Discussione:
Nucleare: cover-up e collusioni, prove dell'ovvio
(troppo vecchio per rispondere)
fuzzy
2011-07-02 05:49:39 UTC
Permalink
http://www.swissinfo.ch/ita/detail/content.html?cid=30590704

Nucleare: Fukushima; governo Gb cercò insabbiare disastro

Il governo britannico cercò di insabbiare il disastro nucleare di
Fukushima
avvicinando le aziende del settore nucleare per mettere a punto una
strategia coordinata di pubbliche relazioni.

E-mail interne ottenute dal Guardian mostrano come soltanto due giorni
dopo
il terremoto e lo tsunami dell'11 marzo, quando ancora non erano noti i
livelli di radiazione fuoriusciti dall'impianto danneggiato, le
multinazionali nucleari Edf Energy, Areva e Westinghouse lavorarono in
stretto coordinamento con i responsabili governativi nel settore
dell'energia per assicurare che l'incidente non facesse finire su un
binario
morto i loro piani per una nuova generazione di centrali nel Regno Unito.

"Questo incidente ha il potenziale di far fare passi indietro
all'industria
nucleare nel mondo", ha scritto un funzionario del Department for
Business,
Innovation and Skills (Bis) il cui nome è stato censurato: "Dobbiamo fare
in
modo che la lobby anti-nucleare non guadagni terreno occupando il
territorio
e tenendo posizioni. Dobbiamo mostrare che il nucleare è veramente sicuro".

Le e-mail sono state condannate da Greenpeace: mettono in luce una
"scandalosa collusione" tra industria e governo, ha detto Louise Hutchins,
una portavoce del gruppo ambientalista, secondo cui i documenti mostrano
"la
cieca ossessione del governo per l'energia nucleare" e provano che "non ci
si può fidare nè del governo, nè dell'industria, in materia di centrali
atomiche".

L'incidente di Fukushima, provocato dal terremoto e dallo tsunami in
Giappone dell'11 marzo, ha costretto 80 mila persone a lasciare le loro
case
e messo in crisi la fiducia del mondo nell'atomo. In Germania, Italia,
Svizzera, Tailandia e Malesia piani per la costruzione di nuovi impianti
sono stati abbandonati in seguito al disastro.

sda-ats

http://www.examiner.com/human-rights-in-national/scandalous-collusion-gov-t-
nuclear-industry-planned-fukushima-cover-up

http://www.guardian.co.uk/uk/2011/jul/01/huhne-fukushima-emails-criticism?
INTCMP=SRCH

OVUNQUE C'E' NUCLEARE C'E' PUZZA DI MARCIO, COME MAI?
--
------------
fuzzy

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
AleTV
2011-07-02 09:50:03 UTC
Permalink
Post by fuzzy
OVUNQUE C'E' NUCLEARE C'E' PUZZA DI MARCIO, COME MAI?
Emerito filosofo mononeurone: ovunque c'è industria c'è puzza di marcio,
come mai?
Ma siccome c'è il nucleare, allora tutto il resto passa in secondo piano,
molto comodo direi.
fuzzy
2011-07-02 12:29:23 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by fuzzy
OVUNQUE C'E' NUCLEARE C'E' PUZZA DI MARCIO, COME MAI?
Emerito filosofo mononeurone: ovunque c'è industria c'è puzza di marcio,
come mai?
per lo stesso motivo per cui dopo il Vajont (che ti piace tanto
citare) a nessuno venne in mente di bandire l'idroelettrico, o di
demolire la diga.
Post by AleTV
Ma siccome c'è il nucleare, allora tutto il resto passa in secondo piano,
molto comodo direi.
Piu che altro molto ragionevole: il nucleare è il nucleare.

----
fuzzy
AleTV
2011-07-02 16:32:32 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by AleTV
Emerito filosofo mononeurone: ovunque c'è industria c'è puzza di marcio,
come mai?
per lo stesso motivo per cui dopo il Vajont (che ti piace tanto
citare) a nessuno venne in mente di bandire l'idroelettrico, o di
demolire la diga.
Il nesso con quello che ho scritto sarebbe?
Post by fuzzy
Post by AleTV
Ma siccome c'è il nucleare, allora tutto il resto passa in secondo piano,
molto comodo direi.
Piu che altro molto ragionevole: il nucleare è il nucleare.
A capisco, fa da capro espiatorio, ok.
fuzzy
2011-07-02 17:33:19 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by fuzzy
Emerito filosofo mononeurone: ovunque c' industria c' puzza di marcio,
come mai?
per lo stesso motivo per cui dopo il Vajont (che ti piace tanto
citare) a nessuno venne in mente di bandire l'idroelettrico, o di
demolire la diga.
Il nesso con quello che ho scritto sarebbe?
Post by fuzzy
Ma siccome c' il nucleare, allora tutto il resto passa in secondo piano,
molto comodo direi.
Piu che altro molto ragionevole: il nucleare il nucleare.
A capisco, fa da capro espiatorio, ok.
no, fai finta di non capire.
Il nucleare è pericoloso in un modo in cui tutti gli altri modi di
produzione non sono.
E questo è facilmente e giustamente percepito dalla maggior parte
delle persone sane di mente, e che non hanno conflitti di interesse
(economico). E il fatto è dimostrato anche dal modo come vengono
coperti gli incidenti e le morti e le malattie derivate da nucleare
(stime ufficiali dimostratamente non attendibili).

Per cui non ha senso fare paragoni col carbone, gas, dighe ecc. il
nucleare è il nucleare (almeno questo attuale).

---
fuzzy
AleTV
2011-07-02 18:07:04 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Il nucleare è pericoloso in un modo in cui tutti gli altri modi di
produzione non sono.
Non mi pare proprio stando alle morti per kWh generato.
Se vuoi tirare dentro anche i malati, c'è ancora meno possibilità di
interpretare visto che si sta parlando di nucleare civile.
Ma evidentemente si fa finta di non voler vedere i numeri ed andare invece
ad emozioni.
Post by fuzzy
E questo è facilmente e giustamente percepito dalla maggior parte
delle persone sane di mente, e che non hanno conflitti di interesse
(economico).
Spiacente, esistono persone senza interessi economici che guardando
l'argomento energetico a 360 gradi continuano a sostenere che il nucleare è
una buona scelta.
Post by fuzzy
E il fatto è dimostrato anche dal modo come vengono
coperti gli incidenti e le morti e le malattie derivate da nucleare
(stime ufficiali dimostratamente non attendibili).
Ah, si, tutto coperto, compresi gli studi che vorrebbero dimostrare la non
attendibilità dei dati forniti ufficialmente.
Perchè a parte trovare materiale che cita documenti "indipendenti" di cui
poi però non c'è possibilità di andare a vederli all'origine, altro non c'è,
mi spiace.
Post by fuzzy
Per cui non ha senso fare paragoni col carbone, gas, dighe ecc. il
nucleare è il nucleare (almeno questo attuale).
Non ha senso sicuramente per i mononeuroni, purtroppo ce ne sono tantini...
Ma capisco molto bene che avere un capro espiatorio contro cui scagliarsi da
parecchio da fare in modo che non si possa vedere il resto, come strategia
non fa una piega.
Fatal_Error
2011-07-02 19:31:47 UTC
Permalink
Post by fuzzy
no, fai finta di non capire.
Il nucleare è pericoloso in un modo in cui tutti gli altri modi di
produzione non sono.
Infatti, e' dimostrato estremamente MENO pericoloso, per far migliaia di
morti con una diga basta una frana e SOLO in ITALIA per produrre energia di
dighe tipo Vajont ne abbiamo 541 (in lettere: CINQUECENTOQUARANTADUE), molte
ANTEGUERRA:
http://www.registroitalianodighe.it/
per farli con il nucleare c'e' voluto il COMUNISMO sovietico, con la sua
incapacita', corruzione, mafia, arretratezza culturale, oppressione e
mancanza di LIBERTA', proprio quello che i VOSTRI LEADER volevano (e molti
ancora vogliono) portare in Italia, invece per adesso anche un terremoto di
nono grado con tsunami di 14 metri, nonostante abbia fatto decine di
migliaia di morti e provocato il CROLLO DI UNA DIGA con conseguenti MIGLIAIA
DI MORTI, per il nucleare non ha fatto manco una vittima. Se poi vuoi citare
l'area (gia' completamente distrutta dallo tsunami) PROVVISORIAMENTE e
PRECAUZIONALMENTE evacuata, basta pensare che per produrre l'energia di
quella centrale con pannelli fotovoltaici, un'area analoga sarebbe stata
resta STERILE, INABITABILE
Post by fuzzy
E questo è facilmente e giustamente percepito dalla maggior parte
delle persone sane di mente, e che non hanno conflitti di interesse
(economico).
Si, hanno solo qualche piccolo conflitto POLITICO: demonizzare ogni scelta
di Berlusconi cercando di farlo cadere, sciacallando sulle conseguenze di
TERREMOTI DI NONO GRADO e TSUNAMI di 14 METRI, disinformando la popolazione,
parlando di solare ed eolico e raddoppiando le MORTALI centrali a carbone,
fregandosene allegramente delle conseguenze sulla nostra salute, sulla
nostra devastata economia e sul nostro futuro! Le prove? Eccole, chiare come
il sole:
http://www.rinopruiti.it/dblog/articolo.asp?articolo=1107
http://miemezzeverita.splinder.com/post/24356886/nel-2004-vendola-la-bindi-diliberto-pisapia-e-franceschini-votarono-a-favore-del-nucleare
http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/articolo-25517.htm
http://www.ivg.it/2011/03/ampliamento-tirreno-power-burlando-nucleare-e-vulnerabile-il-carbone-abbordabile/
Post by fuzzy
E il fatto è dimostrato anche dal modo come vengono
coperti gli incidenti e le morti e le malattie derivate da nucleare
(stime ufficiali dimostratamente non attendibili).
Dimostrate non attendibili un paio di PALLE! Sono DATI e stime frutto di
approfonditi e seri STUDI SCIENTIFICI da parte di CENTINAIA di SCIENZIATI di
chiara fama internazionale, fatte da 8 agenzie specializzate dell'ONU,
compresa l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA),
Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), United Nations Development
Programme (UNDP), l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), United Nations
Environment Programme (UNEP ), Ufficio delle Nazioni Unite per il
Coordinamento degli Affari Umanitari (UN-OCHA), Comitato scientifico delle
Nazioni Unite sugli effetti delle radiazioni atomiche (UNSCEAR) e la Banca
mondiale, così come i governi di Bielorussia, Federazione Russa e Ucraina.

Tu cosa porti quale dimostrazione di questa presunta inattendibilita', "il
blog dei falliti vetero-stalinisti?" ROTFL
fuzzy
2011-07-02 20:11:17 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Il nucleare pericoloso in un modo in cui tutti gli altri modi di
produzione non sono.
Infatti, e' dimostrato estremamente MENO pericoloso, per far migliaia di
morti ...
questo criterio statistico della pericolosità, in base a quanti morti,
in quanto tempo, è assolutamente non sufficiente per fornire una
valutazione realistica di pericolosità e rischio.

1) i dati ufficiali sulle morti sono inattendibili, e/o sono
incompleti
2) non basta misurare i morti
3) ci sono altri danni a persone che non sono "morte"
4) i morti alla data x potrebbero non essere gli stessi alla data x+y
e y potrebbe essere anche molti decenni
5) gli studi epidemiologici per correlare evento a morti malattie ecc.
sono difficili da realizzare e non sempre è possibile
6) vi sono danni ambientali da considerare, permanenti o persistenti

Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
tanto la tua sbrodolata, quanto quella di AleTV, mi risultano del
tutto inconsistenti , fuffa.

fuzzy
Fatal_Error
2011-07-02 21:13:17 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by fuzzy
no, fai finta di non capire.
Il nucleare pericoloso in un modo in cui tutti gli altri modi di
produzione non sono.
Infatti, e' dimostrato estremamente MENO pericoloso, per far migliaia di
morti ...
questo criterio statistico della pericolosità, in base a quanti morti,
in quanto tempo, è assolutamente non sufficiente per fornire una
valutazione realistica di pericolosità e rischio.
1) i dati ufficiali sulle morti sono inattendibili, e/o sono
incompleti
Inattendibili? Pensi che qualche decina di migliaia di tumori alla tiroide
sia stato "perso per strada"? ROTFL
Sei solo tu che sei un IMMENSO IGNORANTE, se ti sforzassi di STUDIARE gli
argomenti di cui parli capiresti da solo le IMMENSE STRO...TE che dici!
Comincia da qui, per capire l'approccio di quegli studi:
http://www.unscear.org/docs/reports/2008/11-80076_Report_2008_Annex_D.pdf
Post by fuzzy
2) non basta misurare i morti
3) ci sono altri danni a persone che non sono "morte"
Si, deve arrivare il "fuzzy" di turno a spiegare agli oltre SEICENTO
scienziati dell'ONU che hanno fatto il rapporto che ci sono anche danni a
persone che non sono "morte", mica ci avevano pensato...
Post by fuzzy
4) i morti alla data x potrebbero non essere gli stessi alla data x+y
e y potrebbe essere anche molti decenni
Cavolo, ma sei una miniera di preziosi suggerimenti! Peccato che i 4000
morti di cui parla l'ONU comprendano anche QUELLI FUTURI...
IGNORANTE!
Post by fuzzy
5) gli studi epidemiologici per correlare evento a morti malattie ecc.
sono difficili da realizzare e non sempre è possibile
Ah no, un incremento di qualche migliaia di morti sfugge ai controlli...
Mah, saranno un milione? Shhh.... Che non se ne accorge nessuno...
IGNORANTE!
Post by fuzzy
6) vi sono danni ambientali da considerare, permanenti o persistenti
E certo che ci sono! Ma come ti ho dimostrato, solo per i pannelli solari
necessari a produrre l'energia di UNA centrale di quel tipo devi rendere
INABITABILE e STERILE per SEMPRE un'area equivalente a quella
precauzionalmente evacuata in caso di un UNICO e GRAVISSIMO incidente
nucleare provocato da uno TSUNAMI di 14 metri. Ovvero, se al posto delle
centrali nucleari nel mondo avessimo messo pannelli fotovoltaici, un'area di
circa CINQUECENTO volte quella di Fukushima sarebbe INABITABILE e STERILE
PER SEMPRE.
Post by fuzzy
Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
Mi togli una curiosita'? Ma l'esame delle medie sei riuscito a passarlo alla
prima? ROTFL
fuzzy
2011-07-03 00:21:49 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
Post by fuzzy
1) i dati ufficiali sulle morti sono inattendibili, e/o sono
incompleti
Inattendibili? Pensi che qualche decina di migliaia di tumori alla tiroide
sia stato "perso per strada"? ROTFL
cernobyl ufficialmente si parla di 65 morti, il che è evidentemente
ridicolo.
Post by Fatal_Error
Post by fuzzy
2) non basta misurare i morti
3) ci sono altri danni a persone che non sono "morte"
Si, deve arrivare il "fuzzy" di turno a spiegare agli oltre SEICENTO
scienziati dell'ONU
No, veramente lo sto spiegando a te, che non sei ne 600 scienziati e
neanche 1, sei tu che hai parlato di pericolosità/morti: "e'
dimostrato estremamente MENO pericoloso, per far migliaia di
morti ..."

quindi hai detto una cazzata, e se adesso cerchi di correggerti, fai
la seconda figura di merda in due post.

:-)

fuzzy
Fatal_Error
2011-07-03 01:40:26 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Fatal_Error
Post by fuzzy
1) i dati ufficiali sulle morti sono inattendibili, e/o sono
incompleti
Inattendibili? Pensi che qualche decina di migliaia di tumori alla tiroide
sia stato "perso per strada"? ROTFL
cernobyl ufficialmente si parla di 65 morti, il che è evidentemente
ridicolo.
Si parla? Ma cosa dici? I rapporti ONU parlano di 4000 morti passati,
presenti e futuri, quella e' l'unica fonte SERIA e attendibile.
Post by fuzzy
Post by Fatal_Error
Post by fuzzy
2) non basta misurare i morti
3) ci sono altri danni a persone che non sono "morte"
Si, deve arrivare il "fuzzy" di turno a spiegare agli oltre SEICENTO
scienziati dell'ONU
No, veramente lo sto spiegando a te, che non sei ne 600 scienziati e
neanche 1, sei tu che hai parlato di pericolosità/morti: "e'
dimostrato estremamente MENO pericoloso, per far migliaia di
morti ..."
Certo che si contano i morti causati, la pericolosita' come dovresti
considerarla, in base alle ca..ate che vengono scritte sui blog? Gli effetti
nefasti della radioattivita' sono l'aumento dei tumori e delle leucemie,
quindi dei morti! Ovvio che a fronte di 4000 morti ci sono 20.000 persone
che si sono ammalate/si ammaleranno e sono guarite/guariranno a causa della
radioattivita'. Purtroppo un incidente GRAVISSIMO a Chernobyl c'e' stato, ma
ci sono cose MOLTO PEGGIORI, ad esempio la chimica, ma sforzati di leggere:
http://it.wikipedia.org/wiki/Disastro_di_Bhopal

E se credi che l'Isocianato di Metile sia stato bandito dopo Bhopal,
dimostri la tua immensa ignoranza... Lo puoi comperare anche online:
http://italian.alibaba.com/products/methyl-isocyanate.html

E se pensi che sia solo l'Isocianato di Metile o la Diossina di Seveso a
poter produrre disastri, informati sulla normativa "Seveso II" o sui
depositi di GPL che magari hai vicino a casa (dimmi dove abiti e ti
INFORMO):
http://www.proteccioncivil-andalucia.org/Documentos/SanJuanico.htm
AleTV
2011-07-02 21:31:45 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
tanto la tua sbrodolata, quanto quella di AleTV, mi risultano del
tutto inconsistenti , fuffa.
Ah, ok, prima parlavi di evidenze contro quanto disponibile ufficialmente.
Ora invece sei passato alla versione "gli studi epidemiologici per correlare
evento a morti malattie ecc.
sono difficili da realizzare e non sempre è possibile".
Guarda, per il nucleare civile ne hanno fatti a iosa, se poi i risultati non
piacciono a quelli che appunto vedeono nel nucleare il comune denominatore
contro cui divertirsi a sparare frescacce, pazienza.
fuzzy
2011-07-07 07:22:19 UTC
Permalink
Post by AleTV
Post by fuzzy
Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
tanto la tua sbrodolata, quanto quella di AleTV, mi risultano  del
tutto inconsistenti  , fuffa.
Ah, ok, prima parlavi di evidenze contro quanto disponibile ufficialmente.
Ora invece sei passato alla versione "gli studi epidemiologici per correlare
evento a morti malattie ecc.
sono difficili da realizzare e non sempre possibile".
non capisco
Post by AleTV
Guarda, per il nucleare civile ne hanno fatti a iosa, se poi i risultati non
piacciono a quelli che appunto vedeono nel nucleare il comune denominatore
contro cui divertirsi a sparare frescacce, pazienza.
Stabilire se l'evento x (malattia, morte) sia correlata a un dato
evento y, non è cosa semplice, soprattutto se l'evento y è eccezionale
e non ripetibile.

Se io mi faccio il bagno in un mare inquinato, perché non ci sono i
divieti esposti, e due giorni dopo mi viene l'impetigine, o un'otite,
o una gastroenterite, come faccio a dimostrare che mi è venuta a causa
dell'inquinamento (e a chiedere un eventuale risarcimento)?

Dunque da una parte c'e' una chiara responsabilità del comune,
dall'altra c'e' l'impossibilità di poter opporre alcunché, e quindi di
essere eventualmente risarciti. Ora, nel caso del mare la cosa è
ancora tollerabile, ma nel caso di una centrale nucleare, dove le
conseguenze di incidenti piccoli o grandi, possono essere anche molto
serie, questa difficoltà di correlazione diventa molto grave, perché
significa che non puoi mai dimostrare, o cmq vi sono grandi difficoltà
metodologiche, che i tali danni dipendono dalla centrale e non dallo
stormo che passava quel giorno.

E questo vale sia per i singoli eventi, sia per gli studi
epidemiologici generali (cioè per scopi medici, slegati da perizie di
parti nei processi penali ecc.).

In questo margine di "opacità" l'azienda che gestisce la centrale ci
sguazza, e è invece una mancanza (o difficoltà) di tutela da parte
degli utenti. Questa cosa è una tra le tante che mi ha indotto a
votare contro il nucleare, poi ci sono le altre cose, sempre legate
alla "gestione" del Nulceare (es. l'Agenzia con 5 membri di cui 3
politici... di cui uno medico va a dire in giro che dagli inceneritori
esce "0" perchè è finanziato dalle aziende del settore... come fai a
fidarti di un'Agenzia cosi?)

fuzzy
Aleph
2011-07-03 17:21:54 UTC
Permalink
...
Post by fuzzy
Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
tanto la tua sbrodolata, quanto quella di AleTV, mi risultano del
tutto inconsistenti , fuffa.
...

Aggiungo un paio di cose.

Intanto la menata che a Fukushima le centrali avrebbero sperimentato un
terremoto di nono grado della scala Richtere è una bufala propalata da
ignoranti che non sanno neppure dio cosa parlano.
Il nono grado Richter misura la magnitudo, ovvero l'energia liberata
complessivamente dal terremoto, ma quello che conta per le strutture sono
le accelerazioni sperimentate in loco.
Enzo Boschi, qualche giorno dopo il sisma, chiari che le accelerazioni al
suolo misurate all'Aquila sono state superiori a quelle sperimentate a
Fukushima.
I 14 metri dello Tsunami, che in ogni caso non sono tali perché sono di
meno, non riescono a nascondere neppure di un pelo l'errore grossolano dei
progettisti, che hanno collocato le pompe diesel in punti più bassi,
rispetto al livello del mare, rispetto ad altre strutture molto meno
critiche delle pompe di raffreddamento.

Riguardo alle polveri sottili, che non facciano bene alla salute è cosa
nota, ma stabilire quale sia il loro effetto qualitativo sulla salute
delle persone non è così immediato come certi agitprop fascisti e faziosi
vorrebbero far credere.

Ti do un suggerimento (se vuoi ti puoi togliere lo sfizio di aprire un
thread in merito, così ci divertiamo): prova ad andare a vedere le morti
per tumore al polmone (che dovrebbe essere il tumore d'elezione provocato
dalle polveri sottili) in Italia e Francia e confrontale (ma è istruttivo
prendere in considerazione anche gli altri Paesi europei.
Che diamine, la Francia, il più nuclearista dei Paesi nucleri e l'Italia,
che non c'ha in funzione nemmeno una centrale, se fosse quanto dicono i
propagandisti disinformati e ignoranti che bazzicano in questo gruppo ci
dovrebbe essere un'ecatombe in Italia rispetto alla Francia, non ti pare?
Mi sa che invece (fortunatamente) non è così.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
AleTV
2011-07-03 20:43:47 UTC
Permalink
Post by Aleph
Che diamine, la Francia, il più nuclearista dei Paesi nucleri e l'Italia,
che non c'ha in funzione nemmeno una centrale, se fosse quanto dicono i
propagandisti disinformati e ignoranti che bazzicano in questo gruppo ci
dovrebbe essere un'ecatombe in Italia rispetto alla Francia, non ti pare?
Mi sa che invece (fortunatamente) non è così.
Oibo' e il rovescio no? Se il nucleare è tanto dannoso non dovremmo essere
messi molto meglio della francia?
In ogni caso fin che non si confrontano gli andamenti attorno ai siti non ne
esci.
Ovviamente capirai anche il perché visto che il numero di persone attorno
alle centrali e visto il numero di centrali complessivamente non tirano
fuori un bacino di popolazione da far deviar la media.
Ciao coglione.
Fatal_Error
2011-07-03 23:14:39 UTC
Permalink
Post by Aleph
...
Post by fuzzy
Pertanto - partendo da questo presupposto implicito e sbagliato -
tanto la tua sbrodolata, quanto quella di AleTV, mi risultano del
tutto inconsistenti , fuffa.
...
Aggiungo un paio di cose.
Intanto la menata che a Fukushima le centrali avrebbero sperimentato un
terremoto di nono grado della scala Richtere è una bufala propalata da
ignoranti che non sanno neppure dio cosa parlano.
Sei il primo che parla in questi termini, quindi ti autodetermini
l'IGNORANTE che sei. Nessuno ha detto che la centrale di Fukushima ha
"sperimentato" un terremoto di nono grado, infatti il terremoto NON HA FATTO
NESSUN DANNO RILEVANTE ALLE CENTRALI, ma che c'e' voluto un terremoto del
nono grado ed il CONSEGUENTE TSUNAMI di ALMENO 14 metri:
http://www.diariodelweb.it/Articolo/Mondo/?d=20110322&id=192103
Post by Aleph
Il nono grado Richter misura la magnitudo, ovvero l'energia liberata
complessivamente dal terremoto, ma quello che conta per le strutture sono
le accelerazioni sperimentate in loco.
IL TERREMOTO HA PROVOCATO LO TSUNAMI e LO TSUNAMI ha provocato l'incidente,
asino! Quindi c'e' voluto un terremoto del NONO GRADO E il conseguente
Tsunami per danneggiare la centrale.
Post by Aleph
I 14 metri dello Tsunami, che in ogni caso non sono tali perché sono di
meno...
Fonti affidabili please...
Post by Aleph
non riescono a nascondere neppure di un pelo l'errore grossolano dei
progettisti, che hanno collocato le pompe diesel in punti più bassi,
rispetto al livello del mare, rispetto ad altre strutture molto meno
critiche delle pompe di raffreddamento.
L'errore e' stato semplicemente di non prevedere un evento del genere,
ovvero un TERREMOTO DEL NONO GRADO, decine di migliaia di volte piu'
energetico di quello dell'Aquila, ed il CONSEGUENTE TSUNAMI di QUATTORDICI
METRI, se il terremoto fosse stato come quello dell'Aquila NIENTE Tsunami e
NIENTE incidente, hai capito ora, IGNORANTE? Si era (quarant'anni orsono)
costruita la centrale in base all'ipotesi ritenuta peggiore, ovvero di un
Tsunami di 6 metri, rendendo la centrale in grado di reggerne uno di 8
metri, nessuno pensava ad uno Tsunami di 14 metri, unico nella storia del
Giappone. Ma ora stanno gia' costruendo barriere di protezione ANCHE per
eventi del genere.
Post by Aleph
Riguardo alle polveri sottili, che non facciano bene alla salute è cosa
nota, ma stabilire quale sia il loro effetto qualitativo sulla salute
delle persone non è così immediato come certi agitprop fascisti e faziosi
vorrebbero far credere.
Ah, ma guarda che strano... Per i COMUNISTI STALINISTI quando l'OMS e l'ONU,
ecc. ecc. parlano di CENTINAIA DI MIGLIAIA DI MORTI causati dalle polveri
sottili (che i COMUNISTI vogliono aumentare con il Carbone) esagerano
sicuramente, in quanto il "loro effetto quantitativo sulla salute delle
persone non e' cosi' immediato come i "fascisti", quali ad esempio l'OMS e
GREENPEACE, vorrebbero far credere
(http://www.greenpeace.org/italy/Global/italy/report/2008/11/carbone-costi.pdf/)
mentre invece quando parlano dei 4000 morti causati IN TUTTO da Chernobyl,
allora sicuramente OMS, ONU, ecc. ecc. ecc. minimizzano ridicolmente, in
quanto assoldati da non si capisce bene da chi... Da B.? LOL
Post by Aleph
Ti do un suggerimento (se vuoi ti puoi togliere lo sfizio di aprire un
thread in merito, così ci divertiamo): prova ad andare a vedere le morti
per tumore al polmone (che dovrebbe essere il tumore d'elezione provocato
dalle polveri sottili) in Italia e Francia e confrontale (ma è istruttivo
prendere in considerazione anche gli altri Paesi europei.
Che diamine, la Francia, il più nuclearista dei Paesi nucleri e l'Italia,
che non c'ha in funzione nemmeno una centrale, se fosse quanto dicono i
propagandisti disinformati e ignoranti che bazzicano in questo gruppo ci
dovrebbe essere un'ecatombe in Italia rispetto alla Francia, non ti pare?
Uh che fine analisi statistica, dovrebbero assumerti... A Zelig! Non
commento oltre perche' un approccio statistico del genere non merita
commenti... Anzi, uno lo merita: IGNORANTE!
ROTFL...
Aleph
2011-07-04 08:05:53 UTC
Permalink
Aleph ha scritto:

Fonte affidabile sull'altezza dell'onda all'impianto di Fukushima (la NOAA
americana tio basta, coglionazzo?)

Loading Image...

dove si vede che l'onda è stata superiore ai 10 m (quindi < 11 m) e non
certo di 14 m.

Riguardo alle polveri sottili le stime dei morti di diverse organizzazioni
(oltretutto discordanti tra loro) si riferiscono a *tutte* le polveri
sottili e non solo a quelle generate da centrali a carbone, le quali ne
generano, in Italia soprattutto, una parte minoritaria.

L'effetto delle centrali a carbone (che in Italia sono prevalentemente di
ultima generazione) probabilmente c'è per chi vive a una distanza di
qualche km dalle centrali (io non ci vivrei) ma sulla popolazione
complessiva è talmente esiguo (di secondo ordine) che neppure si è in
grado di rivelarlo, al punto che in Francia la situazione dei tumori al
polmone è appena leggermente più bassa che in Italia.

http://ec.europa.eu/health-eu/health_in_the_eu/ec_health_indicators/index_it.htm

Sul perché sia (frazionalnmenet) più bassa, poi, ci sarebbe parecchio da
discutere.

Ad esempio è interessante andare a vedere il numero complessivo di
autoveicoli per mille abitanti in Francia e in Italia (l'Italia è il Paese
che ha il primato in europa in questo campo) e valutare le emissioni di
polveri sottili dovute ai svariati milioni di autoveicoli (di tutti i
tipi) circolanti in più nel Belpaese rispetto alla Francia.
Altro topic da tenere sottocontrollo è l'impatto dell'industria pesante e
più inquinante (in cui possiamo far rientrare come componente anche le
numericamente esigue centrali a carbone italiane).
Last but not least i comportamenti personali, danni da fumo di sigaretta
attivo e passivo.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-07-04 11:33:29 UTC
Permalink
Post by Aleph
Fonte affidabile sull'altezza dell'onda all'impianto di Fukushima (la NOAA
americana ti basta, sono o no sono un coglionazzo?)
http://itic.ioc-unesco.org/images/stories/ngdc_japan_nearfield_march28.png
dove si vede che l'onda è stata superiore ai 10 m (quindi < 11 m) e non
certo di 14 m.
Si lo sei... E non sai manco leggere! Prima di tutto > 10 metri NON VUOL
CERTO DIRE < 11 metri, ma chi te l'ha insegnata questa cosa? Vuol
semplicemente dire che in quel momento si SAPEVA che era certamente sopra i
dieci metri, ma che poteva anche essere stata di 20 metri per quanto e' dato
di sapere da quella mappa, sicuramente NON era di DIECI METRI o inferiore...
Capito? Infatti la fonte riportata sulla mappa di quel ">10 metri" NON e' la
NOA... LEGGI la tabellina: "New York Time e World nuclear news", la NOA si
e' limitata a riportare IL 28 MARZO una grossolana stima fatta da quei
GIORNALI. Ma poi ci sono state ispezioni con i droni e con gli elicotteri,
si sono visionati filmati e reperti e si E' VISTO che l'acqua era
SICURAMENTE arrivata OLTRE i 14 METRI, quindi ORA non ci sono dubbi, l'onda
era OLTRE i 14 metri:
http://www.ilgiornale.it/interni/fukushima_centrale_unonda_onda_15_metri_il_video_della_tepco/cronaca-sisma-giappone-fukushima-tepco-centrale_nucleare-video-onda-acqua-oceano/10-04-2011/articolo-id=516542-page=0-comments=1

E se non credi alle parole, crederai ai tuoi occhi? Guarda alla fine del
filmato l'onda DI OLTRE 14 METRI che SCAVALCA la centrale!
http://www.ilgiornale.it/video/fukushima_centrale_unonda_15_metri/id=onda_fukushima
Post by Aleph
Riguardo alle polveri sottili le stime dei morti di diverse organizzazioni
(oltretutto discordanti tra loro) si riferiscono a *tutte* le polveri
sottili e non solo a quelle generate da centrali a carbone, le quali ne
generano, in Italia soprattutto, una parte minoritaria.
Il Carbone e' quello che largamente emette piu' polveri sottili a parita' di
energia prodotta ed una centrale a Carbone e' una fonte concentrata di
immense quantita' di polveri, quindi se le polveri sottili uccidono MILIONI
DI PERSONE come da rapporto ONU e OMS, fare centrali a carbone UCCIDE ed e'
UNA FOLLIA, punto! Ma i sinistri la pensano in modo diverso, direi che se ne
fregano altamente:
http://www.ivg.it/2011/03/ampliamento-tirreno-power-burlando-nucleare-e-vulnerabile-il-carbone-abbordabile/
Post by Aleph
L'effetto delle centrali a carbone (che in Italia sono prevalentemente di
ultima generazione) probabilmente c'è per chi vive a una distanza di
qualche km dalle centrali (io non ci vivrei)
Ah, allora speculi sulla pelle degli altri, tu con le tue PANZANE
fotovoltaiche e anti-nucleari contribuisci a far raddoppiare le centrali a
carbone e a far morire la gente, tanto tu ne sei lontano, chi se ne frega ad
esempio dei savonesi a 2 km dalla centrale di vado, 100.000 persone almeno?
Visto che sono nel ramo ed ho buoni agganci, suggeriro' caldamente che ne
costruiscano una a pochi metri da casa tua facendoti fare da filtro anti
particolato, almeno ti rendi utile! ROTFL
Post by Aleph
ma sulla popolazione
complessiva è talmente esiguo (di secondo ordine) che neppure si è in
grado di rivelarlo, al punto che in Francia la situazione dei tumori al
polmone è appena leggermente più bassa che in Italia.
Le statistiche ed i conti, lasciali fare all'ONU e all'OMS please, forse
sono un poco piu' qualificati di un IGNORANTE come te...
Aleph
2011-07-04 12:18:22 UTC
Permalink
Post by Aleph
Fonte affidabile sull'altezza dell'onda all'impianto di Fukushima (la NOAA
americana tio basta, coglionazzo?)
http://itic.ioc-unesco.org/images/stories/ngdc_japan_nearfield_march28.png
dove si vede che l'onda è stata superiore ai 10 m (quindi < 11 m) e non
certo di 14 m.
Il vecchio ignorante affetto da demenza senile (ma perché non vai a
occuparti dei nipotini invece di scassare le balle qui?)
riporta, senza neppure saperlo, le tesi diffuse da Tepco per cercare di
pagare meno danni possibili.

La gran part degli esperti (giapponesi in primis) parlano di un altezza di
poco più di 10 m sul livello del mare

http://www.asahi.com/english/TKY201105200154.html

Aggiungo che in ogni caso i 5,7 m di Tepco sono comunque una bazzecola e
il disastro sarebbe comunque acaduto con onde di 7m, 8m, 9m, 10m (come è
il caso) o superiori.

A.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Aleph
2011-07-04 12:21:33 UTC
Permalink
Dimenticavo di dire che uno che prende le sue informazioni da un
fogliaccio indegno come "Il Giornale" si qualifica già da sé come un
imbecille.

A.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-07-04 13:12:55 UTC
Permalink
Post by Aleph
Dimenticavo di dire che uno che prende le sue informazioni da un
fogliaccio indegno come "Il Giornale" si qualifica già da sé come un
imbecille.
A me Il Giornale piace assai, lo trovo uno dei piu' affidabili in Italia, ma
comunque l'ho fatto apposta, sapevo che vedendo la testata ci saresti
cascato come un IMBECILLE ed avrei potuto risponderti con i tuoi
"giornaletti" di partito...
Eh gia', perdonerai, ma non tutti leggono l'Asahi Shimbum in Giapponese,
magari dopo essersi bevuto qualche birra
http://it.wikipedia.org/wiki/Asahi_Breweries
oppure fanno ricerche su Google e postano il primo risultato che trovano
senza manco capire che CI SONO I FILMATI E LE FOTO.... ROTFL
Fatal_Error
2011-07-04 13:04:15 UTC
Permalink
Post by Aleph
Il vecchio ignorante affetto da demenza senile (ma perché non vai a
occuparti dei nipotini invece di scassare le balle qui?)
riporta, senza neppure saperlo, le tesi diffuse da Tepco per cercare di
pagare meno danni possibili.
Idiota, l'hai visto il filmato? Hanno falsato anche il filmato secondo te?
Post by Aleph
La gran part degli esperti (giapponesi in primis) parlano di un altezza di
poco più di 10 m sul livello del mare
http://www.asahi.com/english/TKY201105200154.html
Ah certo, il "famosissimo" Asahi Shimbum. che tu conoscevi benissimo, vero?
ROTFL, non sai piu' cosa postare, fra poco arriverai a citare i film di
Cicciolina...

Comunque anche su Asahi Shimbum leggo "alcuni analisti", non "la maggior
parte degli esperti", mentre DI CERTO "la maggior parte degli esperti" e le
riviste internazionali, fra le quali quelle che TU STESSO CITI in altri
momenti, riportano per buoni i 14 metri senza adombrare dubbi. Due esempi,
uno vecchio ed uno recente, fra i TANTISSIMI:
http://www.world-nuclear-news.org/RS_Fukushima_faced_14-metre_tsunami_2303113.html
http://articles.cnn.com/2011-06-01/world/japan.iaea.report_1_japan-nuclear-plant-tsunami-waves-dry-cask-storage-facilities?_s=PM:WORLD

Ma tu credi solo ai tuoi "compagni", beh, nessun problema, eccoti servito
con due articoli... Ti va bene La Repubblica del 18 giugno, caro il mio
idiota?
"Progettati per resistere a un'onda di tsunami alta 10 metri, gli edifici
della centrale erano stati travolti e allagati dall'onda di tsunami di 14
metri generata dal terremoto dell'11 marzo scorso."
http://www.repubblica.it/ambiente/2011/06/18/news/tepco_iea-17880743/

O preferisci L'Unita'?
"gli edifici della centrale erano stati travolti e allagati dall'onda di
tsunami di 14 metri generata dal terremoto dell'11 marzo scorso. "
http://www.unita.it/mondo/fukushima-il-governo-preme-br-riaprire-i-reattori-sicuri-1.305482
Aleph
2011-07-04 13:32:20 UTC
Permalink
Il vecchio ignorante affetto da demenza senile (ma perché non vai a
occuparti dei nipotini invece di scassare le balle qui?) non sa neppure
una parola d'inglese, quindi se qualche anima pia si vuol prestare, forse
la smetterà di vomitare cazzate:

"Fumihiko Imamura, professor of tsunami engineering at Tohoku University,
pointed out that the photos released by TEPCO appeared to show that the
tsunami was only slightly higher than a 10-meter-high levee.

"The tsunami height was probably around 10 meters along the coastline," he
said.

Imamura stressed that the height of a tsunami after it hits land can
exceed its height along the coastline.

"The countermeasures should distinguish between the two heights," he said.

Yasuhiro Suzuki, professor of geomorphology at Nagoya University, analyzed
satellite photos with his coworkers.

They only found traces of water reaching a height of about 10 meters on a
gently sloping road several hundred meters from the reactor buildings.

"The sustained depth of water in the buildings was probably a maximum of
around 10 meters," Suzuki said.

He said images that appear to show that water had reached up to 15 meters
in areas of the plant may be misleading. "These are probably waves that
ran up locally after clashing against buildings," he said.

Tomoya Shibayama, professor of coastal engineering at Waseda University,
said the water seen in the images appeared to be moving with some speed.
He thinks the photos represent the height of the water as it inundated the
plant, rather than waves rebounding off walls.

Meanwhile, the 2011 Tohoku Earthquake Tsunami Joint Survey Group, an
association of scientists, said the height of the tsunami was less than 10
meters in the Fukushima Prefecture area.

The scale of a tsunami can be amplified in a particular location by
coastal topography, but Imamura said, "There appears to be no particular
reason for the tsunami to be amplified just there."

There is no doubt that the tsunami on March 11 exceeded the scale
anticipated by the designers of the Fukushima plant. But, with the
continuing crisis at the Fukushima plant making access to the coastline
difficult for scientists, the issue still being debated is what size of
wave the Fukushima plant might have survived without the breakdown seen on
March 11.

Tidal gauges installed near the coastline have not produced accurate data.
More precise conclusions on the height of the wave will require detailed
on-site investigations."

Allora, vecchio coglione, queste sono le opinioni autorevoli e motivate di
scienziati giapponesi (professori universitari e ricercatori) esperti in
tsunami, geomorfologia, etc. che valgono 10.000 volte di più delle tue
sparate e mille volte di più delle righe riportate a pappardella da
giornalisti privi di cultura specifica, che riportano a pappardella le
fonti della Tepco (e se lo fa la IAEA o chi per lei non me ne frega un
cazzo, io sto a sentire gli esperti del settore che hanno effettuato le
osservazioni e monitorato il fenomeno, non chi ripete a èpappardella la
versione interessata di Tepco).

In quanto a La Repubblica e L'Unità in questo campo valgono come Il
Giornale, ossia meno di zero: rioportano solo ciò che sentono dire.
Ma a un coglione come te non c'è dubbio che va bene così.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-07-04 14:11:53 UTC
Permalink
Post by Aleph
Il vecchio ignorante affetto da demenza senile (ma perché non vai a
occuparti dei nipotini invece di scassare le balle qui?) non sa neppure
una parola d'inglese, quindi se qualche anima pia si vuol prestare, forse
Non ho nipotini... Ho una bellissima figlia di due anni e mezzo ed una
bellissima moglie, giornalista con due lauree 110 e lode e due masters, piu'
giovane di me di 17 anni...
Post by Aleph
"Fumihiko Imamura, professor of tsunami engineering at Tohoku University,
pointed out that the photos released by TEPCO appeared to show that the
tsunami was only slightly higher than a 10-meter-high levee.
"The tsunami height was probably around 10 meters along the coastline," he
said.
Imamura stressed that the height of a tsunami after it hits land can
exceed its height along the coastline.
Tradotto:
Imamura ha sottolineato che l'altezza di uno tsunami quando colpisce la
terra può
superare la sua altezza lungo la costa.
IDIOTA! Sta dicendo che lungo la costa poteva essere di 10 metri e che
quando ha colpito l'impianto era di 14, come da FOTO e FILMATO!
Post by Aleph
"The countermeasures should distinguish between the two heights," he said.
E che quindi "Le contromisure dovrebbero distinguere tra le due altezze",
visto che l'onda che ha colpito l'impianto ERA MOLTO PIU' ALTA di quella in
mare.
IDIOTA!
Post by Aleph
Yasuhiro Suzuki, professor of geomorphology at Nagoya University, analyzed
satellite photos with his coworkers.
Professor of geomorphology? Analizzando le foto satellitari? Ma ROTFL!
L'impianto era in prima linea sul mare e ci sono FOTO E FILMATI dell'ONDA!
Ma vediamo...
Post by Aleph
He said images that appear to show that water had reached up to 15 meters
in areas of the plant may be misleading. "These are probably waves that
ran up locally after clashing against buildings," he said.
"Ha detto che le immagini, che sembrano mostrare che l'acqua aveva raggiunto
fino a 15 metri,
nelle aree dello stabilimento potrebbero essere fuorvianti. >>Queste sono
probabilmente le onde che
corrono a livello locale dopo essersi scontrate contro le costruzioni <<"

Ovvero, conferma che le onde che hanno colpito la centrale erano FINO A 15
METRI, ma secondo lui lo erano dopo essersi scontrate contro le costruzioni!
Cosa cambia?
Post by Aleph
Tomoya Shibayama, professor of coastal engineering at Waseda University,
said the water seen in the images appeared to be moving with some speed.
He thinks the photos represent the height of the water as it inundated the
plant, rather than waves rebounding off walls.
"Tomoya Shibayama, professore di ingegneria costiera alla Waseda University,
ha dichiarato: l'acqua vista nelle immagini sembrava muoversi con una
certa velocità.
Penso che le foto rappresentino l'altezza dell'acqua che ha inondato la
centrale, piuttosto che onde che rimbalzano sulle pareti."
Ovvero confuta l'opinione precedente, erano ONDE DI 15 METRI che hanno
inondato la centrale.
Post by Aleph
Meanwhile, the 2011 Tohoku Earthquake Tsunami Joint Survey Group, an
association of scientists, said the height of the tsunami was less than 10
meters in the Fukushima Prefecture area.
The scale of a tsunami can be amplified in a particular location by
coastal topography,
"La scala di uno tsunami può essere amplificata in un luogo particolare
dalla topografia costiera..."
Quindi conferma che l'onda localmente poteva essere di 15 metri, come da
FOTO e FILMATI, ma amplificata dalla topografia costiera.

but Imamura said, "There appears to be no particular
reason for the tsunami to be amplified just there."
Ma Imamura, sempre quello di prima, non e' d'accordo, dice che non gli
sembra esistano ragioni per cui l'onda si sia amplificata a causa delle
TOPOGRAFIA COSTIERA, quindi ritorna alla sua ipotesi: lungo la costa poteva
essere di 10 metri e quando ha colpito l'impianto di 14, come da FOTO e
FILMATO, perche' a terra gli tsunami possono crescere.
Post by Aleph
queste sono le opinioni autorevoli e motivate di
scienziati giapponesi (professori universitari e ricercatori)
di cui io, non capendo un ca..o, ho travisato completamente il senso
In quanto a La Repubblica e L'Unità in questo campo valgono come Il
Giornale, ossia meno di zero: rioportano solo ciò che sentono dire.
Ma a un coglione come ME non c'è dubbio che va bene così.
Ah bene... Dobbiamo quindi tutti leggere l'Asahi Shimbum, l'unico media
affidabile al mondo, ma senza capire un ca..o come fai tu, perche' se lo
leggiamo in Inglese e capiamo cosa stanno dicendo, vediamo che anche questo
giornale e' in accordo con TUTTI gli altri media e TUTTI gli esperti nel
mondo, ovvero che l'impianto e' stato colpito da un'ONDA di 14 metri come da
FOTO e FILMATI, diventata cosi' alta per vari motivi.
Aleph
2011-07-05 08:14:28 UTC
Permalink
Il vecchio coglione insiste, però questa volta una risposta diretta se la
merita: l'ultima.

...
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
"Fumihiko Imamura, professor of tsunami engineering at Tohoku University,
pointed out that the photos released by TEPCO appeared to show that the
tsunami was only slightly higher than a 10-meter-high levee.
"The tsunami height was probably around 10 meters along the coastline," he
said.
L'altezza degli tsunami che viene ufficialmente considrata è solo questa,
facendo pure la tara alla marea se è significativa, hai capito vecchio
coglione?
Quando uno afferma lo tsunami era di tot metri (14 secondo gli imbroglioni
di tepco) s'intende esattamente "...along the coastline".
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
Imamura stressed that the height of a tsunami after it hits land can
exceed its height along the coastline.
Imamura ha sottolineato che l'altezza di uno tsunami quando colpisce la
terra può
superare la sua altezza lungo la costa.
Ma l'altezza dello tsunami, vecchio coglione, non è il livello massimo
delle acque in un punto di una struttura edilizia, ma esattamente quello
che ho chiarito sopra.
Stuidia 'gnurant!
Post by Fatal_Error
Sta dicendo che lungo la costa poteva essere di 10 metri e che
quando ha colpito l'impianto era di 14, come da FOTO e FILMATO!
Questo lo affermi tu, vecchio coglione, nessuno parla di 14 metri: le foto
e i filmati indicano non il livello dell'onda impattante, ma semmai il
livello dell'acqua raggiunto oltre le barriere per effetto dell'urto
dell'onda sulle barriere e del conseguente allagamento della centrale.
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
"The countermeasures should distinguish between the two heights," he said.
E che quindi "Le contromisure dovrebbero distinguere tra le due altezze",
visto che l'onda che ha colpito l'impianto ERA MOLTO PIU' ALTA di quella in
mare.
E qui dimostri proprio di essere il vecchio coglione arteriosclerotico che
sei e di non aver capito un benemerito cazzo.

Imamura vuol dire: "Gli imbecilli di tepco affermano di aver costruito una
barriera in grado di reggere tsunami di 5,7 m e invece non hanno fatto
neppure quello, perché visto che per via dell'energia cinetica dell'onda
di tsunami, quando questa incontra le barriere il livello dell'onda si
alza, per fermare uno tsunami di 5,7 m reali bisogna costruire delle
barriere più alte e la tepco non ha fatto neppure quello.

Il fatto poi che si siano limitati a costruire una protezione di 5,7 m in
una delle zone più sismiche del mondo la dice lunga sul conto di questi
signori, che per risparmiare qualche milione di euro (tanto sarebbe
costata una barriera di cemento armato appropriata) stanno creando danni
permanenti e generalizzati alla salute delle persone e danni economici per
moltissimi miliardi di euro.
Che il rischio tsunami sia stato sottovalutato da Tepco lo afferma anche
la IAEA.
Capito adesso, vecchio coglione?

Aggiungo anche che le precisazione degli esperti sono: "Cara tepco, non ti
inventare un'inesistente tsunami di 14 metri, quando era al massimo di
10m, per sfuggire alle tue responsabilità (a parte che ormai stiamo
parlando di un'azienda fallita), perché noi non ce la beviamo.
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
Yasuhiro Suzuki, professor of geomorphology at Nagoya University, analyzed
satellite photos with his coworkers.
Professor of geomorphology? Analizzando le foto satellitari? Ma ROTFL!
L'impianto era in prima linea sul mare e ci sono FOTO E FILMATI dell'ONDA!
Che non sei in grado d'interpretare perché sei un vecchio coglione col
botto.
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
He said images that appear to show that water had reached up to 15 meters
in areas of the plant may be misleading. "These are probably waves that
ran up locally after clashing against buildings," he said.
"Ha detto che le immagini, che sembrano mostrare che l'acqua aveva raggiunto
fino a 15 metri,
nelle aree dello stabilimento potrebbero essere fuorvianti. >>Queste sono
probabilmente le onde che
corrono a livello locale dopo essersi scontrate contro le costruzioni <<"
Ovvero, conferma che le onde che hanno colpito la centrale erano FINO A 15
METRI,
No, vecchio coglione: sta dicendo: l'acqua dopo l'urto con le barriere può
anche aver raggiunto un'altezza massima di 15 m, ma l'altezza dello
tsunami, era di 10 m e non di 14m e in base alle conoscenze sismologiche
sulla zona, di cui anche tepco disponeva, è da considerarsi uno tsunami
niente affatto eccezionale ed è rispetto a tsunami del genere che dovevano
essere approntate misure, considerando che l'impianto di Fukushima è stato
costruito sulla costa e a livello del mare.
Capito, vecchio coglione?
Post by Fatal_Error
ma secondo lui lo erano dopo essersi scontrate contro le costruzioni!
Cosa cambia?
Te l'ho spiegato sopra.
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
Tomoya Shibayama, professor of coastal engineering at Waseda University,
said the water seen in the images appeared to be moving with some speed.
He thinks the photos represent the height of the water as it inundated the
plant, rather than waves rebounding off walls.
Cioè ancora peggio: non l'altezza dell'onda dopo il rimbalzo sulle
barriere, ma l'altezza al culmine dell'inondazione

Capito, vecchio coglione?
Post by Fatal_Error
"Tomoya Shibayama, professore di ingegneria costiera alla Waseda University,
ha dichiarato: l'acqua vista nelle immagini sembrava muoversi con una
certa velocità.
Penso che le foto rappresentino l'altezza dell'acqua che ha inondato la
centrale, piuttosto che onde che rimbalzano sulle pareti."
Ovvero confuta l'opinione precedente, erano ONDE DI 15 METRI che hanno
inondato la centrale.
Sono tutti d'accordo nell'affermare che chi dice che lo tsunami era di 14
m sta dicendo una solenne cazzata.
Capito, vecchio coglione?
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
Meanwhile, the 2011 Tohoku Earthquake Tsunami Joint Survey Group, an
association of scientists, said the height of the tsunami was less than 10
meters in the Fukushima Prefecture area.
Ovvero meno di 10 m nell'area di Fukushima, secondo lo "Tohoku Earthquake
Tsunami Joint Survey Group", che sul tema qualcosa più di un ignorante
come te o dei giornaletti che citi credo che ne sappiano.

E qui a parlare è Imamura non più il gruppo di scienziati di prima, non
hai capito neppure questo.

Imamura aggiunge, parte non virgolettata premessa dagli autori
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
The scale of a tsunami can be amplified in a particular location by
coastal topography,
"La scala di uno tsunami può essere amplificata in un luogo particolare
dalla topografia costiera..."
Quindi conferma che l'onda localmente poteva essere di 15 metri, come da
FOTO e FILMATI, ma amplificata dalla topografia costiera.
No, dice che in generale può accadere che l'onda venga amplificata nel
caso di particolari topografie costiere, ma...
Post by Fatal_Error
but Imamura said, "There appears to be no particular
reason for the tsunami to be amplified just there."
Ma Imamura, sempre quello di prima, non e' d'accordo, dice che non gli
sembra esistano ragioni per cui l'onda si sia amplificata a causa delle
TOPOGRAFIA COSTIERA,
E' un ulteriore rafforzativo a indicare la bufala propalata
interessantemente da tepco: tutti, tranne tepco, concordano che l'altezza
effettiva dello tsunami era di circa 10m (dato confortato anche dalle
rilevazione effettuate nelle vicinanze) e non c'è alcuna topologia in
grado di spiegare perché localmente si sarebbero dovuti verificare i 4m in
più reclamati da tepco, rispetto alle zone circostanti.
Post by Fatal_Error
quindi ritorna alla sua ipotesi: lungo la costa poteva
essere di 10 metri e quando ha colpito l'impianto di 14, come da FOTO e
FILMATO, perche' a terra gli tsunami possono crescere.
No, vecchio coglione, è esttamente il contrario: lo tsunami era di 10 m e
l'invenzione di tepco dei 14 m serve solo a nascondre e relativizzare le
proprie gravissime responsabilità e la dabbenaggine dei progettisti.

E adesso che ti ho insegnato non a leggere, ma a capire un po' d'inglese
scritto, fa il piacere vatti a nascondere.

A.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-07-05 11:53:46 UTC
Permalink
Il giovane coglione insiste
Post by Fatal_Error
Post by Aleph
"Fumihiko Imamura, professor of tsunami engineering at Tohoku University,
pointed out that the photos released by TEPCO appeared to show that the
tsunami was only slightly higher than a 10-meter-high levee.
"The tsunami height was probably around 10 meters along the coastline," he
said.
L'altezza degli tsunami che viene ufficialmente considrata è solo questa,
Eh? Fallito mangiapane a tradimento, lo Tsunami e' un'onda anomala, se
un'onda di 15 metri colpisce un edificio si dice: "l'edificio e' stato
colpito da un'onda di 15 metri" o, se vuoi usare il termine giapponese, da
uno Tsunami di 15 metri, PUNTO. Seguendo il tuo delirio (chiamarlo
ragionamento e' un eufemismo) dovremmo dire che l'edificio e' stato colpito
da uno tsunami di 10 cm, visto che offshore aveva quell'altezza...
facendo pure la tara alla marea se è significativa, hai capito vecchio
coglione?
Giovane mantenuto fannullone e rimbecillito, stai confondendo la scala di
intensita' o la magnitudine con l'altezza dell'onda, e' per calcolare
l'intesita' e la magnitudine che nelle formule si usa (convenzionalmente)
l'altezza lungo la line costiera... Ma qui parliamo di ALTEZZA DELL'ONDA (o
Tsunami) che ha investito la centrale, ovvero dell'altezza dell'onda in un
determinato punto geografico, COME DA FOTO E FILMATI e come ovviamente
riportano TUTTI I MEDIA INTERNAZIONALI, anche i tuoi giornaletti di partito.
Se solo tu che non hai capito un ca..o, PIRLA.
Post by Fatal_Error
Imamura ha sottolineato che l'altezza di uno tsunami quando colpisce la
terra può superare la sua altezza lungo la costa.
Ma l'altezza dello tsunami, vecchio coglione, non è il livello massimo
delle acque in un punto di una struttura edilizia, ma esattamente quello
che ho chiarito sopra.
Ignorante ingrassato a sbafo dalle tasse di chi lavora, LEGGI: "Imamura ha
sottolineato che l'altezza di uno tsunami quando colpisce la terra può
superare la sua altezza lungo la costa.", hai capito? "L'ALTEZZA DI UNO
TSUNAMI a terra puo' superare..." Sempre TSUNAMI si chiama, PIRLA, non
cambia nome!

Proposta: che ne dici di smetterla con gli inutili insulti? Ti ricordo che
IO non insulto mai per primo...
not1xor1
2011-07-05 16:52:44 UTC
Permalink
Post by Aleph
E qui dimostri proprio di essere il vecchio coglione arteriosclerotico che
sei e di non aver capito un benemerito cazzo.
sicuro sia vecchio? pensavo arrivasse sì e no alla quarantina... :-)
--
bye
!(!1|1)
Aleph
2011-07-06 08:10:05 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by Aleph
E qui dimostri proprio di essere il vecchio coglione arteriosclerotico che
sei e di non aver capito un benemerito cazzo.
sicuro sia vecchio? pensavo arrivasse sì e no alla quarantina... :-)
Allora se li porta male; intellettualmente parlando intendo. :)
Politicamente non ne parliamo nemmeno: è rimasto ai tempi
dell'anticomuniso postbellico, vede il fronte Popolare per ogni dove, con
i comunisti mangiabambini e le toghe rosse (quelle non mancano mai) pronti
a prendere il potere e a creare la ditattura comunista del terzo millennio.
Tutto ciò a 25 anni dalla caduta del muro.
Il fatto è che certe persone hanno un muro nel cervello che, temo, non
cadrà mai.


Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
fuzzy
2011-07-06 09:44:01 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by not1xor1
Post by Aleph
E qui dimostri proprio di essere il vecchio coglione arteriosclerotico che
sei e di non aver capito un benemerito cazzo.
sicuro sia vecchio? pensavo arrivasse sì e no alla quarantina... :-)
Allora se li porta male; intellettualmente parlando intendo. :)
Politicamente non ne parliamo nemmeno: è rimasto ai tempi
dell'anticomuniso postbellico, vede il fronte Popolare per ogni dove, con
i comunisti mangiabambini e le toghe rosse (quelle non mancano mai) pronti
a prendere il potere e a creare la ditattura comunista del terzo millennio.
si dice "coMMunista" :-)
Post by Aleph
Tutto ciò a 25 anni dalla caduta del muro.
Il fatto è che certe persone hanno un muro nel cervello
sei fiducioso... io non neanche ci scommetterei (che ce l'abbiano).
Sono talmente proni agli organi ufficiali, e all'autoritarismo, che
come scriveva Travaglio gli pisciano addosso e gli dicono che piove, e
loro ci credono.
Post by Aleph
Saluti,
Aleph
fuzzy
Aleph
2011-07-04 08:06:54 UTC
Permalink
Aleph ha scritto:

Fonte affidabile sull'altezza dell'onda all'impianto di Fukushima (la NOAA
americana tio basta, coglionazzo?)

http://itic.ioc-unesco.org/images/stories/ngdc_japan_nearfield_march28.png

dove si vede che l'onda è stata superiore ai 10 m (quindi < 11 m) e non
certo di 14 m.

Riguardo alle polveri sottili le stime dei morti di diverse organizzazioni
(oltretutto discordanti tra loro) si riferiscono a *tutte* le polveri
sottili e non solo a quelle generate da centrali a carbone, le quali ne
generano, in Italia soprattutto, una parte minoritaria.

L'effetto delle centrali a carbone (che in Italia sono prevalentemente di
ultima generazione) probabilmente c'è per chi vive a una distanza di
qualche km dalle centrali (io non ci vivrei) ma sulla popolazione
complessiva è talmente esiguo (di secondo ordine) che neppure si è in
grado di rivelarlo, al punto che in Francia la situazione dei tumori al
polmone è appena leggermente più bassa che in Italia.

http://ec.europa.eu/health-eu/health_in_the_eu/ec_health_indicators/index_it.htm

Sul perché sia (frazionalnmenet) più bassa, poi, ci sarebbe parecchio da
discutere.

Ad esempio è interessante andare a vedere il numero complessivo di
autoveicoli per mille abitanti in Francia e in Italia (l'Italia è il Paese
che ha il primato in europa in questo campo) e valutare le emissioni di
polveri sottili dovute ai svariati milioni di autoveicoli (di tutti i
tipi) circolanti in più nel Belpaese rispetto alla Francia.
Altro topic da tenere sottocontrollo è l'impatto dell'industria pesante e
più inquinante (in cui possiamo far rientrare come componente anche le
numericamente esigue centrali a carbone italiane).
Last but not least i comportamenti personali, danni da fumo di sigaretta
attivo e passivo.

Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
not1xor1
2011-07-04 09:08:11 UTC
Permalink
Post by Aleph
I 14 metri dello Tsunami, che in ogni caso non sono tali perché sono di
meno, non riescono a nascondere neppure di un pelo l'errore grossolano dei
progettisti, che hanno collocato le pompe diesel in punti più bassi,
rispetto al livello del mare, rispetto ad altre strutture molto meno
critiche delle pompe di raffreddamento.
se fai un confronto di qualsiasi impianto industriale dell'epoca con
impianti moderni puoi trovare simili errori di progettazione

il problema non è l'energia nucleare in sé, ma come vengono progettati
e realizzati gli impianti industriali in genere e se qualche geniale
dirigente di turno non si fa venire la solita idea di risparmiare
tagliando gli investimenti nella sicurezza degli impianti (bhopal,
deep water horizon, ecc.)

le centrali nucleari di ultima generazione, in special modo quelle
francesi, sono molto più sicure di un generico impianto industriale e
senz'altro molto più sicure di quello di fukushima

l'unico problema irrisolto a mio parere è quello delle scorie

invece di dedicare tante risorse alla fusione, che comunque produce la
sua dose di scorie e radiazioni, sarebbe stato più opportuno (nel
senso che si sarebbero ottenuti risultati più rilevanti con tempi e
investimenti minori) investire nella ricerca di centrali a fissione
più efficienti e magari basate su 'combustibili' che non si prestano
anche ad impieghi bellici
Post by Aleph
Riguardo alle polveri sottili, che non facciano bene alla salute è cosa
nota, ma stabilire quale sia il loro effetto qualitativo sulla salute
delle persone non è così immediato come certi agitprop fascisti e faziosi
vorrebbero far credere.
qualsiasi studio epidemiologico risulta in stime approssimative visto
che tutti siamo esposti a molteplici stimoli positivi e nocivi per la
salute e questo vale anche per gli effetti delle radiazioni
Post by Aleph
Ti do un suggerimento (se vuoi ti puoi togliere lo sfizio di aprire un
thread in merito, così ci divertiamo): prova ad andare a vedere le morti
per tumore al polmone (che dovrebbe essere il tumore d'elezione provocato
dalle polveri sottili) in Italia e Francia e confrontale (ma è istruttivo
prendere in considerazione anche gli altri Paesi europei.
per il motivo di cui sopra non è banale fare confronti diretti che
comunque potrebbero dare anche un esito differente da quello da te sperato

comunque l'aspettativa di vita dei giapponesi, che hanno un discreto
numero di centrali nei pressi di aree densamente popolate, è superiore
a quella degli italiani
(http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_stati_per_aspettativa_di_vita)
e probabilmente il trend continuerà anche dopo l'incidente di Fukushima

in ogni caso ha poco senso questa gara tra rinnovabili e nucleare in
cui ognuna delle due fazioni in causa vede solo i vantaggi di una cosa
e svantaggi dell'altra e sembra spesso occupata in una gara a chi la
spara più grossa arrivando finanche alla patetica esibizione della più
triviale propaganda partitica

in gran parte degli altri paesi nucleare e rinnovabili coesisteranno
ancora per diversi decenni e probabilmente anche più e investimenti e
agevolazioni nelle rinnovabili continueranno ancora a lungo

d'altra parte, se ci si preoccupa tanto del futuro, direi che
investire nella ricerca sull'energia nucleare è indispensabile

per esempio solo veicoli spaziali alimentati da energia nucleare
sarebbero in grado (per velocità, capacità di carico e autonomia) di
deviare il prossimo asteroide di dimensioni rilevanti dalla rotta di
collisione con la terra

immagina anche il relativamente piccolo asteroide di Tunguska sopra
una delle tante aree estremamente popolate e industrializzate
altro che chernobyl o fukushima
--
bye
!(!1|1)
Aleph
2011-07-04 09:54:37 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by Aleph
I 14 metri dello Tsunami, che in ogni caso non sono tali perché sono di
meno, non riescono a nascondere neppure di un pelo l'errore grossolano dei
progettisti, che hanno collocato le pompe diesel in punti più bassi,
rispetto al livello del mare, rispetto ad altre strutture molto meno
critiche delle pompe di raffreddamento.
se fai un confronto di qualsiasi impianto industriale dell'epoca con
impianti moderni puoi trovare simili errori di progettazione
Mal comune mezzo gaudio?
E comunque mettere le pompe di raffreddamento diesel a valle invece che a
monte della centrale mi sembra un errore grossolano.
Post by not1xor1
il problema non è l'energia nucleare in sé, ma come vengono progettati
e realizzati gli impianti industriali in genere
...

Alt, alt,alt.
Questo discorso ormai è chiuso in Italia (c'è stato un referendum qualche
giorno fa in questo PAESE, ricordi?) e non mi interessa riprenderlo.
Pur rimanendo della mia opinione che la tecnologia nucleare è obsoleta,
costosa e insicura.

...
Post by not1xor1
per il motivo di cui sopra non è banale fare confronti diretti che
comunque potrebbero dare anche un esito differente da quello da te sperato
Il confronto è banale,e obiettivo, se consideri una patologia specifica
(lung gancer ad esempio) e consideri i morti per mille abitanti.
Ciò che è meno banale è trovare, patologia per patologia, i diretti
responsabili (che spesso cooperano tra loro).
Post by not1xor1
comunque l'aspettativa di vita dei giapponesi, che hanno un discreto
numero di centrali nei pressi di aree densamente popolate, è superiore
a quella degli italiani
...

E quella degli italiani è superiore a quella dei francesi e, di parecchio
a quella degli staunitensi e allora?
E' risaputo che la dieta giapponese, basata sull'acentuato consumo di
pesce, favorisce la longevità.
Post by not1xor1
(http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_di_stati_per_aspettativa_di_vita)
e probabilmente il trend continuerà anche dopo l'incidente di Fukushima
Probabile. Mi pare statisticamente molto difficile che l'incidente di
Fukushima possa alterare in modo percettibile la vita media di oltre 100
milioni di giapponesi.
E' più probabile che lo facciano eventuali cataclismi socio-economici.
Post by not1xor1
in ogni caso ha poco senso questa gara tra rinnovabili e nucleare in
cui ognuna delle due fazioni in causa vede solo i vantaggi di una cosa
e svantaggi dell'altra e sembra spesso occupata in una gara a chi la
spara più grossa arrivando finanche alla patetica esibizione della più
triviale propaganda partitica
Guarda, io non faccio parte di alcuna fazione, se ti vuoi rivolgere ai
faziosi ti puoi rivolgere a coloro che ogni tre parole sparano un
"comunista" a chi la pensa diversamente da loro.
Che poi per conseguenza li si mandi a cagare mi sembra il minimo.
Personalmente posto dati e considerazioni personali (che ovviamente
possono essere discusse) su tali dati.

..
Post by not1xor1
in gran parte degli altri paesi nucleare e rinnovabili coesisteranno
ancora per diversi decenni e probabilmente anche più e investimenti e
agevolazioni nelle rinnovabili continueranno ancora a lungo
Il nucleare dopo F. è in declino o abbandono in molti Paesi (e te ne
renderai conto nei prossimi 10-15 anni); le rinnovabili sono agevolate
(come il nucleare che in molti Paesi è statale), ma le agevolazioni stanno
diminuendo e diminuiranno ancora.
La grid parity è sempre più vicina (anche per il fotovoltaico).

...
Post by not1xor1
per esempio solo veicoli spaziali alimentati da energia nucleare
sarebbero in grado (per velocità, capacità di carico e autonomia) di
deviare il prossimo asteroide di dimensioni rilevanti dalla rotta di
collisione con la terra
Aspetta e spera :).
Post by not1xor1
immagina anche il relativamente piccolo asteroide di Tunguska sopra
una delle tante aree estremamente popolate e industrializzate
altro che chernobyl o fukushima
E allora secondo te uno si dovrebbe beccare, in media, un incidente
nucleare gravissimo (7 gradi Ines)ogni 20 anni, per simpatia con il fatto
che potremmo essere spazzati via con 1 probabilità di 1 su 10.000.000
entro il prossimo secolo?

Mi sembra uno strano modo di ragionare, anche perché cosa costruire e
dove, come umanità, lo possiamo controllare, cosa ci piove in testa dallo
spazio invece no.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
not1xor1
2011-07-04 13:15:05 UTC
Permalink
Post by Aleph
Post by not1xor1
se fai un confronto di qualsiasi impianto industriale dell'epoca con
impianti moderni puoi trovare simili errori di progettazione
Mal comune mezzo gaudio?
mal comune *nessun* gaudio: direi che è assurdo fossilizzarsi sul
nucleare quando ci sono ancora un'infinità di altri impianti
pericolosi riguardo il rischio di incidenti o per emissioni fuori
controllo (proprio oggi ho dato un rapido sguardo sul corriere della
sera ad un articolo sull'ILVA di Taranto - non è nella versione
online, ma ci sono comunque altri articoli, per esempio:
<http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2011/25-giugno-2011/ilva-rischio-sequestro-l-impiantoe-richiesta-nas-procura-190947962295.shtml>)
Post by Aleph
Post by not1xor1
il problema non è l'energia nucleare in sé, ma come vengono progettati
e realizzati gli impianti industriali in genere
....
Alt, alt,alt.
Questo discorso ormai è chiuso in Italia (c'è stato un referendum qualche
giorno fa in questo PAESE, ricordi?) e non mi interessa riprenderlo.
Pur rimanendo della mia opinione che la tecnologia nucleare è obsoleta,
costosa e insicura.
a quanto mi risulta legalmente il referendum vincola per la durata di
una legislatura, ma a parte questo a me interessa valutare meriti e
demeriti delle diverse soluzioni senza pregiudizi ideologici
Post by Aleph
Post by not1xor1
comunque l'aspettativa di vita dei giapponesi, che hanno un discreto
numero di centrali nei pressi di aree densamente popolate, è superiore
a quella degli italiani
....
E quella degli italiani è superiore a quella dei francesi e, di parecchio
a quella degli staunitensi e allora?
E' risaputo che la dieta giapponese, basata sull'acentuato consumo di
pesce, favorisce la longevità.
confermi quello che sostenevo io: che un confronto epidemiologico
grossolano come quello da te proposto ha ben poco valore vista la
quantità dei fattori che concorrono
Post by Aleph
Post by not1xor1
in ogni caso ha poco senso questa gara tra rinnovabili e nucleare in
cui ognuna delle due fazioni in causa vede solo i vantaggi di una cosa
e svantaggi dell'altra e sembra spesso occupata in una gara a chi la
spara più grossa arrivando finanche alla patetica esibizione della più
triviale propaganda partitica
Guarda, io non faccio parte di alcuna fazione, se ti vuoi rivolgere ai
faziosi ti puoi rivolgere a coloro che ogni tre parole sparano un
"comunista" a chi la pensa diversamente da loro.
intendevo fazione in senso lato (anche se nel caso di f.e. - di cui mi
costringete a leggere i messaggi nonostante sia nei miei filtri -
questa coincide con un partito)

per esempio l'argomento che il carbone sia più sicuro del nucleare non
regge neanche se prendi in considerazione le stime di greenpeace

d'altro canto la sicurezza è funzione anche dei costi di impianto
se trascuriamo questi è possibile realizzare sia centrali a carbone
(esistono filtri in grado di abbattere le polveri) che nucleari
(ridondanza dei sistemi di sicurezza e dimensionamento dei sistemi di
contenimento) senza emissioni e sicure
Post by Aleph
Il nucleare dopo F. è in declino o abbandono in molti Paesi (e te ne
renderai conto nei prossimi 10-15 anni); le rinnovabili sono agevolate
(come il nucleare che in molti Paesi è statale), ma le agevolazioni stanno
diminuendo e diminuiranno ancora.
si tratta soprattutto di decisioni politiche...
per esempio Sarkozy recentemente ha annunciato l'investimento di 1
miliardo di euro per il proseguimento del programma nucleare francese
(http://www.physorg.com/news/2011-06-france-invest-bn-euros-nuclear.html)...
direi che l'epitaffio dell'energia nucleare è ancora prematuro, non ho
comunque alcuna pretesa di doti divinatorie... vedremo cosa succederà
nei prossimi anni
Post by Aleph
E allora secondo te uno si dovrebbe beccare, in media, un incidente
nucleare gravissimo (7 gradi Ines)ogni 20 anni, per simpatia con il fatto
che potremmo essere spazzati via con 1 probabilità di 1 su 10.000.000
entro il prossimo secolo?
Mi sembra uno strano modo di ragionare, anche perché cosa costruire e
dove, come umanità, lo possiamo controllare, cosa ci piove in testa dallo
spazio invece no.
considerando le conseguenze dell'incidente di Chernobyl direi che il
rischio è più che accettabile considerando che per l'impatto con un
asteroide non una questione di "se", ma di "quando"

in altri termini le probabilità di morire per un incidente di centrale
nucleare sono infinitamente inferiori di quelle di morire per un
incidente d'auto (o per il concorso dell'inquinamento dovuto alle
stesse) eppure non mi pare ci siano tante persone disposte a
rinunciare all'auto mentre stanno tutte a stracciarsi le vesti per il
pericolo dell'atomo

questo semplicemente non mi sembra abbia molto senso
--
bye
!(!1|1)
Aleph
2011-07-04 13:57:11 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by Aleph
Post by not1xor1
se fai un confronto di qualsiasi impianto industriale dell'epoca con
impianti moderni puoi trovare simili errori di progettazione
Mal comune mezzo gaudio?
mal comune *nessun* gaudio: direi che è assurdo fossilizzarsi sul
nucleare quando ci sono ancora un'infinità di altri impianti
pericolosi riguardo il rischio di incidenti o per emissioni fuori
controllo
...

E chi lo nega?
Ma forse a te è sfuggito che, almeno nel mio caso, le ragioni che mi
inducono a essere contrario al nucleare non riposano solo sulla sicurezza
degli impianti, ma anche sulla loro diseconomicità e sulla rozzezza di
fondo della tecnologia nucleare (Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).

...
Post by not1xor1
Post by Aleph
Post by not1xor1
comunque l'aspettativa di vita dei giapponesi, che hanno un discreto
numero di centrali nei pressi di aree densamente popolate, è superiore
a quella degli italiani
....
E quella degli italiani è superiore a quella dei francesi e, di parecchio
a quella degli staunitensi e allora?
E' risaputo che la dieta giapponese, basata sull'acentuato consumo di
pesce, favorisce la longevità.
confermi quello che sostenevo io: che un confronto epidemiologico
grossolano come quello da te proposto ha ben poco valore vista la
quantità dei fattori che concorrono
No, invece.
Ha valore perché ti dimostra che il presunto effetto disastroso delle
poche centrali a carbone italiane, che dovrebbe causare migliaia e
migliaia di morti ogni anno, secondo certi soggetti, in realtà non dà
alcun segnale distinguibile.
L'effetto delle centrali a carbone probailmente esiste (soprattutto
riguardo a patologie respiratorie non mortali), anche se mi piacerebbe
vedere realizzati studi epidemiologici seri attorno ai siti, per garantir
le popolazioni residenti; ma non è certo quello affermato da alcuni,
altrimenti lo vedremmo.

...
Post by not1xor1
per esempio l'argomento che il carbone sia più sicuro del nucleare non
regge neanche se prendi in considerazione le stime di greenpeace
E' difficile proporre confronti del genere, perché gli effetti non sono
quasi mai immediati, né per una fonte né per l'altra.

...
Post by not1xor1
per esempio Sarkozy recentemente ha annunciato l'investimento di 1
miliardo di euro per il proseguimento del programma nucleare francese
(http://www.physorg.com/news/2011-06-france-invest-bn-euros-nuclear.html)...
1 miliardo di euro è quasi niente.
Comunque la Francia è impelagata nel nucleare fino al collo, se non
tengono duro loro...

...
Post by not1xor1
in altri termini le probabilità di morire per un incidente di centrale
nucleare sono infinitamente inferiori di quelle di morire per un
incidente d'auto (o per il concorso dell'inquinamento dovuto alle
stesse) eppure non mi pare ci siano tante persone disposte a
rinunciare all'auto mentre stanno tutte a stracciarsi le vesti per il
pericolo dell'atomo
questo semplicemente non mi sembra abbia molto senso
L'atomo in Italia, e non solo da noi, non lo vuole nessuno, questo è un
dato di fatto.
Che poi molti non siano coerenti in tutto rispetto a questa idiosincrasia
di fondo può anche essere vero, ma non è che un'incoerenza, vera o
presunta che sia, può cancellare un dato di fatto.

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Fatal_Error
2011-07-04 16:25:47 UTC
Permalink
Post by Aleph
(Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).
Ci puo', caro illustre IGNORANTE, spiegare cosa ci sia di
"termodinamicamente ridicolo" in un reattore nucleare?
Certo e' molto piu' moderno "far bollire l'acqua" con il carbone, d'altronde
sanno tutti quanto sia avanzata la "fisica carbonifera", dalla famosa
formula di Einstein in poi, E=mc^2, ovvero l'energia e' data dalla massa del
CARBONE al quadrato... ROTFL
Io gli ignoranti disinformatori come te li manderei in una miniera cinese a
cavare l'ecologico carbone...
fuzzy
2011-07-04 21:35:40 UTC
Permalink
Post by Fatal_Error
CARBONE al quadrato... ROTFL
ma non fai un po' troppo uso di ROTFL, immagino che sarai tutto
tumefatto a forza di rotolarti dalle risate :-)

fuzzy
Fatal_Error
2011-07-04 21:57:26 UTC
Permalink
Post by fuzzy
Post by Fatal_Error
CARBONE al quadrato... ROTFL
ma non fai un po' troppo uso di ROTFL, immagino che sarai tutto
tumefatto a forza di rotolarti dalle risate :-)
Beh, dovresti provare a leggere quello che scrivi, sai quanti ROTFL
aggiungeresti.... L'ultima poi e' da mal di pancia:
il reattore nucleare "termodinamicamente ridicolo"!
E come fai a non aggiungere un ROTFL? :-))

Purtroppo c'e' anche il lato tragico, la vostra disinformazione
politicizzata, alimentando e sfruttando la paura, ha portato gli italiani a
fare scelte di cui si pentiranno amaramente. :-(
not1xor1
2011-07-05 16:07:07 UTC
Permalink
Post by Aleph
E chi lo nega?
Ma forse a te è sfuggito che, almeno nel mio caso, le ragioni che mi
inducono a essere contrario al nucleare non riposano solo sulla sicurezza
degli impianti, ma anche sulla loro diseconomicità e sulla rozzezza di
fondo della tecnologia nucleare (Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).
ma è lo stesso metodo usato per il solare termodinamico e tutti gli
altri tipi di centrali chimiche

le alternative sono le batterie atomiche che alimentano le vecchie
sonde che ormai sono giunte ai limiti del sistema solare e che sono
molto inefficienti (mi pare sfruttino l'effetto Seebeck)
Post by Aleph
Post by not1xor1
confermi quello che sostenevo io: che un confronto epidemiologico
grossolano come quello da te proposto ha ben poco valore vista la
quantità dei fattori che concorrono
No, invece.
Ha valore perché ti dimostra che il presunto effetto disastroso delle
ho capito ha valore quando conferma quello che sostieni, non vale
niente quando lo smentisce... :-)
Post by Aleph
L'atomo in Italia, e non solo da noi, non lo vuole nessuno, questo è un
dato di fatto.
nessuno lo mette in dubbio, quello che sostengo io è che questo non
sia razionale

e riguardo il pericolo di collisione con NEO, su Le Scienze del luglio
del 2008 a proposito di Tunguska scrivono (pag. 40):

"La frequenza media di collisioni con asteroidi del tipo Tunguska va
da una ogni 200 anni a una ogni 1000 anni, per cui non è improbabile
che un evento simile si verifichi nei prossimi decenni"

il periodo medio di 10000 anni si riferisce invece ad oggetti ancora
più grandi in grado di radere al suolo mezza Italia per intenderci
--
bye
!(!1|1)
Aleph
2011-07-05 22:16:36 UTC
Permalink
Post by not1xor1
Post by Aleph
E chi lo nega?
Ma forse a te è sfuggito che, almeno nel mio caso, le ragioni che mi
inducono a essere contrario al nucleare non riposano solo sulla sicurezza
degli impianti, ma anche sulla loro diseconomicità e sulla rozzezza di
fondo della tecnologia nucleare (Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).
ma è lo stesso metodo usato per il solare termodinamico e tutti gli
altri tipi di centrali chimiche
Con l'aggiunta delle complicazioni da "incubo dell'idraulico" e
l'incapacità di gestire l'intero ciclo di vita della tecnologia.
E' una cosa pazzesca: si pretende di utilizzare una tecnologia su larga
scala e non ci si occupa di dove e come disporre dei prodotti di rifiuto.
E a te questo sembra razionale?
Post by not1xor1
Post by Aleph
Post by not1xor1
confermi quello che sostenevo io: che un confronto epidemiologico
grossolano come quello da te proposto ha ben poco valore vista la
quantità dei fattori che concorrono
No, invece.
Ha valore perché ti dimostra che il presunto effetto disastroso delle
ho capito ha valore quando conferma quello che sostieni, non vale
niente quando lo smentisce... :-)
Non ho detto questo.
Dimostra semmai che le "polveri sottili" creano sicuramente problemi, ma
nella totalità delle polveri sottili prodotte (te lo dice uno che vive
nella capitale europea con maggir numero di autoveicoli per mille
abitanti), il surplus che deriva dalle centrali a carbone neppure lo noti
(a meno che tu non viva a 1km o meno dagli impianti stessi.
Post by not1xor1
Post by Aleph
L'atomo in Italia, e non solo da noi, non lo vuole nessuno, questo è un
dato di fatto.
nessuno lo mette in dubbio, quello che sostengo io è che questo non
sia razionale
E' un po' forte come affermazione a pochi mesi da un disastro ancora in
corso.
Post by not1xor1
e riguardo il pericolo di collisione con NEO, su Le Scienze del luglio
"La frequenza media di collisioni con asteroidi del tipo Tunguska va
da una ogni 200 anni a una ogni 1000 anni, per cui non è improbabile
che un evento simile si verifichi nei prossimi decenni"
L'articolo che segue mi sembra un po' più documentato di "Le Scienze"
è dà un impatto ogni circa 2000-3000 anni

http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0019103504001265

Considera anche che, Tunguska a parte, non ci sono tracce sulla Terra di
eventi di quel genere.
Ora, se ce ne fosse veramente, in media, 1 per millennio credo che
qualcosa da greci, persiani, egizi, ittiti, sumeri e cinesi l'avremmo
saputa.
E di tracce ne dovremmo trovare molte: in 100.000 anni 100 eventi. Togli
pure i 2/3 che sono finiti in mare ne rimangono una trentina, ma di
crateri del genere non ce ne sono proprio.

Saluti,
Aleph


P.S.: Ma per caso c'hai paura di Apophis o del 21 12 2012 ? :))
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
not1xor1
2011-07-07 16:00:03 UTC
Permalink
Post by Aleph
E' una cosa pazzesca: si pretende di utilizzare una tecnologia su larga
scala e non ci si occupa di dove e come disporre dei prodotti di rifiuto.
E a te questo sembra razionale?
ho già scritto che questo è uno dei problemi principale e proprio per
questo bisognerebbe portare avanti la ricerca
Post by Aleph
Dimostra semmai che le "polveri sottili" creano sicuramente problemi, ma
c'è un'infinità di studi in proposito (ora vado di fretta)
Post by Aleph
Post by not1xor1
"La frequenza media di collisioni con asteroidi del tipo Tunguska va
da una ogni 200 anni a una ogni 1000 anni, per cui non è improbabile
che un evento simile si verifichi nei prossimi decenni"
L'articolo che segue mi sembra un po' più documentato di "Le Scienze"
è dà un impatto ogni circa 2000-3000 anni
mi pare anche wikipedia cita simili stime
Post by Aleph
Considera anche che, Tunguska a parte, non ci sono tracce sulla Terra di
eventi di quel genere.
ci sono tracce di eventi anche di maggiore portata se per questo...
ora mi ricordo solo il golfo dello Yucatan, ma ce ne sono altri... (si
tratta di tracce geologiche non storiche ovviamente)
Post by Aleph
P.S.: Ma per caso c'hai paura di Apophis o del 21 12 2012 ? :))
LOL
assolutamente no... solo mi piacerebbe che l'esplorazione spaziale
venisse portata avanti (o meglio riprendesse) ad un passo un po' più
rapido...
--
bye
!(!1|1)
fuzzy
2011-07-07 17:08:55 UTC
Permalink
Post by Aleph
Con l'aggiunta delle complicazioni da "incubo dell'idraulico" e
l'incapacità di gestire l'intero ciclo di vita della tecnologia.
E' una cosa pazzesca: si pretende di utilizzare una tecnologia su larga
scala e non ci si occupa di dove e come disporre dei prodotti di rifiuto.
Rubbia diceva che aveva iniziato a sviluppare un metodo per lo
smaltimento delle scorie, tramite un sistema che le "brucia" (tra
virgolette, non so come), rendendole innocue... poi (i nostri politici
pagliacci) l'hanno cacciato dall'italia a calci in culo, e un mezzo
prete mi pare siede al suo posto adesso :-)

...poi si lamentano che gli italiani votano contro il nucleare... chi
è causa della sua coglionaggine pianga se stesso.
Post by Aleph
Saluti,
Aleph
P.S.: Ma per caso c'hai paura di Apophis o del 21 12 2012 ? :))
come il terremoto a ROma di qualche mese fa... eh eh eh!

fuzzy

Raffaele Castagno
2011-07-04 22:31:45 UTC
Permalink
Post by Aleph
E chi lo nega?
Ma forse a te è sfuggito che, almeno nel mio caso, le ragioni che mi
inducono a essere contrario al nucleare non riposano solo sulla sicurezza
degli impianti, ma anche sulla loro diseconomicità e sulla rozzezza di
fondo della tecnologia nucleare (Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).
Termodinamicamente parlando, il nucleare da fissione è tra le tecnologie,
attualmente disponibili, più efficaci ed efficienti per far "bollire l'acqua".
La densità energetica dell'uranio è credo la più alta tra le "fonti di energia"
attualmente disponibili, che fa di conseguenza della fissione dell'uranio
uno dei metodi migliori per generare il calore necessario alla produzione di
energia.
Post by Aleph
No, invece.
Ha valore perché ti dimostra che il presunto effetto disastroso delle
poche centrali a carbone italiane, che dovrebbe causare migliaia e
migliaia di morti ogni anno, secondo certi soggetti, in realtà non dà
alcun segnale distinguibile.
L'effetto delle centrali a carbone probailmente esiste (soprattutto
riguardo a patologie respiratorie non mortali), anche se mi piacerebbe
vedere realizzati studi epidemiologici seri attorno ai siti, per garantir
le popolazioni residenti; ma non è certo quello affermato da alcuni,
altrimenti lo vedremmo.
No, scusa...ma le "molte centrali nucleari" che ci sono al mondo, che secondo
certi soggetti dovrebbero ogniuna essere sufficienti a cancellare la vita in
interi stati, quali "segnali distinguibili" avrebbero prodotto, nel corso
dei decenni in cui sono state attive?

Comunque si, mi piacerebbe vedere un eguale accanimento, da parte di certi
ambietalisti a targhe alterne, anche contro centrali a carbone, gas, etc.
ma anche gasdotti, oleodotti, dighe, etc etc. Invece no, tutto tace.

Tra l'altro, notizia recente:
http://www.guardian.co.uk/environment/2011/jul/03/yellowstone-river-suffers-oil-spill

Altro disastro petrolifero, queseta volta nel fiume Yellowstone: 750-1000 barili
di greggio dispersi nel fiume.

Dove sono gli ambientafessi, o magari i dipietrini, con un bel referendum
che impedisca la costruzione di raffinerie, oleodotti, e magari anche il
trasporto di idrocarburi?
Post by Aleph
...
Post by not1xor1
per esempio l'argomento che il carbone sia più sicuro del nucleare non
regge neanche se prendi in considerazione le stime di greenpeace
E' difficile proporre confronti del genere, perché gli effetti non sono
quasi mai immediati, né per una fonte né per l'altra.
Tu dici?
Vallo a dire alle decine, centinaia di minatori che ogni anno muoiono o si
ammalano per estrarre quella merda fossile, o chi si ammala di cancro o
di malattie respiratorie a causa di polveri sottili ed altre schifezze simili...
Post by Aleph
1 miliardo di euro è quasi niente.
Comunque la Francia è impelagata nel nucleare fino al collo, se non
tengono duro loro...
Impelagati? Diciamo che noi italiani non perdiamo occasione per perculare i
francesi, ma alla fine sono loro ad avercelo messo nel culo: loro hanno energia
in quantità, a costi competitivi, e possono risparmiare parecchio semplicemente
evitando di importare costosi combustibili fossili.
Post by Aleph
L'atomo in Italia, e non solo da noi, non lo vuole nessuno, questo è un
dato di fatto.
Del resto, in Italia il livello di istruzione è inferiore alla media europea,
e si è visto nell'ultima tornata referendaria.
Post by Aleph
Che poi molti non siano coerenti in tutto rispetto a questa idiosincrasia
di fondo può anche essere vero, ma non è che un'incoerenza, vera o
presunta che sia, può cancellare un dato di fatto.
Il dato di fatto è che la stragrande maggioranza degli italiani vota senza
sapere una beata fava dell'oggetto della consultazione.

C'è la gente che ha votato contro il nucleare perchè crede che scoppino come
bombe atomiche, che hanno votato contro la privatizzazione della gestione
del sistema idrico perchè ha creduto che sarebbe stata veramente privatizzata
l'acqua, o peggio che l'acqua sia un bene gratuito, o che hanno votato contro
il legittimo impedimento credendo che potesse veramente impedire a B. di farsi
processare.

Ci hanno creduto, in tutto e per tutto, inghiottendo esca, amo, lenza e mulinello,
e magari mentre mettevano quelle croci si sono pure sentiti particolarmente
intelligenti, credendo di avere capito tutto della vita...

Raffaele
fuzzy
2011-07-05 06:39:28 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
No, scusa...ma le "molte centrali nucleari" che ci sono al mondo, che secondo
certi soggetti dovrebbero ogniuna essere sufficienti a cancellare la vita in
interi stati, quali "segnali distinguibili" avrebbero prodotto, nel corso
dei decenni in cui sono state attive?
mancano gli ultimi anni.
http://www.ccsnews.it/dettaglio.asp?id=3234

è tutto a posto, tutto sotto controllo. :-)
Post by Raffaele Castagno
Comunque si, mi piacerebbe vedere un eguale accanimento, da parte di certi
ambietalisti a targhe alterne, anche contro centrali a carbone, gas, etc.
ma anche gasdotti, oleodotti, dighe, etc etc. Invece no, tutto tace.
Ancora con questa tiritera che non convince , giustamente, nessuno?
La pericolosità potenziale del nucleare non è paragonabile a
nient'altro.
Eppoi criticando il nucleare nessuno sta assolvendo le altre forme di
energia.
quindi fatevi del bene: smettetela con questa sciocchezza.

Chi è a contro il nucleare non è a favore del carbone.

Altra balla: Mettere il nucleare non risolve il problema del carbone
e dei fossili

.
Post by Raffaele Castagno
Impelagati? Diciamo che noi italiani non perdiamo occasione per perculare i
francesi, ma alla fine sono loro ad avercelo messo nel culo: loro hanno energia
in quantità, a costi competitivi, e possono risparmiare parecchio semplicemente
evitando di importare costosi combustibili fossili.
si, e hanno incidenti in continuazione, vivono con pasticche di iodio
nel cassetto, e con la paura che l'acqua che si bevono sia
contaminata.

http://www.beppegrillo.it/2011/04/gli_incidenti_nucleari_in_francia/index.html

http://www.aamterranuova.it/article2368.htm

Gli incidenti nucleari in Francia sono continui
Post by Raffaele Castagno
Del resto, in Italia il livello di istruzione è inferiore alla media europea,
e si è visto nell'ultima tornata referendaria.
In cosa ti credi tanto piu istruito? Il solo fatto di attribuire il
rifiuto del nucleare ad ignoranza, ti rende particolarmente ignorante,
e anche un po' ingenuo. Come mai non hai citato la "paura"?
Eppure Chicco Testa (di cazzo) di numeri e di alta "cultura" sul
nucleare ne ha prodotta tanta, eppure non ha convinto nessuno. Sarò
perchè Chicco-ti-spacco-la-faccia sembra vagamente più interessato a
fare soldi che ha informare?

Secondo te tutti gli esperti e i sapienti sono a favore del nucleare
(cosa dimostratamente falsa)? Oppure sono acculturati solo quelli che
sono a favore del nucleare?

Ma vi rendete conto di quanto siete ridicoli con queste affabulazioni?
Post by Raffaele Castagno
Il dato di fatto è che la stragrande maggioranza degli italiani vota senza
sapere una beata fava dell'oggetto della consultazione.
perchè secondo te quando tu vai a votare per l'aborto, sai tutto
dell'aborto, lo hai sperimentato, sai cosa si prova in prima persona?
Post by Raffaele Castagno
C'è la gente che ha votato contro il nucleare perchè crede che scoppino come
bombe atomiche, che hanno votato contro la privatizzazione della gestione
del sistema idrico perchè ha creduto che sarebbe stata veramente privatizzata
l'acqua, o peggio che l'acqua sia un bene gratuito, o che hanno votato contro
il legittimo impedimento credendo che potesse veramente impedire a B. di farsi
processare.
si, infatti è proprio cosi... :-)
e hanno votato bene.
Post by Raffaele Castagno
Ci hanno creduto, in tutto e per tutto, inghiottendo esca, amo, lenza e mulinello,
e magari mentre mettevano quelle croci si sono pure sentiti particolarmente
intelligenti, credendo di avere capito tutto della vita...
no hai capito tutto tu.

dev'essere dura essere incompresi :)

fuzzy
fuzzy
2011-07-05 06:48:46 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Ci hanno creduto, in tutto e per tutto, inghiottendo esca, amo, lenza e mulinello,
e magari mentre mettevano quelle croci si sono pure sentiti particolarmente
intelligenti, credendo di avere capito tutto della vita...
Raffaele
A proposito di "gomblotti",
questo è reale e riguarda proprio il nucleare
http://www.guardian.co.uk/environment/interactive/2011/jun/30/email-nuclear-uk-government-fukushima?INTCMP=SRCH

forse sarebbe ora che ti svegli tu, invece di farti abbindolare da
Berlusconi, l'uomo del fare (schifo), e dai suoi assistenti (PD).
Questi si che sono esperti e informatissimi (su come incularti).

fuzzy
Fatal_Error
2011-07-05 09:50:14 UTC
Permalink
Post by fuzzy
A proposito di "gomblotti",
questo è reale e riguarda proprio il nucleare
http://www.guardian.co.uk/environment/interactive/2011/jun/30/email-nuclear-uk-government-fukushima?INTCMP=SRCH
Le tue prove sarebbero delle e-mail con mittente e destinatario cancellati?
Vuoi che te la scriva io una bella e-mail dalla Nasa che ti candida al
premio Nobel? O magari preferisci un bel phishing anti-nucleare o
anti-berlusconi? Poi mi dicono che uso troppi ROTFL...
MA ROTFL!
Ma prendiamole per buone... HANNO FATTO BENISSIMO! Cosa dovrebbe fare uno
stato, far crollare una delle industrie piu' importanti causando un danno
IMMENSO a TUTTI gli americani, a causa delle strumentali campagne
disinformative dei soliti noti? Ovvio che le notizie vanno gestite in modo
oculato, proprio per evitare che qualche PIRLA si metta a distorcere a 180
gradi le notizie parlando magari di "BAMBINI RADIOATTIVI FOSFORESCENTI" per
1 Bq di Cesio nelle urine.
Post by fuzzy
forse sarebbe ora che ti svegli tu, invece di farti abbindolare da
Berlusconi, l'uomo del fare (schifo), e dai suoi assistenti (PD).
Questi si che sono esperti e informatissimi (su come incularti).
Ovvero, togli il centro destra che ha dato prova di saper governare anche in
una spaventosa crisi mantenendo i conti in ordine SENZA AUMENTARE LE TASSE,
di saper combattere la mafia con risultati UNICI mai visti prima e una
diminuzione consistente della microcriminalita', di gestire al meglio
POSSIBILE il difficile problema immigrazione, di SOSTENERE i lavoratori con
estensione della cassa integrazione, di voler riformare il paradossale
sistema scolastico italiano, di combattere i fannulloni pagati con le nostre
tasse, di voler RIDURRE I PARLAMENTARI e comunque di aver dimezzato i
ministeri ed i sottosegretari rispetto al governo precedente, che ha
dimostrato di saper prendere decisioni anche *difficili* in termini di
riscontro elettorale per l'interesse degli italiani, come il nucleare ad
esempio...
E il centro sinistra con la gestione Prodi + Di Pietro + Visco + Bertinotti
+ Pecoraro + Mastella, ovvero la paralisi totale, con la spazzatura al terzo
piano a Napoli, i precari mandati a casa dopo averli presi per il c..o, le
tasse che aumentano continuamente e solo per i poveracci, il "tesoretto"
assurdo frutto di TROPPE TASSE, che poi sparisce miseramente nelle tasche di
chissa' chi, i Marazzo vari che pagavano i trans 5000 Euro con chissa' quali
soldi e le "porte aperte" a chiunque voglia venire a delinquere a casa
nostra....
E cosa rimane? I Grillini del no a tutto con i loro utopici edifici che si
scaldano con una candela, le auto a idrogeno prodotto con energia elettrica
a rendimento max 20% rispetto all'energia di partenza o l'energia elettrica
prodotta con giostre di aquiloni che volano a qualche km di altezza sopra le
citta'? Forse rifondazione COMUNISTA, che nel suo statuto dice chiaro che
vuole uno stato COMUNISTA nel rispetto delle idee di Marx, tipo quello
SOVIETICO o CUBANO?

Una gentile domanda: MA TU, che critichi chiunque faccia qualcosa, CHI CA..O
VOTI?
Aleph
2011-07-05 10:36:47 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
E chi lo nega?
Ma forse a te è sfuggito che, almeno nel mio caso, le ragioni che mi
inducono a essere contrario al nucleare non riposano solo sulla sicurezza
degli impianti, ma anche sulla loro diseconomicità e sulla rozzezza di
fondo della tecnologia nucleare (Suvvia, siamo seri, ma come si fa a
proporre nel 2011 di ricavare energia elettrica facendo bollire l'acqua
con la fissione, è ridicolo. termodinamicamente ridicolo).
Termodinamicamente parlando, il nucleare da fissione è tra le tecnologie,
attualmente disponibili, più efficaci ed efficienti per far "bollire l'acqua".
Una centrale a ciclo combinato ha un rendimento circa doppio a quello
delle centrali nucleari, a parià di calore sviluppato.
Post by Raffaele Castagno
La densità energetica dell'uranio è credo la più alta tra le "fonti di energia"
attualmente disponibili, che fa di conseguenza della fissione dell'uranio
uno dei metodi migliori per generare il calore necessario alla produzione di
energia.
E' una tecnologia vecchia, modernariato, paleolitico industriale, che
nella societò post-moderna di oggi fa sorridere (anche se amaramente):
l'incubo dell'idraulico l'ha definita con sagacia qualcuno.
E oltretutto l'insulsaggine maggiore riguardo al nucleare civile è
perseverare nell'utilizzare una tecnologia di cui non si possiede il
controllo dell'intero ciclo di vita (alfa-omega) per il noto e mai risolto
problema delle scorie.

...
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
L'effetto delle centrali a carbone probailmente esiste (soprattutto
riguardo a patologie respiratorie non mortali), anche se mi piacerebbe
vedere realizzati studi epidemiologici seri attorno ai siti, per garantir
le popolazioni residenti; ma non è certo quello affermato da alcuni,
altrimenti lo vedremmo.
No, scusa...ma le "molte centrali nucleari" che ci sono al mondo, che secondo
certi soggetti dovrebbero ogniuna essere sufficienti a cancellare la vita in
interi stati, quali "segnali distinguibili" avrebbero prodotto, nel corso
dei decenni in cui sono state attive?
Beh, direi che ci sono un paio di "cosette" tipo gli effetti del disastro
di Chernobyl e quello di Fukushima, ma se ti riferisci soltanto alla
normale operatività, ci sono diversi studi epidemiologici, l'ultimo dei
quali, il più approfondito, in Germania, che attesta incrementi di
leucemie (infantili e no) attorno ad alcuni siti.
Post by Raffaele Castagno
Comunque si, mi piacerebbe vedere un eguale accanimento, da parte di certi
ambietalisti a targhe alterne, anche contro centrali a carbone, gas, etc.
ma anche gasdotti, oleodotti, dighe, etc etc. Invece no, tutto tace.
Sei tu che sei male infomato, vai a dare un'occhiata ogni tanto al sito di
greenpeace e vedrai se tutto tece.
Il fatto è che quando si hanno, come nel tuo caso, fette di prosciutto su
entrambi gli occhi è difficile vedere...
http://www.guardian.co.uk/environment/2011/jul/03/yellowstone-river-suffers-oil-spill
Post by Raffaele Castagno
Altro disastro petrolifero, queseta volta nel fiume Yellowstone: 750-1000 barili
di greggio dispersi nel fiume.
In galera i responsabili, senza leggi ad personam e ad aziendam per
favorirne i misfatti.
Post by Raffaele Castagno
Dove sono gli ambientafessi, o magari i dipietrini, con un bel referendum
che impedisca la costruzione di raffinerie, oleodotti, e magari anche il
trasporto di idrocarburi?
Basterebbe controllare più seriamente gli impianti.
Del resto il fatto che "la sfiga", si fa per dire, si accanuisca sugli USA
una ragione ce l'avrà pure, no?
Che siano presidenti ammanicati con le compagnie petolifere e petrolieri
essi stessi (vedi i Bush, ma anche Obama ne ha fatte di cazzate).
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
...
Post by not1xor1
per esempio l'argomento che il carbone sia più sicuro del nucleare non
regge neanche se prendi in considerazione le stime di greenpeace
E' difficile proporre confronti del genere, perché gli effetti non sono
quasi mai immediati, né per una fonte né per l'altra.
Tu dici?
Vallo a dire alle decine, centinaia di minatori che ogni anno muoiono o si
ammalano per estrarre quella merda fossile, o chi si ammala di cancro o
di malattie respiratorie a causa di polveri sottili ed altre schifezze simili...
Invece i minatori delle miniere uranifere immagino stiano tutti bene; anzi
la radioattività uccide i microbi e li fa star meglio vero (senza contare
che in italia il carbone fornisce poco più del 13% della produzione).
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
1 miliardo di euro è quasi niente.
Comunque la Francia è impelagata nel nucleare fino al collo, se non
tengono duro loro...
Impelagati? Diciamo che noi italiani non perdiamo occasione per perculare i
Parla per te.
Post by Raffaele Castagno
loro hanno energia
in quantità, a costi competitivi, e possono risparmiare parecchio semplicemente
evitando di importare costosi combustibili fossili.
Ma che dici? Ne importano comunque un botto: importano più petrolio
dell'Italia.
E le loro tariffe sono tariffe assistenziali il cui reale prezzo è
camuffato da aiuti di stato alle aziende statali del settore nucleare ed
energetico.
Post by Raffaele Castagno
Post by Aleph
L'atomo in Italia, e non solo da noi, non lo vuole nessuno, questo è un
dato di fatto.
Del resto, in Italia il livello di istruzione è inferiore alla media europea,
e si è visto nell'ultima tornata referendaria.
Si, come no. Sono tutti intelligenti solo quando votano per il nano, ma
quando vi mandano a cagare allora non va più bene, vero?

ROTFL

Saluti,
Aleph
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
not1xor1
2011-07-05 15:54:34 UTC
Permalink
Post by Raffaele Castagno
l'acqua, o peggio che l'acqua sia un bene gratuito, o che hanno votato contro
il legittimo impedimento credendo che potesse veramente impedire a B. di farsi
processare.
il tuo amato nano del giardino di arcore è così ansioso di farsi
processare che in tutti questi anni non ha fatto altro che
depenalizzare reati e accorciare i tempi di prescrizione per altri
reati (oltre a provare a far passare di nascosto norme come quella che
gli avrebbe permesso di ritardare l'indennizzo di 750 milioni di euro
a de benedetti, prescrizioni brevi, strette contro le intercettazioni,
ecc.)

è solo per pura coincidenza che alcuni dei reati in oggetto erano gli
stessi di cui era anche imputato e che solo grazie a tali leggi ha
schivato processi o condanne ?

ma si sa ... questa è una dittatura dei giudici comunisti... ha dovuto
dirlo anche a Obama perché non se ne era accorto...

santo subito?... silvio martire?
(vergine la vedo un po' difficile) :-D
forse potrebbe accontentarsi del nobel per la pace, che ogni tanto voi
buontemponi proponete, visti i suoi rapporti amichevoli con i
democratici putin, lukashenko e gheddafi

ma perché non parlare delle grandi opere da lui promosse ?
del fantomatico contratto con gli italiani?
sul corriere di oggi c'è un impietoso articolo di Rizzo in
proposito... (purtroppo non l'ho trovato nella versione online)
--
bye
!(!1|1)
Fatal_Error
2011-07-05 20:36:05 UTC
Permalink
gli avrebbe permesso di ritardare l'indennizzo di 750 milioni di euro a de
benedetti,
Ma lo sai di chi stai parlando almeno?
Comincia con questo articolo:
http://www.ilgiornale.it/interni/tutti_traffici_oscuri_di_carlo_de_benedetti_vendeva_segreti_allurss/24-08-2009/articolo-id=376654-page=0-comments=1
Continua a leggere su narkive:
Loading...