Labello che si usa per
:le labbra screpolate: Butirrospermum Parkii (sperma di maiale).
<Gigi> rael.org
2004-09-27 11:42:03 UTC
Permalink
Post by Leonardo Serni
Arrivando a questi livelli, ti potrei dire che il raelismo e' falso
perche' sostiene che gli Elohim siano arrivati da altre stelle; e a
tutt'oggi, nessuno ha provato sperimentalmente l'esistenza di altre
stelle o di altri pianeti. Sono stati osservati dei fenomeni che si
spiegano facilmente ->ipotizzando<- che esistano altre stelle e che
alcune di queste abbiano dei pianeti, ma nessuno ha mai toccato con
mano o visto da vicino ne' le altre stelle, ne' tantomeno gli altri
pianeti.
E lo hai capito solo adesso?
Il raelismo potrebbe essere falso o potrebbe essere vero.
Sulle origini della vita sulla terra non ci sono dati di fatto.
Ci sono delle ipotesi che vengono fatte.
Ma non ci sono dati di fatto.
Ma hai letto il primo post che avevo fatto?
Rileggi:
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by Leonardo Serni
Che le stelle esistano e' la teoria piu' semplice che spieghi tutti
i fatti. Cosi' (a grandi linee) l'evoluzionismo. In entrambi i casi
ci saranno dei punti oscuri nella teoria, ed in entrambi i casi "e'
'solo' una teoria" - pero' non e' un motivo valido per buttarla via
senza avere qualcosa che spieghi, meglio, tutti gli stessi fatti.
Leonardo
--
Infatti è solo una teoria e potrebbe essere la teoria sbagliata.
Non è l'unica ipotesi.
Non ho detto che bisogna buttarla via.
Ma se ci sono delle teorie nuove che spiegano meglio i fatti verrà
rimpiazzata.


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-27 13:09:59 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Il raelismo potrebbe essere falso o potrebbe essere vero.
Piano. Per adesso "non ha elementi per essere vero".
E non sa' opporre alcuna obiezione seira e scientificamente valida
agli elementi che lo confutano.
Il che e' ben diverso.
Post by <Gigi> rael.org
Sulle origini della vita sulla terra non ci sono dati di fatto.
Mica vero. Ci sono alcuni dati di fatto.
Post by <Gigi> rael.org
Ci sono delle ipotesi che vengono fatte.
Anche.
Post by <Gigi> rael.org
Ma non ci sono dati di fatto.
No. Ci sono dati di fatto. Presenza di forme di vita elementari
prima.. e poi solo in tempi successivi di forme piu' complesse!

E questo "e' coerente" con una serie osservazioni, riscontri e teorie
proprie di discipline distinte.
"Non ci sono dati di fatto" a favore della teoria raeliana... che e'
ben diverso anche qui...
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica,
Sempre piu' riscontro nella comunità scientifica?
E quale?
Guarda che la comunità scientifica non e' il tuo bar raeliano... :-)
Inoltre... tutti gli autori che citate li prendete prima di tutto a
sproposito (Vedi l'ultimo... de Faria)... poi sempre in modo
improvvido.. e lo fate ignorando "la grande maggioranza" della
comunità scientifica "vera".
Post by <Gigi> rael.org
è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.
Presume. Poi basta.
Post by <Gigi> rael.org
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del
«Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali.
Ma che "ca**o" stai a di'? Il dott. Meyer argomenta? E cosa argomenta?
Poi... cosa risponde 'sto dottore sulle teorie attuali che spiegano
l'origine delle informazioni? Sai.. il fatto che tu dica - come
quello? - che non ci sono tali teorie.. la dice lunga sul tuo livello
di preparazione in materia.
Ma non eri un esperto missilistico? Tu?
E che sei parente di quello che si spaccia per pentalaureato senza
esserlo?
E hai raggiunto questa "professionalità"?
Alla faccia...
Post by <Gigi> rael.org
Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.
Cavolo.. questa si' che e' una teoria...
Post by <Gigi> rael.org
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura.
E' disponibile in rete? Ce lo puoi indicare che ci diamo una letta?
Post by <Gigi> rael.org
Esso può essere utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.
Ma guarda che il riferirsi alla teoria evoluzionistica non e' mica un
vincolo... ma una scelta logica... in ambito accademico dovuta "solo"
al fatto che non esiste altra teoria alternativa altrettanto
verificata....
Post by <Gigi> rael.org
I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.
Di nuovo: i tuoi capezzoli... che ragion d'essere hanno?
Allatti? ;-)
Post by <Gigi> rael.org
« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Porta parola? Porta borse tutt'al piu'... che non e' stata neanche in
grado di presentare i particolari salienti, non ti dico
dell'identità.... sorvoliamo su questo.. del processo di "sedicente"
clonazione effettuata... :-)
Post by <Gigi> rael.org
Infatti è solo una teoria e potrebbe essere la teoria sbagliata.
Vero.
Post by <Gigi> rael.org
Non è l'unica ipotesi.
Per ora e' l'unica seria... e corroborata.
Post by <Gigi> rael.org
Non ho detto che bisogna buttarla via.
;o)
Post by <Gigi> rael.org
Ma se ci sono delle teorie nuove che spiegano meglio i fatti verrà
rimpiazzata.
Ovvio. Non sara' la vostra temo.. (O meglio per fortuna.. )


VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
<Gigi> rael.org
2004-09-28 09:24:14 UTC
Permalink
Post by VR
Piano. Per adesso "non ha elementi per essere vero".
E non sa' opporre alcuna obiezione seira e scientificamente valida
agli elementi che lo confutano.
Il che e' ben diverso.
Falso. E' spiegato nel primo post.
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Rileggi:
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Mica vero. Ci sono alcuni dati di fatto.
Falso. Non ci sono dati di fatto.
Come si è evoluta la materia non-vivente alla materia-vivente?
Come si avuta l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse?
Come mai gli scienziati non sono riusciti a produrre tutti e 20 gli
amminoacidi necessari, nell'ipotetico brodo primordiale?
Come si è avuta l'unione di più molecole semplici a formarne di più grandi?
La cellula ha bisogno di proteine enzimatiche necessarie al suo
funzionamento, senza le quali la cellula morrebbe. Ne servono 2000. Come si
sono formate queste proteine?
La cellula deve essere circondata da una membrana. Come si è formata la
membrana?
Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'
entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni
metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine
altamente specifiche.
Come si sono formate?
Come si è formato il DNA?
Da dove sono saltati fuori le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare
senza una proteina preesistente.
Sono comparse prima le proteine o gli acidi nucleici?
Si sono formate in parallelo? E come è successo?
Dove sono le forme di transizione da una specie ad un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga provato sperimentalmente.
Post by VR
No. Ci sono dati di fatto. Presenza di forme di vita elementari
prima.. e poi solo in tempi successivi di forme piu' complesse!
Falso. Non ci sono dati di fatto.
Come si è evoluta la materia non-vivente alla materia-vivente?
Come si avuta l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse?
Come mai gli scienziati non sono riusciti a produrre tutti e 20 gli
amminoacidi necessari, nell'ipotetico brodo primordiale?
Come si è avuta l'unione di più molecole semplici a formarne di più grandi?
La cellula ha bisogno di proteine enzimatiche necessarie al suo
funzionamento, senza le quali la cellula morrebbe. Ne servono 2000. Come si
sono formate queste proteine?
La cellula deve essere circondata da una membrana. Come si è formata la
membrana?
Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'
entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni
metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine
altamente specifiche.
Come si sono formate?
Come si è formato il DNA?
Da dove sono saltati fuori le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare
senza una proteina preesistente.
Sono comparse prima le proteine o gli acidi nucleici?
Si sono formate in parallelo? E come è successo?
Dove sono le forme di transizione da una specie ad un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga provato sperimentalmente.
Post by VR
E questo "e' coerente" con una serie osservazioni, riscontri e teorie
proprie di discipline distinte.
"Non ci sono dati di fatto" a favore della teoria raeliana... che e'
ben diverso anche qui...
Falso. E' spiegato nel primo post.
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Rileggi:
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Post by VR
Sempre piu' riscontro nella comunità scientifica?
E quale?
Si
E' spiegato nel primo post.
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Rileggi:
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Guarda che la comunità scientifica non e' il tuo bar raeliano... :-)
Inoltre... tutti gli autori che citate li prendete prima di tutto a
sproposito (Vedi l'ultimo... de Faria)... poi sempre in modo
improvvido.. e lo fate ignorando "la grande maggioranza" della
comunità scientifica "vera".
Comunità scientifica vera?
Ci sarebbe una comunità scientifica vera e una falsa?
Gli evoluzionisti non hanno il monipolio della scienza. E così il
creazionismo è
perfettamente giustificato ad appoggiarsi al metodo scientifico per
verificare la sua ipotesi di partenza.
L'evoluzionismo fa appello al metodo scientifico per essere verificato. Lo
stesso discorso vale per il creazionismo.
Post by VR
Presume. Poi basta.
Anche l'evoluzionismo presume.
Post by VR
Ma che "ca**o" stai a di'? Il dott. Meyer argomenta? E cosa argomenta?
Poi... cosa risponde 'sto dottore sulle teorie attuali che spiegano
l'origine delle informazioni?
Rileggi e cerca di capire.
Se non riesci a capire quello che dico è un tuo problema.
Sai.. il fatto che tu dica - come
Post by VR
quello? - che non ci sono tali teorie.. la dice lunga sul tuo livello
di preparazione in materia.
Ma non eri un esperto missilistico? Tu?
E che sei parente di quello che si spaccia per pentalaureato senza
esserlo?
E hai raggiunto questa "professionalità"?
Alla faccia...
Io un esperto missilistico?
E quando lo avrei detto?
Mi dispiace, ma sei un ignorante, poichè ignori chi sono?
Post by VR
Cavolo.. questa si' che e' una teoria...
E' vero è una teoria.
Post by VR
E' disponibile in rete? Ce lo puoi indicare che ci diamo una letta?
Ancora?
Ma sei capace a usare i motori di ricerca?
Ti ho citato abbastanza elementi.
Ti sei accorto che in altro post precedenti era stato prostato l'articolo?

Published online: 08 September 2004;

Peer-reviewed paper defends theory of intelligent design

Jim Giles

Critics of evolution score publishing success

A new front has opened up in the battle between scientists and
advocates of
intelligent design, a theory that rejects evolution and is regarded by
its
critics as another term for creationism.

A scientific journal has published a paper that argues in favour of
intelligent design - the first time such material has appeared in a
peer-reviewed publication, according to biologists who track the issue.
The
paper appeared in a low-impact journal, Proceedings of the Biological
Society of Washington. But critics say that it could still be used by
advocates of intelligent design to get the subject on to US school
curricula
(see Nature 416, 250; 2002).

The article comes from the Discovery Institute in Seattle, Washington, a
leading promoter of the theory. In the article, senior fellow Stephen
Meyer
uses information theory and other techniques to argue that the
complexity of
living organisms cannot be explained by darwinian evolution (S. C. Meyer
Proc. Biol. Soc. Wash. 117, 213-239; 2004).

Many of Meyer's arguments have already been aired by advocates of
intelligent design, but critics say that publication will be used to
back up
claims that the theory is scientifically valid.

Kenneth Miller, a cell biologist at Brown University in Providence,
Rhode
Island, who has argued against Meyer in public debates, does not doubt
that
this will happen. "They've tried very hard to get material into
peer-reviewed journals."

Richard Sternberg, a taxonomist at the National Center for Biotechnology
Information in Bethesda, Maryland, was editor of the journal publishing
the
Meyer paper when it was reviewed and accepted. Sternberg is also on the
editorial board of the Baraminology Study Group, which publishes papers
on
"scientific research in creation biology". He says the paper was seen
and
approved by three well-qualified referees.

Meyer's article has attracted a lengthy rebuttal on The Panda's Thumb, a
website devoted to evolutionary theory. But Miller says that, despite
criticism of the journal, versions of the theory will find their way
into
the scientific literature at some point. Arguments for it can be
written, he
says, as reappraisals of certain aspects of evolution rather than
outright
rejection. "Peer review isn't a guarantee of accuracy," he adds. "That
is
especially true of review articles."


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-28 13:31:13 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
Piano. Per adesso "non ha elementi per essere vero".
E non sa' opporre alcuna obiezione seira e scientificamente valida
agli elementi che lo confutano.
Il che e' ben diverso.
Falso. E' spiegato nel primo post.
No! Tu non hai "spiegato" un bel ciufolo: tu hai solo detto che c'e'
il tizio X il quale dice che che la "ipotesi" non teoria della
concezione intelligente appoggia etc.
Questa "non e' una spiegazione". Ma solo un'affermazione non
"supportata" da alcun elemento "concreto".
Capito la differenza tra le cose che dici e quelle che sono?
Post by <Gigi> rael.org
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica,
Ma quale riscontro? Quale comunità scientifica? E che il tuo autore e'
"la comunità scientifica"? Quali analisi del DNA e delle differenze
tra singole specie vengono fatte secondo l' "ipotesi" raeliana?
Quali analisi dell'azione degli anticorpi vien fatta in questa
modalita?
Quali schemi e attribuzioni tassonomiche vengono fatte secono tale
"ipotesi"?

Ma che scherzi?

Fuori i secondi... e tira fuori i riscontri!
Post by <Gigi> rael.org
è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.
Aridaglie co' le frescacce...
Post by <Gigi> rael.org
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
....
Post by <Gigi> rael.org
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Mica vero. Ci sono alcuni dati di fatto.
Falso. Non ci sono dati di fatto.
Come si è evoluta la materia non-vivente alla materia-vivente?
Ma che stai a di'? La materia vivente evoluzione della materia non
vivente?
Non si ha evoluzione di materia.
Ma evoluzione molecolare!
Modelli? Eigen... Ti basta?
Post by <Gigi> rael.org
Come si avuta l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse?
Teoria fondamentale della fisica. Ovvero CDQ.
Post by <Gigi> rael.org
Come mai gli scienziati non sono riusciti a produrre tutti e 20 gli
amminoacidi necessari, nell'ipotetico brodo primordiale?
Come mai sono riusciti a produrre tutti i 16 amminoacidi fondamentali?
Post by <Gigi> rael.org
Come si è avuta l'unione di più molecole semplici a formarne di più grandi?
E due: Eigen.
Post by <Gigi> rael.org
La cellula ha bisogno di proteine enzimatiche necessarie al suo
funzionamento, senza le quali la cellula morrebbe. Ne servono 2000. Come si
sono formate queste proteine?
Ad esempio coi gli ipercicli tra filamenti oligoproteici e
ribonucleici.
Post by <Gigi> rael.org
La cellula deve essere circondata da una membrana. Come si è formata la
membrana?
Fosfolipidi in soluzione acquosa. Sidney Fox lo fece con protenoidi.
Post by <Gigi> rael.org
Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'
entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni
metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine
altamente specifiche.
Come si sono formate?
Come si è formato il DNA?
Da dove sono saltati fuori le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare
senza una proteina preesistente.
Sono comparse prima le proteine o gli acidi nucleici?
Si sono formate in parallelo? E come è successo?
Dove sono le forme di transizione da una specie ad un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga provato sperimentalmente.
Ripetiamo la lezione:

Come gli alieni han formato le molecole proteiche iniziali?
Come gli alieni han formato il DNA?
Da dove gli alieni han formato le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può
formare
senza una proteina preesistente.
Gli alieni han formato prima le proteine o gli acidi nucleici?
Gli alieni le han formate in parallelo? E come è successo?
Dove gli alieni han formato le forme di transizione da una specie ad
un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga identificato e provato
scientificamente.
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
No. Ci sono dati di fatto. Presenza di forme di vita elementari
prima.. e poi solo in tempi successivi di forme piu' complesse!
Ma che stai a di'? La materia vivente evoluzione della materia non
vivente?
Non si ha evoluzione di materia.
Ma evoluzione molecolare!
Modelli? Eigen... Ti basta?
Post by <Gigi> rael.org
Come si avuta l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse?
Teoria fondamentale della fisica. Ovvero CDQ.
Post by <Gigi> rael.org
Come mai gli scienziati non sono riusciti a produrre tutti e 20 gli
amminoacidi necessari, nell'ipotetico brodo primordiale?
Come mai sono riusciti a produrre tutti i 16 amminoacidi fondamentali?
Post by <Gigi> rael.org
Come si è avuta l'unione di più molecole semplici a formarne di più grandi?
E due: Eigen.
Post by <Gigi> rael.org
La cellula ha bisogno di proteine enzimatiche necessarie al suo
funzionamento, senza le quali la cellula morrebbe. Ne servono 2000. Come si
sono formate queste proteine?
Ad esempio coi gli ipercicli tra filamenti oligoproteici e
ribonucleici.
Post by <Gigi> rael.org
La cellula deve essere circondata da una membrana. Come si è formata la
membrana?
Fosfolipidi in soluzione acquosa. Sidney Fox lo fece con protenoidi.
Post by <Gigi> rael.org
Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'
entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni
metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine
altamente specifiche.
Come si sono formate?
Come si è formato il DNA?
Da dove sono saltati fuori le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare
senza una proteina preesistente.
Sono comparse prima le proteine o gli acidi nucleici?
Si sono formate in parallelo? E come è successo?
Dove sono le forme di transizione da una specie ad un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga provato sperimentalmente.
Ripetiamo la lezione:

Come gli alieni han formato le molecole proteiche iniziali?
Come gli alieni han formato il DNA?
Da dove gli alieni han formato le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può
formare
senza una proteina preesistente.
Gli alieni han formato prima le proteine o gli acidi nucleici?
Gli alieni le han formate in parallelo? E come è successo?
Dove gli alieni han formato le forme di transizione da una specie ad
un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga identificato e provato
scientificamente.
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
E questo "e' coerente" con una serie osservazioni, riscontri e teorie
proprie di discipline distinte.
"Non ci sono dati di fatto" a favore della teoria raeliana... che e'
ben diverso anche qui...
Falso. E' spiegato nel primo post.
Ancora? AAAAAAAAAArrrrrrrrrrrggggggggggggggggggggg..............
Post by <Gigi> rael.org
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.
I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.
« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Post by VR
Sempre piu' riscontro nella comunità scientifica?
E quale?
Si
E' spiegato nel primo post.
La "Teoria della Concezione Intelligente" appoggia quello che dice il
raelismo.
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.
I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.
« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.
Post by VR
Guarda che la comunità scientifica non e' il tuo bar raeliano... :-)
Inoltre... tutti gli autori che citate li prendete prima di tutto a
sproposito (Vedi l'ultimo... de Faria)... poi sempre in modo
improvvido.. e lo fate ignorando "la grande maggioranza" della
comunità scientifica "vera".
Comunità scientifica vera?
Si'. Ti sfugge?
Post by <Gigi> rael.org
Ci sarebbe una comunità scientifica vera e una falsa?
Si'. Ti sfugge?
Post by <Gigi> rael.org
Gli evoluzionisti non hanno il monipolio della scienza. E così il
creazionismo è perfettamente giustificato ad appoggiarsi al metodo scientifico per
verificare la sua ipotesi di partenza.
Si'? E quale sarebbe? Accidenti se e' forte questa... :-)
Post by <Gigi> rael.org
L'evoluzionismo fa appello al metodo scientifico per essere verificato. Lo
stesso discorso vale per il creazionismo.
Si'? E quale sarebbe anche qui? ;-)
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
Presume. Poi basta.
Anche l'evoluzionismo presume.
Post by VR
Ma che "ca**o" stai a di'? Il dott. Meyer argomenta? E cosa argomenta?
Poi... cosa risponde 'sto dottore sulle teorie attuali che spiegano
l'origine delle informazioni?
Rileggi e cerca di capire.
Se non riesci a capire quello che dico è un tuo problema.
Secondo te... poi basta.
Post by <Gigi> rael.org
Io un esperto missilistico?
E quando lo avrei detto?
Mi dispiace, ma sei un ignorante, poichè ignori chi sono?
Ah.. era Carlos. Ovvio: tu non potevi esserlo... :-)
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
Cavolo.. questa si' che e' una teoria...
E' vero è una teoria.
Questo lo dici tu. Punto.
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
E' disponibile in rete? Ce lo puoi indicare che ci diamo una letta?
Ancora?
Ma sei capace a usare i motori di ricerca?
Ti ho citato abbastanza elementi.
Dove?
Post by <Gigi> rael.org
Ti sei accorto che in altro post precedenti era stato prostato l'articolo?
Se era prostato... non mi interessa. ;-)
Io no. Ah.. eccolo... vediamo un po'...
Post by <Gigi> rael.org
Published online: 08 September 2004;
Peer-reviewed paper defends theory of intelligent design
Jim Giles
Critics of evolution score publishing success
A new front has opened up in the battle between scientists and
advocates of
intelligent design, a theory that rejects evolution and is regarded by
its
critics as another term for creationism.
A scientific journal has published a paper that argues in favour of
intelligent design - the first time such material has appeared in a
peer-reviewed publication, according to biologists who track the issue.
The
paper appeared in a low-impact journal, Proceedings of the Biological
Society of Washington. But critics say that it could still be used by
advocates of intelligent design to get the subject on to US school
curricula
(see Nature 416, 250; 2002).
The article comes from the Discovery Institute in Seattle, Washington, a
leading promoter of the theory. In the article, senior fellow Stephen
Meyer
uses information theory and other techniques to argue that the
complexity of
living organisms cannot be explained by darwinian evolution (S. C. Meyer
Proc. Biol. Soc. Wash. 117, 213-239; 2004).
Many of Meyer's arguments have already been aired by advocates of
intelligent design, but critics say that publication will be used to
back up
claims that the theory is scientifically valid.
Kenneth Miller, a cell biologist at Brown University in Providence,
Rhode
Island, who has argued against Meyer in public debates, does not doubt
that
this will happen. "They've tried very hard to get material into
peer-reviewed journals."
Richard Sternberg, a taxonomist at the National Center for Biotechnology
Information in Bethesda, Maryland, was editor of the journal publishing
the
Meyer paper when it was reviewed and accepted. Sternberg is also on the
editorial board of the Baraminology Study Group, which publishes papers
on
"scientific research in creation biology". He says the paper was seen
and
approved by three well-qualified referees.
Meyer's article has attracted a lengthy rebuttal on The Panda's Thumb, a
website devoted to evolutionary theory. But Miller says that, despite
criticism of the journal, versions of the theory will find their way
into
the scientific literature at some point. Arguments for it can be
written, he
says, as reappraisals of certain aspects of evolution rather than
outright
rejection. "Peer review isn't a guarantee of accuracy," he adds. "That
is
especially true of review articles."
Qui non c'e' niente di valido. Nulla. Questa sarebbe una teoria?
Mah!

VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
The Duke
2004-09-29 13:41:23 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
Perchè metti sempre teoria raelian tra apici????
--
Addio per sempre, terrestre.
The Duke

Tutti possono arricchire
tranne i poveri
jorg
2004-09-29 15:25:20 UTC
Permalink
Post by The Duke
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
Perchè metti sempre teoria raelian tra apici????
perchè sei un ignorante.
Non conosci gigi e la sua sintassi.

nessuno puo' giudicare, nemmeno tu.

La verità di gigi ti fa male.
The Duke
2004-09-27 21:01:14 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
E lo hai capito solo adesso?
Il raelismo potrebbe essere falso o potrebbe essere vero.
Con tutto il rispetto questa tua affermazione mi lascia sbalordito.
I fedeli di una qualsiasi religione hanno delle certezze e cioè che
quello che la religione da loro professata è una certezza e dove non
c'e' la certezza ci sono i dogmi.
Questo mancanza di certezze da parte tua e da parte di Carlos mi fa pensare.
Carlos Bustamante Bozzi
2004-09-28 19:48:24 UTC
Permalink
Post by The Duke
Questo mancanza di certezze da parte tua e da parte di Carlos mi fa pensare.
Benvenuto nel club di chi usa le sinapsi...
--
Carlos
"Il Big Bang che tanti usano per dimostrare
il momento della creazione non è esistito.
Ma se fosse esistito, sarebbe stata la prova
che dio si è sparato."
http://rael.org
http://www.thereisnogod.info
***@hotmail.com
Prima di scrivermi disinnescate le ***@22@t3
gp75it
2004-09-29 10:58:07 UTC
Permalink
Gigi> rael.org <***@tin.it>> ha scritto:

[cut]
Post by <Gigi> rael.org
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C.
[cut]
Post by <Gigi> rael.org
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura.
Gi&agrave;... ma *in che modo* &egrave; stato pubblicato - o meglio, &egrave; finito sulle pagine -
di una rivista rispettabile?

http://tinyurl.com/5spqo

Altro che peer-review!
Post by <Gigi> rael.org
Esso può essere
utilizzato come referenza e libera
..da chiunque voglia farsi ridere dietro...

Gi&ograve;
--
«Sol chi di gentil schiatta è membro degno
può con fatica posseder quel premio
a cui pervengon sol d'Ermete i figli
che ben sanno seguire i suoi consigli.»

Per risposte private leggere l'e-mail al contrario
For private replays read the e-address
backword

Inviato da www.mynewsgate.net
Cebbello
2004-09-24 13:14:42 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
E cosa mi dici di quello che afferma Lima de Faria?
Lima de Faria arriva ad affermare: "La parola selezione va addirittura
cancellata dal vocabolario della scienza perché per troppo tempo è stata l'
oppio dei biologi".
Egli polemizza con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della
selezione naturale.
Lima-de-Faria è uno dei pià grandi studiosi di cromosomi del mondo. La
sua opera classica è : Molecular Evolution and Organisation of the
Chromosome, Elsevier, Amsterdam 1983
A. Lima-de-FAria è direttore dell'Istituto di Citogenetica molecolare
dell'Università di Lund, in Svezia.
A parte i titoli di studio che tu riporti, e visto e considerato che tutto
cio' che non puo' essere verificato sperimentalmente non ti interessa, mi
potresti dire quali prove _sperimentali_ abbia portato il dott. De Faria
alla sua affermazione di cui sopra?
--
Cebbello
<Gigi> rael.org
2004-09-27 11:42:04 UTC
Permalink
Post by Cebbello
A parte i titoli di studio che tu riporti, e visto e considerato che tutto
cio' che non puo' essere verificato sperimentalmente non ti interessa, mi
potresti dire quali prove _sperimentali_ abbia portato il dott. De Faria
alla sua affermazione di cui sopra?
--
Cebbello
Il punto è che sono i darwnisti e i neodarwinisti che non hanno prove
sperimentali a proposito della
selezione naturale.
Egli risponde così a queste domande:

"Io polemizzo con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della selezione
naturale.
E non sono neanche contro la selezione naturale.
Ma non accetto la selezione naturale come il meccanismo attraverso il quale
si compie e si spiega tutta l'evoluzione.
Allora mi arrabbio e dico che la selezione è un mantello che copre la totale
ignoranza sui processi chimici fisici implicati nell'evoluzione biologica.
E poi la selezione presuppone la casualità.
Ma se i fisici dubitano della stessa esistenza della casualità in natura !
L'evidenza sperimentale dimostra infatti che processi tutt'altro che casuali
guidarono l'organizzazione molecolare all'origine della vita".

Dov'è che la teoria della selezione manca di scientificità ?

" E` totalmente estranea alle scienze esatte.
Chi osasse affermare che l'attrazione dei protoni sugli elettroni è dovuta
alla selezione, o che l'acido solforico reagisce con lo zinco per via della
selezione, verrebbe preso per matto.
Anche enzimi e acidi nucleici reagiscono tra loro, non certo in virtù della
selezione ma secondo le leggi della chimica e della fisica".

E allora l'evoluzione ridiventa un enigma ?

" La selezione no puo essere misurata o contenuta in una fiala, non è in
grado di spiegarci il meccanismo di base dell'evoluzione: ha a che fare
soltanto con l'aspetto finale del fenomeno evolutivo, cioè a livello delle
cellule dell'organismo.
Ma non riguarda l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse".

Errore di principio o di manovra ?

" Darwinisti e neodarwinisti partono dalla fine anziché dall'inizio.
Inoltre puntano tutto sui geni.
Ebbene: da genetista, affermo: i geni non cambiano permanentemente (come una
volta si credeva).
Molti geni sono conservati essenzialmente identici, dai batteri umani.
Questa scoperta ha assestato un duro colpo al neodarwinismo.
Avevano considerato il gene come un fattore onnipotente; pertanto cio`che
era accaduto prima del gene era considerato irrilevante".


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Cebbello
2004-09-27 12:26:53 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Cebbello
A parte i titoli di studio che tu riporti, e visto e considerato che tutto
cio' che non puo' essere verificato sperimentalmente non ti interessa, mi
potresti dire quali prove _sperimentali_ abbia portato il dott. De Faria
alla sua affermazione di cui sopra?
Il punto è che sono i darwnisti e i neodarwinisti che non hanno prove
sperimentali a proposito della
selezione naturale.
[snip]
Post by <Gigi> rael.org
era accaduto prima del gene era considerato irrilevante".
Dunque, a giudicare dal copia-incolla che hai fatto delle risposte di De
Faria, nemmeno lui ha prove sperimentali di cio' che afferma.
Andando per logica dunque e seguendo il tuo ragionamento per il quale le
affermazioni non supportate dalla effettiva sperimentazione non rivestono
alcun interesse, allora dovresti disinteressarti anche delle affermazioni
del De Faria.
Mi spieghi dunque questa sperequazione nel dosare il tuo interesse verso
un'opinione che non ha alcun conforto sperimentale?
--
Cebbello
VR
2004-09-27 13:21:23 UTC
Permalink
Post by Cebbello
Dunque, a giudicare dal copia-incolla che hai fatto delle risposte di De
Faria, nemmeno lui ha prove sperimentali di cio' che afferma.
Andando per logica dunque e seguendo il tuo ragionamento per il quale le
affermazioni non supportate dalla effettiva sperimentazione non rivestono
alcun interesse, allora dovresti disinteressarti anche delle affermazioni
del De Faria.
Mi spieghi dunque questa sperequazione nel dosare il tuo interesse verso
un'opinione che non ha alcun conforto sperimentale?
Cavolo anche tu... :-)
Quello dice una cosa che gli fa' comodo....
E che pretendi.. che si facciano sfuggire certe occasioni?
Se scartano questi.. chi possono prendere in considerazione!?

Su'... :-)
VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
<Gigi> rael.org
2004-09-28 09:24:13 UTC
Permalink
Post by Cebbello
Dunque, a giudicare dal copia-incolla che hai fatto delle risposte di De
Faria, nemmeno lui ha prove sperimentali di cio' che afferma.
Andando per logica dunque e seguendo il tuo ragionamento per il quale le
affermazioni non supportate dalla effettiva sperimentazione non rivestono
alcun interesse, allora dovresti disinteressarti anche delle affermazioni
del De Faria.
Mi spieghi dunque questa sperequazione nel dosare il tuo interesse verso
un'opinione che non ha alcun conforto sperimentale?
--
Cebbello
Non ci sono dati di fatto sulle origini della vita.
Quindi mi interessa sapere perchè l'evoluzionismo viene considerata una
teoria
controversa.
Mi interessano tutte le confutazioni che vengono fatte all'evoluzionismo.
Mi interessa il dibattito tra evoluzionisti e creazionisti.
Il dibattito tra evoluzionisti e creazionisti deisti è in piena espansione
negli Stati Uniti, senza parlare della corrente antievoluzionista che si è
fatta sempre più conoscere.
E non c'è bisogno di citare gli articoli che ci sono stati recentemente in
Inghilterra e
anche Italia, sui dibattiti tra evoluzionisti e creazionisti
Questo dibattito è bello, e ben scientifico e fa tremare le basi della
teoria
evoluzionista.
Gli evoluzionisti non hanno il monipolio della scienza. E così il
creazionismo è
perfettamente giustificato ad appoggiarsi al metodo scientifico per
verificare la sua ipotesi di partenza.
L'evoluzionismo fa appello al metodo scientifico per essere verificato. Lo
stesso discorso vale per il creazionismo.
In poche parole il mio interesse è per la SCIENZA.

Ecco ancora cosa dice Lima de Faria:

Quando la vita prese a comporre morfologie, il DNA, i geni e i cromosomi
c0erano da centinaia di milioni di annui. Ma quale fu il processo che portò
alla nascita dei tipi animali e vegetali? Ecco u itinerario fra le teorie
scientifiche che hanno tentato di far luce nel mistero che circonda la
nascita della vita.

Le forme viventi sono le meraviglie della natura. Esse sono sulla terra da
mezzo miliardo di anni, ma da molto tempo prima la natura aveva espresso
forme simili nelle strutture minerali. La vita ha utilizzato le stesse leggi
generative per dar forma a minerali, piante ed animali. Questa la tesi del
genetista portoghese Antonio Lima- de- Faria . (1)

L'idea che il minerale sia amorfo come pietra grezza, come cumulo di nubi,
come acque agitata, è collegata, da un lato, al concetto di caos
primordiale, dal quale il soffio divino avrebbe tratto i viventi come
strutture composte e ordinate. Dall'altro lato, e in tempi più recenti, essa
si è sviluppata insieme al concetto di evoluzione per selezione naturale. La
materia inorganica non si riproduce, non si moltiplica, e quindi non può
fruire della ragionevolezza imposta alle cose vive dalla "sopravvivenza del
più adatto". Le forme non viventi sono tuttavia molte volte precise,
eleganti, complesse e libere da quelle sgualciture, storture e decadenze che
le forme vive hanno come carattere essenziale. Un cristallo di neve, un
arcobaleno, una galassia a spirale e un umile schizzo di latte sono
configurazioni complesse, perfette e ricorrenti. Tutta la cristallografia è
un inventario di perfette geometrie solide, di trame squisite e splendenti,
di molteplicità inesauribili intorno ad alcune regole inderogabili. La
materia minerale non è solo artefice di esattezze, ma delicata pittrice di
forme libere ed eleganti, come venature di marmi, zampilli d fontane,
pennellate di nubi. Le forme minerali corrispondono talvolta, ed in modo
sorprendente, a forme di piante e animali . (2)

Strutture arborescenti si hanno nelle "dendriti", come quelle di psicomelano
o di pirdusite, e in certi estuari di fiumi; immagini fogliarie in alcune
cristallizzazioni di oro, argento e bismuto nativi; aggregati globulari si
determinano in minerali come la fisherite e la pseudomalachite; aggregati
ricurvi a corno in cristalli di clorite. Pietrose "rose del deserto"
ricordano rose fossilizzate, e tortuosi ghiaccioli cristallizzati da vapori
d'acqua solidificata, ripetono le forme di germogli di piante o di ranfe di
crinoidi. Una scarica elettrica disegna una trama simile a quella di una
stella marina comatulide, e la segatura di ferro in un campo elettrico copia
le formazioni di una mitosi cellulare.

Una galassia a spirale ripete la sua forma nella foglia nascente della
drosera e nel guscio del nautilus.

Tutto è omologo.

Le straordinarie corrispondenze di forme e di colori nel mondo minerale e
nel mondo vivente potrebbero interpretarsi come coincidenze, come giochi
del caso o scherzi di natura. Che cosa hanno a che fare, o - se si vuole -
che parentela hanno una quercia, un albero bronchiale e un estuario di un
fiume?

Se due forme si corrispondono nella loro composizione generale e nelle
regole della loro genesi, esse sono omologhe.

"Tutto è omologo" - dichiara Lima- de Faria.

In ogni caso, per restare nell'esempio, un tronco esuberante sfocia in
ramificazioni laterali che ne frammentano la spinta e ne ampliano il
respiro. Esprime la sua tendenza a farsi mille tronchi in tutte le direzioni
dello spazio. (3)

Similmente una struttura spiraliforme deriva da una espansione radiale cui
si sovrappone una torsione centrale. Anche se no hanno parentele, se sono
di dimensioni m di miliardi d'ordini di grandezza diverse, se sono
costituite di materiali svariatissimi, le forme simili sono sorelle, figlie
di una legge morfogenetica che le piega in una comune configurazione. Una
immensa galassia composta di miriadi di stelle, un minuscolo vortice o una
conchiglietta a tortiglione, sono "simpatizzanti" sorelline nella tavolozza
dell'universo.

La biologia classica pone una precisa distinzione tra analogia e omologia.
"Analoghe" sono due strutture con uguale funzione ma indipendente origine e
embriogenesi: così sono analoghe le ali degli uccelli e delle farfalle, ché
ambedue servono per volare, ma appartengono ad animali di classi differenti
e sono formate con diverse modalità. "Omologhe" sono due strutture con
eguale derivazione, ancorché diversa funzione. Il braccio umano e l'ala dell
'uccello sono omologhi, costruiti degli stessi articoli ossei derivati da
abbozzi corrispondenti, in animali imparentati.

Per Lima - de- Faria non esistono analogie: tutto è omologia.

Se più oggetti hanno una forma simile, hanno obbedito a leggi formative
simili e sono quindi omologhi, anche se non c'è tra loro alcuna parentela.

Pagine fogliari con nervature e contorni simmetrici. Sotto: arborescenze
minerali, esempi di dedrite di psicomelano nell'isola d'Elba

"Tutte le forme e tutte le funzioni, benché appartenenti a strutture non
viventi e viventi, a piante inferiori o a animali superiori, hanno la stessa
origine basilare nei semplici fenomeni fisici che le hanno dirette, l'
accidente e l'analogia divengono omologia".

Lo schizzo di latte, l'opercolo della capsula del muschio, il corpo dell'
anemone di mare e la corona araldica dei conti sono omologie e propongono,
nella loro similitudine, il problema della legge che li assimila.

Donde deriva una corona nobiliare? Da un cinto vegetale recante frutti o
bacche che esprimono la potenza emergente del piatto festone foliare. Lo
schizzo di latte (catturato dalla macchina fotografica di D'Arcy W. Thompson
nel 1917) esprime, sul margine di un cercine ondoso, le individualità
spiccanti delle goccioline, come propaguli che riproducono la goccia
generatrice dell'onda. Nulla coincide per puro caso e i fabbricanti di
corone non hanno certo imitato effimeri schizzetti lattiginosi.

La vita intervenne dopo

Le forme minerali, benché analoghe a quelle viventi, non hanno storia, I
cristalli di neve - come affermava D'Arcy Thompson - sono oggi gli stessi
che caddero miliardi di anni fa sulla terra, con il primo gelido fiocco
bianco. Come la geometria, la matematica e la fisica, la forma è esterna, e,
scrisse ancora D'Arcy: "I problemi di forma sono prima di tutto problemi
matematici; i problemi di accrescimento sono essenzialmente problemi
fisici..la natura esibisce semplicemente un riflesso delle forme contemplate
dalla geometria.". (4)

A. Lima-de.Faria espone la sua teoria in un intervallo del congresso sullo
"Strutturalismo inBiologia" (Osaka 1986) durante il quale fu costituito
l'Osaka Group for the study of Dynamic Structures. Da Sinistra Mrs. e Dr.
Laughlin (Canada), H,. Paterson (Australia), F. Scudo (in piedi, Pavia), J.
Kikkawa (Giappone), A Lima-de Faria e G. Sermonti.

Per i tre miliardi di ani che durò l'era dei microrganismi, fino al Cambiano
(5-600 milioni di anni fa) la vita non si cimentò che marginalmente nella
forma. Solo all'inizio del Paleozoico le forme viventi sfogliarono,
schizzarono, si eressero nelle profondità dei mari ed in un tempo
relativamente breve c'erano tutte e tali restarono, salvo qualche ritocco e
perfezionamento. Quando la vita prese a comporre morfologie, il, DNA, i geni
e i cromosomi c'erano da centinaia di milioni di anni. Come accadde che i
tipi animali e vegetali venissero improvvisamente alla luce, è problema
irrisolto. Qualcosa forzò le cellule a formare aggregati e l'ambiente
esterno si differenziò.

In questa trama spaziale la moltiplicazione cellulare produsse masse
cospicue e queste adottarono sollecitamente le forme che la natura aveva in
serbo da sempre e che le masse minerali avevano costruito, per milioni di
anni, con paziente rigore e con misurata lentezza. "Lacrime, corone,
spirali, colonne, arborescenze, globuli, collane, fiocchi, tubi, squame e
pennacchi emersero dai fondali marini o galleggiarono nelle distese equoree,
pulsanti di vita, formicolanti di moltiplicazioni cellulari.

L 'origine della forma e della funzione biologica e la loro trasformazione
evolutiva - scrive Lima-de-Faria (5) -sono elucidate dall 'analisi della
trasformazione di forma e funzione che ebbero luogo nella materia e
nell'energia primeve. Questi tre livelli posseggono la loro evoluzione
autonoma che hanno canalizzato e diretto i processi terminali
dell'evoluzione biologica. Quando arrivarono il gene e i cromosomi (6),
l'evoluzione era già stata strutturata nei suoi canali principali dalla
autoevoluzione dei precedenti livelli fisico- chimici».

Non fu la vita a inventare le forme, a svilupparle a proprio uso. In un
certo senso la vita colonizzò le forme, le acquistò nel magazzino del
possibile già confezionate ed imparò a farle in casa.

Una chiocciolina a spirale del genere Panorbis. Il principio matematico che
presiede alla sua forma è lo stesso di quello che genera le spirali
galattiche (torsione centrale durante uno sviluppo radiale). Sotto,
l'immagine di una galassia a spirale ripresa a mezzo rilevatore di luce
microelettronica CCD, dal telescopio del Las Campanas Observatory in Cile.
La galassia (NGC 1232) si trova nella costellazione di Eridanus a 100
milioni di anni luce


La posizione di Lima- de-Faria è riferibile a quella di Francois Jacob (7),
che vede l'evoluzione non come l'opera di un Architetto, ma come quella di
un bricoleur. Anche Jacob dà un'importanza minore, nella diversificazione
degli organismi, ai cambiamenti biochimici, cioè a quello che Lima-de-Faria
chiama "geni e cromosomi". «Ciò che distingue una farfalla da un leone, una
gallina da una mosca, o un verme da una balena -scrive Jacob - è molto meno
una differenza nei costituenti chimici che nell'organizzazione e nella
distribuzione di questi costituenti. Sono le configurazioni spaziali di una
materia sostanzialmente costante che compongono le forme dei viventi.

A questo punto il francese e il portoghese si pongono agli antipodi. Per
Jacob gli oggetti con cui è costituita la vita (dal grande bricoleur) si
trovano nel magazzino del robivecchiaio; per Lima-de-Faria si trovano nel
palazzo incantato dei cristalli.

Sono forme prime, spontanee aggregazioni di elementi, repertori, di
pitagoriche geometrie. Non sono gli avanzi storici della vita, continuamente
riciclati, sono trame spaziali precedenti la vita, insite negli atomi e
nelle loro aggregazioni molecolari e cristalline. .

Non solo le forme spaziali, ma i principi della riproduzione e della
rigenerazione, e le fondamentali funzioni della vita (fissazione dell'azoto,
fotosintesi) appartennero ai minerali prima di essere state adottate dai
viventi.

Evoluzione senza selezione

"Evoluzione senza selezione", questo è il titolo dell'ultima opera di
Lima-de-Faria (8) in cui sono esposti i concetti che sono andato
illustrando. Con lo stesso titolo l'autore ha presentato il suo pensiero in
animate conferenze tenute presso l'Università di Trieste, Pisa e Roma alla
fine dello scorso anno.

Il titolo del libro e delle relazioni ha suscitato i parte del pubblico
perplessità se non addirittura sconcerto; perché la selezione naturale è l'
idea cardine su cui si è mossa la biologia nell'ultimo secolo. Se i termini
fossero stati invertiti: selezione senza evoluzione, il discorso sarebbe
stato più accettato..

Quello di "evoluzione" è un concetto vago, contraddittorio, inquinato di
romanticismo e di teologia, che molti darwinisti stanno mettendo tra
virgolette o tra parentesi.

L'idea di "selezione naturale" è invece irrinunciabile, come meccanismo che
muove il mondo senza un Progetto, come sanzione naturalistica della
concorrenza e del successo, come criterio di valutazione in una realtà senza
valori e senza canoni.

Per Lima-de-Faria, la selezione naturale è un mito, come fu il flogisto
nella chimica e l'etere nella fisica. Non si tratta di scegliere tra le
infinite possibilità e mostruosità proposte dal Caso. La Natura costruisce
le sue forme per una logica interna di aggregazione: sono forme tipiche,
universali, precedenti il gioco della vita, a cui la vita si conforma, come
a vie obbligate della individuazione, della materializzazione, e
dell'esistenza.

La simiglianza tra le forme, che spesso scavalca i regni, è dovuta alla
generalità dei processi generativi, dei modelli di sviluppo. Sono noti
alcuni insetti così simili alle foglie da confondersi con esse: i cosiddetti
insetti-fogIia.

L 'interpretazione corrente è fornita dal mimetismo: l'insetto sj trasforma
via via ad imitazione della foglia così da mascherarsi tra il fogliame e
sfuggire alla vista dei predatori. Per Lima-de- Faria, insetto e foglia si
somigliano perché hanno adottato un comune modello di sviluppo, che peraltro
è già presente nei minerali: un accrescimento laminare con nervature,
circoscritto in un contorno curvilineo simmetrico. La selezione naturale non
c'entra. Non è accaduto che nascessero insetti di tutte le forme e gli
uccelli avessero predato tutti quelli che non si erano tempestivamente
camuffati da foglia, Gli insetti-foglia si sono andati a riposare nell'
ambiente più conforme e familiare, ma non si sono trasformati per emulare le
foglie. Studi di paleontologia degli insetti hanno provato che gli
insetti-fogIia, appartenenti agli ordini dei fasmidi e dei protofasmidi,
sono i più antichi tra gli insetti e che la loro comparsa ha preceduto di
qualche milione di anni l'apparizione delle foglie. Fossili dei primi
insetti-foglia sono stati rinvenuti in sedimenti del Giurassico superiore,
mentre le Angiosperme (latifoglie fiorite) sono comparse improvvisamente
milioni di anni dopo, nel Cretaceo (9).

Disegni ramificati nella formazione di strutture: 1- scarica elettrica; 2-
sezione della radice di una pianta; 3 - Stella marina Gorgonocephalus; 4 -
sezione del braccio di Antedon (Echinoderma). Da Lima-de-Faria (1988)

Le forme naturali, viventi o non viventi, non sono risultato di speculazioni
economiche, adattamenti, ripieghi; opportunismi, camuffamenti, ma libera
espressione della vocazione morfologica della materia, che è da sempre e che
mezzo miliardo di anni fa si impossessò della vita (10).

«Non è possibile - scrive Kareh Blixen in Ehrengard - che una varietà così
infinita sia necessaria all'economia della natura. Dev'essere per forza
stata la manifestazione di uno spirito universale - inventivo, ottimista e
giocondo all'estremo, incapace di trattenere i suoi scherzosi torrenti di
felicità. E davvero, davvero: Domine, non sum dignus».

Uno schizzo a corona provocato dalla caduta di una goccia su una superficie
di latte confrontato con una corona araldica di conte ed una coroncina
vegetale (opercolo dell'urna di una muschio).



NOTE.

(1) A. Lima-de-FAria è direttore dell'Istituto di Citogenetica molecolare
dell'Università di Lund, in Svezia.

(2) Questa la tesi discussa e illustrata da A. Lima-de-Faria nel suo
recente libro Evolution without Selection. Form and Function by
Autoevolution, Elsevier, Amsterdam 1988.

(3) Una pianta, ha scritto René Thom, è un "dilagamento della terra verso la
luce, e la struttura ramificata del tronco e delle radici è quella stessa
che si osserva per un corso d'acqua che corroda la scogliera e finisca in un
corso di detriti".

(4) D'Arcy W. Thompson, Growth and form (1917); trad it. Crescita e forma,
la Geometria della natura, Ed. Boringhieri, Torino 1969

(5) Op. cit. in nota 4

(6) Lima-de-Faria è uno dei pià grandi studiosi di cromosomi del mondo. La
sua opera classica è : Molecular Evolution and Organisation of the
Chromosome, Elsevier, Amsterdam 1983

(7) F. Jacob, Evoluzione e bricolage, Einaudi, Torino 1980

(8) vedi nota 2

(9) Il mimetismo animale è documentato in un bel servizio di Jill Bailey su
"Atlante" dell'agosto 1983. L'autore commenta una foto di insetto-foglia:
"Questi animali pertanto non hanno imitato le foglie, ma tale forma è poi
risultata vincente nella lotta per la sopravvivenza".

(10) L'autore di questo articolo ha utilizzato i minerali e le loro
trasformazioni come chiavi interpretative dellafiaba. G. Sermonti Fiabe del
sottosuolo, Rusconi, Milano 1989




--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-28 13:31:16 UTC
Permalink
Solite fregnacce copia ed incolla.
Una teoria si fonda su asserti... intrinsecamente validi.. non su
aspetti di critica inerenti ad altre teorie.
Qui non c'e' punto di teoria. Quale sarebbe?
Quali osservazioni la sorreggono?
Una teoria deve avere osservazioni che la sorreggono.. non puntare su
osservazioni che sembrano mettere in crisi - se poi lo fanno - altre
teorie.
Quali sono i dati e i contenuti "positivi" a favore della teoria che
proponete?
NEANCHE UNO!!! Oh... neanche uno!
La teoria della relativita' e' tale non perche' c'e' l'osservazione
della costanza della velocità della luce.
Ma perche' c'e' una base teorica in cui poi si spiega tale costanza!
E quella base teorica e' stata corroborata da osservazioni.
Capito? Quella base teorica.
Dove sono le osservazioni che "sostengono" la teoria raeliana? Ed in
generale il disegno intelligente?
Non ci sono.
Si parla di disegno intelligente perche' in modo "parziale" non si
riesce a capire altre cose.
Non c'e' alcun modello di mutazione "intelligente" e del perche' in De
Faria e negli altri "autori". Solo "critiche". Nessuna proposta
"verificabile" e "verificata". Ovvero: epistemologicamente parlando
non sono scientificamente valide come ipotesi. (Ne' sono tali!)

Capito?
VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
Mucca Carolina
2004-09-29 13:41:24 UTC
Permalink
Post by VR
Capito?
VR
per i miracoli si sta attrezzando.
--
Mucca Carolina

Questo messaggio è stato scritto con fosfori riciclati.
Aiuta la comunità, usa anche tu fosfori riciclati.
Mucca Carolina
2004-09-29 13:41:24 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Le forme viventi sono le meraviglie della natura. Esse sono sulla terra da
mezzo miliardo di anni,
ma non sono stati gli Elohim a portare le forme di vita sulla terra
25000 anni fa???
Non sono un esperto di matematica ma 25000 è 1/4 di 100000 (centomila,
non di un miliardo.
Dov'è l'inghippo????
Post by <Gigi> rael.org
Per i tre miliardi di ani che durò l'era dei microrganismi, fino al Cambiano
(5-600 milioni di anni fa) la vita non si cimentò che marginalmente nella
forma.
Quindi le forme viventi c'erno ben prima di 25000 anni fa.
Dov'è l'inghippo???
--
Mucca Carolina

Questo messaggio è stato scritto con fosfori riciclati.
Aiuta la comunità, usa anche tu fosfori riciclati.
jorg
2004-09-29 15:28:22 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Per i tre miliardi di ani che durò l'era dei microrganismi,
l'ho sempre detto che farlo senza preservativi, in quel posto,
può procurare infezioni.

Cmq, ma che porcelloni che siete...
VR
2004-09-27 13:10:15 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Cebbello
A parte i titoli di studio che tu riporti, e visto e considerato che tutto
cio' che non puo' essere verificato sperimentalmente non ti interessa, mi
potresti dire quali prove _sperimentali_ abbia portato il dott. De Faria
alla sua affermazione di cui sopra?
Cebbello
Il punto è che sono i darwnisti e i neodarwinisti che non hanno prove
sperimentali a proposito della
selezione naturale.
"Io polemizzo con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della selezione
naturale.
E non sono neanche contro la selezione naturale.
Orpo...
Post by <Gigi> rael.org
Ma non accetto la selezione naturale come il meccanismo attraverso il quale
si compie e si spiega tutta l'evoluzione.
Allora mi arrabbio e dico che la selezione è un mantello che copre la totale
ignoranza sui processi chimici fisici implicati nell'evoluzione biologica.
E poi la selezione presuppone la casualità.
Ma se i fisici dubitano della stessa esistenza della casualità in natura!
???
Post by <Gigi> rael.org
L'evidenza sperimentale dimostra infatti che processi tutt'altro che casuali
guidarono l'organizzazione molecolare all'origine della vita".
Ovvero le mutazioni delle triplette sono "volute"? Intenzionali? ;-)
Post by <Gigi> rael.org
Dov'è che la teoria della selezione manca di scientificità ?
"E` totalmente estranea alle scienze esatte.
Chi osasse affermare che l'attrazione dei protoni sugli elettroni è dovuta
alla selezione, o che l'acido solforico reagisce con lo zinco per via della
selezione, verrebbe preso per matto.
Ma che c'entra? (Bello aver citato questo brano.. da' il senso della
persona in essere).
Post by <Gigi> rael.org
Anche enzimi e acidi nucleici reagiscono tra loro, non certo in virtù della
selezione ma secondo le leggi della chimica e della fisica".
Embe'?
Post by <Gigi> rael.org
E allora l'evoluzione ridiventa un enigma ?
" La selezione no puo essere misurata o contenuta in una fiala, non è in
grado di spiegarci il meccanismo di base dell'evoluzione: ha a che fare
soltanto con l'aspetto finale del fenomeno evolutivo, cioè a livello delle
cellule dell'organismo.
Ma non riguarda l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse".
E chi "mai" l'ha sostenuto (evolutivamente parlando)?
Post by <Gigi> rael.org
Errore di principio o di manovra ?
" Darwinisti e neodarwinisti partono dalla fine anziché dall'inizio.
Inoltre puntano tutto sui geni.
Ebbene: da genetista, affermo: i geni non cambiano permanentemente (come una
volta si credeva).
???
Post by <Gigi> rael.org
Molti geni sono conservati essenzialmente identici, dai batteri umani.
Indovina perche'?
Post by <Gigi> rael.org
Questa scoperta ha assestato un duro colpo al neodarwinismo.
Assestato un duro colpo? Ma vi rendete conto di quel che scrive
questo?
Post by <Gigi> rael.org
Avevano considerato il gene come un fattore onnipotente; pertanto cio`che
era accaduto prima del gene era considerato irrilevante".
Ma a chi si rivolge? Al curato di Pinzippopoli questo?

Eh... eh....


VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
Mucca Carolina
2004-09-27 21:01:47 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Il punto è che sono i darwnisti e i neodarwinisti che non hanno prove
sperimentali a proposito della
selezione naturale.
E il grande puffo che prove ha??? Tu che prove hai?? Se in precedente
messaggio hai scritto che il raelismo può anche essere una bufala!!!!
Un pò di coerenza, diamine!!!!
Poi tutto quello che scrivi dopo diventano sciocchezze cuttate e
impastate da sedicenti riviste.
--
Mucca Carolina

Questo messaggio è stato scritto con
fosfori riciclati.
Aiuta la comunità, usa anche tu fosfori riciclati.
€rnesto
2004-09-27 21:47:54 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Il punto è che sono i darwnisti e i neodarwinisti che non hanno prove
sperimentali a proposito della
selezione naturale.
Il punto è che è FALSO. I laboratori di genetica rigurgitano di prove
sull'evoluzione della vita dal semplice a più complesso.

La selezione del più adatto la vediamo, ahimè, nella scomparsa delle
specie quando l'habit muta troppo radicalmente.

€
<Gigi> rael.org
2004-09-28 09:24:14 UTC
Permalink
Post by €rnesto
Il punto è che è FALSO. I laboratori di genetica rigurgitano di prove
sull'evoluzione della vita dal semplice a più complesso.
La selezione del più adatto la vediamo, ahimè, nella scomparsa delle
specie quando l'habit muta troppo radicalmente.
?
Ma capisci quello che scrivo?
Ho parlato di SELEZIONE NATURALE.
I darwnisti e i neodarwinisti non hanno prove
sperimentali a proposito della selezione naturale.
Infatti Lima de Faria risponde così a queste domande:

"Io polemizzo con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della selezione
naturale.
E non sono neanche contro la selezione naturale.
Ma non accetto la selezione naturale come il meccanismo attraverso il quale
si compie e si spiega tutta l'evoluzione.
Allora mi arrabbio e dico che la selezione è un mantello che copre la totale
ignoranza sui processi chimici fisici implicati nell'evoluzione biologica.
E poi la selezione presuppone la casualità.
Ma se i fisici dubitano della stessa esistenza della casualità in natura !
L'evidenza sperimentale dimostra infatti che processi tutt'altro che casuali
guidarono l'organizzazione molecolare all'origine della vita".

Dov'è che la teoria della selezione manca di scientificità ?

" E` totalmente estranea alle scienze esatte.
Chi osasse affermare che l'attrazione dei protoni sugli elettroni è dovuta
alla selezione, o che l'acido solforico reagisce con lo zinco per via della
selezione, verrebbe preso per matto.
Anche enzimi e acidi nucleici reagiscono tra loro, non certo in virtù della
selezione ma secondo le leggi della chimica e della fisica".

E allora l'evoluzione ridiventa un enigma ?

" La selezione no puo essere misurata o contenuta in una fiala, non è in
grado di spiegarci il meccanismo di base dell'evoluzione: ha a che fare
soltanto con l'aspetto finale del fenomeno evolutivo, cioè a livello delle
cellule dell'organismo.
Ma non riguarda l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse".

Errore di principio o di manovra ?

" Darwinisti e neodarwinisti partono dalla fine anziché dall'inizio.
Inoltre puntano tutto sui geni.
Ebbene: da genetista, affermo: i geni non cambiano permanentemente (come una
volta si credeva).
Molti geni sono conservati essenzialmente identici, dai batteri umani.
Questa scoperta ha assestato un duro colpo al neodarwinismo.
Avevano considerato il gene come un fattore onnipotente; pertanto cio`che
era accaduto prima del gene era considerato irrilevante".


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-28 13:31:17 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Ma capisci quello che scrivo?
Ho parlato di SELEZIONE NATURALE.
I darwnisti e i neodarwinisti non hanno prove
sperimentali a proposito della selezione naturale.
Falso.
L'ho appena postata. Ed e' solo una.

Un piccolo "sfizio". ;-)

Da Le Scienze... 25.09.2004

Geni fossili nel lievito
Quando non vengono più utilizzati,
anche i geni diventano obsoleti


Esaminando i reperti fossili, i paleontologi possono studiare la
storia dell'evoluzione e catalogare le caratteristiche che le piante,
gli animali e persino i microbi si sono lasciati alle spalle. Allo
stesso modo, studiando il genoma di un tipo di lievito giapponese, un
team di scienziati dell'Università del Wisconsin di Madison ha
scoperto tracce di geni in via di fossilizzazione che forniscono una
rara occasione di osservare come un organismo, in risposta
all'ambiente, ha modificato la propria chimica interna e ha perso la
capacità di metabolizzare uno zucchero.
La scoperta fornisce un'istantanea dell'evoluzione al lavoro, e mostra
al livello più fondamentale come alcune caratteristiche, quando non
sono più necessarie, vengono scartate da quasi tutte le forme di vita.
In un articolo pubblicato sul numero del 20 settembre della rivista
"Proceedings of the National Academy of Sciences", Sean B. Carroll e
colleghi descrivono la scoperta di un set di sette geni colti
nell'atto di fossilizzarsi. Gli scienziati hanno trovato i geni nel
lievito giapponese Saccharomyces kudriavzevii. Se intatti, i geni sono
tutti funzionalmente collegati e costituiscono una via che permette
all'organismo di convertire il galattosio in energia. Lo stesso
processo, fra i più studiati in biologia, esiste non solo nel lievito
ma in quasi tutti gli altri microbi, piante e animali, compreso
l'uomo. La sua unica funzione è legata all'utilizzo del galattosio e
ciò suggerisce che il lievito abbia sperimentato un salto ecologico
che ha in qualche modo rimosso il galattosio dalla dieta
dell'organismo, rendendo obsoleti questi geni.



VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
€rnesto
2004-09-29 00:12:36 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Il punto è che è FALSO. I laboratori di genetica rigurgitano di prove
sull'evoluzione della vita dal semplice a più complesso.
La selezione del più adatto la vediamo, ahimè, nella scomparsa delle
specie quando l'habit muta troppo radicalmente.
?
Ma capisci quello che scrivo?
Ho parlato di SELEZIONE NATURALE.
I darwnisti e i neodarwinisti non hanno prove
sperimentali a proposito della selezione naturale.
Sperimentare coi cavalli o le scimmie la selezione naturale nei
laboratori è un po' difficile, tuttavia i virologhi sanno bene che
virus e batteri si evolvono e si selezionano a seconda dell'ambiente
che trovano.

In fondo il nostro pianeta è abitato in modo enormemente prevalente da
batteri, quindi se funziona per loro deve aver funzionato per tutti.

Sei tu che continui a ripetere una cosa sbagliata: ci sono prove della
selezione naturale tra viventi che hanno un ciclo riproduttivo che
dura pochi minuti. Da qui è logico pensare che si valida per tutti i
viventi, poichè abbiamo tutti gli stessi geni, formati agli stessi
aminoacidi, tutti levogiri e che esprimono le stesse proteine.

Forse tu sei sfuggito a tale selezione: la Natura non è perfetta, come
si sa.

€
Assasukasse©
2004-09-29 07:47:18 UTC
Permalink
Il Wed, 29 Sep 2004 00:12:36 GMT, €rnesto disturbandomi mentre nitravo
del latte per le mie ricariche economiche, scrisse:

ma e' vero che gli elhoim hanno forma di grossi cilindri smussati con
due sfere alla base?
=)
-- -- -- -- -- -- -- -- -- --
Agostino Nevermore
sito consigliato:
http://epp-ed.europarl.eu.int/Press/peve04/eve01/res-communism_en.asp
<Gigi> rael.org
2004-09-30 09:19:49 UTC
Permalink
Post by €rnesto
Sperimentare coi cavalli o le scimmie la selezione naturale nei
laboratori è un po' difficile, tuttavia i virologhi sanno bene che
virus e batteri si evolvono e si selezionano a seconda dell'ambiente
che trovano.
Allora significa che non ci sono prove.
Infatti Lima de Faria polemizza sulla selezione naturale
Post by €rnesto
In fondo il nostro pianeta è abitato in modo enormemente prevalente da
batteri, quindi se funziona per loro deve aver funzionato per tutti.
Cosa?
Se funziona per loro significa che deve aver funzionato per tutti?
E questa sarebbe scienza?
Ma mi prendi in giro?
Post by €rnesto
Sei tu che continui a ripetere una cosa sbagliata: ci sono prove della
selezione naturale tra viventi che hanno un ciclo riproduttivo che
dura pochi minuti. Da qui è logico pensare che si valida per tutti i
viventi, poichè abbiamo tutti gli stessi geni, formati agli stessi
aminoacidi, tutti levogiri e che esprimono le stesse proteine.
Forse tu sei sfuggito a tale selezione: la Natura non è perfetta, come
si sa.
?
Da qui è logico pensare che sia valida per tutti?
Il metodo scientifico non funziona così.
E questa sarebbe una teoria scientifica?
Voglio le prove o i dati di fatto. Non le supposizioni....


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-30 13:12:32 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Sperimentare coi cavalli o le scimmie la selezione naturale nei
laboratori è un po' difficile, tuttavia i virologhi sanno bene che
virus e batteri si evolvono e si selezionano a seconda dell'ambiente
che trovano.
Allora significa che non ci sono prove.
No. Ci sono di quelle seconde specie e non delle prime al piu.
Post by <Gigi> rael.org
Infatti Lima de Faria polemizza sulla selezione naturale.
Anche Mosca polemizza con Mughini...

De Faria non propone alcune teoria... e due.
Dunque non e' totalmente scientifico "polemizzare".
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In fondo il nostro pianeta è abitato in modo enormemente prevalente da
batteri, quindi se funziona per loro deve aver funzionato per tutti.
Cosa?
Se funziona per loro significa che deve aver funzionato per tutti?
Prova (tu) che non funzioni. Ogni volta che e' stato possibile
provarlo su specie viventi... ha funzionato.
Ora tu prova che non funziona.
Post by <Gigi> rael.org
E questa sarebbe scienza?
Certo.
Post by <Gigi> rael.org
Ma mi prendi in giro?
Anche. Infatti non ci capisci niente e te coglionano...
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Forse tu sei sfuggito a tale selezione: la Natura non è perfetta, come
si sa.
Da qui è logico pensare che sia valida per tutti?
E' logico non pensare che sia valida per tutti. Infatti con i raeliani
non funziona. Ma solo con loro... e qualche altro creazionista.

Hai un sistema immunitario tu.. raeliano? Se si'.. allora funziona
anche con te. Se no... ca**i tuoi.. :-)
Post by <Gigi> rael.org
Il metodo scientifico non funziona così.
Ovvero come funzionerebbe?
Post by <Gigi> rael.org
E questa sarebbe una teoria scientifica?
Si'.
Post by <Gigi> rael.org
Voglio le prove o i dati di fatto. Non le supposizioni....
Anche noi. Delle tue "ipotesi" - non teorie.
Altrimenti.. sssst... e smam-ma-re da ogni presunto ambito
"sc-scientifico". A la Gassman in i soliti ignoti.

VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
€rnesto
2004-10-01 22:49:16 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Sperimentare coi cavalli o le scimmie la selezione naturale nei
laboratori è un po' difficile, tuttavia i virologhi sanno bene che
virus e batteri si evolvono e si selezionano a seconda dell'ambiente
che trovano.
Allora significa che non ci sono prove.
Infatti Lima de Faria polemizza sulla selezione naturale
No, significa che non sai ce i batteri sono ANIMALI proprio come gli
altri.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
In fondo il nostro pianeta è abitato in modo enormemente prevalente da
batteri, quindi se funziona per loro deve aver funzionato per tutti.
Cosa?
Se funziona per loro significa che deve aver funzionato per tutti?
E questa sarebbe scienza?
Ma mi prendi in giro?
No, questa è scienza! e fai cadere cento volte una palla d'avorio non
ei mica certo che la centunesima volta andrà allo stesso modo: ma lo
presumi. Sì, questa è scienza. E' così che oggi voli, telefoni, guardi
la TV e ti curi con le staminali.... con le prove empiriche
ripetibili... e le deduzioni conseguenti.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Sei tu che continui a ripetere una cosa sbagliata: ci sono prove della
selezione naturale tra viventi che hanno un ciclo riproduttivo che
dura pochi minuti. Da qui è logico pensare che si valida per tutti i
viventi, poichè abbiamo tutti gli stessi geni, formati agli stessi
aminoacidi, tutti levogiri e che esprimono le stesse proteine.
Da qui è logico pensare che sia valida per tutti?
Sì.
Post by <Gigi> rael.org
Il metodo scientifico non funziona così.
Sì. Il sole è una stella, Su Sole l'idrogeno fonde in elio, su molte
altre setlle succede lo stesso: SI SUPPONE CHE SIA COSI' IN TUTTE LE
STELLE DELL'UNIVERSO.
Post by <Gigi> rael.org
E questa sarebbe una teoria scientifica?
Voglio le prove o i dati di fatto. Non le supposizioni....
Vai in laboratorio e metti l'occhio al microscopio.... Sono cose già
vecchie, nessuno ne discute più. L'incertezza è solo sul modo:
difficole l'evoluzioe in linea diretta, probabile la formzione a
cespuglio, l'accumulo delel mutazioni priduce forse dei salti per la
speiazione o forse c'è una tensione filogenetica ache ancora non
sappiamo e guida la danza....
QUESTE SONO IPOTESI ma che l'evoluzione ci sia stata e che l'ambiente
abbia selezionato le specie , E' TEORIA SCIENTIFICA.
saluti
Ernesto
VR
2004-09-24 13:37:41 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Il cane si è evoluto dal lupo, forse per mutazione naturale seguita da
addomesticamento.
Questo non è naturale.
No? E perche' l'umo non e' naturale?
E uno.
Post by <Gigi> rael.org
C'è l'intervento intelligente dell'uomo durato anni e anni.
L'intervento non e' mica stato sicuramente dell'uomo.. ma molto piu'
probabilmente di entrambe le forme di vita.
Gli antenati del cane domestico erano animali selvaggi che iniziavano
a vivere degli avanzi dei villaggi.. o cuccioli che venivano raccolti
ed allevati senza minimamente immaginare di condurre una selezione
cosciente - intelligente.
Hai voglia...
Post by <Gigi> rael.org
Se non ci fosse stato l'intervento dell'uomo non si sarebbe ottenuto.
Vedi sopra.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Sì che le abbiamo. Comparando i genomi. Si conosce la velocità di
variazione dei genomi per le mutazione casuali che in tutti essi
avvengono e così si possono misurare i tempi del cambiamento.
Ma non abbiamo le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie.
Si. Ci sono. Pesci ciclidi. E recentemente anche pipistrelli.
Inoltre sono state ripetute le esperienze su B. Betularia.. che han
confermato le passate ipotesi.
Inoltre non si riesce - se non con il darwinismo - a spiegare i
processi cladistici molecolari. E questi ultimi sono gli elementi piu'
importanti.
Ora... come si spiega quest'ultimo fenomeno senza evoluzionismo?
Post by <Gigi> rael.org
Quindi nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni
possano emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa verso
l'uomo.
Forse... Non e' stato potuto fare in modo cosi' esteso.. ma lo si e'
fatto in tanti casi piu' limitati.
Ma cosa ancor piu' importante e' stato provato sperimentalmente che i
processi evolutivi non sono "diretti" verso una data manifestazione...
ma sono indeterministici e contengono un'intrinseca casualità.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Che la vita sia una e sia passata dal semplice monocellulare al
complesso pluricellulare è un fatto certissimo,
E qual'è il fatto certissimo?
Qual'è il dato di fatto?
Nessuna certezza nella scienza... ma nessun elemento a conforto di
teorie alternative all'evoluzionismo.. Come mai?
Post by <Gigi> rael.org
. Trovare fossili di questo
Post by €rnesto
genre è quasi impossibile e comunque oggi è molto meno importante.
Invece è importante.
Io voglio i dati di fatto e le prove scientifiche.
Se impossibile, non mi interessa
La stessa cosa la voglio io... specialmente per ipotesi "alternative"
per senso di democrazia...
E degli Elohim e dei raeliani non ce n'e' punto.
Dunque... "nulla di scientifico" sotto il sole dei "raeliani". ;-)
Post by <Gigi> rael.org
E quali sono queste prove?
Non hai risposto alla domanda.
Se preferisci la mano o l'arto va bene.
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, la mano o
l'arto di un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
Prova a pensare agli ossicini dell'orecchio.. che embriologicamente
derivano da una mascella di pesci teleostei.
Post by <Gigi> rael.org
E cosa mi dici di quello che afferma Lima de Faria?
Che sono fregnacce. Non ha un solo elemento a favore di una teoria
alternativa. Neanche uno.
Post by <Gigi> rael.org
Lima de Faria arriva ad affermare: "La parola selezione va addirittura
cancellata dal vocabolario della scienza perché per troppo tempo è stata l'
oppio dei biologi".
Lima de Faria....
Post by <Gigi> rael.org
Egli polemizza con i darwinisti e i neodarwinisti a proposito della
selezione naturale.
Lima-de-Faria è uno dei pià grandi studiosi di cromosomi del mondo. La
sua opera classica è : Molecular Evolution and Organisation of the
Chromosome, Elsevier, Amsterdam 1983
A. Lima-de-FAria è direttore dell'Istituto di Citogenetica molecolare
dell'Università di Lund, in Svezia.
Infatti. E ha anche scritto un libro (ce l'ho e fa' proprio pena)
proprio su tale argomento in cui pero' non propone alcun elemento a
sostegno di una tesi contraria. Come mai?
Sai.. in ambito scientifico certe cose le si devono sapere.
E questo sarebbe uno dei piu' grandi anti evoluzionisti?
Alla faccia...

VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
<Gigi> rael.org
2004-09-27 11:42:04 UTC
Permalink
Post by VR
No? E perche' l'umo non e' naturale?
E uno.
Che palle!!!
Ma capisci quello che dico?
E più di un anno che ti ripeto le stesse cose.
Non ho tempo di ripeterti le stesse cose ogni volta.
Non ho detto che l'uomo non è naturale
Ho detto che l'intervento intelligente dell'uomo non è naturale.
Infatti qui c'è l'intervento dell'intelligenza umana e non il caso o la
necessità, cioè le mutazioni casuali e la selezione
naturale.

Rileggi il primo post e riparti da capo.

IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE

COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.


Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
afferma che ogni forma di vita esistente sulla Terra rappresenta un'opera di
creazione eseguita da esseri intelligenti, è stata a lungo messa al bando
perché giudicata non-scientifica malgrado il grande numero di scienziati che
hanno raggiunto il Movimento Raeliano dopo aver vagliato con cura le altre
teorie disponibili.

Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica, è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.

Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.

Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura. Esso può essere
utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.

I Raeliani si rallegrano di quest'avvenimento ed incoraggeranno la
pubblicazione di articoli in questo campo affinché i biologi non osservino
più le entità viventi come il risultato di mutazioni dovute al caso, ma
piuttosto come delle creazioni sofisticate in cui ogni dettaglio è stato
pensato ed ha la propria ragion d'essere.

« La biologia progredirà rapidamente quando i biologi cesseranno di essere
accecati dalla teoria dell'evoluzione e sono certa che nei prossimi dieci
anni gli scienziati, guardando al passato, si chiederanno come abbiano
potuto accettare così a lungo la teoria dell'evoluzione » ha dichiarato
recentemente la dott.sa Boisselier, porta-parola del Movimento Raeliano.



--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
VR
2004-09-27 13:10:18 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by VR
No? E perche' l'umo non e' naturale?
E uno.
Che palle!!!
Oh... calmo palli'... :-)
Post by <Gigi> rael.org
Ma capisci quello che dico?
Io si'. E tu? Capisci quel che stai dicendo?
Post by <Gigi> rael.org
E più di un anno che ti ripeto le stesse cose.
Infatti. Un anno di fregnacce...
Post by <Gigi> rael.org
Non ho tempo di ripeterti le stesse cose ogni volta.
No. Non sai null'altro oltre quelle fregnacce.. e non sai replicare
alle osservazioni che ti si fanno da un anno.. almeno.
Post by <Gigi> rael.org
Non ho detto che l'uomo non è naturale.
Ho detto che l'intervento intelligente dell'uomo non è naturale.
Ma non c'e' stato "quell'intervento di cui parli": te l'immagini se
quegli uomini volessero fare certi interventi in quel modo che
indichi.
Molti parassiti si sono specializzati a vivere nell'ambiente
domestico... come i cani. E che l'uomo li ha "coscientemente ed
intelligentemente selezionati" in tal senso? Ma ti rendi conto? :-)
Post by <Gigi> rael.org
Infatti qui c'è l'intervento dell'intelligenza umana e non il caso o la
necessità, cioè le mutazioni casuali e la selezione
naturale.
Ma non c'e' stata alcuna intelligenza selettiva a mettersi in casa un
cane o un gatto... solo un aspetto affettivo, "istintuale"...
Post by <Gigi> rael.org
Rileggi il primo post e riparti da capo.
Aridaglie...
Post by <Gigi> rael.org
IL CREAZIONISMO SCIENTIFICO RICONOSCIUTO UFFICIALMENTE
E giu' tutta la pacca... di nuovo... :-)
Post by <Gigi> rael.org
COME TEORIA SCIENTIFICA SULL'ORIGINE DELLA VITA.
Comunicato stampa - 14 settembre 2004 - La teoria raeliana, la quale
afferma che ogni forma di vita esistente sulla Terra rappresenta un'opera di
creazione eseguita da esseri intelligenti, è stata a lungo messa al bando
perché giudicata non-scientifica malgrado il grande numero di scienziati che
hanno raggiunto il Movimento Raeliano dopo aver vagliato con cura le altre
teorie disponibili.
Scrivi nell'altro post quanto segue. Te lo rendo.

"Questa non è una prova."
Post by <Gigi> rael.org
Questa « teoria raeliana », che trova sempre maggior riscontro nella
comunità scientifica,
"Questa non è una prova."
Post by <Gigi> rael.org
è appoggiata da una teoria recente e molto prossima
chiamata « la Teoria di Concezione Intelligente », la quale presume che
nessuna nuova entità vivente possa prodursi per caso.
"Questa non è una prova." (Aggiungo una "presunzione" doppiamente
grave.. perche' deriva da ignoranza)
Post by <Gigi> rael.org
Il 4 agosto 2004, un articolo del dott. Stephen C. Meyer, direttore del «
Discovery Institute's Center for Science & Culture », è apparso nella
rivista degli « Atti della società biologica di Washington » (volume 117,
numero 2, pag. 213-239), pubblicata dal National Museum of Natural History
alla Smithsonian Institution a Washington D.C. In quest'articolo dal titolo
« L'origine dell'informazione biologica e le categorie tassonomiche
superiori », il dott. Meyer argomenta sul fatto che nessuna teoria attuale
sull'evoluzione può spiegare l'origine delle informazioni necessarie a
costruire nuove forme animali. Egli propone il concetto di creazione
intelligente come spiegazione alternativa.
Orpo... che alternativa.
"Questa non è una prova."
Post by <Gigi> rael.org
Quest'articolo rappresenta una grande svolta poiché è stato pubblicato da un
giornale riconosciuto per la sua serietà ed i cui articoli sono oggetto di
una rigorosa selezione da parte di un comitato di lettura.
"Questa non è una prova."
Post by <Gigi> rael.org
Esso può essere utilizzato come referenza e libera così un gran numero di scienziati che non
saranno più vincolati a riferirsi obbligatoriamente alla teoria
evoluzionistica per spiegare le loro scoperte.
"Questa non è una prova."

Non mi interessa se è ragionevole o no.
Io voglio le prove che hanno formato una nuova specie.
Io voglio le prove che hanno formato pesci ad anfibi, dai rettili agli
uccelli, ecc..ecc

Dove sono? Eh?

Non ci sono? Bene.

Smam-ma-re!
VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
VR
2004-10-04 17:09:29 UTC
Permalink
On Mon, 27 Sep 2004 13:10:18 GMT, VR <***@LEVAvirgilio.it>
wrote:

A proposito di quel che hai scritto sull'evoluzione di organismi
"domestici"...
Post by <Gigi> rael.org
Non ho detto che l'uomo non è naturale.
Ho detto che l'intervento intelligente dell'uomo non è naturale.
Tieh... leggi...


04.10.2004
L'evoluzione dei pidocchi
Un tipo di parassita venne trasmesso a Homo sapiens da un'altra specie


Uno studio dell'Università dello Utah mostra come i pidocchi si sono
evoluti insieme alle persone che hanno infestato e rivela che una
specie di ominidi ora estinta entrò in diretto contatto con la nostra
specie circa 25.000 anni fa e diffuse i suoi parassiti ai nostri
antenati.
I ricercatori hanno scoperto che gli esseri umani moderni hanno in
testa due tipi di pidocchi geneticamente distinti. Un tipo si trova in
tutto il mondo e si è evoluto sugli antenati della nostra specie, Homo
sapiens. Il secondo tipo si trova solo nelle Americhe, si è evoluto su
un'altra specie di esseri umani (probabilmente Homo erectus) ed è
balzato su Homo sapiens in occasione di combattimenti, sesso,
condivisione di vestiti o forse cannibalismo.
"Abbiamo scoperto - spiega il biologo Dale Clayton - la prova di un
diretto contatto fra due specie primitive di esseri umani,
probabilmente in Asia 25.000-30.000 anni fa. Oggi i bambini hanno in
testa pidocchi che si sono evoluti su due diverse specie di uomini
primitivi: una di queste erano i nostri antenati, l'altra si è
estinta".
Secondo l'antropologo Alan Rogers, che ha collaborato alla ricerca,
"le tracce del nostro passato sono scritte nei nostri parassiti". Lo
studio e l'analisi dei geni dei pidocchi sono stati descritti in un
articolo che verrà pubblicato online il 5 ottobre sulla rivista "PLoS
Biology".


Nota il passaggio...
"Abbiamo scoperto - spiega il biologo Dale Clayton - la prova di un
diretto contatto fra due specie primitive di esseri umani, probabilmente
in Asia 25.000-30.000 anni fa.
Ecco svelato chi sono gli Elohim: semplici pidocchi... ;-)

Eh... eh...






VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
The Duke
2004-10-07 09:01:53 UTC
Permalink
Post by VR
Post by VR
"Abbiamo scoperto - spiega il biologo Dale Clayton - la prova di un
diretto contatto fra due specie primitive di esseri umani, probabilmente
in Asia 25.000-30.000 anni fa.
Ecco svelato chi sono gli Elohim: semplici pidocchi... ;-)
ROFLASTC!!!!
--
Addio per sempre, terrestre.
The Duke

Tutti possono arricchire
tranne i poveri
Mucca Carolina
2004-09-27 21:01:50 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Ma capisci quello che dico?
Secondo me sei tu che non capisci quello che copi e incolli.
Post by <Gigi> rael.org
E più di un anno che ti ripeto le stesse cose.
Non ho tempo di ripeterti le stesse cose ogni volta.
Non ho detto che l'uomo non è naturale
Ho detto che l'intervento intelligente dell'uomo non è naturale.<---------------
Infatti qui c'è l'intervento dell'intelligenza umana<-------------------------
E di chi diavolo sarebbe questa intelligenza umana??? Del grande puffo o
degli ET??
Post by <Gigi> rael.org
Rileggi il primo post e riparti da capo.
ma tu hai provato a capire cosa c'e' scritto??? In molti ti hanno fatto
notare le facezie e incongruenze che riporti, ma tu IMPERTERRITO.
Almeno Carlos lascia spazio al dubbio.
E poi è sparito, che si sia convertito al siddashy????
--
Mucca Carolina

Questo messaggio è stato scritto con
fosfori riciclati.
Aiuta la comunità, usa anche tu fosfori riciclati.
VR
2004-09-28 09:16:19 UTC
Permalink
Un piccolo "sfizio". ;-)

Da Le Scienze... 25.09.2004

Geni fossili nel lievito
Quando non vengono più utilizzati,
anche i geni diventano obsoleti


Esaminando i reperti fossili, i paleontologi possono studiare la
storia dell'evoluzione e catalogare le caratteristiche che le piante,
gli animali e persino i microbi si sono lasciati alle spalle. Allo
stesso modo, studiando il genoma di un tipo di lievito giapponese, un
team di scienziati dell'Università del Wisconsin di Madison ha
scoperto tracce di geni in via di fossilizzazione che forniscono una
rara occasione di osservare come un organismo, in risposta
all'ambiente, ha modificato la propria chimica interna e ha perso la
capacità di metabolizzare uno zucchero.
La scoperta fornisce un'istantanea dell'evoluzione al lavoro, e mostra
al livello più fondamentale come alcune caratteristiche, quando non
sono più necessarie, vengono scartate da quasi tutte le forme di vita.
In un articolo pubblicato sul numero del 20 settembre della rivista
"Proceedings of the National Academy of Sciences", Sean B. Carroll e
colleghi descrivono la scoperta di un set di sette geni colti
nell'atto di fossilizzarsi. Gli scienziati hanno trovato i geni nel
lievito giapponese Saccharomyces kudriavzevii. Se intatti, i geni sono
tutti funzionalmente collegati e costituiscono una via che permette
all'organismo di convertire il galattosio in energia. Lo stesso
processo, fra i più studiati in biologia, esiste non solo nel lievito
ma in quasi tutti gli altri microbi, piante e animali, compreso
l'uomo. La sua unica funzione è legata all'utilizzo del galattosio e
ciò suggerisce che il lievito abbia sperimentato un salto ecologico
che ha in qualche modo rimosso il galattosio dalla dieta
dell'organismo, rendendo obsoleti questi geni.


VR

"La fonte principale degli attuali contrasti fra le sfere della
religione e della scienza si trova nella concezione di un Dio
personale."
Albert Einstein. Pensieri di un uomo curioso,
Oscar Mondadori Ed. 1997, Milano; p. 115.

***************
La rivincita darwiniana
sul reverendo Paley:

****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******

www.diolaico.it


****** >>>>> SITO AGGIORNATO Settembre 2004 <<<<< ******
€rnesto
2004-09-24 15:29:36 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Il cane si è evoluto dal lupo, forse per mutazione naturale seguita da
addomesticamento.
Questo non è naturale.
C'è l'intervento intelligente dell'uomo durato anni e anni.
Se non ci fosse stato l'intervento dell'uomo non si sarebbe ottenuto.
Così si credeva, oggi prevale la tesi opposta. Del resto il lupo è
animale sociale e fuori dal suo gruppo non sopravvive.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Sì che le abbiamo. Comparando i genomi. Si conosce la velocità di
variazione dei genomi per le mutazione casuali che in tutti essi
avvengono e così si possono misurare i tempi del cambiamento.
Ma non abbiamo le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie.
Beh sì, ragionevolmente sì. Nei tempi "brevi" per noi ma lunghi per il
metabolismo dei batteri si vedono le mutazioni susseguirsi.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Infatti nè il darwinismo, nè il neodarwinismo s'è mai sognato di
affermare una cosa simile!
Quindi nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni
possano emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa verso
l'uomo.
Post by €rnesto
Che la vita sia una e sia passata dal semplice monocellulare al
complesso pluricellulare è un fatto certissimo,
E qual'è il fatto certissimo?
Qual'è il dato di fatto?
I geni. Ad esempio quelli che determinano la simmetria dei Cordati
sono uguali identitici sia in noi, che nel topo, che in ogni animale
cordato (ossia con la spina dorsale).

ono geni costruttivi di base, quando mutano si nasce storpi o non si
nasce, quindi si mantengono nel tempo, mutano gli altri.
Post by <Gigi> rael.org
. Trovare fossili di questo
Post by €rnesto
genre è quasi impossibile e comunque oggi è molto meno importante.
Invece è importante.
Io voglio i dati di fatto e le prove scientifiche.
Se impossibile, non mi interessa
Sono prove scientificissime anche il DNA: è un oggetto tale quale a un
osso, si vede, si manipol, si confronta.
Post by <Gigi> rael.org
Post by €rnesto
Non è un piede, ma una "mano", o almeno un arto anteriore. Qui siamo
ricchi di prove: la natura ha costruito molte ali per venire incontri
ai bisogni diversi dei diversi ambienti, la il meccanismo di base è
uno: palmare gli arti anteriori. Ora non è che la Natura faccia
progetti!!!! La palmatura serviva ad altri scopi, nuotare,
raffreddare... poi un giorno un piccolo rettile ha scoperto che poteva
salvare la pelle lanciandosi da un ramo a palme aperte... volava come
un deltaplano si salvava e faceva più figli. E via raccontando...
?
E quali sono queste prove?
Non hai risposto alla domanda.
Se preferisci la mano o l'arto va bene.
Le prove stanno nei tempi evolutivi: 300/400mila anni fa i primi
animali palmati, poi via via fino agli uccelli, probabili eredi degli
ultimi sauri.
Post by <Gigi> rael.org
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, la mano o
l'arto di >un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
E cosa mi dici di quello che afferma Lima de Faria?
Lima de Faria arriva ad affermare: "La parola selezione va addirittura
cancellata dal vocabolario della scienza perché per troppo tempo è stata l'
oppio dei biologi".
Credo esageri: la sua teoria su forma e funzione si sposa
perfettamente anche con la mutazione genica, del resto indispemnsabile
anche nella sua teoria. DeFaria esclude il concetto di "evoluzione per
selezione naturale" ossia sostiene che le speciazioni avvengono senza
che occorra la selezione naturale di Darwin.
E' solo ad affermarlo, ma anche se avesse rgione non sposterebbe il
fatto che la vita si è evoluta da forme semplici a forme complesse.

Quindi non appoggia le tue tesi.

€
<Gigi> rael.org
2004-09-27 11:02:27 UTC
Permalink
Post by €rnesto
Così si credeva, oggi prevale la tesi opposta. Del resto il lupo è
animale sociale e fuori dal suo gruppo non sopravvive.
Questa non è una prova.
Post by €rnesto
Post by €rnesto
Sì che le abbiamo. Comparando i genomi. Si conosce la velocità di
variazione dei genomi per le mutazione casuali che in tutti essi
avvengono e così si possono misurare i tempi del cambiamento.
Questo non è un dato di fatto che in tempi lunghi si è passati da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Post by €rnesto
Beh sì, ragionevolmente sì. Nei tempi "brevi" per noi ma lunghi per il
metabolismo dei batteri si vedono le mutazioni susseguirsi.
Non mi interessa se è ragionevole o no.
Io voglio le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie.
Io voglio le prove che in tempi lunghissimi si è passati da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Post by €rnesto
I geni. Ad esempio quelli che determinano la simmetria dei Cordati
sono uguali identitici sia in noi, che nel topo, che in ogni animale
cordato (ossia con la spina dorsale).
E allora?
Nessuno ha provato sperimentalmente l'idea che grandi variazioni
possano emergere da forme di vita più semplici in una interrotta ascesa
verso
l'uomo.
Post by €rnesto
ono geni costruttivi di base, quando mutano si nasce storpi o non si
nasce, quindi si mantengono nel tempo, mutano gli altri.
Voglio le prove che tempo si è passati da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Post by €rnesto
Sono prove scientificissime anche il DNA: è un oggetto tale quale a un
osso, si vede, si manipol, si confronta.
Le varie ipotesi evoluzioniste non sono un dato di fatto.
Ci sono buchi da tutte le parti.
Come si è evoluta la materia non-vivente alla materia-vivente?
Come si avuta l'origine primordiale delle particelle elementari da cui l'
evoluzione ha preso le mosse?
Come mai gli scienziati non sono riusciti a produrre tutti e 20 gli
amminoacidi necessari, nell'ipotetico brodo primordiale?
Come si è avuta l'unione di più molecole semplici a formarne di più grandi?
La cellula ha bisogno di proteine enzimatiche necessarie al suo
funzionamento, senza le quali la cellula morrebbe. Ne servono 2000. Come si
sono formate queste proteine?
La cellula deve essere circondata da una membrana. Come si è formata la
membrana?
Le attuali membrane cellulari sono dotate di canali e pompe che regolano l'
entrata e l'uscita di sostanze nutritizie, prodotti di rifiuto, ioni
metallici e via dicendo. Questi canali specializzati richiedono proteine
altamente specifiche.
Come si sono formate?
Come si è formato il DNA?
Da dove sono saltati fuori le primitive forme di vita?
La formazione delle proteine dipende dal DNA. Ma il DNA non si può formare
senza una proteina preesistente.
Sono comparse prima le proteine o gli acidi nucleici?
Si sono formate in parallelo? E come è successo?
Dove sono le forme di transizione da una specie ad un'altra?
Ecc...ecc...ecc.....
Vorrei dei dati di fatto a queste domande.
Voglio le prove. Voglio che venga provato sperimentalmente.
Post by €rnesto
Le prove stanno nei tempi evolutivi: 300/400mila anni fa i primi
animali palmati, poi via via fino agli uccelli, probabili eredi degli
ultimi sauri.
Non mi interessano le ipotesi.
E quali sono queste prove?
Continui a non rispondere alla domanda.
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, la mano o
l'arto di un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
Post by €rnesto
Credo esageri: la sua teoria su forma e funzione si sposa
perfettamente anche con la mutazione genica, del resto indispemnsabile
anche nella sua teoria. DeFaria esclude il concetto di "evoluzione per
selezione naturale" ossia sostiene che le speciazioni avvengono senza
che occorra la selezione naturale di Darwin.
E' solo ad affermarlo, ma anche se avesse rgione non sposterebbe il
fatto che la vita si è evoluta da forme semplici a forme complesse.
Quindi non appoggia le tue tesi.
?
Non mi sembra poco.
Esclude il concetto di evoluzione naturale.
Quindi darwinisti e i neodarwinisti si sono sbagliati a proposito della
selezione naturale?


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Mucca Carolina
2004-09-27 21:01:52 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Non mi interessa se è ragionevole o no.
Io voglio le prove che in tempi lunghi potrà formarsi una nuova specie.
Io voglio le prove che in tempi lunghissimi si è passati da
pesci ad anfibi, dai rettili agli uccelli, ecc..ecc
Noi, invece, vogliamo le prove che
-tu esisti
-chi sono gli antenati dei tuoi antenati dei tuoi antenati dei tuoi antenati
-come rano fatti morfologicamente e come sei fatto tu
-che gli ET esistono
-che i loro laboratori sono esistiti
-che arriveranno nel 2035
-che il francese non sia il solito venditore di caldarroste marce.
-che campa solo con i proventi delle vendite dei libri di cui non vende
una copia che una.
-che... bafh... lasciamo stare altrimenti viene notte.
--
Mucca Carolina

Questo messaggio è stato scritto con
fosfori riciclati.
Aiuta la comunità, usa anche tu fosfori riciclati.
Mucca Carolina
2004-09-24 15:46:42 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Invece è importante.
Io voglio i dati di fatto e le prove scientifiche.
Se impossibile, non mi interessa
Iniziamo con i dati di fatto: Rael è un puffarolo e le prove
scientifiche te le ha scritte Rael nei suoi 8 ammassi di cartaccia
Le teorie di Rael sono IMPOSSIBILI, ergo non ti devono interessare.
Post by <Gigi> rael.org
E quali sono queste prove?
Quali sono le prove che fornisce il tuo capo a sostegno delle sue favole??
Post by <Gigi> rael.org
Non hai risposto alla domanda.
Idem
Post by <Gigi> rael.org
Se preferisci la mano o l'arto va bene.
Dove sono le forme di vita per così dire intermedie in cui si possa
constatare l'evoluzione di un tratto in un altro?: per esempio, la mano o
l'arto di un animale che si trasforma poco per volta in un'ala?
Forse basterebbe prendere il bruco e la farfalla o i girini e le rane.
--
Mucca Carolina

Il mondo si divide in 10 categorie: chi conosce il binario e chi no.
Ai raeliani la spieghiamo con un corso di 32 dispense settimanali.
<Gigi> rael.org
2004-09-18 16:46:21 UTC
Permalink
Post by Mucca Carolina
Non per farmi i cazzi tuoi,
Invece, fatti i cazzi tuoi


--
saluti

<Gigi>

i raeliani nel sito www.rael.org
la prima società di clonazione umana nel sito www.clonaid.com
Mucca Carolina
2004-09-18 19:28:41 UTC
Permalink
Post by <Gigi> rael.org
Post by Mucca Carolina
Non per farmi i cazzi tuoi,
Invece, fatti i cazzi tuoi
Sei sfortunato, non ne sono capace. A meno che tu non risponda a quanto
ti ho chiesto. In tal caso mi ritiro nella stalla a ciucciare la panocchia.
Gary
2004-09-25 12:53:40 UTC
Permalink
Ho vagamente letto la sequenza dei messaggi.

Ah ah ah ....
Iside
2004-11-22 17:01:02 UTC
Permalink
Scrivendo racconti a cinque centesimi la parola non si diventa ricchi, si
diventa ricchi fondando una religione
(R.L.Hubbard, scrittore di fantascienza e fondatore della chiesa di
scientology)

Continua a leggere su narkive:
Loading...